La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ORDINE DEL GIORNO: 1.Corso FAD e corsi locali 2.Progetti di ricerca: lavori a sottogruppi 3.Organizzazione seconda edizione del World Sepsis Day 13 Settembre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ORDINE DEL GIORNO: 1.Corso FAD e corsi locali 2.Progetti di ricerca: lavori a sottogruppi 3.Organizzazione seconda edizione del World Sepsis Day 13 Settembre."— Transcript della presentazione:

1 ORDINE DEL GIORNO: 1.Corso FAD e corsi locali 2.Progetti di ricerca: lavori a sottogruppi 3.Organizzazione seconda edizione del World Sepsis Day 13 Settembre Comunicazioni sui rapporti con altre società SECONDA RIUNIONE: 31Maggio 2013, 13:30-15:00 Istituto Statale S. Annunziata al Poggio Imperiale TUSCANY CCG XVI Annual Meeting Gruppo di studio SIAARTI Infezioni e Sepsi in Terapia Intensiva Area Culturale: Terapia Intensiva Firenze 31 Maggio 2013

2 1.Corso FAD e corsi locali Gruppo di studio SIAARTI Infezioni e Sepsi in Terapia Intensiva Area Culturale: Terapia Intensiva Firenze 31 Maggio 2013 CORSO DI FORMAZIONE ITINERANTE TITOLO: Infezioni e sepsi in Terapia Intensiva: dalla prevenzione al trattamento del paziente con shock. RAZIONALE: l’obiettivo è quello di affrontare in maniera estesa ed interdisciplinare argomenti di interesse quotidiano per l’anestesista/rianimatore e di grande impatto clinico. La complessità del problema prevede conoscenze specifiche ed aggiornamento continuo sia nella prevenzione che nella terapia infezioni in TI. Il corso, organizzato a moduli, è suddiviso in 2 tempi distinti che possono essere sviluppati anche singolarmente o in edizioni differenti. Il primo tempo è caratterizzato dalla multidisciplinarietà degli argomenti e può interessare medici di diverse specialità. Il secondo tempo, invece, è un approfondimento specifico per medici che si occupano di pazienti critici.

3 Gruppo di studio SIAARTI Infezioni e Sepsi in Terapia Intensiva Area Culturale: Terapia Intensiva Firenze 31 Maggio Corso FAD e corsi locali PROGRAMMA (Primo Tempo) Infezioni ed antibiotici MODULO 1: Epidemiologia e prevenzione (2-3 H) Epidemiologia delle infezioni in TI: orientamento sul ruolo del sito di infezione e della popolazione in cura. (Gullo) Stato dell’arte sulla prevenzione della VAP: quali strategie efficaci (Silvestri) Missione zero infezioni da catetere vascolare (Monastra, Murino) Come gestisco i pazienti portatori di MDR nella mia TI (TBA) MODULO 2: Diagnosi (2 H) Quali indagini microbiologiche in pazienti semplici e complessi (Rossolini) Diagnosi microbiologica in tempo reale: sogno o realtà (TBA) Marcatori clinici e biologici nella diagnosi e nella terapia (Malacarne) Lettura dell’antibiogramma: perle ed errori (Gesu) MODULO 3 Buon Uso antibiotici (3-4 H) Antibiotici nel mio paziente: quanto serve per raggiungere l’obiettivo (Dalfino) Pratica nella terapia empirica delle infezioni severe comunitarie e nosocomiali (TBA) Regole della terapia mirata in TI: de- escalation e sospensione (TBA) Regole della terapia mirata in TI: cosa faccio nel paziente che non migliora. (TBA) Terapia antifunginea nel paziente critico: presto ma non troppo (Pasero) Parliamo di MDR: KPC e i suoi fratelli. (Viale)

4 Gruppo di studio SIAARTI Infezioni e Sepsi in Terapia Intensiva Area Culturale: Terapia Intensiva Firenze 31 Maggio Corso FAD e corsi locali (Secondo Tempo) Sepsi severa e shock settico MODULO 1: Rianimazione precoce: la chiave del successo (2-3 H) Come identificare il paziente a rischio: regole semplici e complesse (TBA) Fluidi I: dammi un tempo ed un obiettivo (TBA) Fluidi II: tutti i fluidi sono uguali ? (Zanello) Fluidi III: tutti i pazienti sono uguali ? (TBA) MODULO 2: Il paziente in Terapia Intensiva (3-4 H) Terapia vasoattiva: abitudine ed evidenza (TBA) Terapia inotropica: cosa sappiamo e cosa facciamo (Morelli) Monitoraggio non emodinamico: oltre le barriere (Donati) Terapie aggiuntive standard: cosa ci rimane oggi (Tulli) Vizi e virtù delle tecniche extracorporee (Piccinini) Qualche idea nuova: cosa bolle in pentola (TBA) MODULO 3: Come ridurre la mortalità: pensieri ed azioni (2 H) Programmi di Stewardship per sepsi: metodi e risultati (Girardis) Dalla identificazione alla cura: chi fa cosa (TBA) Cosa serve nel mio ospedale: proposte semplici e pratiche (Monti GPaola) Cosa succede ai pazienti con shock settico dopo la TI ? (TBA)

5 2.Progetti di ricerca: lavori a sottogruppi Gruppo di studio SIAARTI Infezioni e Sepsi in Terapia Intensiva Area Culturale: Terapia Intensiva Firenze 31 Maggio 2013 Sepsi Infezione Tipo di studioBase DatiPrioritàFattibilità Partecipazione /dati Coordinatori Utilizzo delle tecniche extracorporee come terapia aggiuntiva nella sepsi Sepsi Survey (ITA/EUR) [1] Retrospettivo [1] Prospettico Osserv. [2] Survey monkeys (TO DO) Centri Gds; Database elettronico (TO DO) (coinvolgimento nefrologi riferimento ) Alta [7] Media [3] Bassa Alta [6] Media [2] Bassa [3] Monti Malacarne Tetamo Biancofiore Piccinini Barbagallo Brienza Faenza Monti G Forfori Monti Utilizzo del TEG/ROTEM nel paziente critico con sepsi severa SepsiProspettico osservazionale [1] (con richiesta fondi specifici) 5-10 Centri partecipantiAlta [7] Media [2] Bassa Alta [3] Media [5] Bassa [2] Forfori Pasero Malacarne Tetamo Biancofiore Barbagallo Murino Monastra Faenza Monti G Pasero Forfori Barbagallo

6 2.Progetti di ricerca: lavori a sottogruppi Gruppo di studio SIAARTI Infezioni e Sepsi in Terapia Intensiva Area Culturale: Terapia Intensiva Firenze 31 Maggio 2013 Sepsi Infezione Tipo di studioBase DatiPrioritàFattibilità Partecipazione /dati Coordinatori Fattori di rischio per infezioni da germi produttori di KPC in pazienti critici Infezion e Retrospettivo [1] Prospettico [1] Centri GdS; Database elettronico (TO DO) Alta [6] Media [3] Bassa [1] Alta [4] Media [5] Bassa [1] Forfori Pasero Monti Malacarne Tetamo Biancofiore Barbagallo Brienza Monti G Pasero Pratica clinica della de-escalation nel paziente ricoverato in TI Infezion e Survey (ITA/EUR) [2] Retrospettivo [1] Prospettico Osserv. [1] Survey monkeys (TO DO) [2] Centri Gds; Database elettronico (TO DO) Alta [4] Media [4] Bassa [2] Alta [6] Media [2] Bassa [2] Forfori Pasero Monti Tetamo Biancofiore Pezzi Barbagallo Brienza Monti G

7 2.Progetti di ricerca: lavori a sottogruppi Gruppo di studio SIAARTI Infezioni e Sepsi in Terapia Intensiva Area Culturale: Terapia Intensiva Firenze 31 Maggio 2013 Sepsi Infezione Tipo di studioBase DatiPrioritàFattibilità Partecipazione /dati Coordinatori Sviluppo di ipertensione addominale nel paziente con shock settico Sepsi Retrospettivo [2] Prospettico Osservaz [2] Centri Gds; Database elettronico (TO DO) [1] Alta [4] Media [3] Bassa [3] Alta [6] Media [2] Bassa [2] Forfori Pezzi Barbagallo Murino Monastra Brienza Faenza Tetamo Biancofiore Brienza Risorse logistiche/organizz ative Ospedaliere per gestione paziente con sepsi grave SepsiSurvey (ITA)Survey monkeys (TO DO)Alta [5] Media [2] Bassa [2] Alta [6] Media [2] Bassa [1] Monti Tetamo Biancofiore Pezzi Barbagallo Faenza Monti G Monti

8 2.Progetti di ricerca: lavori a sottogruppi Gruppo di studio SIAARTI Infezioni e Sepsi in Terapia Intensiva Area Culturale: Terapia Intensiva Firenze 31 Maggio 2013 Sepsi Infezione Tipo di studioBase DatiPrioritàFattibilità Partecipazione /dati Coordinatori Resuscitazione fluidica precoce nel paziente con sepsi: ecografia vs CVP Sepsi Prospettico interventistico [1] (con richiesta fondi specifici) 5-10 Centri partecipanti Alta [4] Media [3] Bassa [3] Alta [4] Media [4] Bassa [3] Forfori Pasero Monti Malacarne Tetamo Piccinini Pezzi Faenza Monti G Monti Relazione tra livelli e variabilità del glicemia e sviluppo di infezioni nel paziente critico SepsiRetrospettivo [1] Prospettico Osserv [2] Centri Gds; Database elettronico (TO DO) [1] Alta [3] Media [4] Bassa [2] Alta [5] Media [2] Bassa [2] Forfori Pasero Malacarne Tetamo Pezzi Barbagallo Faenza Donati Faenza

9 2.Progetti di ricerca: lavori a sottogruppi Gruppo di studio SIAARTI Infezioni e Sepsi in Terapia Intensiva Area Culturale: Terapia Intensiva Firenze 31 Maggio 2013 Sepsi Infezione Tipo di studioBase DatiPrioritàFattibilità Partecipazione /dati Coordinatori Strategia d’uso e dosi dei B-lattamici in pazienti critici: studio farmacocinetico e di efficacia clinica Infezion e Prospettico interventistico (con richiesta fondi specifici) [1] 5-10 Centri partecipanti; (coinvolgimento Infettivologi e farmacologi ) Alta [3] Media [3] Bassa [4] Alta [2] Media [2] Bassa [4] Forfori Pasero Malacarne Tetamo Biancofiore Faenza Pasero Monti G Infezioni da germi MDR nelle TI Italiane Infezion e Analisi retrospettiva Petalo infezioni GIVITI ( ) Petalo infezioni GIVITI (ultimi 5 anni ?) (coinvolgimento CTS GIVITI) Alta [2] Media [4] Bassa [2] Alta [4] Media [4] Bassa -

10 2.Progetti di ricerca: lavori a sottogruppi Gruppo di studio SIAARTI Infezioni e Sepsi in Terapia Intensiva Area Culturale: Terapia Intensiva Firenze 31 Maggio 2013 Sepsi Infezione Tipo di studioBase DatiPrioritàFattibilità Partecipazione /dati Coordinatori Effetti sul microcircolo del riempimento volemico con diversi tipi di fluidi Sepsi Prospettico interventistico (con richiesta fondi specifici) 5 Centri partecipanti Alta [2] Media [4] Bassa [2] Alta [1] Media [3] Bassa [4] Forfori Tetamo Pezzi Barbagallo Donati Immunocompetenz a e sviluppo di sepsi severa nei pazienti con infezioni comunitarie ricoverati in Ospedale Infezion e Prospettico osservazionale 5-10 Centri partecipanti (coinvolgimento ED ed immunologi ) Alta Media [2] Bassa [6] Alta Media [3] Bassa [4] Monti G

11 FASE 1 OSSERVAZIONALE RESTROSPETTIVA: RACCOGLIERE ED ANALIZZARE DATI SULL’ATTUALE UTILIZZO DEGLI INOTROPI NELLO SHOCK SETTICO ESPLORARE E DISCUTERE UN PROTOCOLLO COMUNE FASE 2 PROSPETTICA: RACCOGLIERE ED ANALIZZARE I DATI OTTENUTI SULLA BASE DEL PROTOCOLLO COMUNE Raccomandazione GRADO 1C LG SSC: Uso di Dobutamina in presenza di disfunzione miocardica Inotropic Therapy 1.A trial of dobutamine infusion up to 20 micrograms/kg/min be administered or added to vasopressor (if in use) in the presence of (a) myocardial dysfunction as suggested by elevated cardiac filling pressures and low cardiac output, or (b) ongoing signs of hypoperfusion, despite achieving adequate intravascular volume and adequate MAP (grade 1C). 2.Not using a strategy to increase cardiac index to predetermined supranormal levels (grade 1B). GL SSC 2012 Pochi dati sull’attuale uso degli inotropi nello shock settico (Dobutamina, Levosimendan, Inibitori delle fosfodiesterasi III) Gruppo di studio SIAARTI Infezioni e Sepsi in Terapia Intensiva Area Culturale: Terapia Intensiva Firenze 31 Maggio 2013 I FARMACI INOTROPI NELLO SHOCK SETTICO RAZIONALE DEL PROGETTO

12 Gruppo di studio SIAARTI Infezioni e Sepsi in Terapia Intensiva Area Culturale: Terapia Intensiva Firenze 31 Maggio 2013 I FARMACI INOTROPI NELLO SHOCK SETTICO

13 FASE PROSPETTICA: RACCOLTA E ANALISI DATI OTTENUTI SULLA BASE DI UN PROTOCOLLO COMUNE I FARMACI INOTROPI NELLO SHOCK SETTICO RACCOLTA DATI OSSERVAZIONALE Gruppo di studio SIAARTI Infezioni e Sepsi in Terapia Intensiva Area Culturale: Terapia Intensiva Firenze 31 Maggio 2013

14 Gruppo di studio SIAARTI Infezioni e Sepsi in Terapia Intensiva Area Culturale: Terapia Intensiva Firenze 31 Maggio Organizzazione seconda edizione del World Sepsis Day 13 Settembre 2013 Rapporti con l’iniziativa: 1.Sign the World Sepsis Day declaration: Sarebbe bello se tutti i singoli ospedali firmassero la World Sepsis Day Declaration e si unissero così ufficialmente il movimento globale. day.org/WSD/en/Our+goals+by+2020/The+Declaration?sid=lKl0F1CRM5ioYxb0z 5GmTM&iid=6 2.Tool kit (da tradurre) materiale per supportare le iniziative locali (lettere pre-elaborate, pocket cards, immagini, serie di banner digitali per i singoli siti web). Immagini fornite come file Photoshop aperti per l’adattamento in italiano - o nel caso in cui si desidera utilizzarli in inglese ci sarà disponibile nei formati standard (png e jpeg). 3.Web-site il sito ufficiale verrà rilanciato in 4-5 settimane: fornire informazioni su iniziative in Italia che verranno pubblicate sul sito e disponibilità a tradurre lo stesso in italiano. 4.Possibilità di acquistare gadgets da distribuire durante gli eventi World Sepsis Day // Head Office

15 4.Comunicazioni sui rapporti con altre società ESICM WG SIS Ricard Ferrer Roca, MD PhD Head of Intensive Care Department Mutua Terrassa University Hospital Pl. Dr. Robert, Terrassa. Barcelona T , ext 1247 F roca/51/a60/766/en Monitoring resuscitation in severe sepsis and septic shock (MORESS) Studio multicentrico prospettico randomizzato Pazienti adulti, shock settico Obiettivo: valutare se la rianimazione fluidica guidata da parametri dinamici migliora l’outcome nei pazienti con sepsi grave e shock settico, limitando gli effetti deleteri del sovraccarico di liquidi. Outcomes: riduzione relativa del 10% della mortalità. LOS Durata VM Tempo di deshockaggio LOS in ospedale Disfunzioni d’organo Funzionalità renale Gruppo di studio SIAARTI Infezioni e Sepsi in Terapia Intensiva Area Culturale: Terapia Intensiva Firenze 31 Maggio 2013

16 4.Comunicazioni sui rapporti con altre società ESICM – SSC Andrew Rhodes FRCP FRCA FFICM Clinical Director of Critical Care. St George's Healthcare NHS Trust, London, SW17 0QT, UK T: | E: Dopo la pubblicazione delle nuove linee guida 2012, le società hanno quindi firmato una nuova dichiarazione che si propone di continuare a migliorare la cura dei pazienti con sepsi severa. Questa dichiarazione può essere visionata a questa pagina web: “E’ importante capire l'effetto di questa campagna ha avuto in alcune parti del mondo, con le parti degli Stati Uniti (stato di New York, per esempio) sulla strada per rendere obbligatorio l'approccio bundle per tutti gli ospedali. Abbiamo bisogno del vostro aiuto per sviluppare le reti in Europa per raccogliere dati su come i nostri ospedali stanno trattando i pazienti con sepsi e anche per incoraggiare le iniziative di miglioramento delle prestazioni che consentiranno una migliore assistenza e con essa migliori risultati. Inizieremo a raccogliere dati tramite un database in rete.” Gruppo di studio SIAARTI Infezioni e Sepsi in Terapia Intensiva Area Culturale: Terapia Intensiva Firenze 31 Maggio 2013


Scaricare ppt "ORDINE DEL GIORNO: 1.Corso FAD e corsi locali 2.Progetti di ricerca: lavori a sottogruppi 3.Organizzazione seconda edizione del World Sepsis Day 13 Settembre."

Presentazioni simili


Annunci Google