La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

“…è inutile stabilire se Zenobia sia da classificare tra le città felici o tra quelle infelici. Non è in queste due specie che ha senso dividere le città,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "“…è inutile stabilire se Zenobia sia da classificare tra le città felici o tra quelle infelici. Non è in queste due specie che ha senso dividere le città,"— Transcript della presentazione:

1 “…è inutile stabilire se Zenobia sia da classificare tra le città felici o tra quelle infelici. Non è in queste due specie che ha senso dividere le città, ma in altre due: quelle che continuano attraverso gli anni e le mutazioni a dare la loro forma ai desideri e quelle in cui i desideri o riescono a cancellare la città o ne sono cancellati”. “Le Città invisibili”, Italo Calvino Progetto Strategico Rinascimento Urbano Assemblea generale Borghi Autentici d’Italia - Fara san Martino (CH), 5 marzo 2010

2 ALL'ASSEMBLEA GENERALE DELL'ASSOCIAZIONE BORGHI AUTENTICI D'ITALIA Progetto Strategico Rinascimento Urbano Fara San Martino (CH), 5 marzo 2010

3 Pianificazione urbana responsabile, sviluppo a misura d’uomo e ricerca di qualità nell’edilizia individuare una metodologia di intervento capace di sovrapporre agli indicatori di qualità tradizionali (storia, arte, bellezza) quelli relativi ai nuovi parametri della sostenibilità I centri storici dei nostri Borghi rappresentano luoghi di eccellenza da conservare e tutelare La sfida possibile attivare un “patto” tra cittadini e amministrazione per la valorizzazione del patrimonio insediativo e l’innalzamento della qualità degli interventi edilizi intervenire con una architettura fatta per la vita, in grado di creare luoghi capaci di rapportarsi in modo equilibrato con l'ambiente in cui si inseriscono e che inevitabilmente trasformano confrontarsi con la realtà vista nella globalità della tradizione storica e culturale, utilizzando le nuove consapevolezze della eco- sostenibilità, della bio-compatibilità e del risparmio energetico coniugare, attraverso una progettazione consapevole, il benessere con il risparmio economico, garantendo comfort abitativo e qualità della vita senza danneggiare l’ambiente e le risorse Progetto Rinascimento Urbano Il contesto integrare norme e prescrizioni standardizzate con una serie di attività tecniche e culturali sul patrimonio edilizio orientate ad una visione rinnovata di come bisogna edificare e vivere insieme L’obiettivo: E’ necessario, quindi: Assemblea generale Borghi Autentici d’Italia - Fara san Martino (CH), 5 marzo 2010

4 L’obiettivo globale è di promuovere politiche pubbliche locali indirizzate a sostenere la qualità urbana dei borghi mediante l’adozione di programmi per il recupero, la riqualificazione e il rinnovamento edilizio, anche allo scopo di facilitare una loro valorizzazione attrattiva. Risanare e migliorare le condizioni abitative degli immobili, introdurre e diffondere pratiche di bioarchitettura e di valorizzazione delle tradizioni costruttive compreso l’uso di materiali edilizi della tradizione locale; La strategia complessiva Assemblea generale Borghi Autentici d’Italia - Fara san Martino (CH), 5 marzo 2010 Il progetto prevede azioni volte a: Migliorare il paesaggio urbano sul piano estetico e del decoro architettonico, riducendo/rimuovendo la presenza di detrattori ambientali; Abbattere le barriere architettoniche ed adottare soluzioni di facilitazione alla fruibilità del centro storico; Introdurre e diffondere metodi di pianificazione urbanistica e strategica di tipo innovativo che valorizzino la partecipazione dei cittadini; Riqualificare gli spazi pubblici e/o privati di uso collettivo e riguardanti le pratiche di socializzazione urbana (piazze, parcheggi interrati, pubblici esercizi, vetrine del territorio, verde pubblico, ecc.); Promuovere iniziative in materia di mobilità sostenibile nei borghi.

5 Nelle città tradizionali, sono gli elementi strutturali degli edifici che creano i ritmi e determinano le dimensioni degli spazi urbani, attribuendo in definitiva alla città il suo carattere e il senso del luogo E’ necessario mettere al centro del processo di riqualificazione dei centri storici l’uomo, quello che abita oggi questi spazi e quello che vi abiterà domani e si deve prioritariamente operare promuovendo uno sviluppo armonioso dell’ambiente costruito. L’intervento di recupero edilizio nei centri storici deve e può risultare idoneo a produrre linguaggi architettonici capaci di promuovere la consapevolezza delle responsabilità che ciascuno di noi assume nell’atto del costruire e dell’abitare. Un Progetto di rinascimento urbano deve aggregare “visioni” e “immagini” territoriali che rimandano alle tracce lontane della storia che si sedimenta nel tempo ma che sono capaci di declinare una nuova “identità” urbana e territoriale La città tradizionale come paradigma della città vivibile Trasformare il passato in futuro Migliorare la qualità ambientale e sociale Costruire bene per vivere meglio Linee Guida: Principi e Raccomandazioni Assemblea generale Borghi Autentici d’Italia - Fara san Martino (CH), 5 marzo 2010 Progettare soluzioni differenziate per rispondere alle diverse richieste di qualità dell’abitare Promuovere la progettazione partecipata e l’assunzione di scelte consapevoli nell’attività edilizia Contribuire con azioni e misure al risparmio energetico e all’utilizzo di fonti rinnovabili Ricercare ed applicare tecnologie e pratiche edilizie sostenibili sotto il profilo economico, ambientale e sociale Tutelare l’identità storica e favorire il mantenimento dei caratteri tipologici legati alla tradizione degli edifici Costruire in modo sicuro e garantire gli aspetti di Safety e Security dell’edificio

6 Riqualificazione del patrimonio edilizio privato In coerenza con gli strumenti urbanistici vigenti e in coerenza con “Piani” finalizzati, l’Amministrazione Comunale mette a punto un “Protocollo tecnico di attuazione” che, ufficialmente approvato in Consiglio Comunale, dovrà ispirare e regolare gli interventi privati per il recupero edilizio Definizione locale: Protocollo tecnico di attuazione ed incentivi L’Amministrazione comunale stanzia un fondo (risorse del proprio bilancio o sovvenzioni/trasferimenti regionali o di altri Enti sovraordinari) per l’abbattimento del tasso d’interesse (la misura dell’abbattimento sarà definita per ogni comune in base alla consistenza del fondo e al numero di interventi previsti). Oltre a tale agevolazione il Comune può prevedere altri incentivi, quali ad esempio: abbattimento e/o riduzione dell’ICI (seconda casa) e degli oneri urbanistici, della TARSU, ecc.; Le opportunità offerte dal sistema Borghi Autentici Una specifica convenzione quadro fra l’Associazione Borghi Autentici d’Italia ed un Primario Istituto Bancario nazionale offre l’opportunità di accedere ad un plafond mutui a tasso agevolato per la rete dei Borghi Autentici, Specifici accordi con partner tecnici (aziende e/o associazioni che riuniscono produttori di materiali e fornitori di servizi) nel campo del recupero del patrimonio urbano mettono a disposizione dei privati vantaggi economici nell’acquisto dei materiali o dei servizi di ristrutturazione. Assemblea generale Borghi Autentici d’Italia - Fara san Martino (CH), 5 marzo 2010

7 Per ogni intervento ultimato regolarmente è prevista una "Certificazione Rinascimento Urbano" ovvero una "targa indentificativa" da esporre nell'immobile Successivamente a tale atto, il soggetto beneficiario provvede a presentare la documentazione per la DIA o, nel caso, gli elaborati necessari per il Permesso di costruire in coerenza con la normativa vigente (così come regolata dal testo unico dell'edilizia DPR n.380/2001), nonché quanto necessario all’ottenimento degli incentivi previsti dal Comune per il Progetto R.U. I lavori, sulla base di specifica atto di convenzione con il Comune, dovranno essere realizzati entro 24 mesi dalla data di presentazione della documentazione necessaria e il Comune sorveglierà la coerenza fra i lavori in realizzazione e il Protocollo tecnico di attuazione. La realizzazione degli interventi La verifica e la certificazione “Rinascimento Urbano” L’Amministrazione comunale promuove in sede locale la partecipazione invitando, attraverso “Avviso pubblico”, i proprietari privati a predisporre una proposta preliminare d’intervento conforme e coerente con il “Protocollo tecnico di attuazione di RU”; Animazione e promozione della partecipazione Il soggetto beneficiario privato, dopo aver ottenuto una valutazione positiva della propria “Manifestazione d’interesse” provvede a stipulare direttamente il mutuo con l’istituto bancario. Assemblea generale Borghi Autentici d’Italia - Fara san Martino (CH), 5 marzo 2010

8 In progetto strategico “Rinascimento Urbano” s’inquadra normalmente nei processi di pianificazione urbanistica locale (piano regolatore, piano recupero centro storico, piano strategico, ecc.) e ne costituisce uno strumento attuativo importante. Ovvero esso può rappresentare l’occasione per ripensare, sul piano strategico – pianificatorio, al futuro del borgo divenendo uno strumento preliminare per l’adozione di politiche pubbliche innovative e moderne di sviluppo urbano; Integrazioni ed opportunità Qualora il processo di ridefinizione del quadro istituzionale in corso (Federalismo fiscale) approdi a norme o programmi finalizzati a valorizzare il patrimonio edilizio pubblico oppure a facilitare lo studio e l’introduzione di strumenti impositivi o di “scopo” a livello locale, l’Assistenza tecnica, in accordo con l’Amministrazione Comunale interessata, potrà collaborare per mettere a punto azioni specifiche da integrare nel progetto strategico “Rinascimento Urbano” allo scopo di rafforzarne l’impatto; A seguito della realizzazione di una prima fase di start up, il Consorzio Nazionale delle Comunità Ospitali intende sviluppare l'ipotesi di coinvolgere nel Progetto Strategico "Rinascimento Urbano" anche gli immobili di proprietà pubblica. Assemblea generale Borghi Autentici d’Italia - Fara san Martino (CH), 5 marzo 2010

9 Il progetto strategico “Rinascimento Urbano”, nel quadro del sistema nazionale Borghi Autentici, viene affidato al coordinamento e alla gestione del Consorzio Nazionale delle Comunità Ospitali. Le attività tecniche di assistenza saranno realizzate gratuitamente da esperti con specifiche competenze incaricati dal Consorzio. I costi relativi (oltre a quelli generali di tipo consortile) saranno coperti mediante apposite risorse derivanti dalle commissioni inerenti la gestione dei servizi finanziari. Compiti e servizi del Consorzio In particolare i servizi erogato dal Consorzio sinteticamente sono: I Comuni che intendono partecipare al progetto strategico “Rinascimento Urbano” devono: Impegno dei Comuni pianificazione dell’iniziativa a livello locale assieme all’Amministrazione Comunale e predisposizione delle specifiche procedure; assistenza alle fasi di divulgazione e animazione presso i cittadini; assistenza alla predisposizione del “Protocollo Tecnico di attuazione di Rinascimento Urbano”; assistenza ai soggetti privati per la richiesta e gestione procedurale del finanziamento (mutuo) con l’istituto bancario convenzionato; assistenza tecnica, legale ed amministrativa al Comune per la gestione degli incentivi. Assemblea generale Borghi Autentici d’Italia - Fara san Martino (CH), 5 marzo 2010 La collaborazione Comune - Consorzio aderire all’Associazione Borghi Autentici d’Italia, se non già aderenti; aderire al Fondo Consortile del Consorzio Nazionale delle Comunità Ospitali. L’adesione al Fondo (secondo parametri fissati dallo statuto consortile) viene effettuata una sola volta (all’adesione) e dà titolo di partecipazione al Consorzio

10 AZIONESOGGETTO COINVOLTOATTIVITA’/OUTPUT Invio documentazione informativa e Linee guida Segreteria Tecnica Progetto R.U. Adesione al Progetto Briefing in loco Amministrazione comunale Assistenza tecnica Consorzio Formalizzazione condizioni di partecipazione e percorso Predisposizione Protocollo tecnico di attuazione Ufficio tecnico Comune Assistenza tecnica Consorzio Personalizzazione a livello locale delle Linee Guida R.U Approvazione dell’adozione dei documenti tecnico-amministrativi Amministrazione comunaleDelibera di Consiglio comunale Assemblea pubblica e coinvolgimento proprietari privati Amministrazione comunale Assistenza tecnica Consorzio Manifestazione d’interesse al Bando Avviso pubblico e valutazione Ufficio tecnico Comune Assistenza tecnica Consorzio Individuazione Interventi sul patrimonio edilizio privato Sottoscrizione mutuoAssistenza tecnica ConsorzioPratiche mutuo Realizzazione interventi Realizzazione opere Certificazione Ufficio tecnico Comune Assistenza tecnica Consorzio Targhe di certificazione R. U. Assemblea generale Borghi Autentici d’Italia - Fara san Martino (CH), 5 marzo 2010 La collaborazione Comune - Consorzio

11 Avvio attività divulgazione Tempistica 1° trimestre ° trimestre ° trimestre ° trimestre 2010 Previsione chiusura mutui 1° trimestre 2010 ■ Luglio/Settembre ° trimestre 2010 ■ Ottobre/Dicembre ° trimestre 2010 ■ Gennaio/Marzo ° trimestre 2010 ■ Aprile/Giugno 2011 Assemblea generale Borghi Autentici d’Italia - Fara san Martino (CH), 5 marzo 2010 Tempistica di progetto Tempo ipotizzato (a regime) per la sottoscrizione dei mutui: circa 6 mesi

12 Consorzio Nazionale delle Comunità Ospitali Coordinamento di Progetto: ANTONIO CARDELLI Segreteria tecnica: SIMONE TADDEI Viale Matteotti n.49 – Salsomaggiore Terme (PR) Telefono – Fax Per informazioni e approfondimenti Assemblea generale Borghi Autentici d’Italia - Fara san Martino (CH), 5 marzo 2010


Scaricare ppt "“…è inutile stabilire se Zenobia sia da classificare tra le città felici o tra quelle infelici. Non è in queste due specie che ha senso dividere le città,"

Presentazioni simili


Annunci Google