La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

3° ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “POLO EST” Scuola Infanzia-Primaria-Secondaria di 1° grado tel. 030/827300 PIANO DELL’OFFERTA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "3° ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “POLO EST” Scuola Infanzia-Primaria-Secondaria di 1° grado tel. 030/827300 PIANO DELL’OFFERTA."— Transcript della presentazione:

1 3° ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “POLO EST” Scuola Infanzia-Primaria-Secondaria di 1° grado tel. 030/ PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA 2013/2014 SINTESI PER LE FAMIGLIE Testo integrale in Scuola secondaria 1° grado”T.Lana” SEDE ISTITUTO COMPRENSIVO “POLO EST”

2 LA COMUNITA’ SCOLASTICA EDUCAZIONE PERMANENTE SOGGETTI GENITORI ALUNNI DOCENTI UNITA’ nella DIVERSITA’ SOCIETA’ della CONOSCENZA SOCIETA’ che APPRENDE Educazione Degli Adulti VALORIZZAZIONE OTTIMIZZAZIONE delle competenze RESPONSABILITA’ CONDIVISIONE PROGETTO EDUCATIVO PROGETTO ORGANIZZATIVO I.C. “POLO EST” SCUOLA PRIMARIA “V. BACHELET” SCUOLA SECONDARIA 1° GRADO “T. LANA” CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE EDUCAZIONE ADULTI CTP-EDA CENTRO TERRITORIALE INTERCULTURA n. 5 DI VALLE TROMPIA Scuola Capofila di Rete SCUOLA DELL’INFANZIA SCUOLA PRIMARIA “M. SENECI” SCUOLA PRIMARIA “M. TERESA DI CALCUTTA” SCUOLA SECONDARIA 1°GRADO “S. GNUTTI”

3 ORGANIGRAMMA: soggetti che operano nella scuola CONSIGLIO DI ISTITUTO Presidente: Laura Bonomi DIRIGENTE SCOLASTICO Dott.sa Maria Caccagni COMITATO GENITORI Presidente Roberto Perotti CONSIGLI DI intersezione -interclasse -classe DIRETTORE GENERALE DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI Rosa Venezia GENITORI FUNZIONI STRUMENTALI AL POF Gestione POF//monitoraggio/Autovalutazione Informatica BES ALTRI DIPARTIMENTI: Autovalutazione-Sostegno docenti formazione Attività sportive motorie - Lingue straniere Continuità/orientamento- Rapporti con il territorio Matematica/scienze Sicurezza Promozione salute RESPONSABILI Sussidi Biblioteca Laboratori Coordinatori Franceschetti Susanna Scopelliti Caterina Alberti Teresa Bonomi Margherita Cavagna Amanda Suardi Maura VICARIO Dott.ssa Gala Concetta STAFF DI DIREZIONE COLLEGIO DOCENTI COMITATO DI VALUTAZIONE Gala- Gerri- Cavagna Prandelli E. Suppl. Berna- Pacella REFERENTI RETE DISTRETTO Dip. del Territorio Intercultura Bes Educazione fisica Orientamento DOCENTI PERSONALE ATA: n.5 assistenti amm.vi +1CTP n. 14 collaboratori scol. + 3 CTP formano il RAPPRESENTANTI DI CLASSE eleggono i nei costituiscono il elegge il

4 Al fine di attuare quanto previsto dalla normativa relativa all’autonomia, sono stati identificati dal Collegio dei docenti i seguenti dipartimenti: 1. GESTIONE DEL POF/MONITORAGGIO/AUTOVALUTAZIONE: elaborare, monitorare e verificare il piano dell'offerta formativa. 2. SOSTEGNO DOCENTI E OPERATORI SCOLASTICI: supportare i docenti, rilevare i bisogni formativi e progettare- coordinare la formazione in servizio. 3. TECNOLOGIE INFORMATICHE: implementare itinerari didattici che prevedono l’utilizzo integrato di tali tecnologie e favorire l’alfabetizzazione “digitale”. 4. EDUCAZIONE FISICA E ATTIVITÀ SPORTIVE E MOTORIE: coordinare le varie attività progettuali. 5. COMUNICAZIONE E LINGUE STRANIERE: favorire l’apprendimento della lingua inglese e della II lingua comunitaria 6. CONTINUITÀ-ORIENTAMENTO: accompagnare il passaggio fra i diversi ordini di scuola, avviare la costituzione di un curricolo continuo e progettare percorsi di orientamento. 7. B.E.S.: INTERCULTURA/DISAGIO/DISABILITA'/D.S.A.: monitorare la situazione relativa alla presenza di alunni stranieri, organizzare attività volte all’inserimento ed allo scambio interculturale; favorire il processo di integrazione dei soggetti con disabilità e con difficoltà specifiche di apprendimento; coordinare i rapporti con altri enti. 8. RAPPORTI CON IL TERRITORIO: coordinare le proposte provenienti da tutte le agenzie “intenzionalmente” educative presenti sul territorio, al fine di una progettualità integrata. 9. SCIENZE CHIMICHE, FISICHE E MATEMATICHE: potenziare percorsi formativi finalizzati a sperimentare il metodo scientifico. 10. SICUREZZA: giungere ad una corresponsabilità dei diversi soggetti in relazione al tema della sicurezza a scuola. 11. PROMOZIONE SALUTE/BENESSERE: migliorare e/o proteggere la salute di tutti i soggetti della comunità scolastica. FIGURE SISTEMA – STRUMENTALI AL POF

5 1.Sviluppare le competenze individuali (skills e stili di vita) e potenziare conoscenze ed abilità; 2. Qualificare l’ambiente sociale e promuovere clima e relazioni positive; 3.Migliorare l’ambiente strutturale ed organizzativo, creando e trasformando spazi e servizi favorevoli alla salute ; 4.Costruire e rafforzare alleanze positive con le famiglie, con l’ASL, con gli Enti Locali e sociali della comunità. L’ISTITUTO ADERISCE ALLA RETE DELLE SCUOLE LOMBARDE CHE PROMUOVONO SALUTE

6 FINALITÀ della SCUOLA La Scuola dell’Infanzia, Primaria e la Scuola Secondaria di 1°grado dell’Istituto Comprensivo Statale “Polo Est” si propongono di: 1.PROMUOVERE NEGLI ALUNNI IL SENSO DI RESPONSABILITA' ATTRAVERSO LA RIFLESSIONE SUL SENSO DELLA PROPRIA ESPERIENZA: accompagnando il processo di attribuzione di significato alla realtà personale, relazionale, sociale, naturale ed artificiale che circonda l’alunno; promuovendo la capacità di cogliere gli aspetti essenziali dei problemi; 2. SVILUPPARE E FORMARE UN CITTADINO ATTIVO E RESPONSABILE: educando alla cittadinanza unitaria e plurale, attraverso la partecipazione attiva; trasmettendo le tradizioni e le memorie locali e nazionali; promuovendo la collaborazione e l'integrazione tra culture; 3. FAR ACQUISIRE A TUTTI GLI ALUNNI GLI ALFABETI DI BASE DELLA CULTURA: organizzando i saperi essenziali e fornendo strumenti di pensiero utili a selezionare le informazioni sempre più numerose ed eterogenee; mettendo gli alunni in condizione di affrontare i cambiamenti;

7 4. CREARE UN CONTESTO IDONEO A PROMUOVERE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, PER GARANTIRE A TUTTI IL SUCCESSO FORMATIVO: valorizzando le singolarità di ognuno all’interno del gruppo classe; promuovendo tra gli alunni legami cooperativi; facendo interiorizzare le regole del vivere e del convivere; promuovendo lo sviluppo dell’identità e dell’autonomia personali. 5. ATTUARE UN PROGETTO DI INTEGRAZIONE-INCLUSIONE DI TUTTI GLI ALUNNI: valorizzando le diversità, come risorsa per un arricchimento reciproco; attuando un curricolo in un ottica interculturale. 6. PROMUOVERE LA SALUTE NELLA SCUOLA: sviluppare le competenze individuali (skills e stili di vita) e potenziare conoscenze ed abilità; qualificare l’ambiente sociale e promuovere clima e relazioni positive; migliorare l’ambiente strutturale ed organizzativo e creare e trasformare spazi e servizi favorevoli alla salute; costruire e rafforzare alleanze positive con le famiglie, con l’ASL, con gli Enti Locali e con i diversi sociali della comunità.

8 Al fine di attuare quanto previsto dalla normativa relativa all’autonomia, sono stati identificati dal Collegio dei docenti i seguenti dipartimenti: 1.GESTIONE DEL POF/MONITORAGGIO/AUTOVALUTAZIONE: elaborare, monitorare e verificare il piano dell’offerta formativa. 2. SOSTEGNO DOCENTI E OPERATORI SCOLASTICI: supportare i docenti, rilevare i bisogni formativi e progettare- coordinare la formazione in servizio. 3. TECNOLOGIE INFORMATICHE: implementare itinerari didattici che prevedono l’utilizzo integrato di tali tecnologie e favorire l’alfabetizzazione “digitale”. 4. EDUCAZIONE FISICA E ATTIVITÀ SPORTIVE E MOTORIE: coordinare le varie attività progettuali. 5. COMUNICAZIONE E LINGUE STRANIERE: favorire l’apprendimento della lingua inglese e della II lingua comunitaria. FIGURE SISTEMA – STRUMENTALI AL POF

9 6. CONTINUITÀ-ORIENTAMENTO: accompagnare il passaggio fra i diversi ordini di scuola, avviare la costituzione di un curricolo continuo e progettare percorsi di orientamento. 7. B.E.S.:INTERCULTURA/DISAGIO/DISABILITA’/D.S.A.: monitorare la situazione relativa alla presenza di alunni stranieri, organizzare attività volte all’inserimento ed allo scambio interculturale; favorire il processo di integrazione dei soggetti con disabilità e con difficoltà specifiche di apprendimento; coordinare i rapporti con altri enti. 8. RAPPORTI CON IL TERRITORIO: coordinare le proposte provenienti da tutte le agenzie “intenzionalmente” educative presenti sul territorio, al fine di una progettualità integrata. 9. SCIENZE CHIMICHE, FISICHE E MATEMATICHE: potenziare percorsi formativi finalizzati a sperimentare il metodo scientifico. 10.SICUREZZA: giungere ad una corresponsabilità dei diversi soggetti in relazione al tema della sicurezza a scuola. 11. PROMOZIONE SALUTE/BENESSERE: migliorare e/o proteggere la salute di tutti i soggetti della comunità scolastica.

10 CURRICOLO OBBLIGATORIO DI BASE Il curricolo rappresenta il complesso delle esperienze di apprendimento che la scuola intenzionalmente progetta e realizza a partire dai bisogni educativi e formativi desunti dal contesto, a partire dai campi di esperienza e dalle discipline previsti dalle “Indicazioni Nazionali per il curricolo della Scuola dell’Infanzia e del primo ciclo di istruzione”, come da Regolamento del MIUR del Decreto Legislativo n. 59 del % del Curricolo di Scuola in base a: “Indirizzi relativi alla quota regionale dei piani di studio personalizzati”. INDICAZIONI PER IL CURRICOLO SCUOLA DELL’INFANZIA SCUOLA DELL’INFANZIA CAMPI DI ESPERIENZA: - IL SE’ E L’ALTRO - IL CORPO E IL MOVIMENTO - IMMAGINI, SUONI, COLORI - I DISCORSI E LE PAROLE - LA CONOSCENZA DEL MONDO SCUOLA PRIMARIA – SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO SCUOLA PRIMARIA – SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO DISCIPLINE - ITALIANO - LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA - STORIA - GEOGRAFIA - MATEMATICA - SCIENZE - MUSICA - ARTE E IMMAGINE - EDUCAZIONE FISICA - TECNOLOGIA - CITTADINANZA E COSTITUZIONE - RELIGIONE CATTOLICA/ATTIVITÀ ALTERNATIVA

11 - conoscere le caratteristiche e i cambiamenti personali, sapendo valutare i propri comportamenti, in un confronto con coetanei ed adulti basato sui principi dell’ ascolto, della solidarietà e della collaborazione; - organizzare la propria persona, il proprio materiale, i tempi e gli spazi di lavoro in modo funzionale alla gestione delle situazioni richieste dalla vita scolastica; - esprimere scelte, idee, aspettative; - condividere regole di convivenza nei vari ambienti di vita, adottando comportamenti idonei, nell'esercizio del diritto-dovere; - conoscere ed utilizzare il lessico specifico di ogni disciplina, necessario per affrontare, comprendere, padroneggiare l'argomento trattato; OBIETTIVI FORMATIVI - osservare e descrivere fatti, argomenti e fenomeni, attivando capacità di osservazione selettiva, di descrizione e di comprensione ragionata del fatto preso in considerazione; - esplorare la realtà conoscendo regole, principi, strumenti e metodi di indagine; - utilizzare abilità, regole, metodi, conoscenze, in ambiti diversi (pensiero divergente); - conoscere la propria identità culturale, sapendo riconoscere il valore di culture diverse, mostrando curiosità e rispetto. L’alunno deve essere in grado di :

12 APPROCCIO METODOLOGICO PROGETTO ORGANIZZATIVO PROGETTO EDUCATIVO pone attenzione alla PERSONA come SOGGETTO IN APPRENDIMENTO BISOGNI AFFETTIVI MOTIVAZIONE RELAZIONI BISOGNI COGNITIVI SVILUPPO DELLE POTENZIALITA’ VALORIZZAZIONE DELLE DIVERSITA’ pone attenzione ad AMBIENTE TERRITORIO INTEGRAZIONE SOCIO-CULTURALE EDUC. ALLA CONVIVENZA DEMOCRATICA EDUC. ALLA CITTADINANZA EDUC. ALLA LEGALITA’ EDUCAZIONE AMBIENTALE-ALLO SVILUPPO SOSTENIBILE

13 SCUOLA INFANZIA: MODELLO ORGANIZZATIVO La Scuola dell’Infanzia funziona dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle ore Vi sono due sezioni miste, ciascuna composta da bambini delle tre fasce d’età 3/5 anni. In ogni sezione sono presenti due insegnanti che si alternano su due turni, dalle ore 8.00 alle e dalle ore alle 16.00, con una compresenza di due ore che garantisce, da un lato, la formazione di gruppi ridotti, omogenei per età e, dall’altro, l’assistenza ai bambini durante il pasto. In base a specifiche esigenze (bambini in difficoltà), alle due insegnanti di sezione possono essere affiancate altre figure educative, quali l’insegnante di sostegno e l’assistente all’autonomia. SEZIONIALUNNI PER SEZIONE A22 B24

14 LA GIORNATA SCOLASTICA alla Scuola dell’Infanzia: le attività le attività 09, ,00Attività di routine in sezione (calendario, il tempo, gli incarichi e conversazione) 10, ,00Attività inerenti il progetto di Plesso in sezione 11, ,45Attività per gruppi omogenei e i vari progetti nei laboratori 11, ,00Attività di routine (igiene personale) 12, ,00Pranzo nel refettorio 13, ,00Gioco libero in salone o giardino 14, ,15Attività negli angoli strutturati e attività di rinforzo in sezione 15, ,00Attività d’igiene personale – Merenda – Uscita 08, ,15Ingresso/ accoglienza: giochi e attività libere in sezione.

15 CLASSI/SEZIONI n. alunni A BCD Prima212017/ Seconda Terza2218// Quarta1719 / Quinta1817 CLASSI/SEZIONI n. alunni A Prima12 Seconda13 Terza24 Quarta17 Quinta17 Scuola primaria “V Bachelet” Scuola primaria “V Bachelet” Scuola primaria “M.Seneci” “M.Seneci” “M. Teresa di Calcutta” Scuola primaria “M. Teresa di Calcutta” CLASSI/SEZIONI n. alunni A B Prima14 Seconda1715 Terza19/ Quarta20/ Quinta2018

16 SCUOLA PRIMARIA: MODELLO ORGANIZZATIVO ARTICOLAZIONE ORARIO SETTIMANALE LUN MAR MER GIO VEN SAB Scuola primaria “V.Bachelet” Scuola primaria “V.Bachelet” S. Apollonio Scuola Primaria “M.Teresa di Calcutta” Faidana Scuola primaria “M.Seneci” S. Sebastiano LUNMARMERMARVENSAB Scuola primaria “V. Bachelet” classe 1^A LUNMARMERGIOVENSAB

17 17 A.S : proposta di organizzazione del curricolo in base al tempo scuola scelto dalle famiglie DISCIPLINE Classi I Classi II ClassiIII-IV-V ITALIANO777 STORIA-GEOGRAFIA- ED. ALLA CITTADINANZA E ALLA COSTITUZIONE-SCIENZE 766 MATEMATICA-TECNOLOGIA777 INGLESE123 ARTE E IMMAGINE 222 MUSICA222 EDUCAZIONE FISICA 221 RELIGIONE- ATTIVITA’ ALTERNATIVA 222 TOTALE303030

18 SCUOLA SECONDARIA di I grado: MODELLO ORGANIZZATIVO CLASSI/SEZIONI N° ALUNNI ABCDEFGH Prima Seconda Terza

19 STRUTTURAZIONE ORARIO SETTIMALE CLASSI A 30 ORE Classi 1^ B-C-E-F-G Classi 2^ B-C-E-F-G Classi 3^ B-C-D-E-F-G-H CLASSI a 36 ORE Classe 1^ A Classe 2^ A Classi 3^A 30 ore LUN MAR MER GIO VEN SAB ore LUN MAR MER GIO VEN SAB

20 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO IN BASE AL TEMPO SCUOLA SCELTO DALLE FAMIGLIE DISCIPLINE 30 ore 30 ore Classi I B-C-E-F-G Classi II B- C-E-F-G Classe III B-C-D-E-F-G-H 36 ore Classe I A Classe II A Classi III A ITALIANO STORIA – GEOGRAFIA ED. ALLA CITTADINANZA E ALLA COSTITUZIONE 912 MATEMATICA - SCIENZE INFORMATICA TECNOLOGIA 22 INGLESE 33 II LINGUA COMUNITARIA: FRANCESE 22 ARTE E IMMAGINE 22 MUSICA 22 EDUCAZIONE FISICA 22 RELIGIONE ATTIVITA' ALTERNATIVA 11 TOTALE 3036

21 La scuola organizza le attività del GRUPPO SPORTIVO LUNEDÌ MARTEDÌ MERCOL. GIOVEDÌ VENERDÌ SABATO GRUPPO SPORTIVO La scuola organizza da febbraio corsi di recupero/approfondimento nelle seguenti giornate: LUNEDÌ MARTEDÌ MERCOLEDI GIOVEDÌ VENERDÌ CORSI RECUPERO/ APPROFONDIMENTO CORSI RECUPERO/ APPROFONDIMENTO CORSI RECUPERO/ APPROFONDIMENTO CORSI RECUPERO/ APPROFONDIMENTO CORSI RECUPERO/ APPROFONDIMENTO

22 22 SCUOLA PRIMARIA: ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO DISCIPLINE Classi I Classi I Classi II Classi IIClassiIII-IV-V ITALIANO777 STORIA-GEOGRAFIA- ED. ALLA CITTADINANZA E ALLA COSTITUZIONE-SCIENZE 766 MATEMATICA-TECNOLOGIA777 INGLESE123 ARTE E IMMAGINE222 MUSICA222 EDUCAZIONE FISICA221 RELIGIONE- ATTIVITA’ ALTERNATIVA 222 TOTALE30

23 SCUOLA INFANZIA PROGETTI PER L’ARRICCHIMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA DIPARTIMENTIPROGETTISEZIONI DIP.N 3 TECNOLOGIE INFORMATICHE -Progetto “UN COMPUTER PER AMICO” - Bambini dell’ultimo anno DIP. N°6 CONTINUITA’ E ORIENTAMENTO - Progetto Accoglienza - Progetto Continuità - Nuovi iscritti - Bambini dell’ultimo anno DIP. N° 7 B.E.S.: -INTERCULTURA - Progetto “PAROLE NUOVE” - Progetto “GIOCHIAMO E PARLIAMO” - Bambini dell’ultimo anno -DISABILITA’- Progetto piscina per la disabilità DIP. N°8 RAPPORTI CON IL TERRITORIO - Mostra Torre Avogadro - Amici dell’arte -Tutti i bambini delle due sezioni - Bambini dell’ultimo anno DIP. N°9 MATEMATICA E SCIENZE - Progetto scacchi - Sperimentazione con Prof. Pea - Bambini dell’ultimo anno DIP. N°10 SICUREZZA- Progetto scuola sicura- Tutti i bambini delle due sezioni Altri progetti- Progetto di plesso “ NOI, CITTADINI DEL MONDO” -Tutti i bambini delle due sezioni

24 SCUOLA PRIMARIA”V. Bachelet” PROGETTI PER L’ARRICCHIMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA DIPARTIMENTIPROGETTICLASSI DIP. N°4 EDUCAZIONE FISICA E ATT. SPORTIVE E MOTORIE - Progetto minibasket - Progetto nuoto - Progetto olimpiadi della danza -Classi I-II-III -Classi IV-V -Classi VB-D DIP. N°5 COMUNICAZIONE-LINGUE STRANIERE - Progetto Certificazione Trinity-Classi V DIP. N°6 CONTINUITA’ E ORIENTAMENTO - Progetto Accoglienza - Depistage - Progetto Continuità -Classi I -Classi I-V DIP. N° 7 B.E.S.: -INTERCULTURA - Progetto “ITALIANO? SI’, GRAZIE!!”- Gruppi classi II-III-V - DISABILITA’- Progetto “Nuoto” - Progetto giochi acquatici - D.S.A.- Ritmo e movimento per l’apprendimento - Progetto psicomotricità -Classi I Continuazione classi II e alunni D.S.A. -Classi I DIP. N°8 RAPPORTI CON IL TERRITORIO - Progetto Biblioteca - Mostra Torre Avogadro - Progetto musica: banda di S. Apollonio -Il quotidiano in classe -Classi I-II-III-IV-V -Classi V DIP. N°9 MATEMATICA E SCIENZE -Progetto scacchi-Classi I-II DIP. N°10 SICUREZZA - Progetto scuola sicura-Classi I-II-III-IV-V DIP. N° 11 PROMOZIONE ALLA SALUTE - Progetto di plesso “ Mi sento sicuro se...” - Sportello d’Ascolto Psicologico (Dott.ssa Pisoni) --Classi I-II-III-IV-V -Rivolto a tutti gli alunni-docenti-genitori dell’ I.C. “Polo Est”

25 DIPARTIMENTIPROGETTICLASSI DIP. N°4 EDUCAZIONE FISICA E ATT. SPORTIVE E MOTORIE - Progetto minibasket - Progetto nuoto -Classi II - III - IV – V -Classi IV - V DIP. N°6 CONTINUITA’ E ORIENTAMENTO - Progetto Accoglienza - Depistage - Progetto Continuità -Classe I -Classi I-V DIP. N° 7 B.E.S.: INTERCULTURA - Progetto “ALFABETIZZAZIONE 1” - Progetto “ALFABETIZZAZIONE 2” - Gruppi classi I – II - IV - Gruppi classi IV- V DIP. N°8 RAPPORTI CON IL TERRITORIO - Mostra Torre Avogadro - Il quotidiano in classe -Classi I-II-III-IV-V -Classe V DIP. N°9 MATEMATICA E SCIENZE - Progetto scacchi-Classe I DIP. N°10 SICUREZZA - Progetto scuola sicura-Classi I-II-III-IV-V DIP. N° 11 PROMOZIONE ALLA SALUTE - Progetto di plesso “ Il bosco racconta … “ - Progetto “ Affettività e sessualità“ - Sportello d’Ascolto Psicologico (Dott.ssa Pisoni) -Classi I-II-III-IV-V - Classe V -Rivolto a tutti gli alunni-docenti- genitori dell’ I.C. “Polo Est” SCUOLA PRIMARIA “M.Teresa di Calcutta” PROGETTI PER L’ARRICCHIMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA

26 DIPARTIMENTIPROGETTICLASSI DIP. N°4 EDUCAZIONE FISICA E ATT. SPORTIVE E MOTORIE - Progetto minibasket - Progetto nuoto -Classi I-II-III-IV-V -Classi IV-V DIP. N°5 COMUNICAZIONE LINGUE STRANIERE - Progetto Certificazione Trinity DIP. N°6 CONTINUITA’ E ORIENTAMENTO - Progetto Accoglienza - Depistage - Progetto Continuità -Classi I -Classi I-V DIP. N° 7 B.E.S.: INTERCULTURA - Progetto “Alfabetizzazione”- Gruppi classi III-V - DISABILITA’- Progetto -Ippoterapia-classe I - D.S.A.- Ritmo e movimento per l’apprendimento - Progetto psicomotricità -Classi I Continuazione classi II e alunni D.S.A. - Classi I DIP. N°8 RAPPORTI CON IL TERRITORIO - Mostra Torre Avogadro - Il quotidiano in classe Classi I-II-III-IV-V -Classi V DIP. N°9 MATEMATICA E SCIENZE - Progetto scacchi-Classi III-IV DIP. N°10 SICUREZZA - Progetto scuola sicura-Classi I-II-III-IV-V DIP. N° 11 PROMOZIONE ALLA SALUTE - Affettività e sessualità- Classi V SCUOLA PRIMARIA “M. SENECI” PROGETTI PER L’ARRICCHIMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA

27 SCUOLA SECONDARIA I GRADO “TERZI LANA” Progetti per l’arricchimento dell’offerta formativa DIPARTIMENTIPROGETTICLASSI DIP. N°4 EDUCAZIONE FISICA E ATT. SPORTIVE E MOTORIE - Gruppo Sportivo - Giochi Sportivi Studenteschi (Le farfalle -Olimpiadi della Danza) - Olimpiadi della danza 2014 (solo classi 2B e 3D) - Progetto Scuola 2013/2014 (Campionato Italiano delle scuole a Jesolo – gioco del rugby) - Palio di Natale e Poliadi 2013/ Polo Est chiama Senigallia: trofeo scolastico nazionale Gym Festival - Nuotiamo insieme sopra e sotto l’acqua – Lignano Sabbiadoro - Progetto S.P.O.R.T. (solo classi 3) Tutte le classi DIP. N°5 COMUNICAZIONE - LINGUE STRANIERE -Amico Libro e Concorso di lettura - Recupero/approfondimento Italiano - Progetto Certificazione Trinity (solo classi 3) -Teatro inglese Tutte le classi DIP. N°6 CONTINUITA’ E ORIENTAMENTO - Progetto Accoglienza - Progetto continuità - Progetto orientamento (classi 1^: Progetto impresa/mappatura fabbriche) (classi 2^: Girls’ Day+ visita laboratori ex Moretti) - Girls’ Day - A scuola di Impresa – Girls’ Day -Progetto orientamento d’Istituto (classi 3^) -- Progetto Affettività – Sessualità (solo classi 2^) Classi 1 Classi 2 Classi 3 DIP. N° 7 B.E.S.: INTERCULTURA -Progetto “Garantire Pari Opportunità” (ISMU) -Progetto d’Alfabetizzazione 1°/2° livello -Progetto correzione compiti vacanze (per alunni stranieri) Tutte le classi - DISABILITA’ - Progetto “Piscina – Ippoterapia – Orto – Cucina”Tutte le classi DIP. N°8 RAPPORTI CON IL TERRITORIO - Percorso del ferro -Il quotidiano in classe -Partecipazione a giornate commemorative (4 novembre – 25 aprile – 2 giugno) Tutte le classi DIP. N°9 MATEMATICA E SCIENZE -Progetto scacchi - Fisica – Astronomia – Unione Astrofili Bresciani -Olimpiadi della matematica – Kangourou - Recupero/approfondimento Classi 1 – 2 Classi 3 DIP. N°10 SICUREZZA -Progetto scuola sicura -Primo Soccorso - Intervento Croce Bianca (classi 3^) -Educazione stradale (solo classi 1^) Tutte le classi DIP. N° 11 PROMOZIONE ALLA SALUTE - “LST – Life Skill Training - Progetto Prodigio (solo classi 3^) - Affettività-SessualitàSaggio di Natale/fine anno -Sportello d’Ascolto Psicologico (Dott.ssa Pisoni) Tutte le classi

28 PROGETTI SCUOLA SECONDARIA I GRADO “S. GNUTTI” Per l’arricchimento dell’offerta formativa DIPARTIMENTIPROGETTICLASSI DIP. N°4 EDUCAZIONE FISICA E ATT. SPORTIVE E MOTORIE - Gruppo Sportivo - Giochi Sportivi Studenteschi (Le farfalle -Olimpiadi della Danza) -Olimpiadi della danza Progetto Scuola 2013/2014 (Campionato Italiano delle scuole a Jesolo – gioco del rugby) -Palio di Natale e Poliadi 2013/2014 -Polo Est chiama Senigallia: trofeo scolastico nazionale Gym Festival -Beach Volley Bibione -Nuotiamo insieme sopra e sotto l’acqua – Lignano Sabbiadoro -Progetto S.P.O.R.T. (solo classi 3) Tutte le classi DIP. N°5 COMUNICAZIONE- LINGUE STRANIERE -Progetto Certificazione TrinityClassi 3 DIP. N°6 CONTINUITA’ E ORIENTAMENTO -Progetto Accoglienza -Girls’ Day -A scuola di Impresa – Girls’ Day Classi 1 Classi 2 Classi 3 DIP. N° 7 B.E.S.: -INTERCULTURA Approfondimento della lingua italianaTutte le classi -DISABILITA’- Progetto “Ippoterapia ”Classe 2 DIP. N°8 RAPPORTI CON IL TERRITORIO -Il quotidiano in classeTutte le classi DIP. N°9 MATEMATICA E SCIENZE -Progetto scacchi -Progetto “Scienza Giovanissimi”-Unione Astrofili Bresciani -Olimpiadi della matematica Kangourou Classi 1 – 2 Classi DIP. N°10 SICUREZZA-Progetto scuola sicura -Primo Soccorso – Intervento Croce Bianca (classi 3) Tutte le classi DIP. N° 11 PROMOZIONE ALLA SALUTE - Progetto Prodigio (solo classi 3) - Affettività – Sessualità (solo classi 3) - Sportello d’Ascolto Psicologico (Dott.ssa Pisoni) Tutte le classi Altri progetti-Recupero/Approfondimento (Italiano - Matematica) - Partecipazione a giornate commemorative - Amico Libro - Concorso di lettura - Orchestra a scuola in collaborazione con la banda musicale di S.S. -Progetto latino (classi 3) - Progetto teatro (classe 3)

29 REGISTRO ON-LINE L’Istituto si è dotato di REGISTRO ON-LINE, che consente l’accesso alle famiglie per monitorare l’andamento scolastico del proprio figlio.

30 GLH D’ISTITUTO (Gruppo di Lavoro Handicap)  Tavolo Tecnico di confronto e aggiornamento tra i diversi soggetti, in base alla Legge Quadro n.104/92, al fine di definire le linee prioritarie di intervento educativo e didattico in materia di integrazione e di inclusione sociale e scolastica degli alunni diversamente abili. INTEGRAZIONE ALUNNI CON DISABILITA’ Tavolo Tecnico di confronto e aggiornamento tra i diversi soggetti, in base alla Legge Quadro n.104/92, al fine di definire le linee prioritarie di intervento educativo e didattico in materia di integrazione e di inclusione sociale e scolastica degli alunni diversamente abili.

31 DOCENTI E OPERATORI SULLA CLASSE Nella Scuola Primaria Nella Scuola Primaria sulla classe intervengono insegnanti che sviluppano il curricolo:  Area Linguistica  Area Matematica  Area-ambientale  Inglese  Religione  Sostegno (in organico come supporto alla classe, in presenza di alunni con certificazione di disabilità). Nella Scuola Secondaria di 1°grado 1°grado intervengono insegnanti che sviluppano sia il curricolo di base sia le attività opzionali:  Lettere – Storia – Geografia  Matematica  Inglese  Francese  Tecnologia  Arte e immagine  Musica  Scienze motorie  Religione  Sostegno (in organico come supporto alla classe, in presenza di alunni con certificazione di disabilità). Per garantire il coordinamento del progetto organizzativo, educativo-pedagogico e metodologico didattico di ogni sezione e classe della scuola dell’Infanzia, della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di I grado, viene nominato un DOCENTE COORDINATORE, referente per le famiglie. Nella Scuola dell’Infanzia Nella Scuola dell’Infanzia sulla sezione intervengono due insegnanti che sviluppano gli obiettivi dei campi di esperienza: Il sé e l’altro- Il corpo e il movimento-Immagini,suoni e colori- I discorsi e le parole-La conoscenza del mondo

32 32 Possono inoltre intervenire: OPERATORI ESTERNI ESPERTI SU PROGETTO Musica Motoria Sportello d’ascolto ASSISTENTI ALL’AUTONOMIA In presenza di problematiche fisiche: Cooperativa CVL TIROCINANTI UNIVERSITA’ Scienze della Formazione Primaria Didattica Interculturale

33 SPAZI L’Istituto dispone di Aula Magna e di un Auditorium per conferenze e concerti. PLESSOAuleLaboratoriPalestraAula psicomotricitàAula gruppi Biblioteca INFANZIA 22 1 salone per attività motoria 12 PRIMARIA “V.Bachelet” PRIMARIA “M.Seneci” PRIMARIA “M.Teresa di Calcutta” SECONDARIA DI 1° GRADO “T.Lana” SECONDARIA DI 1° GRADO “S.Gnutti” (IN COMUNE CON LA SCUOLA PRIMARIA) 13 1

34 LABORATORI Infan zia Primaria ”V.Bachelet ” Primaria “M.Seneci” Primaria ”M.Teresa di Calcutta” Secondaria di 1°grado “T. Lana” Secondaria di 1°grado “S. Gnutti” multimediale x ---- x scientifico x x X musicale x x artistico x x X x X biblioteca x x / aula lettura x / informatico xx x X x X fotografico x ---- / linguistico x x x

35 FORMAZIONE IN SERVIZIO DOCENTI  “Il curricolo verticale di scuola: riorganizzazione delle Aree Linguistica, Matematica, Antropologica-ambientale” alla luce delle Indicazioni Nazionali novembre confronto con “Quadro di Riferimento” concettuale dell’INVALSI  “Le difficoltà specifiche di apprendimento (dislessia, discalculia, disgrafia): dalla diagnosi alle strategie di intervento”.  “Piano per la diffusione delle tecnologie multimediali”: LIM Formatori ministeriali  “Integrazione – inclusione alunni con disabilità”: - Corso di prima formazione: il Piano Educativo Individualizzato e il progetto vita - “Deficit visivo ed apprendimento. Proposte didattiche per una scuola inclusiva” “Comunicazione Aumentativa Alternativa”  “Insegnare - valutare per competenze”  Aggiornamento “Corsi di Primo Soccorso”- Sicurezza  “L’azione di Insegnamento” per neodocenti  “Registro on-line”

36 SCUOLA GENITORI FORMAZIONE IN SERVIZIO PERSONALE A.T.A  Progetto di Rete CTI5  Progetto SIDI: informatizzazione azioni amministrative  Aggiornamento “Corsi di Primo Soccorso”  Corsi Sicurezza Progetto:alimentazione “Come prevenire e curare il sovrappeso nell’età dello sviluppo” in collaborazione con Associazione A.I.D.A.P. I pericoli dell’web Educazione all’affettività e alla sessualità

37 RAPPORTI SCUOLA / FAMIGLIA Il raggiungimento degli obiettivi educativi che la scuola si propone può avere piena realizzazione solo attraverso una rete di collaborazione ed interazione prioritariamente con la famiglia. Tali rapporti si articolano, a seconda della necessità e degli obiettivi, con modalità diverse e a diversi livelli: rapporti individuali, distinguibili in colloqui individuali, bimestrali e di orientamento; rapporti di classe: assemblea di sezione e di classe ( insegnanti/genitori, oppure solo genitori), Consiglio di Classe (Scuola Secondaria 1° grado); rapporti di plesso: Consiglio d’Interclasse (Scuola Primaria) e di Intersezione (Scuola dell’Infanzia); rapporti d’Istituto: Consiglio d’Istituto, Comitato Genitori. All’atto dell’iscrizione viene stipulato con le famiglie un “PATTO DI CORRESPONSABILITÀ EDUCATIVA ”. ORARI DI RICEVIMENTO ORARIO DI APERTURA DELLA SEGRETERIA DAL LUNEDI’ AL VENERDI’ dalle ore 8.00 alle ore SABATO dalle ore 8.00 alle ore RICEVIMENTO PUBBLICO MATTINO:DAL LUNEDI’ AL SABATO dalle ore alle ore POMERIGGIO: DAL LUNEDI’ AL VENERDI’ dalle ore alle ore DIRIGENTE SCOLASTICO - orario di ricevimento pubblico: DAL LUNEDI’ AL VENERDI’ DALLE ORE ALLE ORE 12.00

38 La scuola, a cui compete il ruolo di mediazione culturale, è chiamata, per finalità istituzionali, alla promozione dei processi cognitivi, è aperta alle proposte provenienti da tutte le agenzie “intenzionalmente” educative, quali:  Enti Locali, Sistema Bibliotecario Integrato, Sistema Archivistico, Sistema Museale di Valle Trompia, Comunità Montana; Rete Istituzioni Scolastiche di Valle Trompia  A.S.L. – Servizi Sociali – “CIVITAS” – Croce Bianca;  Associazioni culturali: “Serafino Zani” – Bande Musicali – Gruppo Scacchi – Gruppi d’Arma - ;  Associazioni sportive, Centri di Aggregazione Giovanili;  Cooperative Sociali: “Il Mosaico”, “CVL” e “Gaia”;  Università Cattolica del Sacro Cuore - sede di Brescia– Corso di Laure in Scienze della Formazione Primaria per attività di Tirocinio;  ASAB Associazione Scuole Autonome Bresciane: scuola “polo” per l’orientamento alla Scuola Secondaria di II grado; COLLABORAZIONI CON IL TERRITORIO

39 TRASPORTI E’ in funzione, gestito dal Comune, un servizio di trasporto casa - scuola (entrata ed uscita) per gli alunni che risiedono oltre i 2 Km di distanza. È inoltre garantito il servizio trasporti casa - scuola per i disabili, o per progetti con servizio diretto del Comune, tramite incaricati.

40 “ Ogni bambino ha bisogno di essere aiutato a scoprire il valore di se stesso, delle cose e della realtà. E la realtà è fatta di persone, di fatti, di eventi, del presente e del passato, di cui il presente è figlio”. “Alla scuola spetta il compito di fornire supporti adeguati affinché ogni persona sviluppi un’identità consapevole e aperta”. “La scuola italiana sviluppa la propria azione educativa in coerenza con i principi dell’inclusione delle persone, dell’integrazione delle culture, considerando l’accoglienza delle diversità un valore irrinunciabile” Indicazioni per il curricolo- 2012


Scaricare ppt "3° ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “POLO EST” Scuola Infanzia-Primaria-Secondaria di 1° grado tel. 030/827300 PIANO DELL’OFFERTA."

Presentazioni simili


Annunci Google