La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ISE 2015 Ver.5.0. La nuova Ise prevede distinti indicatori in base alla prestazione sociale richiesta: ISEE Standard ISEE per prestazioni agevolate di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ISE 2015 Ver.5.0. La nuova Ise prevede distinti indicatori in base alla prestazione sociale richiesta: ISEE Standard ISEE per prestazioni agevolate di."— Transcript della presentazione:

1 ISE 2015 Ver.5.0

2 La nuova Ise prevede distinti indicatori in base alla prestazione sociale richiesta: ISEE Standard ISEE per prestazioni agevolate di natura sociosanitaria rivolte a persone maggiorenni ISEE per prestazioni agevolate rivolte a minorenni che siano figli di genitori non coniugati tra loro e non conviventi ISEE per prestazioni per il diritto allo studio universitario che a sua volta suddivide in: a) un ISEE per prestazioni per il diritto allo studio universitario b) un ISEE per corsi di dottorato di ricerca ISEE corrente ISE 2015

3 Il programma Gestisce in automatico gli indicatori Guida nella compilazione in relazione ai componenti inseriti nel Nucleo Familiare ISE 2015

4 Quadro Impostazioni - Inserimento Dichiarazione Confermando Gestione Dichiarazioni si accede al menu Elenco dichiarazioni, e con INSERISCI si procede al nuovo inserimento Indicando il codice fiscale del Dichiarante sara’ possibile riprendere i dati anagrafici, se gia’ presenti, o procedere con un nuovo inserimento.

5 Quadro Impostazioni - Tipo dichiarazione N = Nuova dichiarazione A = Integrazione Componente Aggiuntiva I = Integrazione Redditi S = Integrazione Socio Sanitario Residenziale C = Isee CORRENTE R = Rettifica X = Annullamento La pratica viene identificata come NUOVA Le altre tipologie vengono gestite se si accede con Integr./Variaz.

6 La maschera ha una modalita’ dinamica per poter contenere tutte le informazioni richieste cliccando sulla sezione corrispondente e’ possibile visualizzare o modificare i dati Quadro Impostazioni – Gestione inserimento

7 Quadro Impostazione – Residenza Confermando Residenza si accede nella maschera per l’inserimento dei dati corrispondenti

8 Tutore / Rappresentante Se deve essere gestito un Tutore confermare il menu per accedere nell’inserimento dei dati

9 La sezione STORICO DICHIARAZIONE evidenzia le tipologie di pratiche gestite per il dichiarante. I moduli aggiuntivi,sostitutivi e integrativi possono essere compilati in via complementare successivamente alla presentazione della DSU, pertanto la sezione STORICO DICHIARAZIONE permette di verificare le eventuali integrazioni eseguite dalla prima Dsu presentata. L’Inps identifichera’ la Dsu di ogni singolo cittadino con un protocollo progressivo,da questa sezione si visualizzeranno tutte le pratiche inviate, se attiva la Cooperazione applicativa saranno visibili anche quelle gestite presso altri Caf Quadro Impostazione - STORICO

10 In questa sezione sono comprese le informazioni relative al Nucleo familiare e singoli componenti, Quadri e Indicatori. Il menu’ e dinamico, confermando sulle singoli voci si apre la maschera corrispondente Quadro Impostazioni – Nucleo

11 La composizione del nucleo si gestisce inserendo TUTTE le informazioni richieste Con Aggiungi si inseriscono nuovi componenti Accedendo in Modifica su ogni componente si potranno gestire le sezioni utili per la generazione degli indicatori da richiedere Nucleo Familiare

12 Per inserire o modificare nuovi componenti e’ possibile anche utilizzare Ctrl+C Gestione Componenti. Dal dettaglio confermare + e procedere con l’inserimento dei familiari, salvare con F2 e confermare nuovamente + per ulteriori inserimenti. Nucleo Familiare – Gestione Ctrl+ C Componenti

13 Terminato l’inserimento uscire con F12 per avere il riporto nella sezione Nucleo Standard

14 Nucleo Familiare – Gestione Ctrl+ C Componenti Sempre dalla gestione Ctrl+C Componenti con la lente si apre la tabella con i familiari inseriti, si seleziona e si conferma il componente per controllarne o modificarne i dati

15 Nucleo Familiare – Componente Nucleo Anche per la compilazione del componente si ha a disposizione un menu dinamico Confermando sulle singole voci si apre la corrispondente videata

16 Per un componente convivente si potra’ indicare la richiesta di un Ise per prestazioni socio sanitarie e per prestazione residenziale Nucleo Familiare – Componente Nucleo

17 Per un figlio si potra’ indicare l’eventuale condizione sia di Disabile sia di studente Universitario Nucleo Familiare – Componente Nucleo

18 Per un figlio minore sara’ presente l’indicazione di Assenza Redditi e Patrimonio, in tal caso per questo componente non si dovra’ compilare l’allegato FC Nucleo Familiare – Componente Nucleo Assenza Redditi e/o Disabile vengono riportati nelle corrispondenti colonne del quadro A

19 In questa sezione devono essere gestiti solo i componenti del Nucleo, Quadri Compilati e Indicatori vengono gestiti in automatico dalla procedura Quadro Impostazione - Nucleo

20 Sempre all’interno della sezione relativa ai dati del Nucleo e’ presente la maschera con l’indicazione degli Indicatori Richiesti questi valori saranno rilevati dal flusso Inps Indicatori

21 Gia’ dalla conferma del quadro Impostazioni il menu a tendina mostra i quadri che devono essere compilati per il modello Mini. Quando dal quadro Impostazioni Nucleo per i componenti si va a gestire la sezione Informazioni sul Beneficiario, in fase di salvataggio verranno visualizzati nel menu a tendina i quadri richiesti per comporre il modello Integrale o Corrente Quadri Compilati

22 In base alle X presenti nella sezione Quadri Compilati verra’ abilitato un differente menu di scelta quadri Quadri Compilati

23 Quando si accede la prima volta il quadro risulta VUOTO, deve essere compilato con il supporto di Ctrl+D Apri Dettaglio Nucleo Sezione MB – Quadro A

24 Confermando Ctrl+D si accede ad una maschera che evidenzia tutti i componenti del Nucleo Familiare Sezione MB – Quadro A – Dettaglio Nucleo Nella barra di stato inferiore sono presenti Ctl+S e Ctrl+D che permettono di impostare o meno in automatico le X sul campo Includi

25 Sul campo Tipo e’ disponibile una tabella per specificare il ruolo di ogni componente del Nucleo Sezione MB – Quadro A – Dettaglio Nucleo

26 Confermando il dettaglio vengono riportati nel quadro A i componenti con X su Includi, e si puo’ procedere con la compilazione delle sezioni successive Sezione MB – Quadro A – Dettaglio Nucleo

27 Nel quadro vanno indicate le informazioni relative alla residenza ed eventuale contratto di locazione Sezione MB – Quadro B

28 Il quadro viene attivato solo se nei Componenti Nucleo risultano presenti studenti Universitari Sezione MB – Quadro C

29 Sezione MBII Quadro D Il quadro va compilato solo se in presenza di un genitore che abbia riconosciuto il beneficiario della prestazione come figlio e che sia non convivente e non coniugato con l’altro genitore, per la richiesta di prestazioni per il diritto allo studio universitario (es. agevolazioni tasse universitarie) e di prestazioni rivolte a minorenni (es. esenzione retta asilo nido o tariffa mensa scolastica).

30 Sezione MBII Quadro E Il quadro deve essere compilato esclusivamente per la richiesta di prestazioni erogate in ambito residenziale a ciclo continuativo (ad esempio, ricovero presso residenze socio-assistenziali – RSSA, RSA, residenze protette, ecc.) da parte di persone maggiorenni.

31 Sezione MBII Donazioni Il quadro deve essere compilato solo se il beneficiario della prestazione ha effettuato donazioni di immobili nei confronti di persone non comprese nel nucleo familiare di cui al quadro A

32 Sezione FC - COMPONENTI Per ogni singolo componente devono essere indicate:  Convivenza anagrafica - Quadro FC1  Attivita’ lavorativa - Quadro FC1  Patrimonio mobiliare – Quadro FC 2  Patrimonio immobiliare – Quadro FC 3  Redditi e trattamenti da dichiarare ai fini Isee – Quadro FC 4 Redditi assoggettati ad imposta sostitutiva o a ritenute.a titolo d’imposta Redditi esenti da imposta Proventi agrari da dichiarazione IRAP Redditi fondiari di beni non locati soggetti alla disciplina dell’IMU Trattamenti assistenziali, previdenziali ed inden. non soggetti ad IRPEF e non erogati dall’INPS Redditi da lavoro o fondiario prodotto all’estero  Assegni Periodici per Coniuge e figli – Quadro FC5  Autoveicoli e beni durevoli – Quadro FC 6

33 Sezione FC – Quadro FC1 I quadri della sezione FC vengono creati in base ai componenti del nucleo, identificati con distinti numero di modelli Da FC1 confermando freccia avanti o con l’ausilio della lente si accede sui fogli dei diversi componenti

34 Sezione FC – Quadro FC1 I dati che devono essere imputati in FC1 sono Convivenza anagrafica e l’Attivita’ lavorativa

35 Sezione FC – Quadro FC2 Patrimonio Mobiliare La sezione I e II relative a Depositi e conti correnti bancari e postali e Altre forme di patrimonio mobiliare sono di diretta imputazione

36 Sezione FC – Quadro FC3 Patrimonio Immobiliare Nel quadro devono essere inseriti gli immobili posseduti in Italia e all’estero dal soggetto a cui è intestato il Foglio componente. Deve essere indicato il valore dei cespiti posseduti alla data del 31 dicembre dell'anno precedente alla presentazione della dichiarazione sostitutiva, indipendentemente dal periodo di possesso del bene.

37 Sezione FC – Quadro FC4 Redditi Per ciascun componente del nucleo, le principali informazioni reddituali sono fornite al “sistema informativo dell’ISEE” direttamente dall’Agenzia delle entrate e pertanto non devono essere autodichiarate. Dovranno invece essere sempre autodichiarati nel Quadro FC4 gli importi relativi ad alcune tipologie reddituali meno frequenti qualora percepite nell’anno di riferimento.

38 Sezione FC – Quadro FC4 Redditi Con Ctrl+C si accede nel Dettaglio redditi dove e’ possibile, in specifiche casistiche, indicare i redditi richiesti

39 Sezione FC – Quadro FC5 Assegni periodici Nel quadro FC5 vanno inseriti gli importi relativi agli assegni periodici destinati al coniuge e ai figli, percepiti o corrisposti nel secondo anno solare precedente la presentazione della DSU (ad esempio, nel 2015 indicare gli assegni percepiti o corrisposti nel 2013).

40 Sezione FC – Quadro FC6 Autoveicoli e altri beni Nel quadro si devono indicare gli autoveicoli, i motoveicoli di cilindrata di 500 cc e superiore, navi e imbarcazioni da diporto intestati, alla data di presentazione della DSU, al componente del nucleo per il quale si stanno compilando le sezioni FC

41 Sezione FC II – Quadro FC7 Isee in situazioni specifiche In presenza di persone con disabilità e/o non autosufficienti, in sede di calcolo dell’ISEE, vengono applicate detrazioni e franchigie al fine di venire incontro a situazioni di maggiore bisogno. In tali situazioni, anche se la persona è minorenne, deve sempre essere compilato, in aggiunta al Modulo FC.1, il Modulo FC.2 contenente il solo Quadro FC7.

42 Sezione FCIII –Redditi da dichiarare soli in casi eccezionali

43 Sezione FC IV – Quadro FC9 Componente Aggiuntiva In alcuni casi particolari è previsto che l’ISEE venga integrato con una “componente aggiuntiva” calcolata solo per determinate prestazioni (non fa parte cioè dell’ISEE standard) e richiede la compilazione di un modulo aggiuntivo da parte della persona interessata. richiesta di prestazioni per figli minorenni o per il diritto allo studio universitario, la componente aggiuntiva è riferita al genitore non convivente e non coniugato con il genitore con il quale il beneficiario della prestazione convive. nel caso di richiesta di prestazioni socio-sanitarie residenziali a ciclo continuativo, la componente aggiuntiva è riferita a ciascun figlio non incluso nel nucleo del beneficiario

44 ISE Corrente Ordinariamente l’ISEE fa riferimento ai redditi percepiti nel secondo anno solare precedente la DSU. In alcune situazioni, ad esempio, la perdita del posto di lavoro, tali redditi non riflettono la reale situazione economica del nucleo familiare. Viene data pertanto la possibilità di calcolare un ISEE corrente basato sui redditi degli ultimi dodici mesi Alla variazione lavorativa di uno dei componenti deve associarsi, ai fini del calcolo dell’ISEE corrente, una variazione della situazione reddituale complessiva del nucleo familiare superiore del 25% rispetto alla situazione reddituale individuata nell’ISEE calcolato ordinariamente. Pertanto, prima di chiedere il calcolo dell’ISEE corrente deve essere già stata presentata una DSU e ricevuta l’attestazione con l’indicazione dell’indicatore della situazione reddituale, sulla base del quale verrà verificato il possesso dei requisiti per il calcolo dell’ISEE corrente. Qualora concorrano le condizioni per procedere con la gestione dell’ISE CORRENTE nel menu saranno disponibili i quadri corrispondenti

45 ISE Corrente – Quadro S1 S2 S3 S4

46 Ricalcolo e Anomalie Al termine della compilazione delle singole sezioni procedere con il ricalcolo della pratica utilizzando F10 o l’icona corrispondente, in questo modo saranno evidenziate eventuali anomalie o incongruenze dei dati inseriti Quando il ricalcolo risultera’ corretto sara’ possibile eseguire la stampa della Dsu, e solo quando la pratica risultera’ Stampata avra’ inizio il flusso per l’acquisizione e verifica dei dati con Inps e AdE Nota bene: la DSU, al momento della presentazione, contiene solo le informazioni autodichiarate. Una volta presentata la DSU, il dichiarante riceve una ricevuta di avvenuta presentazione da parte dell’ente acquisitore (INPS, Comuni, CAF o l’Ente erogatore) ma non l’ISEE calcolato. Per il calcolo dell’ISEE è necessario che si completi l’acquisizione degli altri dati da parte dell’INPS e dell’Agenzia delle entrate

47 Integrazione / Variazione La funzione di Integrazione /Variazione permette di procedere con la modifica di una precedente dichiarazione Confermando compare la maschera dove indicare che tipo di integrazione si deve eseguire, cioe’ che tipo di dichiarazione si andra’ a gestire e il protocollo di riferimento


Scaricare ppt "ISE 2015 Ver.5.0. La nuova Ise prevede distinti indicatori in base alla prestazione sociale richiesta: ISEE Standard ISEE per prestazioni agevolate di."

Presentazioni simili


Annunci Google