La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Parte il progetto: “Senza-zaino-tutto-a-scuola” 1AT "A. Einstein" Piove di Sacco 2.0.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Parte il progetto: “Senza-zaino-tutto-a-scuola” 1AT "A. Einstein" Piove di Sacco 2.0."— Transcript della presentazione:

1 Parte il progetto: “Senza-zaino-tutto-a-scuola” 1AT "A. Einstein" Piove di Sacco 2.0

2 1AT "A. Einstein" Piove di Sacco E’ un progetto bandito dal Ministero della Pubblica Istruzione. Si propone di saldare la frattura fra la “presenza” (lezione a scuola) e la “distanza” (studio a casa). Una delle tre prime dell’indirizzo Tecnico Industriale sarà una 2.0, la sezione A. COS’E’ IL PROGETTO 2.0

3 PRIMA AZIONE: a scuola senza zaino A scuola senza libri di testo cartacei gli studenti non acquisteranno libri di testo; durante le lezioni saranno utilizzati materiali autoprodotti e condivisi in molte delle discipline, privilegiando in classe l’uso della Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) e dei notebook individuali. 1AT "A. Einstein" Piove di Sacco

4 SECONDA AZIONE: tutto a scuola Orario flessibile con articolazione anche pomeridiana per lo studio, le integrazioni e la produzione di materiali didattici. Gli studenti di questa classe si fermeranno infatti di pomeriggio per svolgere la maggior parte delle attività di studio con la presenza degli insegnati. 1AT "A. Einstein" Piove di Sacco

5 COME LO REALIZZEREMO Lo faremo grazie a nuove tecniche, e appoggiandoci principalmente sull’informatica: uno strumento di innovazione utilizzato per sviluppare nuove metodologie didattiche che favoriscono la partecipazione degli studenti. In questo progetto si punta ad integrare le attività scolastiche con le nuove tecnologie (web, ambienti on line, LIM, chat, forum, blog, ecc.). 1AT "A. Einstein" Piove di Sacco

6 E’ stato calcolato che il costo del notebook è paragonabile a quanto si spende per acquistare i libri della classe prima. Un risparmio notevole per le famiglie ci sarà grazie al mancato acquisto dei libri di testo della classe seconda. QUALI SONO I COSTI PER LA FAMIGLIA

7 SOLO IL COMPUTER? Però, nella classe 2.0 non ci saranno solo i computer, ma tutto ciò che serve all’apprendimento: di sicuro si utilizzeranno spesso anche i libri, cartacei o in formato elettronico e si insegnerà ad usare anche i manuali; inoltre si cercherà di attingere anche a molte altre fonti di informazione e sperimentazione, e soprattutto si renderà condiviso quanto fatto a scuola 1AT "A. Einstein" Piove di Sacco

8 La possibilità di usare diverse tecnologie in diverse fasi della lezione servirà anche a promuovere e facilitare i processi di costruzione collaborativi della conoscenza che possono avvenire in classe e proseguire, al di fuori di essa, in rete. Infatti, la tecnologia si integra a tal punto nel lavoro di scuola da trasformare dall'interno le pratiche abituali degli insegnanti e degli studenti (Rivoltella e Ferrari, 2010). 1AT "A. Einstein" Piove di Sacco COME LAVOREREMO A SCUOLA

9 La classe 2.0 diventa un ambiente ibrido in cui il lavoro in presenza con le tecnologie e il lavoro in rete a distanza, si alternano e si fondono in maniera del tutto naturale in un unico processo di apprendimento- insegnamento. L'aula rimane lo spazio entro cui le azioni formative più importanti continuano ad essere svolte; un'aula flessibile e aperta in cui i computer, la LIM e la rete divengono elementi abituali della pratica didattica. 1AT "A. Einstein" Piove di Sacco COME SI TRASFORMA LA CLASSE

10 COME SI ARTICOLA LA LEZIONE La configurazione delle lezioni non è fissa ma si declina in relazione all'obiettivo e all'attività. In alcuni momenti l'insegnante conduce la lezione, per passare poi a momenti di ricerca guidata con le tecnologie o a quella collaborativa in presenza o a distanza; non è, banalmente, un'alternanza di metodologie ma la capacità di individuare le modalità più efficaci per perseguire, di volta in volta, un determinato obiettivo 1AT "A. Einstein" Piove di Sacco

11 Una didattica 2.0 supera il confine fra teoria e pratica: è un contesto che rimanda a stili di lavoro collaborativi dove diviene centrale la comunicazione e la socialità realizzabili, sia in presenza sia in rete, attraverso l'utilizzo di forum, blog, social network. Possiamo identificare/definire la didattica 2.0 con tre parole: facilità (di utilizzo delle applicazioni 2.0), autorialità (intesa come possibilità di pubblicare contenuti sul web diventando autori oltre che navigatori), socialità (come logica interattiva). 1AT "A. Einstein" Piove di Sacco METODOLOGIA 1: La didattica 2.0

12 La flessibilità dell'organizzazione in generale è la variabile fondamentale che sostiene il tutto. Quando la classe può modificare la propria configurazione interattiva (forme di lavoro individuale che si alternano a quelle di gruppo in presenza e si estendono in rete) si ottiene facilitazione dell’apprendimento 1AT "A. Einstein" Piove di Sacco METODOLOGIA 2: La flessibilità

13 Notevoli sono le potenzialità offerte dalla dimensione sociale dell'apprendimento, nella produzione di contenuti, nello scambio di esperienze, nella risoluzioni di situazioni problematizzanti. Il ruolo dell'insegnante in un a classe 2.0 è quello di integrare, tutti gli elementi implicati nel processo di apprendimento 1AT "A. Einstein" Piove di Sacco METODOLOGIA 3: La dimensione sociale dell’apprendimento

14 APPROVAZIONE DEL PROGETTO 1AT "A. Einstein" Piove di Sacco Il Collegio dei Docenti dell'Istituto di Istruzione Secondaria "Einstein" di Piove di Sacco nella sua riunione del 17 giugno 2013 ha deliberato di approvare la sperimentazione della 2.0 a condizione che tale progetto, già presentato al Ministero fosse accolto positivamente e finanziato. In caso di mancato finanziamento il CD si riserva di ridiscutere sull'approvazione del progetto dopo averne valutate tutte le implicazioni economiche a carico del Fondo di Istituto.

15 IL GRUPPO CHE ELABORA IL PROGETTO Un gruppo di insegnanti dell'ITI, che già nei mesi scorsi si erano attivati per promuovere il progetto 2.0, si sono riuniti e hanno concordato di dichiarare la propria disponibilità ad avviare il progetto anche con delle prestazioni svolte su base volontaria. 1AT "A. Einstein" Piove di Sacco

16 SCHEMA ORARIO Mattina: Le lezioni si svolgeranno in maniera simile a quello delle altre classi per un totale di 32 ore settimanali. Pomeriggio: E’ previsto un orario aggiuntivo di circa 8 ore alla settimana da dedicare allo studio guidato. 1AT "A. Einstein" Piove di Sacco L’orario pomeridiano sarà strutturato in modo flessibile e variabile nel corso dell’anno a seconda delle esigenze che si incontreranno nelle varie fasi.

17 ADESIONI SCADENZE Gli studenti che intendono partecipare al progetto classe 2.0 dovranno presentare una specifica richiesta di adesione entro il … La formazione della classe avverrà secondo gli stessi criteri delle altre classi prime della scuola 1AT "A. Einstein" Piove di Sacco


Scaricare ppt "Parte il progetto: “Senza-zaino-tutto-a-scuola” 1AT "A. Einstein" Piove di Sacco 2.0."

Presentazioni simili


Annunci Google