La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il rapporto obbligatorio: nozione Rapporto giuridico che lega il titolare di un diritto soggettivo ad uno o più soggetti determinati tenuti ad effettuare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il rapporto obbligatorio: nozione Rapporto giuridico che lega il titolare di un diritto soggettivo ad uno o più soggetti determinati tenuti ad effettuare."— Transcript della presentazione:

1

2 Il rapporto obbligatorio: nozione Rapporto giuridico che lega il titolare di un diritto soggettivo ad uno o più soggetti determinati tenuti ad effettuare una certa prestazione a carattere patrimoniale Il diritto soggettivo che nasce dal rapporto obbligatorio è un diritto relativo

3 Fonti art – contratto (art e ss.) – fatto illecito (2043 ss.); – altri atti o fatti previsti dallordinamento giuridico (es. arricchimento senza causa: 2041)

4 Caratteristiche della prestazione art Carattere patrimoniale E suscettibile di valutazione economica La valutazione economica può derivare anche dalla natura della controprestazione Risponde ad un interesse del creditore Lintesse può essere anche non patrimoniale

5 Il contenuto del rapporto obbligatorio Il contenuto risulta dal titolo, cioè dalla fonte (art. 1173). Vi è però una clausola generale che si applica a tutti i rapporti obbligatori: il debitore è tenuto a comportarsi secondo correttezza: art

6 Obbligazioni di mezzi e obbligazioni di risultato Obbligazione RisultatoMezzi Il contenuto della prestazione è definito indicando il risultato che il debitore deve conseguire Il contenuto della prestazione è definito indicando la condotta che il debitore deve tenere

7 Le modalità di adempimento natura della prestazione accordo (titolo) circostanze usi criteri legali

8 I criteri legali per la determinazione del luogo di adempimento I criteri legali - cosa certa e determinata: luogo in cui si trovava la cosa quando lobbligazione è sorta - denaro domicilio del creditore - altre ipotesi domicilio del debitore

9 Segue: il tempo delladempimento Il tempo delladempimento art regola generale: la prestazione deve essere eseguita immediatamente eccezioni -u-usi; natura; modalità della prestazione - termine determinato dalle parti A favore del debitore A favore del creditore Il creditore non può pretendere ladempimento prima della scadenza Il debitore non può pretendere di adempiere prima della scadenza Il pagamento prima della scadenza (art. 1185, 2° comma; art. 2041) La decadenza dal termine (art. 1186)

10 Le modalità di estinzione diverse dalladempimento La novazione art Aliquid novi - Animus novandi oggetto titolo La novazione deve essere distinta dalla datio in solutum (prestazione in luogo delladempimento) art. 1197

11 segue La remissione art La compensazione art La confusione art Impossibilità sopravvenuta art legale giudiziale volontaria Debiti reciproci omogenei liquidi ed esigibili

12 Linadempimento: la responsabilità contrattuale Responsabilità che deriva dallinadempimento di una obbligazione Da non confondere con la Responsabilità extracontrattuale: responsabilità da fatto illecito: art c.c.

13 Presupposti art Il debitore risponde dellinadempimento a meno che non provi – Limpossibilità della prestazione – La casusa a lui non imputabile dellimpossibilità

14 Impossibilità Oggettiva Relativa Il parametro della diligenza di cui allart irrilevanza dellimpossibilità soggettiva non necessità di una impossibilità assoluta

15 La determinazione del danno risarcibile art Conseguenze dellinadempimento Sono risarcibili i danni legati allinadempimento da un nesso di causalità Deter minazi one Danno emergente Lucro cessante Teoria della differenza

16 La determinazione del danno risarcibile art Conseguenze dellinadempimento - Immediate e dirette Non tutte le conseguenze sono risarcibili ma solo quelle normali a fronte dellinadempimento Determinazione 2

17 La determinazione del danno risarcibile art Conseguenze Immediate e dirette Non è risarcibile Il danno Imprevedibile art Il danno Evitabile Art. 1227, 2° c. Determinazione 3

18 determinazione 4 Il concorso del creditore (art. 1227, 1° comma) Diminuzione del risarcimento proporzionale alla gravità della colpa e allentità delle conseguenze

19 Il risarcimento del danno da inadempimento delle obbligazioni pecuniarie Obbligazioni che hanno per oggetto una determinata quantità di denaro (art. 1277) Il principio nominalistico (art. 1277) Gli interessi corrispettivi (art. 1282) La misura degli interessi e il saggio legale art Interessi dovuti su somme di denaro liquide ed esigibili Lammontare del debito non dipende dal potere dacquisto Il divieto di anatocismo Lart. 120 del TUB Il risarcimento del danno da inadempimento delle obbligazioni pecuniarie Nozione: Disciplina

20 Il risarcimento del danno da inadempimento delle obbligazioni pecuniarie 2 art Presunzione (iuris et de iure) che il danno sia almeno pari agli interessi legali o agli interessi dovuti prima dellinadempimento Interessi moratori La possibilità di provare il maggior danno Il problema del danno da svalutazione monetaria

21 La mora del debitore art Presupposti mora per intimazione mora automatica - fatto illecito - dichiarazione del debitore di non voler adempiere - obbligazioni da eseguirsi presso il domicilio del creditore dopo la scadenza del termine Lipotesi delle obbligazioni pecuniarie art. 1182, 3° c comunque la mora non si verifica se vi è stata unofferta (anche non formale) della prestazione (art. 1220)

22 Effetti della mora del debitore passaggio del rischio (art. 1221) obbligo di risarcire il danno da ritardo

23 La mora del creditore Presupposti rifiuto di ricevere la prestazione da parte del creditore o difetto di collaborazione (art. 1206) assenza di un motivo legittimo del rifiuto (art. 1206) offerta formale (art e 1209) offerta reale cose da consegnare al domicilio del creditore offerta per intimazione cose da consegnare in un luogo diverso e consegna di immobili comunque lofferta deve essere effettuata tramite un pubblico ufficiale

24 Gli effetti della mora del creditore art Passaggio del rischio Non sono più dovuti i frutti Non sono più dovuti gli interessi Raccordo con gli artt e 1463 Raccordo con lart Obbligo di risarcire il danno

25 Il deposito Presupposti (art e 1212) Rifiuto dellofferta formale La possibilità di un deposito sulla base di una offerta non formale: produzione degli effetti della mora dal giorno del deposito (art. 1214) Intimazione (art. 1212, n.1) Consegna in un luogo indicato dalla legge o dal giudice Verbale di deposito redatto da un pubblico ufficiale (art. 1312, n.3) Per gli immobili il deposito è sostituito dalla nomina di un sequestratario

26 Effetti del deposito Liberazione del debitore art. 1210, 2° comma

27 Modificazioni soggettive: cessione del credito art c.c. Il momento perfezionativo della cessione La distinzione fra cessione pro soluto e cessione pro solvendo Il caso della cessione del credito in luogo delladempimento (art. 1198) La garanzia per lesistenza del credito La cessione si perfeziona nel momento dellaccordo fra cedente e cessionario. Il debitore ceduto subisce la cessione. La notifica al debitore ceduto Opponibilità della cessione - al ceduto -allacquirente del medesimo credito - ai creditori

28 Modificazioni dal lato passivo Il rilievo del consenso del creditore DELEGAZIONE Contratto trilaterale fra debitore (delegante), creditore (delegatario) e terzo (delegato)

29 I diversi tipi di delegazione Cumulativa Liberatoria A pagare A promettere Pura Titolata Il rapporto con il debito solidale Lesempio costituito dallassegno bancario Linsolvenza del nuovo debitore (art. 1274)

30 Il regime delle eccezioni nella delegazione I rapporti sottostanti alla delegazione Delegante Delegato Delegatario Valuta Provvista Finale

31 Espromissione e accollo ESPROMISSIONE (art. 1272) Rapporto fra terzo e creditore ACCOLLO (art Rapporto fra debitore e terzo Cumulativa Liberatoria Debito solidale Interno Esterno Liberatorio Cumulativo Debito solidale Lapplicabilità dellart Lo schema del contratto a favore del terzo (art. 1411)


Scaricare ppt "Il rapporto obbligatorio: nozione Rapporto giuridico che lega il titolare di un diritto soggettivo ad uno o più soggetti determinati tenuti ad effettuare."

Presentazioni simili


Annunci Google