La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL PAZIENTE CON ANEMIZZAZIONE IMPORTANTE DOPO APPLICAZIONE DI STENT Dott.ssa Gerardina Lardieri SC CARDIOLOGIA DI TRIESTE Caso clinico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL PAZIENTE CON ANEMIZZAZIONE IMPORTANTE DOPO APPLICAZIONE DI STENT Dott.ssa Gerardina Lardieri SC CARDIOLOGIA DI TRIESTE Caso clinico."— Transcript della presentazione:

1 IL PAZIENTE CON ANEMIZZAZIONE IMPORTANTE DOPO APPLICAZIONE DI STENT Dott.ssa Gerardina Lardieri SC CARDIOLOGIA DI TRIESTE Caso clinico

2 F.F.,, 50 anni familiarità per cardiopatia ischemica (IMA, padre); ex fumo (fino 10 anni fa sig/die); ipertensione arteriosa; dislipidemia in terapia; pregressa gravidanza extrauterina all'età di 27 anni; in passato rara palpitazione extrasistolica; non segnalata cardiopatia;

3 4/9/08: 18.00: dolore toracico "a va e vieni", anteriore, costrittivo, irradiato al dorso e all'arto superiore sinistro 21.00: dolore più insistente e persistente : P.S.

4 ECG:

5 23.55: ingresso in Sala Emodinamica

6

7

8 Trasferita in UTIC… Flectadol 250 mg ev Clopidogrel 600 mg Eparina ev per 30 ore Clinicamente stabile: non angor, ST normalizzato, piccola q in DIII, non segni di SCC

9 …però il … Ore 6.30: aPTT 26 Ore 7.00: sospensione eparina ev Ore 10.23: rimozione introduttore dallarteria femorale destra Ore 12.15: dolore in sede inguinale dx con reazione vagale Ore 14.00: ECO inguinale-addominale minima falda liquida nello scavo di Morrison Hb g/dl

10 Alle 21.00: Intenso dolore in fossa iliaca dx con importante reazione vagale TC addome urgente

11

12 TC Addome: Immagine a morfologia ovalare, iperdensa durante e dopo la somministrazione del mezzo di contrasto, delle massime dimensioni cranio-caudali pari a 3 cm e sul piano assiale pari a 1,5 X 2 cm circa che presenta sottile tramite iperdenso che la collega a livello del terzo distale, sul versante anteriore, dell'arteria iliaca esterna destra, da riferire a spandimento ematico in atto Presenza di versamento libero in sede periepatica, lungo la fascia lateroconale destra e posteriormente alla fascia renale posteriore che si porta caudalmente tra le anse intestinali, in scavo pelvico decorrendo anteriormente al muscolo ileo-psoas ed all'ala iliaca omolaterale, da riferire ad ematoma In sede inguinale a destra è presente piccola lesione ipodensa, di 2 cm circa da riferire a piccolo ematoma con discreta soffusione del grasso circostante

13 Chirurgia Vascolare Urgente Incisione pararettale destra, scollamento retroperitoneale ed isolamento dell'iliaca esterna: clampaggio. Coesiste voluminoso ematoma retroperitoneale che viene parzialmente evacuato Isolamento dell'iliaca esterna distale, al passaggio in femorale comune in prossimità del legamento inguinale dove si reperta soluzione di continuo puntiforme con sanguinamento arterioso

14 …decorso successivo… 5 sacche di emotrasfusione Hb 11,9 g/dl Allettamento fino al febbre da verosimile riassorbimento di ematoma; emocolture sterili Catetere vescicale; infezione delle vie urinarie intercorrente trattata efficacemente con antibiotici

15 Follow up: Scarsa attività fisica per il primo mese Prova da sforzo ( ): 70 W, negativa per ischemia Riabilitazione regolare Prova da sforzo ( ): 90 W x 3 min, negativa per ischemia

16 Grazie per lattenzione!!


Scaricare ppt "IL PAZIENTE CON ANEMIZZAZIONE IMPORTANTE DOPO APPLICAZIONE DI STENT Dott.ssa Gerardina Lardieri SC CARDIOLOGIA DI TRIESTE Caso clinico."

Presentazioni simili


Annunci Google