La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Di LIBERA, UISP e UNICEF Coordinamento S.E. – Sport Europa S.p.A.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Di LIBERA, UISP e UNICEF Coordinamento S.E. – Sport Europa S.p.A."— Transcript della presentazione:

1 di LIBERA, UISP e UNICEF Coordinamento S.E. – Sport Europa S.p.A.

2 2 “3xgioco” Il progetto e gli obiettivi 3Xgioco”, è un’iniziativa sociale promossa da Libera, Uisp e Unicef per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dei diritti dei bambini al gioco e allo sport. “3Xgioco”, rappresenta un esempio di azioni positive che in questo caso si traducono nella realizzazione di 3 progetti ideati dai ragazzi stessi: per Libera - trasformazione in ludoteca della villa confiscata alla camorra a San Cipriano d’Aversa, a cura dei ragazzi delle scuole di Casal di Principe, Casapesenna, Villa Literno e San Cipriano d’Aversa. per UISP – realizzazione di alcuni progetti per il recupero di spazi dedicati al gioco e allo sport, presentati dalle scuole che hanno partecipato a Bimbi in Piazza per Unicef – invio di abbigliamento e materiale sportivo ai ragazzi dei campi profughi in Eritrea. Le 3 Associazioni, con la collaborazione del Segretariato Sociale RAI, realizzeranno una festa, di sport e musica nella piazza di Casal di Principe (Caserta) e in una villa confiscata alla camorra e restituita alla comunità, a San Cipriano d’Aversa. Il 5 e il 6 gennaio 2002, sono le date della manifestazione, in cui centinaia di ragazzi provenienti da tutta Italia insieme a personaggi dello spettacolo e dello sport, sosterranno il proprio diritto e quello dei loro coetanei al gioco e allo sport. Il reperimento dei fondi necessari per la realizzazione degli obiettivi di questa prima edizione “3xgioco” avverrà con l’aiuto di tutti i cittadini e delle aziende attraverso donazioni mirate, soprattutto grazie a quote percentuali sulla vendita di loro prodotti e l’utilizzo di loro servizi.

3 3 Insieme per il diritto al gioco di tutti i bambini a cura di Libera, Uisp e Unicef Sabato 5 gennaio Programma Casal di Principe Università per la Legalità & lo Sviluppo h Convegno Comunicazione sociale e legalità Promosso da Libera, Uisp e Unicef, con il patrocinio della sede Rai Campania, in collaborazione con il Segretariato Sociale Rai e il Forum Permanente del Terzo Settore. Partecipano rappresentanti delle istituzioni, delle aziende e dei media, docenti universitari e operatori del mondo dell’Associazionismo. Villa Literno Stadio h Incontro di calcio Incontro di calcio tra i protagonisti delle sit-comedy RAI “La squadra” e “Un posto al sole” e la rappresentativa degli Amministratori comunali di Casal di Principe, Casapesenna, San Cipriano d’Aversa e Villa Literno.

4 4 Insieme per il diritto al gioco di tutti i bambini a cura di Libera, Uisp e Unicef Domenica 6 gennaio 2002 Programma della giornata Casal di Principe 4 Piazza Vittorio Emanuele Dalle h “Piazza in gioco” La piazza di Casal di Principe, animata da Pietro Pignatelli, conduttore dell’Albero Azzurro, insieme ad operatori di Libera Uisp e Unicef, si trasforma in uno spazio magico dove i bambini possono divertirsi con i giochi di strada e tante proposte sportive. 4 Villa Comunale “Parco Don Diana” h Apertura in musica Il coro Unicef di Torre Annunziata (Na), eseguirà brani musicali attinenti all’infanzia, al gioco ed allo sport. h “3 x gioco” e gli obiettivi di solidarietà Il presentatore Rai, Puccio Corona, insieme a Bud Spencer, Lilly Allucci, Pino Maddaloni e Andrea Zorzi, presenta il programma della giornata e i progetti da finanziare con la raccolta fondi. Obiettivo Libera - I ragazzi delle scuole di Casal di Principe, Casapesenna, San Cipriano d’Aversa e Villa Literno raccontano come vogliono trasformare in ludoteca la villa confiscata alla camorra a San Cipriano D’Aversa. Partecipa Don Luigi Ciotti. Obiettivo Uisp – I ragazzi delle scuole di Buccino, Caserta, Cecina e Varese che hanno partecipato a Bimbi in Piazza 2001 presentano i progetti per realizzare spazi per il gioco e lo sport nelle loro scuole. Partecipa Nicola Porro. Obiettivo Unicef – Alcuni bambini della Comunità Eritrea in Italia, raccontano il progetto promosso da Lino Banfi per inviare completi sportivi e palloni da calcio ai ragazzi dei campi profughi in Eritrea. Partecipa Margherita Dini Ciacci. h “Sportincanto” I danz’atleti del gruppo Kataklò interpretano con Antonio Lubrano e Renato Scarpa poesie e brani che parlano di sport, scelti da Gianni Mura.

5 5 h “La Befana vien di giorno”: Tip tap della Vecchina, di Cesare Vangeli Blues della Befana di Mario Zanotelli h ”La passeggiata del giocattolo” Tutti i bambini presenti danno vita a una passeggiata da Piazza Don Diana alla villa di San Cipriano d’Aversa, confiscata alla camorra. I ragazzi, accompagnati da clowns e bande musicali, portano giocattoli e materiali sportivi destinati alla ludoteca. 4 Villa di San Cipriano d’Aversa h “Arrivo della passeggiata con la consegna dei giocattoli e dei materiali sportivi” Refettorio del Santuario di Casapesenna h “A tavola con i campioni” Chioschi con prodotti tipici della Campania dove i campioni dello sport Pino Maddaloni e Lilly Allucci spiegano ai bambini l’importanza di un’alimentazione sana per la crescita. Casal di Principe Villa Comunale “Parco Don Diana” h Progetti in Piazza Puccio Corona, insieme a tutti i testimonial ricorda gli obiettivi della giornata, le modalità per donare e presenta. il programa del pomeriggio. h Calze, calzini e calzettoni Suggestioni dell’Epifania con Antonio Lubrano e Gabriele Marconi. h Concerto della Befana “Sinfonia dei Giocattoli” La Nuova Orchestra Scarlatti diretta dal Maestro Gaetano Russo esegue brani di Haydn, Mozart e Vivaldi. Il Concerto si conclude con il coinvolgimento dei bambini presenti che, insieme all’Orchestra, eseguono la “Sinfonia dei Giocattoli” di Leopold Mozart. h Chiusura di 3xgioco Puccio Corona e tutti gli ospiti danno appuntamento alla prossima edizione.. Insieme per il diritto al gioco di tutti i bambini a cura di Libera, Uisp e Unicef Domenica 6 gennaio 2002

6 6 Per realizzare i 3 obiettivi Per condividere Libera, Uisp e Unicef, raccoglieranno le donazioni effettuate dai singoli cittadini, dai soci delle 3 Associazioni, dalle aziende e dagli Enti Pubblici, per finanziare i 3 obiettivi di solidarietà. Tutte le informazioni su come donare saranno illustrate e promosse dagli strumenti di comunicazione di 3xgioco. Il numero verde fornirà tutte le informazioni per effettuare le donazioni, le stesse informazioni si potranno trovare anche nei siti delle 3 Associazioni. I modi per donare Banca Etica - versamento o bonifico su conto corrente n intestato a 3xgioco presso Banca Etica di Roma (coordinate bancarie: cod.ABI 5018; CAB 12100) Poste Italiane - presso tutti gli uffici postali è possibile effettuare il versamento sul conto corrente postale n intestato a Libera, associazioni, nomi e numeri contro le mafie, con la causale: 3xgioco di Libera, Uisp e Unicef. Con un SMS* e il tuo telefonino TIM: scrivi “3xgioco” e invia uno o più SMS al numero 433.TIM destinerà il ricavato alla realizzazione dei progetti di Libera, Uisp e Unicef. (*)L'iniziativa è riservata esclusivamente ai clienti TIM ed è valida a partire dal 20/12/2001 fino alle 24 del 6/01/ Il prezzo per l'invio degli SMS al numero 433 corrisponde a centesimi di Euro, pari a 250 Lire + IVA 20%, indipendentemente dal profilo tariffario del cliente o dell'eventuale adesione ad offerte promozionali sull'invio dei messaggi SMS.

7 7 Il progetto “3 X gioco”, è nato dalla volontà di 3 associazioni, promotrici da sempre del valore dei “diritti” per tutti. Libera, Uisp e Unicef insieme, hanno deciso di realizzare questo progetto, finalizzato al reperimento di fondi utili alla realizzazione di strutture e all’acquisto di materiali ludico-sportivi per migliaia di bambini che ne hanno bisogno. Per raggiungere l’obiettivo prefissato, le 3 associazioni daranno vita ad un evento di gioco, sport, musica e divertimento che vedrà coinvolta massicciamente la RAI, attraverso il Segretariato Sociale. Sabato 5 e Domenica 6 gennaio 2002, in luoghi così simbolici per il recupero dei diritti civili quali Casal di Principe, Casapesenna, Villa Literno e San Cipriano d’Aversa (Caserta), una serie di personaggi del mondo dello sport, spettacolo, cultura e politica italiana, daranno vita insieme alle 3 associazioni ad uno spettacolo che vedrà coinvolti centinaia di bambini provenienti da tutta Italia. Lo scopo di “3 X gioco”, è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema del diritto al gioco per tutti. Attraverso una raccolta fondi, indirizzata a tutti i cittadini, agli oltre due milioni di soci delle 3 Associazioni, e soprattutto grazie all’impegno di aziende nazionali, come Tim e Dixan, Coop o di quelle presenti sul territorio campano che, con donazioni mirate, quote percentuali sulla vendita di loro prodotti e l’utilizzo di loro servizi, permetteranno di finanziare i progetti presentati. Comunicato Stampa n. 1

8 8 Gli attori: LIBERA LIBERA, è nata il 25 marzo del 1995 con l’intento di aggregare, di coinvolgere e di sostenere tutti i soggetti interessati alla lotta alle mafie e alla criminalità organizzata. Tramite gli appuntamenti nazionali, la Giornata della Memoria e dell’Impegno che ricorda le vittime delle mafie ma, nello stesso tempo, in nome di quelle vittime, si impegna a esercitare una effettiva azione di legalità; il Campo di formazione antimafia che sottolinea la necessità che questa azione si fondi su contenuti, saperi e prospettive. Dopo una petizione popolare promossa da LIBERA, il 7 marzo nel 1996 è entrata in vigore la legge 109 sull’uso sociale dei beni confiscati ai mafiosi. In poco più di 4 anni, secondo le stime aggiornate al settembre 2000, la legge ha permesso l’utilizzo a fini sociali di 865 beni immobili per un valore di oltre 239 miliardi di lire. Rientrare in possesso di ciò che la mafia aveva sottratto alla collettività, ospitando scuole, realtà lavorative, associazioni, significa realizzare un recupero anche culturale: è l’indicazione di altre strade possibili, legali e civili per la vita e lo sviluppo. LIBERA è impegnata per la gestione e valorizzazione dei beni confiscati e per una loro produttiva assegnazione, attraverso la presentazione di proposte concrete e la richiesta di un impegno adeguato alle autorità competenti. Nell’educazione alla legalità, così come nel riutilizzo dei beni confiscati, l’attività antimafia di LIBERA si coniuga con la creazione di proposte, spazi sociali e con l’indicazione di nuovi modelli di vita e di sviluppo. Fino ad oggi, oltre studenti sono stati coinvolti in progetti di educazione alla legalità, promossi da insegnanti su tutto il territorio nazionale. LIBERA, oggi è un network di 741 associazioni impegnate in questa lotta con concretezza e continuità.

9 9 Gli attori: UISP L'UISP, Unione Italiana Sport Per tutti, è un’associazione non profit, nata nel 1948 per affermare la pratica sportiva come diritto per tutti i cittadini, contro ogni forma di esclusione e di disuguaglianza, come educazione alla socializzazione e alla pratica motoria a tutte le età della vita. Per raggiungere tali fini, l’UISP promuove sport a misura degli individui, partendo proprio dalle loro differenze di sesso e di età, di condizione fisica e di motivazioni Oggi l’UISP conta di soci e circa società sportive affiliate. Nell’arco di questi anni, l’UISP ha stabilito relazioni istituzionali con Ministeri, associazioni internazionali di Sport per tutti, enti pubblici. L’UISP fa parte del Forum Permanente del Terzo settore, di Arci Servizio Civile, di Libera-associazioni nomi e numeri contro la mafia, del Consorzio Internazionale di Solidarietà (ICS) e di Transfair-commercio equo e solidale. In questi ultimi anni anni l’UISP si è resa protagonista di campagne contro il doping, per la cooperazione internazionale (nell’area dei Balcani e in Africa), contro il lavoro minorile, per la sicurezza stradale, a favore dell’utilizzo delle biciclette, per la valorizzazione dei parchi. Attraverso grandi manifestazioni, come il Vivicittà, Giocagin, e tante altre, l’associazione ha raccolto fondi da destinare in favore di popoli svantaggiati ed ha portato messaggi concreti di pace in tutto il mondo. Territorialmente l'UISP è presente in tutte e 20 le Regioni italiane con 168 comitati provinciali. Nelle città l’UISP promuove centri di attività per giovani e per anziani, attività amatoriali, attività per la terza età, con i disabili, con i minori, nei quartieri a rischio e nelle carceri.

10 10 Gli attori: UNICEF L'UNICEF, Fondo delle Nazioni Unite per l'Infanzia, è un'Agenzia delle Nazioni Unite fondata nel 1946 per aiutare i bambini vittime della Seconda Guerra Mondiale. Nel periodo tra il 1946 al 1953 fu presente in vari paesi europei, e anche in Italia, con moltissimi interventi a difesa dei bambini. La situazione era drammatica: nel 1949 morivano più di 72 bambini ogni mille nati e in regioni poverissime come la Basilicata i morti erano addirittura 110 su Con la graduale ripresa dell'economia dei paesi europei, le attività del Fondo vennero rivolte ai bambini dei paesi in via di sviluppo in Africa, Asia e America Latina, fino a che nel 1953, a seguito dei risultati ottenuti, le Nazioni Unite decisero di prorogare indefinitamente il mandato dell'UNICEF. Nel 1965 l'UNICEF riceve il Premio Nobel per la Pace. Nel 1989 viene approvata la Convenzione sui Diritti dell'Infanzia nella quale si stabilisce che l'UNICEF sia parte in causa per garantire il rispetto dei diritti dei bambini di tutto il mondo. Oggi il Fondo delle Nazioni Unite per l'Infanzia opera in 161 paesi di tutto il mondo, dove vivono oltre due miliardi di bambini e ragazzi sotto i quindici anni, con programmi di sviluppo a lungo termine nel settore sanitario, dei servizi, delle forniture d'acqua, dell'istruzione e dell'assistenza alle madri, oltre che con programmi di emergenza, per difendere i bambini dalle conseguenze delle guerre e di altre calamità. Cibo, acqua potabile, vaccini e medicine: portare gli aiuti necessari ai bambini, ovunque ce ne sia bisogno è il lavoro dell'UNICEF. Per questa grande impresa spesso i mezzi scarseggiano: l'UNICEF è finanziato SOLTANTO con contributi volontari di Governi e privati. Aiutateci a costruire un futuro migliore per tutti i bambini del mondo! L’UNICEF dalla parte dei bambini in pace e in guerra.

11 11 I numeri utili di “3xgioco” Libera Via Marcora, 18 – Roma Tel. 06/ – Fax. 06/ Presidente: Don Luigi Ciotti – Responsabile progetto: Gabriella Stramaccioni Uisp – Unione Italiana Sport Per tutti L.go Nino Franchellucci, 73 – Roma Tel.: 06/ – Fax: 06/ Presidente: Nicola Porro – Responsabile progetto: Marco Pomar Unicef Via V.E.Orlando, Roma Tel.: 06/ Fax: 06/ Presidente: Giovanni Micali - Responsabile progetto: Margherita Dini Ciacci, Rossella Del Conte Coordinamento, comunicazione e segreteria 3xgioco: S.E. – Sport Europa S.p.A. L.go Nino Franchellucci, 73 – Roma Tel.: 06/ – Fax: 06/ Direttore: Patrizia Minocchi – Ufficio Stampa: Federico Pasquali Convegno: Comunicazione sociale e legalità Forum Permanente III settore - Ivano Maiorella – 06/

12 12 I patrocini di 3xgioco” Comune di Casal Di Principe (confermato) Comune di Casapesenna (confermato) Comune di San Cipriano D’Aversa (confermato) Comune di Villa Literno (confermato) Coldiretti Provincia di Caserta (confermato) Camera di Commercio di Caserta (confermato) Regione Campania (confermato) Provincia di Caserta (confermato) Unione Industriali Campania (confermato) CNA Campania (confermato) Presidenza Commissione Europea (in attesa di conferma) Ministero dell’Interno (in attesa di conferma) Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (in attesa di conferma) Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (in attesa di conferma)


Scaricare ppt "Di LIBERA, UISP e UNICEF Coordinamento S.E. – Sport Europa S.p.A."

Presentazioni simili


Annunci Google