La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Edoardo Stancanelli Classe 1i Scuola G.G.BELLI Ricerca.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Edoardo Stancanelli Classe 1i Scuola G.G.BELLI Ricerca."— Transcript della presentazione:

1 Edoardo Stancanelli Classe 1i Scuola G.G.BELLI Ricerca

2 Santa Maria Maggiore Sorge su uno dei sette colli di Roma e il suo nome deriva da Esquilino, cioè coloro che vivevano fuori dal centro della città mentre quelli che vivevano dentro la città erano chiamati inquilini. La piazza è caratterizzata dalla presenza di un grande colonna di origine corinzia, trovata nella basilica di Massenzio, che si contrappone all’obelisco Egizio, alto 15m circa,ritrovato nel mausoleo di Augusto e, fatto issare da Papa Sisto V sul retro della basilica. La prima costruzione risale al V secolo ma l’aspetto esterno, come oggi lo vediamo, deriva da due diverse fasi. La facciata realizzata da Ferdinando Fuga dal 1743 al 1750 collega due palazzi:quello di destra completato nel 1600 e quello di sinistra nel 1743.L’architettura della facciata stessa è concepita in modo da lasciar intravedere al secondo piano del fronte esterno originario della chiesa,i mosaici della fine del 1200 del pittore Filippo Rusuti. Il campanile è il più alto della città di Roma:75m ed è stato costruito tra il 1370 e il 1378.è una basilica paleocristiana ha tre navate senza transetto con l’ abside in fondo e al centro della navata principale.

3 Le colonne hanno il capitello ionico sormontato da una trabeazione invece che da un arco. Il baldacchino dell’altare maggiore è una imitazione di quello della Basilica di S. Pietro ed è anch’esso di Ferdinando Fuga,autore della facciata. Sotto l’altare ci sono, in un’urna d’argento, le reliquie della culla di Gesù. Rispettivamente a destra e a sinistra delle navate laterali ci sono la cappella sistina voluta da Papa Sisto V con un presepe che si può vedere solo durante le festività natalizie; mentre la cappella Paolina voluta da Papa Paolo V è sempre aperta e vi si possono ammirare numerosi affreschi del pittore Guido Reni. I mosaici absidali sono del XIII secolo di Jacopo Torriti, il miglior mosaicista del tempo. Sono rappresentati seduti sul trono ornato di pietre preziose la Madonna incoronata Regina Celeste e il Cristo. Sullo sfondo azzurro ci sono numerose stelle dorate mentre in basso ci sono la Luna e il Sole. Attorno ci sono Angeli e Santi immersi nella bellezza del creato con piante e animale di vario tipo. In basso si possono ammirare episodi di vita della MADONNA.

4 Mappa della basilica

5 Immagini

6 Altre foto

7 Fonti Libro “Roma e la città del vaticano” FINE


Scaricare ppt "Edoardo Stancanelli Classe 1i Scuola G.G.BELLI Ricerca."

Presentazioni simili


Annunci Google