La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

GRUPPO TELECOM ITALIA Telecom Italia Information Technology Srl Incontro con OO. SS./RSU 4 Marzo 2015.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "GRUPPO TELECOM ITALIA Telecom Italia Information Technology Srl Incontro con OO. SS./RSU 4 Marzo 2015."— Transcript della presentazione:

1 GRUPPO TELECOM ITALIA Telecom Italia Information Technology Srl Incontro con OO. SS./RSU 4 Marzo 2015

2 Andamento dell’organico nel 2014 ORGANICO TI.IT VARIAZIONI IN / OUT ingresso Sparkle di cui 30 assunzioni da Mercato cessazioni per mobilità 2

3 Internalizzazioni 2013 /14 3 Closing 2013 Closing 2014 Realizzate al 12/2014 DEMAND & SERVICE MGNT ADM (*)366 INFRASTRUCTURE ARCHITECTURE-11 TECHNICAL SECURITY13215 OPERATIONS SUPPORT16- TOTALE (*)583 (*) Comprese 51 unità perimetro IT Sparkle conferito il cui costo (3 mln €) è stato completamente assorbito dal CdL TI.IT closing 2014 senza trasferimento da TI spa

4 Sviluppo competenze nel 2014 FORMAZIONE Giornate/persona di partecipazione: (*) Iscrizioni/aliquote : Giornate docenza: Eventi/edizioni: 588 GG formazione pro-capite: 4,5 Coverage: 48% (*) di cui:  gg. di formazione tecnico-specialistica  gg. di formazione manageriale  gg. di formazione istituzionale (Privacy, Modello 231, CMMI, H&S, Processi TIIT, Mod. di Funz.) Previsione 2015:

5 Indicatori di qualità del ciclo produttivo DIFETTOSITÀ SW IN ESERCIZIO FIRST CALL RESOLUTION RATE RISPETTO TEMPI DI DELIVERY DISPONIBILITÀ APPLICAZIONI IT IN ESERCIZIO 5

6 Innovazione/ cambiamento 5 La strategia evolutiva dell’IT si fonda su 4+1 linee d’azione Business Enablement Efficienza Tecnologia Modello Operativo  Ottimizzazione dei running costs, riduzione dei costi fissi per “portare il TCO a livello delle best practice dell'industry“ 1  Continuare la trasformazione delle infrastrutture per renderle sempre più efficienti ed elastiche  Trasformare il legacy garantendo la continuità del business tradizionale  Implementare le capabilities (cloud, big data e digitai customer engagement) 1 necessarie per la Digital Telco e per i nuovi servizi di rete  Fare leva sugli sviluppi tecnologici per evolvere l’infrastruttura in ottica Cloud, Big Data, Open Source  Avviare rapidamente la transizione verso una IT multi- modale capace di specializzare processi interni, skills e organizzazione per le attività Core Telco “industrializzata” vs Digital ed aumentare la produttività interna 1 Estratto da lettera CEO ”Avvio del processo di pianificazione strategica del gruppo telecom italia ” 6

7 ,9 % - 7,4 % Piano IT Tra - - Razionalizzazion e / Evoluzione Sistemi Macro Direttrici Trasformazione Evoluzione Running -6% - 58% -21% Capex Opex % = Variazione 2017 vs Closing 2014 Dati in mln€ - 25,1% = CAGR ,3 %

8 Ottimizzazioni da realizzare con Telecom Italia  Razionalizzazione dei perimetri di attività tra TIIT Srl e le Funzioni di TI Spa, Network/TiLab  Realizzazione di internalizzazioni nell’area Commercial di TI Spa con il supporto di TIIT Srl  Riorganizzazione delle attività di Security del Gruppo Telecom Italia 8

9 Ottimizzazione vs Network/TiLab 9

10 Contesto di riferimento 10  Technology e TIIT, nel corso del 2014, hanno costituito uno specifico tavolo di lavoro per approfondire alcuni ambiti di presidio delle due strutture e verificare la possibilità di razionalizzare e rendere più efficace la ripartizione delle attività, dei ruoli e delle risorse economiche attualmente assegnate.  L’evoluzione delle tecnologia ha reso infatti sempre più sfumata la separazione tra oggetti di «network» e strato «software». Questa separazione non rappresenta più una discriminante sufficiente per la corretta attribuzione dei relativi perimetri tra Technology e TIIT.  L’analisi è stata anche l’occasione per rifocalizzare Technology e TIIT sui rispettivi mandati/responsabilità atteso che la tecnologia oggi non è più un driver reale di progetto vista la pervasività del software in tutti gli ambienti tecnologici.

11 Driver ed ambiti d’intervento Drivers del progetto sono: Concentrare ambiti/processi per – garantire accountability – Incrementare l’efficacia dei processi decisionali – Incrementare la qualità e migliorare la gestione dei costi Favorire l’evoluzione tecnologica delle reti garantendo l’utilizzo integrato con le tecnologie dei sistemi Garantire coerenza alle evoluzioni di architettura delle reti e dei prodotti Specifici ambiti d’intervento sono: Ricondurre verso Network&TILab gli Operation Support Systems (ossia, sistemi di gestione) - attualmente gestiti da IT - che hanno una stretta relazione con gli apparati di rete Ricondurre verso IT sistemi e/o attività – attualmente gestiti da Network&TILab - più vicine alla gestione dei clienti o alle attività operative nei data center Ottimizzare le interazioni tra i sistemi di responsabilità IT e quelli a responsabilità Network&TILab, con possibilità di migliorare i singoli ambiti di operatività e consentire l’evoluzione delle prestazioni di rete indipendentemente dai sistemi di gestione dei clienti. 11

12 12 Schema confluenze: IT  Network&TILab 63 risorse interessate G. R. Opilio OPERATIONS G. Styf Sjöman* Engineering & TILab Network Information Technology G. Pancaccini Network & Service Management Systems G. Lepidi G. Ferigo G. Crocetti Development & Maintenance x. Di Lello Applications Development & Management x. Solari OSS x. Gigli IT Infrastructure x. Di Lello 39 risorse 24 risorse 28 risorse ATTIVITA’ di Ingegneria, sviluppo e testing 11 risorse ATTIVITA’ di GA 35 risorse Planning & Operations Evolutions C. Filangieri 24Risorse ATTIVITA’ di GS Sedi TI.IT interessate: Roma, Napoli, Trento, Palermo, Firenze, Milano, Torino, Venezia Livelli inquadramentali del personale interessato: prevalentemente dal 5 al 7

13 13 G. R. Opilio OPERATIONS Network Information Technology G. Pancaccini G. Ferigo G. Crocetti Development & Maintenance Ex Transport & Data x. Di Lello Applications Development & Management x. Solari OSS x. Gigli IT Infrastructure x. Di Lello 5 risorse G. Styf Sjöman* Engineering & TILab E. Bagnasco Video & Service Platforms F. Silvestri, G. Ensoli Ex Wireline Services Ex Wireless Services 5 risorse interessate Planning & Operations Evolutions C. Filangieri 5 risorse ATTIVITA’ di Gestione Lan Corporate Schema confluenze: Network&TILab  IT ATTIVITA’ Ingegneria, Sviluppo, Test su Piattaforme di Servizio ATTIVITA’ di GA/GS su Piattaforme di Servizio

14 Ottimizzazione vs Security 14

15 Razionali Le ipotesi di confluenza, per la definizione del nuovo modello di gestione dei processi di sicurezza tecnica, di Business Continuity e degli Incident di sicurezza si articolerà su tre direttrici principali:  deployment della funzione Group Business Assurance, incentrato sulle tematiche della sicurezza tecnica (definizione policy e procedure e conseguente verifica dell’applicazione) e della business continuity;  attribuzione alla funzione Security delle responsabilità inerenti la gestione degli Incident di sicurezza, tramite la costituzione di un presidio dedicato;  focalizzazione della funzione Technical Security di TI Information Technology sulle attività di supporto alle fabbriche IT nelle fasi di analisi operativa dei rischi, realizzazione e delivery. Le ipotesi di confluenza, per la definizione del nuovo modello di gestione dei processi di sicurezza tecnica, di Business Continuity e degli Incident di sicurezza si articolerà su tre direttrici principali:  deployment della funzione Group Business Assurance, incentrato sulle tematiche della sicurezza tecnica (definizione policy e procedure e conseguente verifica dell’applicazione) e della business continuity;  attribuzione alla funzione Security delle responsabilità inerenti la gestione degli Incident di sicurezza, tramite la costituzione di un presidio dedicato;  focalizzazione della funzione Technical Security di TI Information Technology sulle attività di supporto alle fabbriche IT nelle fasi di analisi operativa dei rischi, realizzazione e delivery. 15

16 MODELLO AS IS 1. Trasformazione delle Policy aziendali in procedure operative per garantire il rispetto di Normative, standard, Certificazioni nello sviluppo/esercizio di sistemi/piattaforme ICT (limitatamente al perimetro SOC) 2. Stesura e revisione delle procedure tecniche di sicurezza (limitatamente al perimetro SOC) 3. Esecuzione dell’impact analysis sul parco applicativo installato a fronte dell’emissione di nuove Normative ( es.Privacy, Garante, ISO 27001e Certificazioni PCI, CSA). 4. Coordinamento delle attività operative TIIT (timing, remediation plan, ecc) per l’Autovalutazione delle Misure Minime di Sicurezza (MiMiP) 5. Coordinamento dell’esecuzione dei controlli SOX e delle attività di mapping/analisi ai fini 231 in ambito TIIT/TS Technical Security TS - DEMAND & RISK MANAGEMENT - TECHNICAL PROCEDURES TS - DEMAND & RISK MANAGEMENT - DEMAND SECURITY & COMPLIANCE 1. Valutazione della criticità intrinseca (VCI) di sistemi e piattaforme ICT 2. Definizione dei requisiti tecnici di sicurezza da attribuire ai nuovi servizi/sistemi/piattaforme ICT (contributo tecnico di sicurezza allo shaping tecnico) 3. Pianificazione annuale degli Assessment Tecnici 4. Programmazione attività di Risk Management in ambito TI.IT (Rev Periodica Profili Sicurezza, Crash Program Trasversali ai domini TIIT, Ass Tecnici Sic) 5. Programmazione delle evoluzioni delle soluzioni di sicurezza centralizzate 6. Gestione dei parametri di sicurezza associati ai sistemi presenti nel Catalogo Sistemi IT di sicurezza TS – SOC - VERIFICHE TECNICHE DI SICUREZZA 1. Controlli in fase di delivery (es. sviluppo sicuro del codice, verifica dello stato di attivazione dei processi di security con facoltà di negare l’autorizzazione al passaggio in esercizio a fronte di situazioni particolarmente critiche) 2. Controllo relativo alla gestione delle regole Firewall, per abilitare «rotte» e visibilità di sistemi o reti e ne effettua dal punto di vista della sicurezza 3. Assessment di sicurezza (Penetretion Test, Vulnerability Assessment per certificazioni) TS – SOC - SECURITY MONITORING & INCIDENT HANDLING 1. Monitoraggio H24 della sicurezza della rete pubblica di telecomunicazione, dei data center e della rete di gruppo. 2. Gestione degli incidenti di sicurezza in stretto raccordo con le funzioni di esercizio di IT e Network, il NOC e la Control Room Mercato. 3. Erogazione su commessa della funzione Business del servizio di protezione anti DDOS rivenduto dalla BU ai principali imprese e banche italiane. 4. Supporto SAG: Predisposizione progetti tecnici per l’esecuzione di ordini dell’AG quando questi richiedano l’installazione in rete di particolari apparati coordinando tutte le competenti strutture tecniche di Telecom Italia. 5. Supporto SAG: In esecuzione di ordini dell’AG, effettua tracciamenti statistici su lungo periodo. Attività in confluenza verso Group Business Assurance HP confluenze da TI.IT a TI. SEC. Attività in confluenza verso Security Ca 1-2 FTE Ca 3-4 FTE 6 FTE 16 FTE 16

17 Personale TI.IT coinvolto 17 Le sedi prevalentemente impattate sono Roma e Milano Gli inquadramenti del personale interessato sono compresi tra i livv. 5 e 7Q;

18 Ottimizzazione vs Commercial 18

19 S. Battiferri BUSINESS E. Spigno Engineering & Service Management F. Broccolini Engineering & Competence Center F. Massafra Cloud Architecture & Nerwork Engineering M. Zigrossi Process & System Engineering G. R. Opilio OPERATIONS Information Technology G. Pancaccini 82 fte di cui 15 Analisti 67 Programmatori 82 fte di cui 15 Analisti 67 Programmatori 41 fte di cui 7 Analisti 34 Progammatori 41 fte di cui 7 Analisti 34 Progammatori 41 fte di cui 8 Analisti 33 Programmatori 41 fte di cui 8 Analisti 33 Programmatori Razionali ESIGENZA Sviluppare le piattaforme tecnologiche per i servizi commercializzati ai più importanti clienti Business - Pubblici e Privati - di Telecom Italia Internalizzare attività per mantenere all’interno dell’Azienda il know how necessario per la replicabilità delle offerte. FABBISOGNO 82 fte DOVE In Business. Engineering & Service Management - Engineering & Competence Center ESIGENZA Sviluppare le piattaforme tecnologiche per i servizi commercializzati ai più importanti clienti Business - Pubblici e Privati - di Telecom Italia Internalizzare attività per mantenere all’interno dell’Azienda il know how necessario per la replicabilità delle offerte. FABBISOGNO 82 fte DOVE In Business. Engineering & Service Management - Engineering & Competence Center TI INFORMATION TECHNOLOGY Attualmente le ricerche delle candidature sono prevalentemente indirizzate a Bari, Napoli e Roma Razionali: le candidature saranno individuate dall’Azienda in funzione della ricerca del punto di equilibrio tra skill ricercate e le esigenze di attività di TIIT Attualmente le ricerche delle candidature sono prevalentemente indirizzate a Bari, Napoli e Roma Razionali: le candidature saranno individuate dall’Azienda in funzione della ricerca del punto di equilibrio tra skill ricercate e le esigenze di attività di TIIT 19

20 Livello inquadramentale: 5/6/7 Titolo di studio richiesto: diploma di scuola media superiore preferibilmente in discipline tecniche Turni / orari: orario base Sedi: Roma, Genova, Napoli e Bari Mesi previsti per la riqualificazione: da 8 a 12 mesi in funzione del know- how posseduto Livello inquadramentale: 5/6/7 Titolo di studio richiesto: diploma di scuola media superiore preferibilmente in discipline tecniche Turni / orari: orario base Sedi: Roma, Genova, Napoli e Bari Mesi previsti per la riqualificazione: da 8 a 12 mesi in funzione del know- how posseduto Stesura di specifiche tecniche delle piattaforme tecnologiche Attività di sviluppo software Progettazione ed esecuzione test (unit, integration and system) Troubleshooting dei sistemi e degli applicativi Redazione manuali e procedure di supporto all’esercizio Stesura di specifiche tecniche delle piattaforme tecnologiche Attività di sviluppo software Progettazione ed esecuzione test (unit, integration and system) Troubleshooting dei sistemi e degli applicativi Redazione manuali e procedure di supporto all’esercizio Sistemi Operativi: Open (Redhat, Debian), Linux (Redhat, Solaris), Microsoft Windows Server Middleware: Apache Tomcat, Jboss, Net Framework, Weblogic, Freesshd Database: Oracle, MySql, Postgres, MSSQL Linguaggi programmazione: Java, C, PHP, WSDL, PERL, Conoscenze di Networking Sistemi Operativi: Open (Redhat, Debian), Linux (Redhat, Solaris), Microsoft Windows Server Middleware: Apache Tomcat, Jboss, Net Framework, Weblogic, Freesshd Database: Oracle, MySql, Postgres, MSSQL Linguaggi programmazione: Java, C, PHP, WSDL, PERL, Conoscenze di Networking Analisi e approfondimento Focalizzazione sul cliente Orientamento al risultato Analisi e approfondimento Focalizzazione sul cliente Orientamento al risultato ATTIVITA’ INFORMAZIONI GENERALI CONOSCENZE CAPACITA' Highlights del profilo 20


Scaricare ppt "GRUPPO TELECOM ITALIA Telecom Italia Information Technology Srl Incontro con OO. SS./RSU 4 Marzo 2015."

Presentazioni simili


Annunci Google