La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROPOSIZIONI INTERROGATIVE DIRETTE E INDIRETTE. PRONOMI INTERROGATIVI singolareplurale masch. - femm. neutro masch. - femm. neutro Nominativoquis?quid?qui?quae?

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROPOSIZIONI INTERROGATIVE DIRETTE E INDIRETTE. PRONOMI INTERROGATIVI singolareplurale masch. - femm. neutro masch. - femm. neutro Nominativoquis?quid?qui?quae?"— Transcript della presentazione:

1 PROPOSIZIONI INTERROGATIVE DIRETTE E INDIRETTE

2 PRONOMI INTERROGATIVI singolareplurale masch. - femm. neutro masch. - femm. neutro Nominativoquis?quid?qui?quae? Genitivocuius?cuius rei?quorum? quarum rerum? Dativocui?cui rei?quibus?quibus rebus? Accusativoquem?quid?quos?quae? Ablativoquo?qua re?quibus?quibus rebus?

3 PRONOMI E AGGETTIVI INTERROGATIVI  Quisnam, quidnam ("Chi mai?", "Che cosa mai?")  Numquis, numquid ("Forse qualcuno?", "Forse qualcosa?")  Ecquis, ecquid (stesso significato di numquis, numquid)  Qualis, quale ("Di qual genere?")  Quantus, quanta, quantum ("Quanto grande?")  Quam multi, quam multae, quam multa ("Quanti?" Inteso come quantità)  Quotus, quota, quotum ("In che quantità?")  Quot (indecl.) ("Quanti?" Inteso come quantità)  Uter, utra, utrum ("Chi dei due?")

4 L'aggettivo corrispondente è qui?, quae?, quod? ("quale?, che?") che si declina: singolareplurale maschile femminil e neutromaschile femminil e neutro Nominati vo qui?quae?quod?qui?quae? Genitivocuius? quorum?quarum?quorum? Dativocui? quibus? Accusati vo quem?quam?quod?quos?quas?quae? Ablativoquo?qua?quo?quibus?

5 ESEMPI  Sono proposizioni indipendenti e si riconoscono facilmente dalla presenza del punto interrogativo, oltre che degli elementi introduttori sopra riportati. Nella traduzione in italiano non presentano alcuna difficoltà: basterà tradurre alla lettera, come puoi facilmente notare dagli esempi che ti proponiamo. l'avverbio qui? corrisponde a quomodo? e non devi confonderlo con il pronome: solo l'attento esame della frase e il senso possono aiutarti a non cadere in errore;  Esempio:qui possum facere hoc? = come posso fare ciò?

6 INTERROGATIVE DIRETTE SEMPLICI  Le interrogative dirette semplici si hanno quando si vuol sapere una sola cosa.  Il tempo è l’indicativo e possono essere introdotte da:  Pronomi, aggettivi o avverbi interrogativi come:quis,qui,quisnam,uter,qualis quare ecc. + indicativo  Particelle interrogative:  -ne+indic. Quando non si conosce la risposta si/no.  Nonne+ind. Quando si attende risposta affermativa.  Num+ind. Quando si attende risposta negativa.

7 COME SI RISPONDE  la risposta alla domanda si fornisce nel seguente modo:  se è positiva si usano gli avverbi affermativi ita, sane, profecto oppure si ripete la parola su cui poggia il peso della domanda;  Esempio:rediitne eius pater? Rediit. = è tornato suo padre? Sì.  se è negativa si usano gli avverbi negativi non ita, minime, minime vero oppure si ripete il verbo della interrogativa preceduto dalla negazione;  Esempio:estne frater intus? Non est. = è dentro il fratello? No.

8  la particella an conferisce una certa enfasi ad una domanda anch'essa retorica; Esempio:an potuit Minerva navigium Aiacis deturbare, ipsa soror ac coniunx Iovis Aenean ab Italia arcere non potero? = possibile!? Minerva potè affondare il naviglio di Aiace, mentre io, sorella e sposa di Giove, non potrò allontanare Enea dall'Italia?  la proposizione interrogativa indiretta ha il verbo al congiuntivo quando ha valore dubitativo o potenziale. Esempio:quid facerem? = che cosa avrei potuto fare? quis dicat te strenuum non fuisse? = chi potrebbe dire che tu non sei stato valoroso?

9 INTERROGATIVE DIRETTE DISGIUNTIVE  Si definiscono disgiuntive quando si chiedono due o più cose: il tempo è l’indicativo e in latino si costruiscono:  Utrum…………an + indicativo  -ne…………….an + indicativo  -……………….an + indicativo

10 ESEMPI  utrum mecum Romam venis an domi manes? = vieni con me a Roma o rimani a casa? venisne mecum Romam an domi manes? = vieni con me a Roma o rimani a casa? venis mecum Romam an domi manes? = vieni con me a Roma o rimani a casa? venisne mecum Romam annon? = vieni con me a Roma o no?

11 INTERROGATIVE INDIRETTE SEMPLICI  In latino hanno il modo al congiuntivo nei tempi voluti dalla consecutio temporum. Inoltre sono caratterizzate dalla mancanza del punto interrogativo:  Introdotte da avverbi, pronomi o aggettivi interrogativi come: quis,qui,uter,qualis ecc.  Particelle interrogative:  -ne quando si attende risposta incerta si/no  num quando si attende risposta negativa (se).  Nonne se si attende risposta affermativa(se non).

12 INTERROGATIVE INDIRETTE DISGIUNTIVE  Hanno il modo al congiuntivo e si usano per fare due o più domande:  Si costruiscono:  Utrum……………….an + congiuntivo  -ne…………………..an + congiuntivo  -………………………an + cong.  -……………………….-ne + cong.

13 INTERROGATIVE INDIRETTE  INTRODUTTORI:avverbi, pronomi e aggettivi interrogativi: gli stessi che introducono le proposizioni interrogative dirette (vedi proposizioni interrogative dirette) Particelle: num, -ne = se nonne = se non an = se non (dopo espressioni di dubbio) an non = se (dopo espressioni di dubbio)  MODO DEL VERBO:congiuntivo secondo le norme della consecutio temporum.

14 ESEMPI  dic mihi quid acturus sis = dimmi che cosa farai. ex te quaero nonne me verum dixisse putes = ti chiedo se non credi che io abbia detto la verità. Epaminondas quaesivit num salvus esset clipeus = Epaminonda chiese se lo scudo fosse salvo. harum sententiarum quae sit veri simillima magna quaestio est = grande è la discussione (su) quale di queste opinioni sia la più verosimile. diu incertus fuit quonam modo aciem instrueret = rimase a lungo incerto su come schierare l'esercito.

15 Interrogative indirette disgiuntive Sono costituite da due o più membri così introdotti: Primo membroSecondo membro (e tutti gli altri membri) utrum -ne (-n) ne (-n) an an an -ne -ne

16 ESEMPI  Se il secondo membro è costituito semplicemente da "o no" lo si esprime con necne. Esempio:utrum sit aureum poculum an crystallinum, nihil refert = nulla importa se la tazza sia d'oro o di cristallo. nox incertos victi victoresne essent diremit = la notte li separò, incerti se fossero vinti o vincitori. dic mihi isne sit quem quaero, necne = dimmi se egli sia o no colui che cerco.

17 CONSIGLI PRATICI DI TRADUZIONE:  Come puoi facilmente dedurre dagli esempi riportati, le proposizioni interrogative indirette mantengono anche in italiano il congiuntivo esattamente come in latino  Dovrai però fare attenzione a quei casi in cui le due lingue non coincidono:forme perifrastiche -urus sim, -urus essem; in italiano invece si usano l'indicativo futuro o il condizionale passato a seconda del tempo della reggente.Esempio:ex te quaero quid acturus sis = ti chiedo che cosa farai;  ex te quaerebam quid acturus esses = ti chiedevo che cosa avresti fatto;

18  quando nell'interrogativa indiretta disgiuntiva latina manca l'introduttore nel primo membro: in latino si sottintende, ma in italiano bisogna sempre esprimerlo con "se";  Dic mihi Venias mecum an non

19  quando nell'interrogativa indiretta latina si trova un congiuntivo imperfetto in dipendenza da un presente: si tratta in tal caso di un congiuntivo dubitativo o potenziale del pass ato che in italiano si traduce con il condizionale passato.Esempio:ex te quaero quid facerem = ti chiedo che cosa avrei dovuto fare (congiuntivo dubitativo).

20 CONSECUTIO TEMPORUM  Si intende la legge che stabilisce quale tempo si debba usare nella proposizione dipendente rispetto alla reggente, secondo il rapporto di contemporaneità, anteriorità, posteriorità.  La proposizione dipendente è quasi sempre al congiuntivo, mentre il tempo della reggente può essere:  Principale = presente, perfetto logico,futuro semplice o anteriore.  Secondario = imperfetto, perfetto storico, piuccheperfetto.  Nella principale ci possono essere i modi: indicativo, imperativo, congiuntivo indipendente, infinito storico o esclamativo.

21 Schema consecutio temporum

22 Esempi di interrogative


Scaricare ppt "PROPOSIZIONI INTERROGATIVE DIRETTE E INDIRETTE. PRONOMI INTERROGATIVI singolareplurale masch. - femm. neutro masch. - femm. neutro Nominativoquis?quid?qui?quae?"

Presentazioni simili


Annunci Google