La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo ESSERE AL CENTRO DELLA RETE Bologna, 25 ottobre 2013 Aeca - Idea Rimettere al centro della.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo ESSERE AL CENTRO DELLA RETE Bologna, 25 ottobre 2013 Aeca - Idea Rimettere al centro della."— Transcript della presentazione:

1 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo ESSERE AL CENTRO DELLA RETE Bologna, 25 ottobre 2013 Aeca - Idea Rimettere al centro della comunità i Centri di Formazione, luoghi di integrazione e di aggregazione per l’inclusione sociale

2 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Una vecchia bretone con un ………… e un ombrello di ……… di riso e canna di bambù. Capitani coraggiosi furbi ………….. macedoni. Gesuiti euclidei Vestiti come dei ….. per entrare a corte degli ……… della ……… dei Ming. Per le strade di Pechino erano giorni di …… tra noi si …….. a raccogliere ortiche. Non sopporto i cori russi la musica ….. rock la ……. italiana il free jazz punk ………. Neanche la ……… africana. Cerco un centro di gravità permanente che non mi faccia mai cambiare idea sulle cose sulla gente avrei bisogno di...

3 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Domande Cosa è una rete? Quale è il centro di una rete? Quali sono i problemi connessi alla rete?

4 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo La visione Attraverso la metafora della rete, oggi ampiamente utilizzata nell'ambito dei servizi alle persone, è possibile schematizzare rapporti tra differenti soggetti: singoli, gruppi, organizzazioni. Ciascun soggetto è rappresentato come "nodo", e l'insieme delle connessioni tra nodi forma un reticolo, che potrà assumere differenti dimensioni, strutture, funzioni. La rete può essere strumento di lettura e di analisi della realtà sociale ed in particolare delle relazioni umane, ed al tempo stesso modello d'intervento per la soluzione di problemi. Pratica Teoria 1 2 3

5 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Obiettivi Conoscere il concetto di RETE Conoscere i CONCETTI connessi alla rete Disporre di concetti APPLICABILI rispetto ai problemi

6 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo La rete

7 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo La rete di nostro interesse  Diverse accezioni di rete  Diversi ambiti in cui si utilizza il termine rete A noi interessa la rete sociale ossia una rete nella quale i protagonisti sono le persone

8 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo La rete sociale e i quasi-sinonimi La rete sociale (relazionale) consiste di un qualsiasi gruppo di persone connesse tra loro da diversi legami sociali, che vanno dalla conoscenza casuale, ai rapporti di lavoro, ai vincoli formali. Un sistema sociale (sistemico) nella sua accezione più generica, è un insieme di persone connesse tra di loro tramite reciproche relazioni visibili o definite dal suo osservatore. Una comunità (affettivo) è un insieme di individui che condividono lo stesso ambiente, formando un gruppo riconoscibile, unito da vincoli organizzativi, linguistici, religiosi, economici e da interessi comuni. Il partenariato (funzionale) è un confronto tra parti diverse (pubblici, privati, sociali) sulla realizzazione di interventi finalizzati allo sviluppo economico, allo sviluppo del territorio e all'integrazione sociale. Il gruppo (tecnico) è composto da almeno tre persone (primario) che interagiscono per un periodo di tempo relativamente lungo, sulla base di rapporti intimi faccia a faccia oppure da un numero di persone (secondario) che interagiscono su basi temporanee, anonime e impersonali.

9 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Tipi di rete: la diade La diade è composta da due elementi, come madre-figlio, moglie-marito, due amiche del cuore. Ciò che caratterizza la relazione, nella diade, è il legame affettivo. Anche se la comunicazione si interrompe per qualche motivo e quindi non si hanno più interazioni (come nel caso della assenza di uno dei due componenti) la relazione non cambia. Non ha le dinamiche tipiche del gruppo

10 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo La triade è una rete/gruppo composto da tre membri. Un classico esempio è la famiglia padre-madre-figlio. La comunicazione nella triade si modifica perché due dei tre elementi possono temporaneamente interagire tra di loro escludendo il terzo. Nella triade si articoli sempre su due dei membri, a seconda dello spostamento del centro di interesse. Nella triade è possibile la formazione delle coalizioni. Dinamiche di leadership (affettivo, organizzativo, Tipi di rete: la triade

11 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo La Piccola Rete è una rete/gruppo costituito solitamente da 4 a membri. È uno dei modelli di interazione sociale fondamentali, e molte attività sociali e funzionali avvengono in o attraverso reti/gruppi di tali dimensioni. Gruppi più ampi tendono a dare luogo alla formazione spontanea di sottogruppi di questa dimensione, sia in ambito sociorelazionale che operativo-lavorativo. Tipi di rete: la piccola rete

12 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo La Rete Mediana è una rete/gruppo costituito di solito da a membri. Col passaggio dal piccolo gruppo al gruppo mediano le relazioni personali divengono meno strette. In caso di interazione prolungata quest'ultimo tende a segmentarsi informalmente in piccoli gruppi. Tipi di rete: la rete mediana

13 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo La Grande Rete o Large Network conta dai 30 membri in su. In tali tipi di gruppo le interazioni sono meno dirette e personali, e l'individuo è più soggetto alla dialettica di polarizzazione tra fenomeni di massificazione/individuazione. In linea teorica, le comunità, le organizzazioni sociali e le collettività sono forme particolari di very large group. Tipi di rete: la grande rete Il numero di Dunbar, conosciuto anche come la regola dei 150, afferma che le dimensioni di una vera rete sociale sono limitate a circa 150 membri.

14 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Tipo di gruppoDinamiche relazionali di affinità Dinamiche relazionali di opposizione Organizzato Rigido Integrazione; ComplementaritàInsofferenza; Incomprensione Intraprendente Conflittuale Incontro; MediazioneEquivoco; Delusione Creativo Dissolvente Riconoscimento; DialogicitàInsofferenza; Logoramento Emozionale Inconcludente Integrazione; DisponibilitàDelusione; Evitamento Quieto Anomico Mediazione; ComplementaritàLogoramento; Fastidio Sensibile Fallito Riconoscimento; IncontroIncomprensione; Evitamento Unito Invischiato Disponibilità; DialogicitàEquivoco; Fastidio

15 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Caratteristiche di base Approccio gerarchico Relazione verticale Il Re, il capo di governo, il manager Il determinismo: causa-effetto Solidarietà organica Approccio di rete Relazione orizzontale Il nodo, il legame, il contatto Olismo Omeostasi Solidarietà meccanica

16 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo La relazione

17 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Comunicazione + Relazionale Comunicazionale Una precisazione teorica

18 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo I livelli della rete La rete sociale può essere attivata a 3 livelli comunicazionali: A) Macro – Istituzioni/organizzazioni B) Meso – Progetti/servizi/interventi C) Micro – Persone QUALE E’ LA DIFFERENZA FRA I TRE LIVELLI?

19 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo La relazione La relazione é un sistema reciproco di azioni, che viene gestito dai reciproci sistemi di rappresentazione. Nel momento in cui il singolo traduce l’azione dell’altro o la propria in termini rappresentativi (cioè la immette nel sistema di rappresentazione possedute) in quel momento modifica o conferma la sua stessa azione. Per cui la relazione è la conseguenza di questa reciprocità

20 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo La rappresentazione La rappresentazione é data dalla somma di un immagine + un investimento affettivo

21 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Che cos’è?

22 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Che cos’è? cos’è

23 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Ecco che cos’è!

24 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo I protagonisti della rete

25 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Il triangolo relazionale Tecnici Politici Beneficiari A B C

26 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Gli attori Il promotore Gli stakeholder I partner I beneficiari (indiretti e diretti)

27 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Il promotore della rete Chi è il promotore? a. istituzione, partnership, persona b. beneficiario, tecnico, politico Per quale motivo vuole promuovere una rete? esigenza, progetto, intuizione, … Quali sono le caratteristiche del promotore beneficiario, tecnico, politico

28 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo I beneficiari: criteri di selezione Beneficiari diretti scelti in base a - zona geografica - caratteristiche strutturali (età, sesso,..) - problema specifico. Quale? Beneficiari indiretti scelti in base a - capacità di incidere sul beneficiario diretto - capacità di modificarsi con l’intervento della rete

29 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Partner & Stakeholder : criteri di selezione Partner scelti in base a obiettivi profili caratteristiche strutturali (età, sesso,..) Stakeholder scelti in base a capacità di incidere sul beneficiario diretto capacità di modificarsi con l’intervento della rete

30 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo I punti di vista dei protagonisti Macro – Istituzioni/organizzazioni Le persone hanno un ruolo formale Rappresentano una istituzione Meso – Progetti/servizi/interventi Le persone hanno un ruolo sostanziale Rappresentano degli interessi collettivi o di gruppo Micro – Persone Le persone hanno il ruolo che decidono di avere. Rappresentano i propri interessi di quel momento

31 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo La qualità delle relazioni

32 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo La matrici di valutazione del potenziale relazionale GruppiRisorse relazionali Opportunità relazionali Debolezze relazionali Minacce relazionali Beneficiari Tecnici Politici Serve una analisi degli stakeholder in termini relazionali-comunicativi

33 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Tipologia di legami Legami forti Legami deboli

34 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo La qualità dei legami dipende dalla dinamica rappresentativa R( A ) R( B ) IA + IA - IA + Legame forte La forza del legame dipende dal ruolo di B IA - La forza del legame dipende dal ruolo di A Legame debole Ipotesi con Immagine A e B condivisa

35 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo La potenzialità di cambiamento

36 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo La matrici di valutazione del potenziale di cambiamento GruppiR possibili motori di azione R motori di azione possibili Beneficiari Domande / Prospettive Obiettivi / Progetti Domande / Prospettive Obiettivi / Progetti Tecnici Domande / Prospettive Obiettivi / Progetti Domande / Prospettive Obiettivi / Progetti Politici Domande / Prospettive Obiettivi / Progetti Domande / Prospettive Obiettivi / Progetti Serve una analisi degli stakeholder in termini di cambiamento possibile

37 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Attivatori di cambiamento CO  complessità CO  confine CO  comunicazione

38 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Strumenti di attivazione del cambiamento a livello MACRO AzioniTempiTargetResponsabileBudget Relazioni pubbliche Media relations Marketing diretto Catalogo prodotti/servizi Brochure istituzionale Depliant Pubblicità Newsletter esterna Convegno/seminario Eventi/celebrazioni Dimostrazioni Videocassetta Internet Sponsorizzazioni Guida ai servizi Numero verde Sportello informativo

39 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Strumenti di attivazione del cambiamento a livello MESO AzioniTempiTargetResponsabileBudget Incontri periodici di staff Gruppi di lavoro specifici Documentazione tecnica Bollettino interno Bacheca Diffusione Indagine periodica Incontro sociale con territorio Paniere delle idee (on line o database) Corsi di aggiornamento Rete intranet

40 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Accrescere le proprie competenze rispetto a: la gestione delle relazioni/comunicazioni interne alla rete la gestione delle relazioni/comunicazioni esterne alla rete la gestione delle informazioni processo comunicativo la gestione massmediale tv, radio, internet, manifesti, campagne politiche le gestione delle condizioni tempo, ufficio, computer, conflitti la gestione del profilo etico i valori e le motivazioni Strumenti di attivazione del cambiamento a livello MICRO

41 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Il capitale sociale

42 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Il capitale sociale: Definizione (e se fosse il potenziale?) Per capitale sociale si intende la rete di relazioni a carattere fiduciario e cooperativo che un soggetto, individuale (una singola persona) o collettivo (una intera comunità), ha nel suo contesto di vita, nella presupposizione che da tali relazioni il soggetto in questione possa trarre delle risorse materiali e immateriali utili al suo agire. (P.P. Donati)

43 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Il capitale sociale: tipologie Bonding contratto / scambio equivalenti Bridging distribuzione / equità Linking reciprocità / fratellanza

44 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo La Sussidiarietà: tipologie Verticale tra livelli differenti Orizzontale tra livelli omogenei Laterale mix tra livelli

45 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Case-Study

46 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Case-Study Il progetto Return Il progetto Equal-Strada La rete dei servizi (modello)

47 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Il progetto Return – rimpatrio stranieri Rete professionale interna la Comune Rete interpressionale interna al territorio Rete istituzionale a livello provinciale Rete nazionale legale Rete internazionale

48 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Il progetto Equal-Strada Prima fase Provincia di Pisa Provincia di Potenza Comune di Trento Tecla Prima fase Provincia di Pisa Associazione il Cerchio Provincia di Potenza Caritas diocesana Comune di Trento Consorzio di cooperative

49 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo La rete dei servizi (modello PDZ) Prevenzione Promozione Domiciliare Semiresidenz. Residenziale tutta Assistenza Sanitaria Totale 1. Famiglia Minori Giovani Integrazione Povertà Dipendenze Anziani Disabili Sicurezza Patologie prevalenti Totale

50 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Per concludere

51 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo SE SEI FUORI DALLA RETE, CI VUOI ENTRARE SE SEI DENTRO ALLA RETE, LA VUOI GESTIRE La necessità di COMPETERE

52 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo I PROBLEMI PIU’ COMPLESSI HANNO SOLUZIONI SEMPLICI, FACILI DA COMPRENDERE E DA SBAGLIARE La necessità di SEMPLIFICARE

53 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo NON FAR SAPERE AI TUOI SUPERIORI CHE TU SEI MIGLIORE DI LORO La necessità di PREVEDERE

54 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo PIU’ COMPLESSA E’ LA RETE PIU’ ALTA E’ LA POSSIBILITA’ DI FALLIMENTO (MA NON FARE LA RETE NON E’ LA SOLUZIONE) La necessità di SPERARE

55 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo ERRARE E’ UMANO, DARE LA COLPA AD UN ALTRO ANCORA DI PIU’ Corollario: declinate gli errori ed i successi in termini individuali La necessità di MIGLIORARSI

56 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Cerco un centro di gravità permanente che mi faccia mai cambiare idea sulle cose sulla gente avrei bisogno di... La necessità di ROMPERE SCHEMI

57 CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo Giovanni Bursi Sociologo Thank you for your ATTENTION


Scaricare ppt "CERCO UN CENTRO DI GRAVITÀ PERMANENTE Giovanni Bursi - Sociologo ESSERE AL CENTRO DELLA RETE Bologna, 25 ottobre 2013 Aeca - Idea Rimettere al centro della."

Presentazioni simili


Annunci Google