La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ricerca di Sara Barbieri Classe 1 sez.D Scuola Secondaria di 1° grado “L. Russo” Navacchio (Cascina)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ricerca di Sara Barbieri Classe 1 sez.D Scuola Secondaria di 1° grado “L. Russo” Navacchio (Cascina)"— Transcript della presentazione:

1

2 Ricerca di Sara Barbieri Classe 1 sez.D Scuola Secondaria di 1° grado “L. Russo” Navacchio (Cascina)

3 La nascita della Venerabile Confraternita di Misericordia di Navacchio risale agli ultimi anni del 1800 La sua missione consiste nell’effettuazione delle opere di assistenza e di carità per gli iscritti ed in genere per tutte le persone che si trovino nello stato di necessità.

4 Sono molti i servizi svolti dalla Misericordia, principalmente vengono svolti da personale volontario. I volontari sono persone che per amore e per passione decidono di dedicare parte del loro tempo a servizio di persone che hanno bisogno di aiuto (giovani e meno giovani). A dare una mano a compiere questi servizi ci sono anche i ragazzi del Servizio Civile Volontario. Naturalmente per poter svolgere queste attività i volontari e i ragazzi del Servizio Civile devono seguire dei corsi di formazione. Questi corsi sono volti a preparare i volontari ad affrontare situazioni a volte anche difficili e inaspettate. Vengono insegnate le tecniche e le procedure da utilizzare andando a soccorrere una persona coinvolta in un incidente stradale (posizione di sicurezza, come estrarla dalla macchina, come eseguire eventualmente un massaggio cardiaco, come fare una medicazione e molte molte altre cose).

5 Ecco i volontari al lavoro…………

6 I volontari svolgono principalmente il loro lavoro attraverso le chiamate che arrivano al 118 da parte della popolazione: Ma quando bisogna comporre quel numero? Quando una persona è colta da un malore improvviso e ha perso conoscenza, oppure sta molto male In caso di un grave incidente stradale, sportivo o domestico, insomma in tutti quei casi in cui c’è un pericolo di vita!!!!!

7 La chiamata al 118 può essere fatta da qualunque apparecchio telefonico ed essendo un numero di emergenza è gratuito. E dopo avere composto questo numero cosa succede???? Dall’altra parte del telefono ci risponderà una persona che ci chiederà alcune cose: il luogo dove è successo l’incidente, di che tipo di incidente si tratta, quante persone sono rimaste coinvolte nell’incidente, le condizioni di salute dei feriti quindi se ci sono persone in pericolo di vita. A questo punto l’operatore del 118 è in grado di assegnare un codice all’incidente accaduto: CODICE VERDE: NON C’E’ PERICOLO DI VITA CODICE GIALLO: SITUAZIONE DA CONTROLLARE CODICE ROSSO: SITUAZIONE MOLTO GRAVE: PERICOLO DI VITA

8 Attraverso il computer l’operatore individua il luogo esatto dell’incidente e verifica la disponibilità delle ambulanze da poter inviare sul posto. In caso di necessità invia chiamate anche alle Forze dell’Ordine (Polizia di Stato, Carabinieri, Polizia Locale e Vigili del Fuoco). In caso di particolare gravità la Centrale Operativa 118 invia anche Mezzi di Soccorso Avanzato: ad esempio Elisoccorso.

9 I mezzi di soccorso operano sul luogo dell'evento in stretto collegamento con la Centrale Operativa 118. In base a : patologia dei pazienti condizioni sanitarie disponibilità ospedaliere La Centrale Operativa 118 destina i mezzi di soccorso alle strutture sanitarie adeguate. Naturalmente per poter trasportare i feriti occorrono dei mezzi adeguati

10 L’ambulanza deve essere dotata di tutti i presidi medici e sanitari per poter affrontare qualsiasi tipo di Emergenza. Nel caso in cui la situazione è particolarmente grave a bordo dell’ambulanza è presente anche un Medico.

11 Ma oltre a questi servizi di Pronto Intervento ci sono anche tante iniziative molto belle ed importanti per la popolazione: Il gruppo dei Donatori di Sangue è veramente importante, è una cosa bellissima e importante donare sangue: per i pazienti del Pronto Soccorso (persone che in seguito ad un incidente hanno avuto una forte emorragia di sangue), pazienti affetti da tumori che devono fare delle chemioterapie, pazienti che hanno problemi con la coagulazione del sangue, pazienti che hanno subito un intervento chirurgico, pazienti soggetti a trapianti di organi o midollo osseo. Ma le persone che donano sangue sono ancora troppo poche rispetto al grande bisogno di sangue che c’è negli ospedali, ogni 1000 abitanti ci sono solo 21 donatori…..troppo pochi!!!! Naturalmente per diventare donatori ci sono delle regole da rispettare: ad esempio avere un buono stato di salute, avere un età compresa tra i 18 e i 65 anni, avere un peso corporeo superiore ai 50 KG e naturalmente cosa molto importante non avere gravi malattie che altrimenti potrebbero essere trasmesse alle persone che ricevono il sangue.

12 Un mio appunto personale lo voglio fare parlando di mio padre che diversi anni fa faceva il donatore, purtroppo per motivi di salute non ha più potuto fare questa cosa e gli è dispiaciuto tantissimo. Mi racconta sempre che una volta ha donato piastrine ad una bambina di soli due anni affetta da leucemia…..ha provato tanta tristezza.

13 Un altro servizio molto importante è anche il telesoccorso che permette di dare maggior assistenza alle persone anziane e sole. Mio nonno che abita a Cascina ha uno strumento in casa collegato con la Misericordia di Cascina, in caso di necessità lui preme un bottone e nel giro di pochi minuti un operatore gli telefona dalla Misericordia per sapere se ha bisogno di aiuto.

14 Molto molto importante è anche il compito che svolgono tutti coloro che fanno parte della Protezione Civile Si occupa dell’attività di prevenzione e segnalazione delle Emergenze. La struttura della Protezione Civile può essere vista come un piramide nella posizione più in alto troviamo il CITTADINO E POI: COMUNE- PREFETTO-PROVINCIA-REGIONE-PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI (DIPARTIMENTO PROTEZIONE CIVILE).

15 In merito a questo mi ricordo quello che è successo agli inizi del 2014 quando in seguito ad un allerta meteo, sono intervenuti mettendo delle paratie al fiume Arno.

16 Sicuramente posso dire una cosa che essendo figlia di due ex volontari della Misericordia, vorrei davvero poterne fare parte pure io. I miei genitori mi hanno insegnato che è bello e allo stesso momento importante aiutare persone che stanno peggio di noi. Il lavoro svolto dai volontari è un lavoro alla cui base ci deve essere tanto amore per il prossimo, i volontari non aiutano solo le persone che hanno bisogno di cure mediche per ferite riportate in incidenti stradali, ma aiutano anche le persone che hanno ferite che non si vedono esternamente, sto parlando delle persone anziane che troppe volte si sentono sole e abbandonate e hanno bisogno di parlare e sentirsi considerate. Tutti noi abbiamo bisogno di un aiuto, quindi finché ci saranno i VOLONTARI CI SARA’ LA SPERANZA DI POTER AIUTARE IL PROSSIMO!!!!!!!!!!!!!!!!! Una futura volontaria della Misericordia Sara Barbieri


Scaricare ppt "Ricerca di Sara Barbieri Classe 1 sez.D Scuola Secondaria di 1° grado “L. Russo” Navacchio (Cascina)"

Presentazioni simili


Annunci Google