La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Parrocchia San Michele Arcangelo – Nocera Superiore Breve guida ai concetti di base, Hardware e Software.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Parrocchia San Michele Arcangelo – Nocera Superiore Breve guida ai concetti di base, Hardware e Software."— Transcript della presentazione:

1 Parrocchia San Michele Arcangelo – Nocera Superiore Breve guida ai concetti di base, Hardware e Software.

2 Iniziando ad utilizzare un computer risulta utile rispondere a due domande: A cosa ci serve conoscere un computer? - Se ci guardiamo intorno scopriamo di essere praticamente circondati dalla tecnologia... la troviamo ovunque, nei nostri luoghi di lavoro, sulle nostre auto, nelle nostre case (quando guardiamo un film o quando accendiamo la lavatrice...), e perfino nelle nostre tasche (quando rispondiamo ad un telefonino o quando ascoltiamo musica). Sempre di più i nostri strumenti quotidiani tendono ad avere l'aspetto di piccoli o grandi computer.

3 Un computer può essere definito come un “elaboratore elettronico digitale” Elaboratore elettronico digitale in grado di immagazzinare ed elaborare dati in base ad una serie di istruzioni (il programma) ‏ evidentemente utilizza componenti elettronici. elabora informazioni convertendole in segnali digitali basati sul sistema binario

4 Il Computer è nato inizialmente per sopperire all'esigenza di effettuare ed automatizzare un ingente quantità di calcoli, soprattutto a livello astronomico o per la navigazione. La parola stessa “computer” deriva dal verbo to compute (contare, calcolare) ‏ Oggi invece il computer assolve alla “missione” principale di organizzazione, scambio e condivisione di informazioni praticamente in tutti i campi, dal mondo industriale e produttivo a quello scientifico fino al mondo dell'intrattenimento, della musica e della comunicazione

5 Il Computer così come lo intendiamo oggi ha una storia relativamente breve: Il primo computer digitale fu costruito nel Il suo nome era ENIAC, e fu voluto dal ministero della difesa americano. Con circa 20mila valvole, interruttori e pannelli, pesava 30 tonnellate e occupava una stanza di 9 metri per 20; veniva programmato tramite leve e pulsanti, eseguiva operazioni al secondo.

6 Ripercorrendo a ritroso la storia troviamo però il primo strumento di calcolo mai elaborato dall'uomo, il vero grande antenato dei moderni computer L'abaco fu inventato in Cina nel 2600 AC

7 Riconoscere un computer quando ne vediamo uno!!! Quale è il primo passo per addentrarci nel mondo dell'informatica? Allora, Come è fatto un computer?

8 1) Personal Computer o semplicemente PC - I normali computer da casa o da ufficio 2) Workstation usati per il calcolo e la programmazione oppure per la grafica avanzata (set virtuali, montaggio video, effetti speciali cinematografici, ecc.) e per la ricerca. 3) Server, che si occupano di gestire le informazioni in una rete strutturata (Fie server, Dhcp server, Ftp server, Mail server, web server... ecc.) 4) Infine in ambienti con necessità di calcolo avanzato si usano dei Supercomputer. Si trovano solo presso i grandi centri di ricerca dato soprattutto il loro costo elevato e sono strutturati per poter effettuare un elevatissimo numero di calcoli. Spesso configurati come “cluster” Esistono diverse categorie di computer, suddivise secondo la potenza e l'utilizzo. La distinzione a volte è piuttosto sfumata, ma si possono individuare alcune categorie di riferimento:

9 I computer a cassa verticale “Tower Computer”. Ne esistono più o meno tre misure principali: Minitower, Midtower e Fulltower. Anche se negli ultimi tempi queste distinzioni stanno diventando sempre meno nette. I computer portatili (Laptop o Notebook) Sono dotati di una batteria che consente un'autonomia di alcune ore per lavorare anche durante gli spostamenti. I modelli più recenti, di peso e di spessore sempre minori. I Tablet sono dei computer di capacità ridotta nati dall'evoluzione delle agende elettroniche tascabili. Limitandoci all'ambito dei soli computer per uso personale (PC), esiste tradizionalmente un'ulteriore classificazione in base alla forma e alle dimensioni

10 Parlando di computer si devono distinguere due componenti principali  Software  Hardware

11 Con il termine Hardware, si identificano gli apparati fisici che costituiscono un computer. Ad una prima osservazione si può notare che un computer è costituito da: Componenti esterne (unità periferiche) Componenti interne (unità centrale) ‏ e

12 Ecco nello specifico le principali componenti all'interno di un computer Alimentatore Hard Disk CPU Motherboard Ram Schede PCI/AGP...e cc Lettore / masterizz. CD/DVD

13 La scheda madre o scheda di sistema, anche conosciuta come motherboard o mainboard, sotto forma di scheda elettronica principale raccoglie in sé tutta la circuiteria elettronica e i collegamenti di interfaccia tra i vari componenti interni principali del PC

14 Il Microprocessore o CPU è il nucleo del computer, si tratta del componente che esegue le istruzioni dei vari programmi e sovrintende al funzionamento dell’intera macchina. È il microprocessore che esegue tutti i calcoli, gestisce il trasferimento di dati attraverso la memoria e i dischi e attiva/disattiva i componenti della macchina. Il ritmo di lavoro del microprocessore è cadenzato da un segnale elettrico (detto clock) generato internamente e costituito da rapidissimi impulsi che si ripetono centinaia di milioni di volte per secondo La velocità del clock (e quindi della CPU) si misura in GigaHertz (GHz, miliardi di impulsi per secondo). I processori di ultima generazione arrivano a raggiungere velocità di clock superiori ai 3 Ghz (tre miliardi di impulsi per secondo) e sono “dual core” cioè al loro interno vi sono 2 processori distinti che possono essere dedicati a funzioni differenti. Questo dato diventa acor piu interessane se si pensa che oggi sul mercato ci sono processori a quattro core (processori) che lavorano in contemporanea

15 RAM (Random Access Memory): è la memoria dove vengono conservati i dati in corso di elaborazione (i documenti aperti) e le istruzioni del programma in esecuzione; si tratta di una memoria temporanea che si cancella completamente quando si spegne il computer. Se la RAM non è sufficiente per contenere tutti i dati necessari, il computer esegue un'operazione detta swap (baratto), per cui, per liberare spazio, una parte del contenuto della RAM viene temporaneamente ricopiata sul disco e recuperata successivamente in caso di necessità. È chiaro però che questo tende a rallentare tutte le operazioni. Per limitare lo swap è sufficiente aggiungere più RAM. La capacità della RAM e la velocità del microprocessore sono appunto i due parametri che influiscono maggiormente sulle prestazioni della macchina. La capacità della RAM si misura in GigaByte (Gbyte), ovvero milioni di byte (essendo il byte lo spazio richiesto per la memorizzazione di un carattere da tastiera).

16 Hard Disk: o Disco Fisso è la memoria permanente del computer, in cui si conservano tutti i documenti, i dati e i programmi. La sua capacità si misura in GigaByte (Gbyte), ovvero miliardi di byte. Attualmente gli hard disk vengono prodotti secondo diverse tecnologie:  EIDE (Enhanced Integerated Drive Electronics) e  SCSI (Small Computer Systems Interface) ‏  SATA o Serial ATA – (Serial Advanced Technology Attachment) ‏  SSD (Solid state disk) l’evoluzione delle chiavette USB La velocità del disco in genere non influisce molto sulle prestazioni della macchina, a meno che questa non venga impiegata per funzioni che richiedono una frequente lettura/scrittura di dati (questo accade ad esempio per macchine che gestiscono alcuni servizi di rete centralizzati, come, ad esempio la posta elettronica o il backup dei dati).

17 Un esempio di “case” (ovvero... dove metto tutta questa roba!!!) ‏

18 Case Monitor Tastiera Mouse Stampante Una periferica è un dispositivo hardware con funzione di interfaccia tra l'utilizzatore, che può essere una persona o un'altra macchina, e l'elaboratore. Scanner

19 Periferica di output in grado di visualizzare immagini e video generati da un computer. Ne esistono di diversi tipologie: CRT, LCD, al plasma e proiettori CRT LCD PROIETTORE PLASMA

20 Principale dispositivo di input di un computer per l'immissione dei dati alfanumerici. La maggior parte delle tastiere hanno un tastierino numerico sulla destra, utilizzato per digitare più velocemente i numeri. Diverse sono i tipi di configurazione della tastiera, che si differenziano nella posizione dei caratteri ausiliari, dei tasti funzione e dei tasti di modifica, mentre generalmente lettere e numeri sono distribuiti nello stesso modo.

21 E' un dispositivo in grado di inviare un input al computer in modo tale che ad un suo movimento ne corrisponda uno analogo di un indicatore sullo schermo detto cursore. Perchè il nome Mouse? A) La parola mouse (ovvero topo) in relazione alla somiglianza del dispositivo con il roditore. B) Acronimo che, a seconda delle versioni, può essere “Manually Operated User Selection Equipment” È dotato di uno o più tasti ai quali possono essere assegnate varie funzioni. I mouse si dividono in:  Meccanici (Sfera) ‏ Ormai in disuso  Ottici (fotodiodo) ‏

22 La stampante è la periferica di uscita che trasferisce su carta, o su materiali di altra natura, le informazioni digitali contenute in un computer. I parametri che caratterizzano una qualunque stampante sono essenzialmente:  il tipo di collegamento al computer (porta parallela, seriale, USB, ad infrarossi, bluetooth) ‏  Formato carta: la dimensione, lo spessore  Numero di colori primari: ovvero quanti inchiostri sono utilizzati  Risoluzione massima: il numero di punti stampabili sulla carta per unità di lunghezza Di solito si esprime in punti per pollice lineare (DPI) ‏  Velocità: il numero di pagine (normalmente A4) che può essere prodotta per unità di tempo, di solito espressa in pagine al minuto  Tempo per la prima stampa: il tempo che intercorre tra l'invio dei dati e l'avvio della prima stampa  Costo per copia stampata:

23 Ecco la panoramica delle porte presenti su un PC

24 software applicativo. Esso comprende i programmi che il programmatore realizza utilizzando le prestazioni che offre il sistema operativo e tra essi troviamo ad esempio applicazioni gestionali destinati alle esigenze specifiche di un utente o di un'azienda e tutto ciò che riguarda l'office automation. Tutte le informazioni in un computer vengono registrate e lette (a livello software) sotto forma di file Software e’ un termine generico che definisce programmi e procedure utilizzati per far eseguire al computer un determinato compito. Viene in generale suddiviso in: software di base o di sistema indispensabile al funzionamento del computer dal momento che senza di esso non sarebbe che hardware inutilizzabile. Viene identificato con il sistema operativo (abbreviato spesso nel suo acronimo SO, o all'inglese OS, operating system)

25 Software che, controlla e gestisce tutto il traffico di dati all'interno del computer e fra questo e tutte le periferiche. Opera come intermediario fra hardware ed i diversi programmi in esecuzione Un sistema operativo è composto da tre parti:  l'interfaccia utente (shell)‏  il file system  il kernel

26 L'interfaccia utente è la parte del sistema operativo dedicato al dialogo con l'utilizzatore Interfaccia di tipo GUI (Graphic User Interface - Interfaccia Grafica per l'Utente), Dove i comandi vengono dati mediante simboli grafici (Windows, Mac OS, Linux)‏ Vi sono due tipi di interfaccia utente: Interfaccia di tipo testuale dove i comandi vengono digitati direttamente sulla tastiera. (Tipica dei sistemi DOS e Unix)‏

27 Il File System è la struttura organizzativa, all’interno di un sistema operativo, che regola il funzionamento dei nomi di files, la loro memorizzazione e il loro recupero. Un file system è costituito da files, directory e da informazioni necessarie alla loro localizzazione.

28 È il programma principale di ogni computer. Attivato al momento dell'accensione il nucleo rimane in memoria fino allo spegnimento o alla riattivazione da parte dell'utente. Il nucleo gestisce tutte le unità periferiche del sistema (dischi, stampanti, video- grafici, mouse, tastiera, terminali,...) e fornisce dei modi di interazione standard che possono essere utilizzati dai programmi in esecuzione Il nucleo gestisce anche la sicurezza di accesso e la protezione dei dati.

29 Il Desktop, In italiano, "scrivania", è l'area dello schermo su cui appaiono le icone e le finestre rappresentanti le memorie di massa collegate al computer ed il loro contenuto.

30 La barra delle applicazioni e' situata in fondo al desktop e comprende anche la barra degli strumenti e l'area di notifica. Menu Start o Avvio Barra delle applicazioni Area di notifica (System Tray)‏ Per ottimizzare la barra delle applicazioni cliccare con il tasto destro del mouse sulla Barra delle applicazioni, quindi, nel menu che si apre, su Proprieta'.

31

32 Avvio veloce Menù che viene attivato dal pulsante “Start” o “Avvio” dal quale è possibile accedere ad una lista di programmi o di utilità i sistema. Tale selezione viene attivata mediante l'utilizzo del mouse Accesso ai Programmi Accesso alle risorse di sistema

33 L'icona "Risorse del computer" rappresenta il contenuto del computer ( il disco rigido, le memorie USB, i lettori CD/DVD-Rom, le applicazioni, le cartelle, i file, ecc.). Facendo doppio clic sull'icona si visualizza il contenuto. Nella parte destra è possibile individuare i dischi rigidi, i lettori e masterizzatori dvd, e le eventuali periferiche USB sono tutti contrassegnati da una lettera, nel menu è anche possibile vedere le collegate al computer, quali stampanti, scanner, e dispositivi portatili (ad esempio un palmare)‏ Nella parte sinistra della finestra è presente un menu da cui è possibile accedere ad alcune utilità, le “Proprietà di sistema”, il menu “installazione applicazioni” da cui è possibile aggiungere o rimuovere i programmi, il “Pannello di controllo”, le “Risorse di rete” e i “Documenti” Barra degli strumenti Esercitazione: Effettua l'accesso alle risorse del computer dal menu Avvio

34 La barra degli strumenti è posta nella parte superiore di ogni finestra. Consente una serie di controlli e di visualizzazioni differenti Consente di cambiare la visualizzazione dei files Consente il passaggio alla directory di livello superiore Consente di spostarsi dalla finestra precedente alla successiva Barra dell'indirizzo Attiva la funzione “Cerca” Consente l'accesso al programma “Esplora risorse” Controlli della finestra

35 La finestra "Esplora risorse" consente di visualizzare la posizione dei file e delle cartelle nel computer, per organizzare, spostare, copiare, rinominare, eliminare gli oggetti rappresentati. Le dimensioni delle due finestre possono essere modificate posizionando il puntatore del mouse sulla linea di separazione verticale, trascinandola in una nuova posizione quando la forma del puntatore diventa quella di una doppia freccia. Il simbolo (+) accanto ad una cartella indica che che la cartella ne contiene altre. Il simbolo (-) accanto ad una cartella indica che sono state visualizzate tutte le cartelle.

36 Menù che viene attivato dal pulsante “Start” o “Avvio” dal quale è possibile accedere ad una lista di programmi o di utilità i sistema. Tale selezione viene attivata mediante l'utilizzo del mouse Dal pannello di controllo è possibile effettuare la configurazione del sistema operativo Installazione Applicazioni Menu Stampanti Controlli suono e Volume Controlli Video Ecco un immagine del pannello di controllo con alcune impostazioni evidenziate.

37 Per lavorare su file e cartelle è necessario selezionarle; Windows evidenzia i file e le cartelle selezionate modificandone il colore. Il modo più semplice per selezionare un oggetto è fare clic con il mouse. Per selezionare contemporaneamente più file e cartelle esistono varie tecniche: Tenere premuto il tasti CTRL e selezionare gli oggetti desiderati. Fare clic sul primo oggetto da selezionare, tenere premuto il tasto Maiusc. e fare clic sull'ultimo file da selezionare. Trascinare il mouse fino a formare un rettangolo intorno al gruppo di oggetti che si vuole selezionare. Per selezionare tutte le cartelle e i file contenuti nella finestra, scegliere Seleziona tutto dal menu Modifica. Esercitazione: Aprire “Risorse del computer“ ed effettuare le selezioni descritte Per annullare una selezione basta fare clic in un'area vuota dello schermo. Per annullare la selezione di un singolo oggetto all'interno di un gruppo selezionato, fare clic con il mouse sull'oggetto che si vuole deselezionare tenendo contemporaneamente premuto il tasto CTRL.

38 Selezionare l'oggetto, poi scegliere Copia dal menu Modifica. Aprire la cartella o l'unità in cui si desidera collocare la copia. Scegliere Incolla dal menu Modifica. Per copiare o spostare un file o una cartella Esercitazione: Aprire “Risorse del computer“ ed effettuare le operazioni descritte Per selezionare più file o cartelle, tenere premuto CTRL e selezionare gli oggetti desiderati. Vi sono altre tecniche per spostare e copiare file o cartelle: Se si lavora nella stesso disco: Trascinando con il mouse l'oggetto in una nuova posizione lo si sposta. Trascinando con il mouse l'oggetto mentre si tiene premuto il tasto CRTL lo si copia. Se si lavora in un disco differente: Trascinando l'oggetto con il mouse lo si copia (sotto il puntatore del mouse appare il segno +). Trascinando l'oggetto con il mouse mentre si tiene premuto il tasto MAIUSC. lo si sposta.

39 Per cambiare il nome di un file o di una cartella basta fare clic sull'oggetto con il tasto destro del mouse e scegliere, nel menu di scelta rapida, la voce "Rinomina". Attorno al nome dell'oggetto appare una casella in cui è possibile inserire il nuovo nome; al termine confermare con il tasto INVIO. Si può annullare l'operazione premendo il tasto ESC o facendo clic fuori dalla casella di testo. Se invece del mouse si utilizza la tastiera, dopo aver selezionato l'oggetto bisogna premere il tasto funzione F2. Il nome può contenere fino a 255 caratteri, inclusi gli spazi, ma non può contenere i seguenti caratteri: \ / : * ? " | Per eliminare file e cartelle, basta selezionare gli oggetti e premere il tasto CANC. Per evitare eliminazioni accidentali, Windows chiede conferma dell'operazione e sposta gli oggetti nel cestino I file memorizzati nel Cestino possono essere ripristinati facendo doppio clic sull'icona del cestino, selezionando l'oggetto che si vuole recuperare con il tasto destro del mouse e scegliendo la voce "Ripristina". Per svuotare il cestino basta fare clic con il tasto destro sull'icona del cestino e scegliere l'opzione "Svuota cestino". I file eliminati dal cestino non possono essere recuperati! Esercitazione: Aprire “Risorse del computer“ ed effettuare le operazioni descritte

40 Può essere rintracciata la posizione in cui è stato memorizzato un file utilizzando l'opzione "CERCA" del menu "START" o dall'interno della finestra delle risorse del computer Nella finestra è possibile indicare il tipo di ricerca che si vuole effettuare, il nome del file oppure un testo che è contenuto nel documento che si vuole cercare. E' inoltre possibile indicare la posizione (unità o cartella) in cui effettuare la ricerca ed inserire ulteriori parametri per rendere più accurata l'individuazione del file. Esercitazione: Effettuare la ricerca di un file

41 Una cartella può essere creata sul desktop o all'interno di una finestra. Per creare una nuova cartella fare clic con il pulsante destro del mouse nella posizione in cui si vuole inserire la cartella, scegliere nel menu di scelta rapida l'opzione Nuovo e la voce Cartella. La nuova cartella viene creata con un nome provvisorio che può essere sostituito confermando l'operazione con il tasto INVIO. Il nome della cartella può contenere fino a 255 caratteri, inclusi gli spazi, ma non può contenere i seguenti caratteri: \ / : * ? " | Una nuova cartella può essere creata anche utilizzando il menu "FILE" di una finestra o di "Esplora risorse" scegliendo le opzioni "NUOVO" e "CARTELLA". Esercitazione: Creare una nuova cartella sul desktop e sul disco C:

42 In un qualsiasi sistema, ma specialmente nei personal computer, un file è un agglomerato di dati disponibile per gli utenti del sistema (ma anche per il sistema e per le applicazioni del sistema stesso) che puo’ essere manipolato come un'unica entità. Il nome del file deve essere unico all'interno della directory che lo contiene. Alcuni sistemi operativi e alcune applicazioni usano formati proprio per la creazione dei file e assegnano delle estensioni note per riconoscerli.

43 Laboratorio Informatica


Scaricare ppt "Parrocchia San Michele Arcangelo – Nocera Superiore Breve guida ai concetti di base, Hardware e Software."

Presentazioni simili


Annunci Google