La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SANGUE: IL SOLE DELLA VITA Scuola Primaria di Pescarolo Pescarolo ed Uniti IC Vescovato Anno Scolastico 2013/2014 Classe 5^ Yassine.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SANGUE: IL SOLE DELLA VITA Scuola Primaria di Pescarolo Pescarolo ed Uniti IC Vescovato Anno Scolastico 2013/2014 Classe 5^ Yassine."— Transcript della presentazione:

1 SANGUE: IL SOLE DELLA VITA Scuola Primaria di Pescarolo Pescarolo ed Uniti IC Vescovato Anno Scolastico 2013/2014 Classe 5^ Yassine

2 CHE COS’E’ IL SANGUE GRUPPI SANGUIGNI IL CUORE APPARATO CIRCOLATORIO ACROSTICI

3 CHE COS’E’ IL SANGUE Il sangue è una particolare forma di tessuto di consistenza liquida,vischioso e opaco di colore rosso. In ogni individuo il volume medio di sangue è pari a un tredicesimo del peso corporeo (un individuo di 70 kg di peso ha una quindi un volume di oltre 5 litri di sangue). Il sangue è formato da vari tipi di cellule: GLOBULI ROSSI, GLOBULI BIANCHI e PIASTRINE sospesi in un liquido lievemente giallastro detto PLASMA. GLOBULI ROSSIGLOBULI BIANCHI PIASTRINEPLASMA

4 GLOBULI ROSSI I globuli rossi, detti anche emazie, sono cellule di forma circolare, senza nucleo. Consentono il trasporto dell’ossigeno grazie a una sostanza in essi contenuta, l’emoglobina, che dà al sangue il tipico colore rosso. I globuli rossi sono prodotti nelle ossa dal midollo osseo e la loro vita media è di circa 120 giorni.

5 GLOBULI BIANCHI I globuli bianchi o leucociti, sono cellule incolori, assai meno abbondanti dei globuli rossi. Il loro compito principale è difendere l’organismo dall’attacco di batteri e virus, attraverso gli anticorpi.

6 PIASTRINE Le piastrine contribuiscono alla coagulazione del sangue in caso di ferite. La coagulazione del sangue è dovuta ad una particolare sostanza, la fibrina, contenuta nel plasma, che, a contatto con l’aria, forma una specie di rete in cui restano impigliati globuli rossi e globuli bianchi che si raggrumano arrestando l’emorragia.

7 PLASMA Il plasma, di colore giallastro, rappresenta la parte liquida del sangue; è formato prevalentemente d’acqua ed ha il compito di trasportare alcune sostanze nutritive, come le proteine, i sali, gli zuccheri e le vitamine.

8 GRUPPI SANGUIGNI Il sangue, pur essendo composto dagli stessi elementi, non è uguale in tutti gli individui ed è classificato in quattro gruppi sanguigni: A - B – AB – 0. Gruppo A Gruppo B Gruppo AB Gruppo 0 riceveA 0 riceveB 0 riceveA B AB 0 riceve0 Inoltre in base alla presenza o all’assenza dell’antigene chiamato fattore Rh, la popolazione è divisa in due gruppi: Rh+ in cui è presente e Rh- in cui manca. Nei casi di trasfusione sanguigna la compatibilità del fattore Rh è molto importante perché non si sviluppano nel ricevente diversi dal sangue del donatore. Torna alla mappa

9 IL CUORE Centro dell’apparato circolatorio è il CUORE,robusto muscolo,grosso circa quanto il pugno della persona cui appartiene. Esso lavora sempre,senza mai cessare dal primo istante della nostra vita fino alla morte. È situato fra i polmoni, nel mezzo del torace, ben difeso dalla gabbia delle costole. Torna alla mappa Altre notizie sul cuore

10 Esternamente il cuore è avvolto da una membrana, il PERICARDIO(dal greco peri- attorno e cardias-cuore), per cui può battere senza sfregare contro altre parti del corpo. Interamente il cuore è cavo;ha una lamina muscolare che dall’alto in basso lo divide in due metà:cuore destro (venoso)e cuore sinistro(arterioso).Ogni metà presenta una cavità superiore, più piccola e con pareti più sottili, ATRIO o ORECCHIETTA, ed una cavità inferiore, più grande e con pareti più robuste, detta VENTRICOLO. Ogni atrio comunica con il sottostante ventricolo,mediante una apertura che si apre e chiude per mezzo di una valvola,che funziona come una porta. Non vi è, però, alcuna comunicazione né tra i due atri, né tra i due ventricoli. Nel cuore perciò il sangue della parte destra (venoso) non si mischia con quello della parte sinistra (arterioso). Le valvole del cuore consentono il passaggio del sangue solamente dagli atri ai ventricoli e non viceversa. Quando la valvola si apre lascia entrare il sangue, quando si chiude non permette al flusso di sangue di cambiare direzione

11 L’APPARATO CIRCOLATORIO Il sangue trasporta il nutrimento e l’ossigeno alle varie parti del corpo e raccoglie le sostanze di rifiuto dalle cellule. Per compiere questo lavoro il sangue scorre dentro i vasi sanguigni: arterie, vene. Queste, per raggiungere ogni cellula a mano mano che si allontanano dal cuore diventano sempre più piccole fino a diventare microscopici tubicini, i capillari.i capillari Le arterie sono le vie di andata e portano il sangue dal cuore a tutte le parti del corpo. Le vene invece sono le vie di ritorno; mediante capillari venosi, raccolgono da tutte le parti del corpo il sangue e lo riconducano al cuore. Le arterie hanno le pareti spesse ed elastiche, mentre le vene hanno pareti più sottili. Le arterie scorrono generalmente in profondità nel corpo (eccetto in alcune regioni: tempie, polsi, collo), mentre le vene non generalmente in superficie ed hanno un colore azzurrognolo.

12 I CAPILLARI I capillari sono tubicini talmente sottili da lasciare uscire attraverso le loro pareti l’ossigeno e le sostanze nutritive e da lasciare entrare le sostanze di rifiuto. Alla periferia di ogni arteria i vasi capillari arteriosi si uniscono ai vasi capillari venosi, permettendo così il passaggio dalle arterie alle vene.

13 AVIS L’AVIS (Associazione Volontari Italiani Sangue), conta il maggior numero di associati in Italia: oltre Si articola a livello nazionale, regionale,provinciale e comunale L’ AVIS opera osservando uno statuto al fine di: diffondere l’idea del dono e della solidarietà; promuovere la raccolta di sangue; informare la collettività sull’utilizzo dello stesso;

14 Chi puo’ donare il sangue Possono donare il sangue tutte le persone sane di età compresa fra i 18 e 65 anni e con un peso corporeo non inferiore a 50 Kg. L’ aspirante donatore viene sottoposto ad una accurata visita medica ed ad esami di laboratorio per accertarne l’ idoneità o meno alla donazione di sangue. Viene informato in modo approfondito sulle procedure di donazione ed una volta ottenuto il suo consenso, può iniziare a donare. È estremamente importante che il donatore sia in buona salute e non corra rischi di contrarre infezioni per sé e per gli ammalati che riceveranno il sangue donato.

15 Solidarietà Aiuto Necessario per Guarire Uomini E donne

16 ALVARE MARE ON ABBANDONARE UARIRE NIRE DUCARE

17 ALVACI IUTACI OI TI DONEREMO PER UARIRE OMINI DONNE

18 a re rande more dona felicità u don

19 ALVA LA VITA IUTA IL PROSSIMO ON UCCIDE UARISCE MANITA’ RENDE FELICI L’

20 Il Sangue Io circolo nelle vene È così che vi farò stare bene, vengo pompato dall’ organo migliore il cosiddetto e speciale cuore. Dall’ AVIS puoi andare se me vuoi donare così tanta gente potrai salvare. Che tu sia bocciato o che tu sia promosso il mio colore è sempre rosso. Non guardo se sei italiano, indiano o africano ma se mi donerai io ti do la mano. Che il tuo gruppo sia A, B o ZERO Io sarò sempre con te per davvero! Marzia


Scaricare ppt "SANGUE: IL SOLE DELLA VITA Scuola Primaria di Pescarolo Pescarolo ed Uniti IC Vescovato Anno Scolastico 2013/2014 Classe 5^ Yassine."

Presentazioni simili


Annunci Google