La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Funzioni e uso. i complementi indiretti di una preposizione In italiano i complementi indiretti sono introdotti nella frase o si uniscono all’elemento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Funzioni e uso. i complementi indiretti di una preposizione In italiano i complementi indiretti sono introdotti nella frase o si uniscono all’elemento."— Transcript della presentazione:

1 Funzioni e uso

2 i complementi indiretti di una preposizione In italiano i complementi indiretti sono introdotti nella frase o si uniscono all’elemento di essa da cui dipendono per mezzo di una preposizione. di Alberto  Ho visto l’auto nuova di Alberto  (complemento di specificazione) a Anna  Luca si rivolse a Anna con poca educazione (complemento di termine) con una pistola  Il rapito si liberò con una pistola dai malviventi.  (complemento di mezzo) latinoi casi complementi indiretti  In latino i casi che corrispondono ai complementi indiretti italiani sono: GENITIVO specificazione  Il GENITIVO, che esprime la funzione della specificazione Villa dominae, “la villa della padrona Villa dominae, “la villa della padrona DATIVO  Il DATIVO che esprime la funzione della persona o della cosa a cui è rivolta o destinata l’azione Nauta epistulam ancillae dat. “Il marinaio da’ una lettera alla serva” ABLATIVO  Infine l’ ABLATIVO, che esprime varie funzioni: da solo, compagnia/unione, mezzo; altre funzioni vengono svolte da questo caso con l’ausilio di preposizioni

3

4 est ( predicato) Or ă Sostantivo nominativo Siciliae Genitivo Compl. specificazione amoen ă nome del predicatonominativo

5 GENITIVO Il GENITIVO esprime principalmente il complemento di specificazione il complemento di specificazione. dipende sempre da un altro nome Il genitivo dipende sempre da un altro nome Or ă Siciliae amoen ă est. Or ă / Siciliae / amoen ă /est. est Predicato: est, III p.s. verbo esse, “essere” Soggetto: or ă, sostantivo, Nom. s., da ora,ae, “costa” Complemento di specificazioneSiciliae Genitivo singolare Complemento di specificazione, : Siciliae, sostantivo, Genitivo singolare, da Sicilia,ae, “Sicilia” Nome del predicatoamoenă, Nome del predicato: amoenă, aggettivo, nome del predicato, Nom. s., da amoena, ae, “ bella” Ora Siciliae est amoena La costadella Sicilia bella La costa della Sicilia è bella 

6 laudat Pred.verb. III p.s. domina Sostantivo Nominativo s. diligentiam Sostantivo Accusativo s. Ancillae Sostantivo Genitivo s.

7 Ancillae diligentiam domina laudat. Domina / laudat / diligentiam / ancillae. Predicato: laudat, III p.s., diatesi attiva, da laudo,as, are, “lodare” Soggetto: domina, N.s., da domina,ae, “padrona” Comp. Ogg.: diligentiam, Acc.s., da diligentia,ae, “diligenza” Comp. Specificazione: ancillae, Genitivo singolare, da ancilla, ae,”serva” Domina laudat diligentiam ancillae La padrona loda la diligenzdella serva La padrona loda la diligenza della serva.

8

9 donat Pred. Verbale III p.s. attivo Puella sostantivo Nom.s. rosam Sostantivo Acc. s. amicae Sostantivo Dat. S.

10 DATIVO l’idea di destinazione Il DATIVO esprime l’idea di destinazione e si trova con verbi come “do” (dare), “praebeo”(offrire),”dono”(donare),”scribo” (scrivere), ecc.. complemento di termine Corrisponde al complemento di termine. Puella amicae rosam donat. Puella / amicae / rosam /donat. Predicato: donat Predicato: donat, III p.s., attivo, da dono,as, are, “donare” Soggetto: puella Soggetto: puella, sostantivo, femminile, singolare, da puella,ae, “ragazza” Compl.oggetto: rosam Compl.oggetto: rosam, sostantivo, femminile, Acc.s., da rosa, rosae, “rosa” Compl.termine: amicae Compl.termine: amicae, sostantivo, femminile, Dat.s., da amica, ae, “amica. Puella donat rosam amicae La ragazza dona una rosa all’amica.

11 scribit Pred.v. att. III p.s. Tullia Sostantivo Nom.s. epistulam Sostantivo Acc.s. suae Aggettivo Dativo s. filiae Ffiliae Sostantivo Dativo s.

12 Tullia filiae suae epistulam scribit Tullia /filiae suae / epistulam / scribit. Predicato: scribit, III p.s., attivo, da scribo,is, ere, “scrivere” Soggetto: Tullia, sostantivo, singolare, Nom.s., da Tullia, ae, “Tullia” (nome proprio) Compl.oggetto: epistulam, sostantivo, Acc. s., da epistula, ae, “lettera” Compl. termine: filiae, sostantivo, Dat.s., da filia, ae, “figlia” Comp. termine: suae, aggettivo, Dat.s.,da sua, ae,”sua” Tullia scribit epistulam filiae suae Tullia scrive una lettera a sua figlia Tullia scrive una lettera a sua figlia.


Scaricare ppt "Funzioni e uso. i complementi indiretti di una preposizione In italiano i complementi indiretti sono introdotti nella frase o si uniscono all’elemento."

Presentazioni simili


Annunci Google