La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Patologia ostetrica: Iperemesi Gravidica ed Emorragie in gravidanza Dr. Anna Erenbourg Maternal & Child Health Institute – IRCCS Burlo Garofalo (Trieste)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Patologia ostetrica: Iperemesi Gravidica ed Emorragie in gravidanza Dr. Anna Erenbourg Maternal & Child Health Institute – IRCCS Burlo Garofalo (Trieste)"— Transcript della presentazione:

1 Patologia ostetrica: Iperemesi Gravidica ed Emorragie in gravidanza Dr. Anna Erenbourg Maternal & Child Health Institute – IRCCS Burlo Garofalo (Trieste)

2 Patologia Ostetrica: Sommario Cosa sono (definizione, incidenza, fattori di rischio, eziopatogenesi): Principi di terapia Messaggi Chiave Indicazioni da fornire alle pazienti  come individuare situazioni che necessitino controllo ostetrico immediato (“autotriage”) Iperemesi Gravidica Emorragie del I trimestre Emorragie Antepartum

3 1.Patologia del I trimestre di gravidanza (< 16 settimane) 2.Vomito e nausea prolungati 3.Casi severi comporta: disidratazione e disordini elettrolitici, calo ponderale pronunciato 4.Incidenza 1:1000 gravidanze 5.Fattori di rischio: giovane età materna, non fumatrice, primigravida, gemellarità 6.Eziopatogenesi: incremento sierico di BHCG/Estrogeni Patologia Ostetrica: Iperemesi Gravidica % gravide presenta nausea con o senza episodi di vomito nel I trimestre 2.Ricorrenti accessi in pronto soccorso o ricoveri ospedalieri 3.Nel 60% dei casi malessere/ospedalizzazione possono portare alla depressione 4.Può comportare raramente sequele importanti (encefalopatia di Wernicke, mielinolisi pontina centrale, rottura dell’esofago)

4 PRINCIPI di TERAPIA 1.Idratazione per os/endovenosa 2.Antiemetici per os/endovenosi 3.Correzione elettrolitica (ipernatriemia, ipokaliemia) 4.Ospedalizzazione se disidratazione significativa Patologia Ostetrica: Iperemesi Gravidica RACCOMANDAZIONI 1.Identificare casi a rischio di ospedalizzazione (condizioni generali, N° episodi di vomito, entità calo ponderale, possibilità della paziente di mantenere idratazione per os) 2.Considerare aspetto psicologico e eventuale necessità supporto 3.Cosa suggerire alle pazienti: Piccoli pasti e frequenti Favorire pasti a base di carboidrati e cibi secchi Trattamenti alternativi: rimedi a base di zenzero – bande antiemetiche (digitopressione ai polsi ) – agopuntura

5 1.Perdita ematica genitale che si presenta nel I trimestre di gravidanza 2.Incidenza: 20% gravidanze (quasi 50% aborto) 3.Eziopatogenesi: NON OSTETRICA - Patologia internistica (disordini della coagulazione, trombocitopenie) - Patologia cervicale (polipi, ectropion, tumore cervicale) - Patologia vaginale (infettiva: trichomonas, BV) - Farmacologica (anticoagulanti, aspirina, eparina) - Sanguinamento da altri siti (retto, uretra) OSTETRICA - Abortivo - Gravidanza extrauterina - Malattia trofoblastica gestazionale - Aree di distacco/ematoma amniocoriale - Sanguinamenti dall’area di impianto della blastocisti Patologia Ostetrica: Emorragia del I trimestre

6 RACCOMANDAZIONI 1.Mai sottovalutare perdite ematiche in gravidanza 2.Spettro dei quadri può essere sfumato ma sottendere quadro ingravescente e severo 3.Identificare casi che necessitano immediata attenzione medica (condizioni generali, entità emorragia, associazione con dolore pelvico) 4.Consigliare controllo ostetrico (escludere patologia importante) PRINCIPI di TERAPIA 1.Dipendono dalla causa sottostante 2.Aborto/GEU possono necessitare ospedalizzazione e terapia chirurgica (RCU/salpingectomia) 3.Entità dell’emorragia (se severa fino a necessità di emotrasfusione)

7 1.Perdita ematica genitale > 5 ml dopo le 24 settimane di gestazione 2.Frequenza: 2-5% di tutte le gravidanze 3.Eziopatogenesi: Distacco di placenta (10-15%) Placenta previa (15-26%) Cause locali o indeterminate (cervicali, postcoitale, infezioni genitali, vasa praevia) Patologia Ostetrica: Emorragia Antepartum Clinicamente da valutare: Età gestazionale Presenza o assenza dei movimenti fetali attivi Entità del sanguinamento Condizioni generali (se emorragia cospicua  fino allo shock ipovolemico) Associazione e natura del dolore (attività contrattile)

8 1.Definizione: distacco intempestivo di placenta normalmente inserita al sito placentare 2.Incidenza: 1% gravidanze 3.Spesso idiopatica 4.Fattori di rischio: età materna avanzata, multiparità, ipertensione, fumo, trauma, versione cefalica esterna, decompressione uterina repentina (PROM in polidramnios/gravidanza multipla), precedente anamnestico di distacco di placenta Patologia Ostetrica: Distacco di placenta PRINCIPI di TERAPIA e RACCOMANDAZIONI Emergenza ostetrica (TC d’emergenza) Distacco massivo può comportare: morte fetale e/o declino rapido delle condizioni generali materne Entità dell’emorragia (emotrasfusione, shock ipovolemico, coagulazione intravascolare disseminata) SEMPRE INDICARE CONTROLLO IMMEDIATO c/o PRONTO SOCCORSO

9 1.Placenta si inserisce parzialmente o totalmente sul segmento uterino inferiore, ricoprendo parzialmente o totalmente OUI 2.Incidenza: % (dopo migrazione placentare) 3.Fattori di rischio: età materna avanzata, multiparità, fumo, pregresso TC, pregressa placenta previa, pregressa RCU, gemellarità. Patologia Ostetrica: Placenta previa PRINCIPI di TERAPIA e RACCOMANDAZIONI 10% dei casi può sovrapporsi un distacco di placenta Aumentato rischio di morte fetale e/o declino rapido delle condizioni generali materne Entità dell’emorragia (emotrasfusione, shock ipovolemico, necessità di ricorrere all’isterectomia) Può configurarsi emergenza ostetrica (spesso richiede TC) SEMPRE INDICARE CONTROLLO IMMEDIATO c/o PRONTO SOCCORSO

10 Iperemesi gravidica: Identificare casi da ospedalizzare da quelli che possono essere trattati ambulatorialmente (colloquio con paziente) Identificare e segnalare casi che necessitano di supporto psicologico/sociale Conclusioni REFERENZE Cunningham FG et al. Williams Obstetrics twenty-second edition. MacGraw-Hill Sarris I et al. Training in Obstetrics and Gynaecology: the essential curriculum. Oxford University Press Hollingworth T. Differential Diagnosis in Obstetrics and Gynaecology. Hodder Arnold Emorragia in gravidanza: Mai sottovalutare Spettro dei quadri può essere sfumato ma sottendere quadro ingravescente e severo SEMPRE CONSIGLIARE CONTROLLO OSTETRICO IMMEDIATO (VICINO A CASA)


Scaricare ppt "Patologia ostetrica: Iperemesi Gravidica ed Emorragie in gravidanza Dr. Anna Erenbourg Maternal & Child Health Institute – IRCCS Burlo Garofalo (Trieste)"

Presentazioni simili


Annunci Google