La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sitazioni onetto pifore etrogrado ontroverità nterrogatorio oologico mpotente efinizioni n cucina cambio enigmistico elegrafico itoti D e l l a I I I N.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sitazioni onetto pifore etrogrado ontroverità nterrogatorio oologico mpotente efinizioni n cucina cambio enigmistico elegrafico itoti D e l l a I I I N."— Transcript della presentazione:

1 sitazioni onetto pifore etrogrado ontroverità nterrogatorio oologico mpotente efinizioni n cucina cambio enigmistico elegrafico itoti D e l l a I I I N sclamazioni nsistenza

2 ervoso avanti e dietro nigma ipogrammi A ed E e similitudini rcobaleno conomico egatività Duemiladodici anka llissi eclami uccheroso nglicismi mozionato

3 ialetto briaco pentesi etafore gnoranza atino maccheronico nalisi grammaticale etective rtofrutticolo ichiarazione d’amore nfantile hiarimenti n geometria

4 In piscina, alla fine dell’allenamento, verso le nove meno dieci. Un uomo di mezza età esce tutto bagnato dalla vasca e si dirige verso gli appendiabiti per prendere il suo accappatoio. Lo indossa e si rende conto che non è il suo perchè è di una taglia più piccola. Impreca e si lamenta con la direzione. Una settimana dopo nota una ragazza con indosso il suo accappatoio. Li scambia. Notazioni

5 Esitazioni Non so bene dove…a scuola, al mare, in chiesa…no, forse in piscina! Erano le 9 o le 10, non ricordo, ed era, se non sbaglio, la fine dell’allenamento. Una donna…no era un uomo! Insomma, un individuo era appena uscito tutto bagnato dalla vasca; era stanco forse per il duro allenamento… o era nervoso per problemi personali. Resta il fatto che si dirigeva abbastanza velocemente verso il suo accappatoio. Lo indossa…ma no, non era il suo! Di sicuro non era il suo, ma quello di un’altra persona; penso proprio che quella non potesse essere la sua taglia. Corre subito a dire qualcosa alla direzione: si voleva forse lamentare? Qualche giorno dopo (non so bene quando) nota una ragazza con il suo accappatoio; corre subito verso di lei…e cosa fa? Non ricordo. Probabilmente aveva intenzione di riprendersi il suo.

6 S o n e t t o Tanto furente e arrabbiato pare quell’uomo quand’accappatoio cerca ch’ogni person diven tremando incerta e spiegazion non riescegli a trovare. Costui si va, ormai al tramontare, d’un accappatoio stretto vestuto e par che sia omuncolo venuto dal circo in vasca a gambe mostrare. Presso era’l tempo dov’egli si scambia l’accappattoio, ed allo sbaglio è dato d’esser chiarito, s’enz’altri timori. Or cognosco io ch’alla sua fera rabbia o a la vergogna sua lui si è piegato al ricordo del suo petto da fuori.

7 Accipicchia! Le nove meno dieci! Ora di uscire dalla piscina! Un uomo di mezza età! Tutto bagnato! Appendiabiti! Accappatoio! Lo indossa! Non è suo! È più piccolo di una taglia! Roba da non crederci! Imprecazioni! Lamentele con la direzione! Incredibile! Una settimana dopo! Una ragazza ha il suo accappatoio! Cose da matti! Li scambia! Finalmente!

8 Vede una ragazza con il suo accappatoio una settimana dopo essersi lamentato con la direzione in quanto ne aveva indossato uno che era più piccolo del suo di una taglia. Si dirige verso gli appendiabiti per prendere il suo accappatoio dopo essere uscito dalla vasca, un uomo di mezza età che, alle nove meno dieci, si era allenato in piscina. R e t r o g a d o

9 Prima dell’inizio dell’allenamento in piscina, la mattina presto. Un giovincello uscito tutto asciutto dalla vasca si dirige verso l’uscita per prendere le sue infradito. Non indossa l’accappatoio e il fatto che questo sia di una taglia più grande non gli passa neanche per la testa. Poi rivolge squisite parole amichevoli alla direzione. Una settimana prima, però, gli era sfuggita alla vista un’anziana signora con un accappatoio completamente differente dal suo. Non avviene alcuno scambio.

10 I n t e r r o g a t o r i o Quando e dove è accaduto l’episodio che sta per raccontarmi? - In piscina, verso le nove meno dieci. Chi è l’individuo protagonista del suddetto episodio? - Un uomo di mezza età appena uscito dall’acqua. Mi descriva ciò che è accaduto nei minimi particolari. - L’uomo in questione, dopo l’allenamento, si è diretto verso gli appendiabiti per ritirare il suo accappatoio, ma, dopo averlo indossato, si è reso subito conto che non era il suo. Qual è stata l’immediata reazione dell’uomo all’accaduto? - Si è rivolto immediatamente alla direzione lamentandosi e imprecando furiosamente. Come si è conclusa la vicenda? - Circa una settimana dopo, essendosi accorto di una ragazza che portava il suo accappatoio, lo scambiava e si riappropriava del suo.

11 Z o o l o g i c o Mentre le anatre sguazzavano allegramente nello stagno, una di queste uscì per asciugare le penne. Allora notò che l’erba su cui doveva strusciarsi era appena stata brucata, tagliata o che so!? Così iniziò a starnazzare e ad agitarsi con le altre anatre e con tutto lo zoo. Qualche giorno dopo, l’erba divenne nuovamente alta e rigogliosa. Quando però l’anatra vide giungere il giardiniere, che avrebbe dovuto rasare il prato, iniziò a rincorrerlo e a starnazzargli contro. Dunque l’operatore dello zoo decise di tagliare il prato, ma di lasciare una piccola zona con l’erba.

12 Ah, la mia stanchezza a fine allenamento, dopo la piscina! Come descrivervela? Ma sono sicuro che sarebbe davvero impossibile esprimere un disappunto come quello che ho sentito io, nel momento in cui mi sono accorto che qualcuno aveva scambiato il mio accappatoio, lasciandomene uno indicibilmente più piccolo. È questo che mi ha portato allo scatto d’ira a causa del quale ho pronunciato parole che, beh, sono convinto nessuno avrebbe il coraggio di ripetere. Per fortuna il problema si è risolto! Come dirvi della mia felicità, una settimana dopo, nello scoprire chi mi aveva preso l’accappatoio e nel riappropriarmene?! I m p o t e n t e

13 Tutto avviene in un centro sportivo dedicato a quella disciplina olimpica che consiste in un complesso di movimenti che permettono di rimanere a galla e muoversi nell’acqua. Terminati gli abituali esercizi di preparazione fisica in vista di una competizione, verso il terminare della ventunesima ora della giornata, un individuo adulto, di sesso maschile, appartenente alla specie umana, di mezza età, una volta fuori da quella grande vasca piena d’acqua, muove i suoi passi verso quella struttura destinata all’appoggio di giacche e, più specificatamente, di quelle vestaglie, di tessuto spugnoso e spesso con cappuccio, e prende il suo accappatoio. Si rende conto di aver preso quello sbagliato date le sue dimensioni. Lancia insulti e esprime il proprio risentimento con l’ufficio preposto all’organizzazione del centro sportivo. Sette giorni dopo, scorge una donna giovanile con indosso il suo accappatoio. I due li scambiano. D e f i n i z i o n i

14 In una piscina di acqua frizzante, alla fine di un allenamento gratinante, verso l’ora di un bicchiere di vino. Un maritozzo di mezza cottura esce tutto coperto di crema dalla vasca e si dirige verso i fornelli per andare a prendere la sua sac a-poche. Si rende conto che non è la sua perchè gli andava stretta come un insaccato. Ribolle e ustiona lo chef. Una settimana di cottura più tardi, nota una zeppola con addosso la sua sac a-poche. Se la riprende.

15 In piscina, affa line dall' allenamento, verso le nemo done neci. Un uomo di mazza etè esce botto tagnato valla dasca e di sirige verso appabiti prendiper acchiappare ilsuo prend = itoio. Lo indossa e si tende contro che non è il suo perchè è di una paglia più ticcol imen= ta e si lapreca con la direzione. Una settidana mopo roca una natazza con accapo il suo addopa= toio. Cambias lì. Scambio enigmistico

16 T e l e g r a f i c o

17 Insistenza In piscina, alla fine dell’allenamento, verso le nove meno dieci, un uomo di mezz’età esce tutto bagnato dalla vasca e, alla fine dell’allenamento, in piscina, verso le nove meno dieci, si dirige verso gli appendiabiti per prendere il suo accappatoio, lo indossa e si rende conto che, alla fine dell’allenamento,verso le nove meno dieci, in piscina, non è il suo perché è di una taglia più piccolo. Impreca e si lamenta con la direzione, in piscina, alla fine dell’allenamento, verso le nove meno dieci. Una settimana dopo nota una ragazza con addosso il suo accappatoio, li scambia.

18 In piscina, non proprio all’inizio dell’allenamento, prima delle nove. Un uomo, né troppo grande né troppo piccolo, esce non poco bagnato dalla vasca e si dirige verso gli appendiabiti per prendere il suo accappatoio. Lo indossa e si rende conto che è quello di un altro perché quella non era la sua taglia e così si lamenta, non certo con toni pacati, con la direzione. Non pochi giorni più tardi nota una ragazza con addosso il suo accappatoio; non fa finta di niente e se ne riappropria. L i t o t i

19

20 Davanti e dietro Ero nella piscina davanti al municipio dietro la scuola. Nuotavo nella corsia davanti alla piscina dei piccoli e dietro quella della palla a nuoto. Uscito completamente bagnato dall’acqua non vedo più davanti a me il mio accappatoio che era dietro gli asciugamani dei piccoli. Il giorno dopo scorgo davanti a me una ragazza con indosso il mio accappatoio e andandole davanti lo scambio con il suo.

21 E n i g m a t i c o ? ? In un luogo umido e al coperto, alla fine di una cosa faticosa, prima delle nove. Un individuo di mezza età esce in condizioni anormali da un luogo rettangolare e si dirige verso degli appositi oggetti per prendere un suo indumento. Si avvicina e si rende conto che qualcosa non va perché è più piccolo. Impreca e si lamenta con una sede. Un po’ di tempo dopo nota una ragazza con addosso il suo indumento. Fa qualcosa. Che cosa è successo?

22 Sono le nove meno dieci, termine delle esercitazioni di nuoto. Un uomo, un po’ vecchiotto, tutto zuppo si dirige verso l’ometto per prendere l’indumento con cui rimuoversi l’H 2 O di dosso. Vestendolo si rende conto che non è il suo perchè è più piccolo. Decide di esporre presso il direttore le sue opinioni. Sette giorni dopo vede che quell’indumento molto grande, lo veste un tizio (forse non un uomo), si riprende il suo. L i p o g r a m m a i n A ed E In piscina, alcuno non nuota più ormai. Un uomo, uscito dalla vasca ritira il suo accappatoio. Una volta indossato nota la sua misura ridotta. Si infuria con chi vigilava. Alcuni giorni dopo nota l’accappatoio indossato da una ragazza. Così li scambia, ha di nuovo il suo.

23 Le similitudini In una piscina, grande come una olimpionica, a fine allenamento verso le nove meno dieci. Un uomo di mezz’età, ma con un fisico da giovane, come quello di un trent’enne, esce tutto bagnato, stanco come dopo aver corso una maratona, e si dirige verso gli appendiabiti per prendere il suo accappatoio azzurro come il cielo. Lo indossa e si rende conto che non è il suo perché è molto più piccolo, quasi come quello di un bambino. Impreca e si lamenta con la direzione, imbarazzata come se fosse davvero colpa sua. Una settimana dopo, nota una ragazza, bella come una modella, con addosso il suo accappatoio. Li scambia, felice come una pasqua.

24

25 Tanka Piscina piena uomo bagnato cerca caos totale tutti si chiariscono questione di una svista

26 E llissi

27 OFFERTISSIMA!! Accappatoio nuovo di zecca, modello 25x INTROVABILE!!! Gettonatissimo da atleti e agonisti, ma anche da semplici amatori a cui piace fare una nuotata in piscina per rilassarsi. Con lui non sentirete mai freddo perchè il suo innovativo tessuto assorbirà tutta l’acqua!! Lo trovate in tutti i colori, da quelli più classici a quelli più strani!!! ATTENZIONE: l’accappatoio è così confortevole che c’è il rischio che qualcuno, senza farlo apposta, scambi il vostro con un altro. Se dovesse succedere non vi allarmate, perchè entro una settimana lo riavrete in quanto il “ladro” si accorgerà dello scambio e, rimanendo sicuramente BASITO dalla piacevole sensazione che si prova indossandolo, vi verrà a cercare per sapere da dove l’avete comprato!! NON RIMARRETE DELUSI!!! R e c l a m e

28 Zuccheroso Fu una caramellosa serata e, verso le nove meno un confetto, esco tutto coperto di zucchero da una vasca di frappè. Mi dirigo verso i dolcissimi appendiabiti per prendere il mio morbidoso accappatoio color fragola, ma mi accorgo che è ristretto come un caffè; di conseguenza vado a coprire di torrone la direzione. Una settimana dopo, vedo una dolcissima ragazza con il mio accappatoio addosso e, finalmente, riprendo il mio caldo e soffice marshmallow.

29 Un evening, un man was nuotando in the piscina, so he uscì from the piscina and went to tekare his accappatoio. While lui was indossando his accappatoio he noticed che wasn’t il suo. So he became green per la anger. After una week he saw, in the stessa pool, one giovane fellowa with hiso accappatoio: he run to lei e swapped l’accappatoio

30 E conomico Erano le nove meno dieci, le Borse erano già aperte e le mie azioni stavano acquistando sempre più valore. Avevo appena finito la mia nuotata quotidiana presso la sede centrale della “Piscina Comunale” e avevo provato a prelevare il mio accappatoio, ma ne avevo trovato uno più piccolo. La domanda di stoffa del mio corpo superava di gran lunga l’offerta. E la stoffa che era sparita? Se immesso sul mercato, avrebbe potuto far abbassare i prezzi degli accappatoi e tutte le mie azioni avrebbero potuto perdere il loro valore. Mi è parso necessario rivolgermi all’amministratore delegato della società che gestisce la piscina. Solo una settimana dopo, mi sono tranquillizzato, poiché sono tornato in possesso del mio accappatoio e, avendo raggiunto la parità di bilancio, ho potuto reinvestire il mio capitale.

31 Non resta calmo, né tranquillo, tantomeno serafico, ma impreca e si lamenta con la direzione. Non il giorno dopo, non tre giorni appresso, ma dopo una settimana, nota non un ragazzo, bensì una ragazza con addosso il suo accappatoio. Li scambia. N e g a t i v i t à Non è al mare e non è all’inizio dell’allenamento, non è neanche mattina. Non era una donna anziana e non usciva asciutta dalla vasca, non si dirigeva verso l’uscita, né verso le docce, ma verso gli appendiabiti per prendere il suo asciugamani. Non lo indossa e non si accorge che non è il suo e nemmeno che non è più grande, ma più piccolo.

32 N e r v o s o

33 E saltato Avevo appena finito di scolpire il mio fisico in piscina pronto per mostrarloalle mie tante youngs. Vado a prendere il mio accappatoio, lo indosso e mi accorgo che è così stretto che esalta le mie forme. Allora incomincio a lamentarmi ad alta voce tanto da attirare l’attenzione della Direzione. Nel corso di quella settimana vedo una ragazza, dall’accappatoio “vedo non vedo” poiché molto largo. Così capisco che è il mio, quindi vado da lei mostrando le mie doti e glielo strappo di dosso, lasciandola a bocca aperta.

34 Sta me facia nu bellu bagnu quandu vitti nu cristianu crande ca’ sta ‘ssia da intra all’acqua e sciu cu se pija l’accappatoju. Se lu mise e vitte ca nu ‘nde scia bbonu percè era picciccu. Iddhru poi castimau e se rraggiau cu lu direttore. Dopu na samana lu vitti ‘ntorna. Iddhru vitte na vagnuna cu l’accappatoju sou e disse :«Nah! Quiddhru meu ete! Sta caddhrina qquai! Ieni. quai e tammelu ca quiddhru meu ete!». E iddhru li scangiau. D i a l e t t o

35 Vive la francee! Yuhuuu!!! Ahahah! E cick e ciack e cick e ciack ahahah! Ao ma anvedi quello che si sta arrabbiando! Puahahahah guarda quell’asciugamano come gli va piccolo! E chi è? Stanlio e Ollio? Ma che c’entra Stanlio e Ollio? Ahah boh vabbè! Vabbè…. Vabbè! E va bene così! Senza parole! Poffarbacco! Guarda là: il tizio di prima ha fatto una magia! Prima gli andava piccolo l’accappatoio, ora gli va grande! È un mondo di maghi questo? Io sono un mago. Punto.

36 Epentesi Uin piscuina, allua finue diell’ allienamento, vierso lie nuove mieno duieci. Iun uiomo di miezza ietà iesce tuttuo bagnuato dualla vascua e si dirigiue vierso gli appendiabuiti pier priendere il suo accuppatuoio. Lo induossa e si riende cuonto che nion è il suo pierchè è di iuna tuaglia pioù picciuolo. Imprecua e si lamienta cuon la diriezione. Iuna siettimana duopo nuota una ragazzua cuon addossuo il suo accappatuoio. Li scuambia.

37 Metafore In una pozzanghera d’acqua, dopo aver perso molti petali, al calare del sole. Un papavero un po’ appassito esce tutto rinsecchito dalla pozzanghera e si dirige verso il sasso al sole per stendersi ad asciugarsi. Si avvicina e si rende conto che il sasso è stato spostato da un’altra parte per far stendere una margherita appena sbocciata. Impreca e si lamenta con la natura. Una settimana dopo nota che la margherita non c’è più. Risposta il sasso.

38 Ignoranza Ma proprio tutte a me capitano! Allora, appena finito l’allenamento. Ma che ore erano? Le nove meno dieci, forse. Ero bagnato? Ovvio, ero appena uscito dall’acqua. Mi ero portato l’accappatoio? Ma certo, ce l’avevo nello spogliatoio. Ma era il mio? Purtroppo no, mi andava un pochino stretto. Sono riuscito a ritrovarlo? Sì, una settimana dopo. Lo aveva preso per sbaglio una ragazza.

39 L a t i n o m a c c h e r o n i c o Annus MMXII Stranissimus fattus accadit! Vir quadriginta annorum natabat in piscinam. Ergo cum a vasca ille emersit, in appendiabitus iit ad captandum suum accappatoium sed vidit non suum esse. Postea septem dies, semper in piscinam, vir puellam cum suum telum vidit. Deinde vir lintea commutavit.

40 Articoli: alla, dell’, le, un, dalla, gli, il, una, la. Sostantivi: piscina, fine, allenamento, uomo, età, vasca, appendiabiti, accappatoio, taglia, direzione, settimana, ragazza. Aggettivi: mezza, tutto, bagnato, suo, piccolo, nove, dieci. Verbi: uscire, dirigersi, prendere, indossare, rendersi conto,essere, imprecare, lamentarsi, notare, scambiare. Pronomi: lo, suo, li. Avverbi: meno, non, più, dopo,addosso. Preposizioni: in, verso, di, per, con. Congiunzioni: e, che, perchè. A n a l i s i g r a m m a t i c a l e

41 Detective Piscina. Ore Sospetta sparizione di accappatoio blu di taglia XL. Al suo posto nel medesimo luogo viene rinvenuto un altro accappatoio blu, ma di taglia M. Nella piscina si scatena il caos, vengo chiamato per investigare. Nessun testimone. Per una settimana le indagini procedono a rilento, fino a che non vedo una ragazza con un accappatoio XL addosso. Il caso è risolto! Ma la ragazza è colpevole di aver commesso un furto o si è trattato di un semplice scambio?

42

43 Dichiarazione d’amore Caro accappatoio, eri lì che mi aspettavi su quell’appendiabiti pronto per tenermi caldo come solevi fare alla fine di ogni allenamento. Ma quel giorno, quando mi accingevo a recuperarti, capii subito che il calore che quell’accappatoio emanava non era il tuo. O accappatoio mio, dove sei? Ti ho cercato dappertutto, e quando ti ho visto addosso a quella ragazza, non capivo se fosse un tradimento o semplice scambio. Ti rivoglio, mi manchi!

44 I n f a n t i l e L’altro giorno finito il mio bagnetto gattonai tutto bagnato verso l’appendiabiti, cercando di prendere il mio piccolo accappatoio rosso. Quando lo indossai mi resi conto che non era il mio e corsi subito piangendo dalla mia mamma: “Mamma, mamma qualcuno ha preso il mio accappatoio nuovo!”. La mia mamma corse subito in direzione per lamentarsi con i signori della piscina. La settimana dopo, mentre facevo il mio solito bagnetto, vidi il mio accappatoio rosso con i disegnini addosso ad una bimba cattiva e, dopo un lungo tira e molla, me lo ripresi.

45 Un uomo di 173 centimetri di altezza, di peso pari a 83,45 kg, dopo aver nuotato per 24 minuti e 28 secondi in una piscina lunga 50, 25 metri e larga 36, avanza per 15 passi verso l’appendiabiti e prende il suo accappatoio, lungo 148 centimetri e largo 100. Si accorge che non è il suo e, in 240 secondi, avanzando di 40 passi, è in una stanza di 20 metri quadrati, la direzione. Per 8 minuti e 40 secondi ha un’accesa discussione con i responsabili del centro sportivo e in seguito va via. Sei giorni, 23 ore e 51 secondi dopo vede, lontano 16 metri da lui, una donna alta 169 centimetri con indosso il suo accappatoio. In 23 secondi è da lei e scambiano i due asciugamani. C h i a r i m e n t i

46 In geometria

47 Amodio Evelina Avantaggiati Jacopo Capasso Edoardo Carella Giulia Caruso Fabio Chiurlia Nicola Colaianni Noemi D’Alesio Aldo Dello Russo Michele De Lucia Giuseppe De Peppo Raffaele Fanelli Serenella Hart Davide Hart Timothy Ladisa Piergiorgio Losito Dario Marzano Francesco Massari Simona Monterisi Sonia Nitti Roberto Regina Jacopo Ricco Gerry Rubini Dino Stancarone Serena Tarantino Ivan Terracciano Alberto


Scaricare ppt "Sitazioni onetto pifore etrogrado ontroverità nterrogatorio oologico mpotente efinizioni n cucina cambio enigmistico elegrafico itoti D e l l a I I I N."

Presentazioni simili


Annunci Google