La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ALFIO RUSSO. Il progetto prevede la raccolta domiciliare di tutte le frazioni avviabili al riciclaggio, compresa quella organica, da realizzare in un.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ALFIO RUSSO. Il progetto prevede la raccolta domiciliare di tutte le frazioni avviabili al riciclaggio, compresa quella organica, da realizzare in un."— Transcript della presentazione:

1 ALFIO RUSSO

2 Il progetto prevede la raccolta domiciliare di tutte le frazioni avviabili al riciclaggio, compresa quella organica, da realizzare in un comune pedemontano con il coinvolgimento di circa cittadini per complessivi: 646 utenze domestiche 35 utenze non domestiche

3  Di sensibilizzare ulteriormente il cittadino alla differenziazione dei rifiuti;  Accresce la quantità e la qualità dei materiali raccolti  Migliorare il decoro dei quartieri in cui viene praticato.

4 Il progetto pilota porta a porta permette di ottenere vantaggi per l’utente e migliora il decoro urbano e l’ambiente.

5  Facilita il cittadino nel differenziare i rifiuti;  Aumenta la quantità dei materiali che possono essere recuperati e avviati al ciclo dei materiali differenziati;  Garantisce una migliore qualità dei materiali raccolti e riduce la quantità di rifiuti da smaltire;

6  Migliora il decoro urbano e la pulizia delle strade, valorizzando i quartieri;  Attraverso la rimozione dei cassonetti stradali migliora la viabilità e aumenta la disponibilità di posti auto;  Consente il passaggio da TARSU a TARIFFA, dove il Comune ha previsto una riduzione del 20% sull’importo annuo della parte variabile della tariffa rifiuti.

7 La raccolta porta a porta cambia e migliora le strade e le sedi dei quartieri coinvolti, con la rimozione dei cassonetti sostituiti da bidoncini e sacchi assegnati all’utenza per i diversi rifiuti, i kit per le famiglie per rendere più facile la raccolta degli scarti alimentari e organici.

8  Rimozione ed eliminazione dei tradizionali cassonetti blu, bianco, verde.

9 L’introduzione di nuovi contenitori specifici che saranno assegnati agli utenti per separare le singole tipologie di rifiuti con le seguenti modalità:  Scarti alimentari;  Materiali cartacei;  Multimateriale (vetro, plastica e metallo);  I rifiuti indifferenziati che non possono essere riciclati.

10 i contenitori assegnati possono essere di 4 tipologie, in base al tipo di rifiuto.

11 Per le utenze di medio/grandi dimensione, che producono rilevanti quantità di rifiuti, sarà possibile concordare l’utilizzo di contenitori di capacità elevate.

12 Ogni famiglia riceverà un Kit che rende facile la raccolta differenziata degli scarti alimentari ed organici.

13  Una biopattumiera  I sacchetti di carta per la biopattumiera  La dotazione di 180 sacchetti è sufficiente per un anno prevedendo il riempimento di un sacchetto ogni due giorni.  Il calendario di raccolta.  Il materiale informativo per praticare correttamente la raccolta differenziata.

14 Gli operatori ritirano le varie tipologie di rifiuti con frequenze differenti e in base a calendari prestabiliti. Per le utenze domestiche, per esempio, gli scarti vengono raccolti tre volte la settimana.

15 Gli operatori ritirano le varie tipologie di rifiuti con frequenze differenti e in base a calendari prestabiliti.  3 volte a settimana:  scarti alimentari e organici;  2 volte a settimana:  I rifiuti indifferenziati che non possono essere riciclati;  1 volta a settimana:  La carta e il multimateriale (vetro, plastica e metallo).

16 È un pratico promemoria per fare bene la raccolta differenziata, dove i più comuni tipi di materiali e oggetti sono elencati in ordine alfabetico. Accanto ad ogni voce c’è un quadratino colorato, ad esso corrisponde il tipo di sacco da utilizzare.

17 La scelta del sacco per la raccolta va fatta sulla base delle dimensioni e del materiale. Le dimensioni del sacco sono determinate principalmente dalla sua destinazione d’uso. È essenziale un giusto mix delle dimensioni del sacco al fine che lo stesso possa assolvere nel modo migliore la funzione la quale è destinato

18  Larghezza  Solitamente espressa in mm, è intesa come la semicirconferenza della bocca del sacco.  Lunghezza  È la misura esistente tra la bocca e la base del sacco.  Spessore del film  Solitamente espressa in micron, determina la tecnicità e la resistenza del sacco in base al materiale utilizzato e alle caratteristiche di rigidità ed elasticità del materiale stesso.

19 Due tipi di servizio:  Raccolta a domicilio  Servizio svolto 2 volte a settimana con prenotazione del giorno del ritiro tramite numero verde;  Consegna presso l’isola ecologica.

20 Presso l’isola ecologica/C.C.R. possono essere conferiti anche:  Sfalci d’erba e potature di alberi;  Calcinacci;  Ferro;  Altri materiali.


Scaricare ppt "ALFIO RUSSO. Il progetto prevede la raccolta domiciliare di tutte le frazioni avviabili al riciclaggio, compresa quella organica, da realizzare in un."

Presentazioni simili


Annunci Google