La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CURRICULUM DI ISTITUTO DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 Dirigente Scolastico FRANCESCA CENCETTI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CURRICULUM DI ISTITUTO DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 Dirigente Scolastico FRANCESCA CENCETTI."— Transcript della presentazione:

1 CURRICULUM DI ISTITUTO DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 Dirigente Scolastico FRANCESCA CENCETTI

2 CAPO DIPARTIMENTO M. LORETTA PASCUCCI DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INGLESE BRUNELLA SORBELLI SABRINA CONCETTI GIOVANNA COCCIA SELENA ANTONINI FRANCESE ROSSANA MATERAZZI GIACOMETTI LAURA R. TEDESCO FABIO LAI STEFANIA SCARAMUCCI

3 FINALITA’  Favorire la formazione di una reale competenza comunicativa  Contribuire alla formazione culturale del cittadino  Rendere efficace l’intervento formativo, consentendo al maggior numero possibile di studenti di conseguire gli obiettivi prefissati  Permettere di perseguire gli obiettivi nei tempi consoni ai propri ritmi di apprendimento  Incrementare la motivazione all’apprendimento

4 OBIETTIVI GENERALI DI APPRENDIMENTO Capire semplici informazioni complete e concrete su argomenti quotidiani o relativi al lavoro Identificare il significato globale ed informazioni specifiche in un discorso veicolato in modo chiaro Leggere semplici testi concreti su argomenti relativi al proprio ambito di interesse con un soddisfacente livello di comprensione Sfruttare un’ampia gamma di semplici espressioni linguistiche per affrontare la maggior parte delle situazioni che si possono presentare viaggiando Intervenire estemporaneamente in una conversazione su argomenti familiari Esprimere opinioni personali e scambiare informazioni su argomenti familiari, di interesse personale o pertinenti alla vita quotidiana Fornire con scioltezza una semplice descrizione di uno tra una varietà di argomenti legati al proprio ambito di interesse presentandolo con una sequenza lineare di punti Produrre semplici testi coerenti su una gamma di argomenti familiari entro il proprio ambito di interesse, collegando una serie di più brevi elementi distinti in una sequenza lineare Favorire lo sviluppo di interpretazione di codici e registri linguistici di varia natura Saper padroneggiare le strutture linguistiche di base

5 Livelli linguistici Il Common European Framework of Reference for Language Learning and Teaching suddivide le competenze comunicative linguistiche in tre livelli di riferimento:  - livello base,  - livello autonomo,  - livello di padronanza,  ognuno dei quali è a sua volta scindibile in due sottogruppi:  - A1 o Breakthrough,  - A2 o Waystage,  - B1 o Threshold,  - B2 o Vantage,  - C1 o Effectiveness,  - C2 o Mastery.

6 LINGUA INGLESE, FRANCESE E TEDESCO CLASSE 1^ potenziamento del livello A2 del CEFR per inglese e francese, A1 per tedesco CLASSE 2^ raggiungimento del livello B1per inglese e francese, A2 per tedesco

7 LIVELLO A1 Comprende e usa espressioni di uso quotidiano e frasi basilari tese a soddisfare bisogni di tipo concreto. Sa presentare se stesso/a e gli altri ed è in grado di fare domande e rispondere su particolari personali come dove abita, le persone che conosce e le cose che possiede. Interagisce in modo semplice purchè l’altra persona parli lentamente e chiaramente e sia disposta a collaborare.

8 LIVELLO A2 Comprende frasi ed espressioni usate frequentemente relative ad ambiti di immediata rilevanza (Es. informazioni personali e familiari di base, fare la spesa, la geografia locale, l’occupazione). Comunica in attività semplici e di routine che richiedono un semplice scambio di informazioni su argomenti familiari e comuni. Sa descrivere in termini semplici aspetti del suo background, dell’ambiente circostante sa esprimere bisogni immediati.

9 LIVELLO B1 Comprende i punti chiave di argomenti familiari che riguardano la scuola, il tempo libero ecc. Sa muoversi con disinvoltura in situazioni che possono verificarsi mentre viaggia nel paese in cui si parla la lingua. E’ in grado di produrre un testo semplice relativo ad argomenti che siano familiari o di interesse personale. E’ in grado di descrivere esperienze ed avvenimenti, sogni, speranze e ambizioni e spiegare brevemente le ragioni delle sue opinioni e dei suoi progetti.

10  Comprendere testi in maniera autonoma  Comprendere una consegna  Prendere appunti abbastanza autonomamente  Rispondere in maniera adeguata ed esaustiva alle richieste  Possedere una sufficiente proprietà di linguaggio lessicale e strutturale  Saper riassumere usando un linguaggio creativo

11 FUNZIONI  Parlare e narrare avvenimenti attuali, passati e futuri personali e non  Fare descrizioni, dare indicazioni, fornire informazioni  Esporre concetti, idee, storie, condizioni, opinioni, ipotesi  Dare consigli, ordini, divieti  Interagire in situazioni funzionali concrete (telefono, ristorante, teatro, party, negozi, discoteca)  Fare paragoni  Saper costruire una frase passiva  Saper utilizzare il discorso indiretto  Saper usare le frasi relative  Saper utilizzare il dizionario bilingue e monolingue  Conoscere fatti ed eventi della civiltà del popolo di cui si studia la lingua

12 FINALITA’  Possedere competenze tali da permettere l’utilizzo e l’approfondimento all’università o nel proprio ambito di lavoro,  Seguire lo sviluppo scientifico, tecnologico con la consapevolezza delle potenzialità e dei limiti degli strumenti impiegati per trasformare l’esperienza in sapere scientifico,  Conoscenza della cultura delle lingue straniere studiate

13  Comprendere le idee principali di testi complessi sia su argomenti concreti che astratti comprese discussioni tecniche relative al proprio ambito di specializzazione  Leggere in modo autonomo adattando diverse tecniche e velocità di lettura a seconda del tipo di testo e del proprio scopo selezionando appropriate fonti di informazione  Comunicare con una certa scioltezza e spontaneità su argomenti non solo familiari  Scambiare, controllare, confermare informazioni  Affrontare situazioni insolite  Esprimere opinioni su argomenti astratti e culturali  Fornire e sostenere le proprie idee con argomentazioni ed esemplificazioni rilevanti  Produrre testi chiari e dettagliati, sintetizzando e valutando le informazioni da un certo numero di fonti  Problem-solving

14  Potenziare il lessico  Saper scrivere e parlare in modo corretto, creativo e ricco con un lessico diversificato  Saper comprendere messaggi orali e testi scritti di vario genere  Saper esporre e sintetizzare con correttezza formale  Saper esporre con autonomia di giudizio  Saper collegare con logicità le varie conoscenze a livello pluridisciplinare  Potenziamento delle 4 abilità per il conseguimento delle certificazioni B1 e B2

15  B1 : E’ in grado di comprendere i punti essenziali di messaggi chiari in lingua standard su argomenti familiari che affronta normalmente al lavoro, a scuola, nel tempo libero, ecc. Se la cava in molte situazioni che si possono presentare viaggiando in una regione dove si parla la lingua in questione. Sa produrre testi semplici e coerenti su argomenti che gli siano familiari o siano di suo interesse. E’ in grado di descrivere esperienze e avvenimenti, sogni, speranze, ambizioni, di esporre brevemente ragioni e dare spiegazioni su opinioni e progetti.  B2 : È in grado di comprendere le idee fondamentali di testi complessi su argomenti sia concreti sia astratti, comprese le discussioni tecniche nel proprio settore di specializzazione. È in grado di interagire con relativa scioltezza e spontaneità, tanto che l’interazione con un parlante nativo si sviluppa senza eccessiva fatica e tensione. Sa produrre testi chiari e articolati su un’ampia gamma di argomenti e esprimere un’opinione su un argomento d’attualità, esponendo i pro e i contro delle diverse opzioni. Common European Framework of Reference for Language Learning and Teaching

16  C1: E’ in grado di comprendere un’ampia gamma di testi complessi e piuttosto lunghi e ne sa ricavare anche il significato implicito. Si esprime in modo scorrevole e spontaneo, senza un eccessivo sforzo per cercare le parole. Usa la lingua in modo flessibile ed efficace per scopi sociali, accademici e professionali. Sa produrre testi chiari, ben strutturati e articolati su argomenti complessi, mostrando di saper controllare le strutture discorsive, i connettivi ed i meccanismi di coesione. Common European Framework of Reference for Language Learning and Teaching

17 LINGUA INGLESE Conoscenza del lessico, delle strutture e delle funzioni relative ai livelli B1 e B2 del Framework Europeo

18 LINGUA FRANCESE Conoscenza del lessico, delle strutture e delle funzioni relative ai livelli B1 e B2 del Framework Europeo

19 LINGUA TEDESCA Conoscenza del lessico, delle strutture e delle funzioni relative ai livelli B1 del Framework Europeo

20 LINGUA INGLESE CLASSE 3^:  Dalle origini al ‘500, con particolare attenzione a G. Chaucer e W. Shakespeare.  Autori e/o tematiche all’interno dei percorsi pluridisciplinari stabiliti dai vari consigli di classe.

21 LINGUA INGLESE CLASSE 4^:  Dal ‘600 al Romanticismo incluso con particolare attenzione a Defoe, Swift e Wordsworth e Lord Byron  Autori e/o tematiche all’interno dei percorsi pluridisciplinari stabiliti dai vari consigli di classe.

22 LINGUA INGLESE CLASSE 5^:  Dal periodo Vittoriano all’età contemporanea con particolare attenzione a Dickens, Wilde, Joyce, T.S. Eliot, Beckett, Orwell più due autori a scelta in base agli interessi della classe  Autori e/o tematiche all’interno dei percorsi pluridisciplinari stabiliti dai vari consigli di classe.

23 LINGUA FRANCESE CLASSE 3^:  Dalle origini al ‘500, con particolare attenzione alla Chanson de Roland, ai Fabliaux, a Villon e Ronsard  Autori e/o tematiche all’interno dei percorsi pluridisciplinari stabiliti dai vari consigli di classe.

24 LINGUA FRANCESE CLASSE 4^:  Dal ‘600 al Primo Romanticismo con particolare attenzione a Racine, Molière, La Fontaine, Montesquieu, Chateaubriand e Lamartine.  Autori e/o tematiche all’interno dei percorsi pluridisciplinari stabiliti dai vari consigli di classe.

25 LINGUA FRANCESE CLASSE 5^:  Il Romanticismo: Vigny e Hugo. Dal Realismo all’età contemporanea, in particolare: Flaubert, Zola, Baudelaire, Verlaine, Proust, Ionesco, Camus e Prévert  Autori e/o tematiche all’interno dei percorsi pluridisciplinari stabiliti dai vari consigli di classe.

26 LINGUA TEDESCA CLASSE 3^:  Autori e/o tematiche all’interno dei percorsi pluridisciplinari stabiliti dai vari consigli di classe.

27 LINGUA TEDESCA CLASSE 4^:  Autori e/o tematiche all’interno dei percorsi pluridisciplinari stabiliti dai vari consigli di classe.

28 LINGUA TEDESCA CLASSE 5^:  Autori e/o tematiche all’interno dei percorsi pluridisciplinari stabiliti dai vari consigli di classe.

29  Acquisizioni di conoscenze generali e specifiche relative alle lingue/ culture studiate con riferimento sia ai sistemi linguistici che alla letteratura.  Raggiungimento di una competenza comunicativa adeguata agli obiettivi del corso di studi e traducibile nel possesso di abilità linguistiche di base ed integrate, le quali si concretizzeranno in atti comunicativi reali, ovvero nella più ampia capacità di interazione orale/ scritta (B2)

30 GRIGLIE DI VALUTAZIONE BIENNIO

31

32

33

34 GRIGLIE DI VALUTAZIONE TRIENNIO

35

36

37

38

39

40

41

42 GRIGLIE DI VALUTAZIONE Istituto Tecnologico indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio Istituto Professionale per i Servizi Commerciali

43 PARAMETRI ED INDICATORILIVELLI DI PRESTAZIONEVALUTAZIONE Comprensionea)completa b)adeguata c)essenziale d)superficiale e)Inadeguata Selezione, organizzazione e rielaborazione del materiale a)sintesi e rielaborazione autonome b)sintesi e rielaborazione quasi sempre autonome c)sintesi accettabile, rielaborazione scolastica d)sintesi e rielaborazione difficoltose e)sintesi e rielaborazione molto difficoltose Proprietà e ricchezza lessicalea)lessico ricco, pertinente e originale b)lessico corretto e abbastanza ampio c)lessico abbastanza corretto ma limitato d)lessico povero e non sempre adeguato e)lessico improprio e limitato Correttezza morfo.sintatticaa)forma precisa e corretta b)forma discretamente chiara e pertinente c)forma semplice ma generalmente accettabile d)forma poco corretta e)forma scorretta ed impropria Griglia di valutazione comprensione del testo

44 LETTERA COMMERCIALE Accuratezza Grammaticale 30%a. Il testo è coerente e coeso, con periodi complessi. Alcuni errori grammaticali di scarso rilevanza. b. il testo è comprensibile anche se sono presenti errori di grammatica di natura più seria. c. Il testo è a volte incomprensibile ed evidenzia alcune lacune grammaticali e difficoltà nell'uso dei connettori. d. il numero e la gravità degli errori di grammatica e di struttura rendono spesso incomprensibile il testo. Contenuto e organizzazione 40%a. lo studente dimostra di aver compreso e interpretato compiutamente i task assegnati producendo un testo ben organizzato e di agevole lettura. b. lo studente mostra di aver compreso e interpretato in maniera adeguata i task assegnati: il contenuto è soddisfacente. c. Lo studente soddisfa le richieste essenziali del task assegnato ma il testo è povero di contenuto e non sempre ben organizzato. d. Lo studente assolve il task prescritto in maniera incompleta e inadeguata. Lessico 20%a. Il lessico è ampio e appropriato con occasionali inaccuratezze ortografiche. b. Il lessico non è molto ampio, ma è adeguato ai task richiesti. c. Il lessico è piuttosto limitato, sufficiente per esprimere idee semplici; in certi casi l'uso è inappropriato e ci sono frequenti errori di ortografia. d. la mancanza di lessico di base e i gravi errori di ortografia non consentono di esprimere nemmeno informazioni semplici. Layout 10%a. gli elementi formali (indirizzo, data, firma, …) sono presenti in modo corretto, coerente e completo. b. Gli elementi formali sono presenti in modo coerente ma impreciso. c. Gli elementi formali sono parzialmente coerenti (es. manca la data o gli allegati).

45 Accuratezza grammaticalea. 8 p b. 6 p c. 4 p d. 2 p Contenuto e organizzazionea. 6 p b. 4 p c. 1,5 p d. 0,5 p Lessicoa. 4 p b. 3 p c. 2 p d. 1 p Layouta. 2 p b. 1 p c. 0,5 p Se l'esercizio vale 20 punti...

46 GRIGLIA DI VALUTAZIONE – Terza prova esame di Stato PunteggioPunteggio candidato 4 Domande a risposta multipla Domanda n.11,25 Domanda n.21,25 Domanda n.31,25 Domanda n.41,25 1,25x4Tot. /5 2 Domande a risposta singola 5x2 Tot /10 INDICATORIDESCRITTORIPUNTEGGIPUNTEGGIO CANDIDATO Conoscenze Conosce gli argomenti richiesti Punti 2 (x 2) Complete e approfondite Adeguate Complete ma non approfondite Superficiali Frammentarie e inadeguate 2 - Ottimo 1,6 - Buono 1,2 - Suff. 0,8 - Mediocre 0,4 - Insuff. Domanda n. 1 p.: Competenze Sa utilizzare un linguaggio appropriato. Punti 2 (x2) Linguaggio appropriato. Forma corretta. Linguaggio accettabile. Forma abbastanza corretta. Linguaggio accettabile, forma non sempre corretta. Linguaggio poco adeguato, forma scorretta. Linguaggio inadeguato, forma molto scorretta 2 1,6 1, ,4 Domanda n. 1 p: Abilità Sa utilizzare e rielaborare le conoscenze in modo autonomo. Punti 1 (x2) Rielabora in modo autonomo. Rielabora in modo parziale. Difficoltà di rielaborazione 1,0 0,5 0,2 Domanda n. 1 p.: Tot. /15

47 Griglia di valutazione orale alunni diversamente abili BIENNIO/TRIENNIO AREA DELL'INSUFFICIENZA3Mancato raggiungimento degli obiettivi di apprendimento 4Mancato raggiungimento degli obiettivi, poco collaborativo. 5Parziale (limitato-insufficiente) raggiungimento degli obiettivi di apprendimento. Autonomia limitata. Partecipazione scarsa. AREA DELLA SUFFICIENZA6Raggiungimento degli obiettivi minimi di apprendimento. Autonomia da sostenere. Partecipazione parziale 7Discreto (più che sufficiente) il raggiungimento degli obiettivi di apprendimento. Parziale autonomia. Partecipazione abbastanza attiva Pieno il raggiungimento degli obiettivi di apprendimento. Autonomia adeguata. Partecipazione attiva. 10Completa padronanza degli obiettivi di apprendimento. Autonomia piena.

48 GRIGLIA DI AUTOVALUTAZIONE LINGUE STRANIERE ( PEI) LIVELLI Pienamente raggiunto 9-8 Raggiunto 7-6 Non raggiunto 5-4 ASCOLTO Riesco a capire gli elementi principali in un discorso chiaro in lingua su argomenti familiari Riesco a capire espressioni e parole di uso molto frequente ed afferrare l'essenziale di messaggi semplici (raggiunto) Riesco a riconoscere parole che mi sono familiari ed espressioni molto semplici riferite a me stesso, alla mia famiglia, al mio ambiente LETTURA Riesco a capire testi scritti di uso corrente legati alla vita quotidiana Riesco a leggere testi brevi e semplici e a trovare informazioni essenziali in materiale di uso quotidiano Riesco a capire i nomi, le persone che mi sono familiari e frasi molto semplici PARLATO Riesco a descrivere i miei sentimenti, le mie esperienze dirette, le mie osservazioni, le mie opinioni Riesco ad usare una serie di osservazioni e frasi per descrivere Riesco a usare espressioni e frasi semplici per descrivere... (il luogo dove abito, la gente che conosco,...) SCRITTO Riesco a scrivere testi semplici e coerenti su argomenti noti, lettere personali sulle mie esperienze, lettere per richiedere informazioni Riesco a prendere semplici appunti, scrivere messaggi su argomenti relativi a bisogni immediati Riesco a scrivere una breve cartolina, ad esempio mandare i saluti dalle vacanze

49 ISTITUTO PROFESSIONALE – SERVIZI COMMERCIALI Disciplina: LINGUA INGLESE Il docente di “Lingua inglese” guida lo studente, al termine del percorso quinquennale di istruzione professionale del settore “Servizi”, al conseguimento di risultati di apprendimento che lo mettono in grado di: padroneggiare la lingua inglese e, ove prevista, un’altra lingua comunitaria, per scopi comunicativi e utilizzare i linguaggi settoriali relativi ai percorsi di studio, per interagire in diversi ambiti e contesti professionali, al livello B2 del quadro comune europeo di riferimento per le lingue (QCER). Primo biennio Ai fini del raggiungimento dei risultati di apprendimento sopra riportati in esito al percorso quinquennale, nel primo biennio il docente persegue, nella propria azione didattica ed educativa, l’obiettivo prioritario di far acquisire allo studente le competenze di base attese a conclusione dell’obbligo di istruzione, di seguito richiamate: utilizzare una lingua straniera per i principali scopi comunicativi ed operativi produrre testi di vario tipo in relazione ai differenti scopi comunicativi L’articolazione dell’insegnamento di “Lingua inglese” in conoscenze e abilità, riconducibili, in linea generale, al livello B1 del QCER, è di seguito indicata quale orientamento per la progettazione didattica del docente in relazione alle scelte compiute nell’ambito della programmazione collegiale del Consiglio di classe. Il docente definisce e sviluppa il percorso d’apprendimento in modo coerente con l’indirizzo di studio, consentendo agli studenti, attraverso l’utilizzo costante della lingua straniera, di fare esperienze concrete e condivise di apprendimento attivo, nonché di comunicazione ed elaborazione culturale. Il docente individua, a tali fini, gli strumenti più idonei, inclusi quelli multimediali e interattivi. Gli studenti vengono guidati, anche nel confronto con la lingua madre, all’uso progressivamente consapevole delle strategie comunicative per favorire il trasferimento di competenze, abilità e conoscenze, tra le due lingue e facilitare gli apprendimenti in un’ottica di educazione linguistica e interculturale. Da questo punto di vista il docente, tiene conto, nella progettazione, dell’interazione dei percorsi didattici delle discipline dell’asse dei linguaggi.

50 ConoscenzeAbilità Aspetti comunicativi, socio-linguistici e paralinguistici della interazione e della produzione orale ( descrivere, narrare ) in relazione al contesto e agli interlocutori. Strutture grammaticali di base della lingua, sistema fonologico, ritmo e intonazione della frase, ortografia e punteggiatura. Conoscenza di strategie per la comprensione globale e selettiva di testi e messaggi semplici e chiari, scritti, orali e multimediali, su argomenti noti inerenti la sfera personale, sociale o l ’ attualit à. Lessico e fraseologia idiomatica frequenti relativi ad argomenti di vita quotidiana, sociale o d ’ attualit à e tecniche d ’ uso dei dizionari, anche multimediali; variet à di registro. Nell ’ ambito della produzione scritta, riferita a testi brevi, semplici e coerenti, caratteristiche delle diverse tipologie (lettere informali, descrizioni, narrazioni, ecc.) strutture sintattiche e lessico appropriato ai contesti. Aspetti socio-culturali dei Paesi di cui si studia la lingua. Interagire in conversazioni brevi e chiare su argomenti di interesse personale, quotidiano, sociale o d’attualità. Utilizzare appropriate strategie ai fini della ricerca di informazioni e della comprensione dei punti essenziali in messaggi chiari, di breve estensione, scritti e orali, su argomenti noti e di interesse personale, quotidiano, sociale o d’attualità. Utilizzare un repertorio lessicale ed espressioni di base, per esprimere bisogni concreti della vita quotidiana, descrivere esperienze e narrare avvenimenti di tipo personale o familiare. Utilizzare i dizionari monolingue e bilingue, compresi quelli multimediali.Descrivere in maniera semplice esperienze, impressioni ed eventi, relativi all’ambito personale, sociale o all’attualità. Produrre testi brevi, semplici e coerenti su tematiche note di interesse personale, quotidiano, sociale, appropriati nelle scelte lessicali e sintattiche. Riconoscere gli aspetti strutturali della lingua utilizzata in testi comunicativi nella forma scritta, orale e multimediale. Cogliere il carattere interculturale della lingua inglese, anche in relazione alla sua dimensione globale e alle varietà geografiche.

51 Disciplina: seconda lingua straniera FRANCESE Il docente di “Seconda lingua comunitaria” concorre a far conseguire allo studente, al termine del percorso quinquennale, risultati di apprendimento che lo mettono in grado di: padroneggiare la lingua inglese e, ove prevista, un’altra lingua comunitaria per scopi comunicativi e utilizzare i linguaggi settoriali relativi ai percorsi di studio, per interagire in diversi ambiti e contesti professionali, al livello B2 del quadro comune europeo di riferimento per le lingue (QCER). Primo biennio Ai fini del raggiungimento dei risultati di apprendimento sopra riportati in esito al percorso quinquennale, nel primo biennio il docente persegue, nella propria azione didattica ed educativa, l’obiettivo prioritario di far acquisire allo studente le competenze di base attese a conclusione dell’obbligo di istruzione, di seguito richiamate: · utilizzare una lingua straniera per i principali scopi comunicativi ed operativi · produrre testi di vario tipo in relazione ai differenti scopi comunicativi L’articolazione dell’insegnamento di “Seconda lingua comunitaria” in conoscenze e abilità, riconducibili, in linea generale, al livello A2 del QCER., è di seguito indicata quale orientamento per la progettazione didattica del docente in relazione alle scelte compiute nell’ambito della programmazione collegiale del Consiglio di classe. Il docente definisce e sviluppa il percorso d’apprendimento in modo coerente con l’indirizzo degli studi, consentendo agli studenti, attraverso l’utilizzo costante della lingua straniera, di fare esperienze concrete e condivise di apprendimento attivo, nonché di comunicazione ed elaborazione culturale. Il docente individua, a tali fini, gli strumenti più idonei, inclusi quelli multimediali e interattivi. Allo scopo di meglio definire i risultati di apprendimento attesi al termine del primo biennio, il docente tiene conto delle possibili disomogeneità di livello in ingresso, dovute alla scelta della seconda lingua comunitaria fatta dallo studente nel primo ciclo. Gli studenti vengono guidati, anche nel confronto con la lingua madre, all’uso progressivamente consapevole delle strategie comunicative per favorire il trasferimento di competenze, abilità e conoscenze, tra le lingue e facilitare gli apprendimenti in un’ottica di educazione linguistica e interculturale. Da questo punto di vista, il docente tiene conto, nella progettazione, dell’interazione dei percorsi didattici delle discipline dell’asse dei linguaggi.

52 Abilità Conoscenze Interagire scambiando informazioni semplici e dirette e partecipare a brevi conversazioni su argomenti consueti di interesse personale, familiare o sociale. Utilizzare appropriate strategie ai fini della ricerca di informazioni e della comprensione globale di messaggi semplici, di breve estensione, scritti e orali, su argomenti noti di interesse personale, familiare o sociale. Utilizzare un repertorio lessicale ed espressioni di uso frequente per esprimere bisogni concreti della vita quotidiana; usare i dizionari, anche multimediali. Descrivere in maniera semplice situazioni, persone o attività relative alla sfera personale, familiare o sociale. Produrre testi brevi, semplici e lineari, appropriati nelle scelte lessicali, su argomenti quotidiani di interesse personale, familiare o sociale. Riconoscere gli aspetti strutturali della lingua utilizzata in testi comunicativi nella forma scritta, orale o multimediale. Cogliere gli aspetti socio-culturali delle varietà di registro Aspetti comunicativi, socio-linguistici e paralinguistici della interazione e della produzione orale in relazione al contesto e agli interlocutori. Strutture grammaticali di base della lingua, sistema fonologico, ritmo e intonazione della frase, ortografia e punteggiatura. Strategie per la comprensione globale e selettiva di testi e messaggi semplici e brevi, scritti, orali e multimediali, su argomenti noti inerenti la sfera personale, familiare o sociale. Lessico e fraseologia idiomatica di uso frequente relativi ad argomenti abituali di vita quotidiana, familiare o sociale e prime tecniche d’uso dei dizionari, anche multimediali; varietà di registro. Nell’ambito della produzione scritta, caratteristiche delle diverse tipologie di testo (messaggi e lettere informali, descrizioni,ecc.), strutture sintattiche e lessico appropriato ai contesti. Aspetti socio-culturali dei Paesi di cui si studia la lingua.

53 ISTITUTO PROFESSIONALE - SERVIZI COMMERCIALI DISCIPLINE: INGLESE/FRANCESE Risultati di apprendimento di riferimento per la disciplina al termine del percorso quinquennale Utilizzare i linguaggi settoriali delle lingue straniere previste dai percorsi di studio per interagire in diversi ambiti e contesti di studio e di lavoro. Primo biennio Monte ore previsto: Competenze specifiche da raggiungere nel biennio (rif. Obbligo di istruzione) Utilizzare una lingua straniera per i principali scopi comunicativi e operativi Livello B1 soglia del QCER – Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue: “È in grado di comprendere i punti essenziali di messaggi chiari in lingua standard su argomenti familiari che affronta normalmente al lavoro, a scuola, nel tempo libero, ecc. Sa cavarsela in molte situazioni che si possono presentare viaggiando in una regione dove si parla la lingua in questione. Sa produrre testi semplici e coerenti su argomenti che gli siano familiari o siano di suo interesse. È in grado di descrivere esperienze e avvenimenti, sogni, speranze, ambizioni, di esporre brevemente ragioni e dare spiegazioni su opinioni e progetti.”

54 AbilitàConoscenze Comprendere i punti essenziali di messaggi e annunci semplici e chiari su argomenti di interesse personale, quotidiano, sociale o professionale con la guida dell’insegnante. Utilizzare appropriate strategie di comprensione di semplici testi scritti e orali con la guida dell’insegnante. Utilizzare un repertorio lessicale di base, funzionale ad esprimere bisogni concreti della vita quotidiana. Ricercare informazioni all’interno di testi di breve estensione di interesse personale, quotidiano e sociale. Descrivere in maniera semplice esperienze ed eventi, relativi all’ambito personale e sociale. Utilizzare in modo adeguato le strutture grammaticali con la guida dell’insegnante. Interagire in conversazioni brevi e semplici su temi di interesse personale, quotidiano, sociale.. Scrivere brevi testi di interesse personale, quotidiano, sociale. Scrivere correttamente semplici testi su tematiche coerenti con i percorsi di studio. Riuscire a produrre semplici testi individuando e collegando i punti essenziali di letture di interesse personale, quotidiano e sociale. Capire e riflettere sulla struttura della lingua utilizzata in testi comunicativi nella forma scritta, orale e multimediale. Riflettere sulla dimensione interculturale della lingua. Strategie di comprensione di testi comunicativi semplici. Lessico di base su argomenti di vita quotidiana, personale e sociale. Uso del dizionario bilingue. Corretta pronuncia di un repertorio di parole e frasi memorizzate di uso comune. Sistema fonologico, accentazione delle parole e intonazione.. Semplici modalità di scrittura: messaggi brevi, lettera informale s, sms. Aspetti grammaticali e comunicativi di base della lingua. Ortografia e punteggiatura. Aspetti socio-culturali della lingua e dei paesi di cui si studia la lingua.

55 Secondo biennio Monte ore previsto Competenze specifiche da raggiungere nel biennio Utilizzare una lingua straniera per scopi comunicativi, utilizzando anche i linguaggi settoriali previsti dai percorsi di studio per interagire in diversi ambiti e contesti di studio e di lavoro - Livello B2 padronanza del QCER – Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue: Comprendere le idee fondamentali di testi complessi su argomenti sia concreti sia astratti, comprese le discussioni tecniche nel proprio settore di specializzazione. È in grado di interagire in modo abbastanza corretto con un parlante nativo con relativa scioltezza e spontaneità, tanto che l’interazione con un parlante nativo si sviluppa senza eccessiva fatica e tensione. Sa produrre testi chiari e articolati su un’ampia gamma di argomenti di interesse personale, quotidiano, sociale e professionale.

56 AbilitàConoscenze Riconoscere le principali tipologie testuali, compresa quella tecnico-scientifica, in base alle costanti che le caratterizzano con un certo grado di autonomia. Utilizzare appropriate strategie di comprensione di testi complessi scritti, orali e multimediali con un certo grado di autonomia. Comprendere in modo globale e analitico testi scritti di interesse generale su questioni di attualità o relativi al proprio settore di indirizzo con un certo grado di autonomia. Comprendere semplici discorsi su argomenti noti di studio e di lavoro cogliendone le idee principali con un certo grado di autonomia. Sostenere una conversazione con un parlante nativo con relativa sicurezza e autonomia, utilizzando strategie compensative in caso di difficoltà. Esprimere, con qualche imprecisione lessicale e grammaticale, le proprie opinioni, intenzioni e argomentazioni nella forma scritta e orale con un certo grado di autonomia. Descrivere, nella forma scritta e orale, processi e situazioni di interesse personale, di studio e di lavoro in modo chiaro e semplice utilizzando un lessico relativamente appropriato con un certo grado di autonomia. Scrivere semplici e brevi relazioni su argomenti relativi al proprio settore di indirizzo con un certo grado di autonomia. Riflettere sulla dimensione interculturale della lingua con un certo grado di autonomia. Trasporre in lingua italiana semplici testi scritti relativi all’ambito scientifico-tecnologico. Principali tipologie testuali, compresa quella tecnico- scientifica, in base alle costanti che le caratterizzano Strategie di comprensione di testi comunicativi relativamente complessi scritti, orali e multimediali relativi al settore di indirizzo. Modalità di organizzazione di testi comunicativi non complessi, di carattere generale e tecnico-scientifico. Uso del dizionario bilingue, anche di settore. Strategie compensative nell’interazione orale. Strategie di produzione di testi comunicativi relativamente complessi, scritti e orali (monologo e interazione) anche con l’ausilio di strumenti multimediali e relativi al settore di indirizzo. Ampia conoscenza del lessico di interesse generale e di settore. Modalità di sintesi di testi non complessi, di carattere generale e tecnico-scientifico. Strutture morfosintattiche adeguate al contesto d’uso e che consentono coerenza e coesione al discorso. Aspetti socio-culturali della lingua.

57 Quinto anno Monte ore previsto : 99 ore annue Competenze specifiche da raggiungere al termine del quinto anno Utilizzare una lingua straniera per scopi comunicativi, utilizzando anche i linguaggi settoriali previste dai percorsi di studio per interagire in diversi ambiti e contesti di studio e di lavoro – Livello B2 padronanza del QCER – quadro comune europeo di riferimento per le lingue: “È in grado di comprendere le idee fondamentali di testi complessi su argomenti sia concreti sia astratti, comprese le discussioni tecniche nel proprio settore di specializzazione. È in grado di interagire con relativa scioltezza e spontaneità, tanto che l’interazione con un parlante nativo si sviluppa senza eccessiva fatica e tensione utilizzando la lingua straniera come lingua veicolare. Sa produrre testi chiari e articolati su un’ampia gamma di argomenti e esprimere un’opinione su un argomento d’attualità, esponendo i pro e i contro delle diverse opzioni.”

58 AbilitàConoscenze Scegliere appropriate strategie di comprensione di testi relativamente complessi scritti, orali e multimediali. Riconoscere le principali tipologie testuali, compresa quella tecnico-scientifica, in base alle costanti che le caratterizzano. Comprendere discorsi di una certa estensione su argomenti noti di studio e di lavoro cogliendone le idee principali. Comprendere con un certo grado di autonomia testi scritti, tabelle, modulistica, schemi, di interesse generale su questioni di attualità. Comprendere in modo globale e analitico testi relativi al proprio settore di indirizzo. Sostenere una efficace conversazione in lingua 2 con un parlante nativo. Esprimere in modo chiaro e articolato le proprie opinioni, intenzioni e argomentazioni nella forma scritta e orale. Descrivere processi e situazioni di interesse personale, di studio e di lavoro con chiarezza logica e lessico appropriato nella forma scritta e orale. Scrivere relazioni, sintesi testi descrittivi e schemi grafici su argomenti relativi al proprio settore di indirizzo. Riflettere sulla dimensione interculturale della lingua. Trasporre in lingua italiana e straniera testi scritti relativi al proprio indirizzo. Principali tipologie testuali, compresa quella tecnico- scientifica, in base alle costanti che le caratterizzano. Modalità di organizzazione di testi comunicativi complessi e articolati, di carattere generale e tecnico-scientifico. Ampia conoscenza del lessico di settore e/o indirizzo. Uso del dizionario monolingue e bilingue, anche di settore. Strategie di comprensione di testi comunicativi complessi e articolati scritti, orali e digitali relativi all’indirizzo. Elementi socio-linguistici e paralinguistici. Strategie di produzione di testi comunicativi complessi e articolati, scritti e orali (monologo e interazione) anche con l’ausilio di strumenti multimediali e relativi all’ indirizzo. Strategie compensative nell’interazione orale. Modalità di sintesi di testi non complessi, di carattere generale e tecnico-scientifico. Strutture morfosintattiche adeguate al contesto d’uso e che consentono coerenza e coesione al discorso. Aspetti socio-culturali della lingua. Aspetti essenziali della dimensione culturale e linguistica della traduzione di testi specifici relativi al proprio indirizzo.

59 ISTITUTO PROFESSIONALE PER I SERVIZI COMMERCIALI PROGRAMMAZIONE PER 1^ANNO - SECONDO BIENNIO Introducing business communication Memos, faxes, s, SMSs Business Correspondence Enquiries, orders, circular letters. Trade and Commerce Production, goods and services, merchandise categories, the process of buying and selling Banking Banks and banking, monetary policy, currencies, banking documents. Internet and e-commerce Buying and selling on the Internet, e-commerce and e-payment Applying for a job British Geography (the British Isles, The United Kingdom, London) British Society Monarchy and political institutions Education in Britain British Economy Economic activity in the UK, industry, the tertiary sector

60 Business basics Economic systems, market forces Business Organisation Sole proprietors, partnerships, limited liability companies, co-operatives, franchises, multinationals, Marketing and Advertising Market research, marketing mix, the product, pricing, promotion, advertising. Banking Type of banks, the Bank of England, banking transections and services, the European Central Bank. The Stock Exchange The London Stock Exchange, jobbers and brokers, gambling. Business correspondence Advertising, public service messages, complaints, replies to complaints. The USA American Geography and system of government, chief goods and services of the U.S. Economy, national celebrations. British Culture Overseas The Commonwealth 2^ ANNO - SECONDO BIENNIO

61 Trade and Commerce Commerce and trade, kinds of trade, markets and types of markets, international trade, location of business. Methods of Payment Instruments of credit, cheques, traveller's cheque, cards. Insurance and transport Insurance systems, the contract of insurance, branches of insurance, marine insurance, transport by land, water and air. The European Union Symbols, history of the European Union, the European Economy, European Institutions Business correspondence Request for payment, reminders and answers. A look at literature- The language of literature, fiction, drama and poetry, Shakespeare, Kipling, Oscar Wilde, Auden. 5^ ANNO

62 ISTITUTO TECNICO - Settore tecnologico: Costruzioni, Ambiente e Territorio DISCIPLINA : INGLESE Risultati di apprendimento di riferimento per la disciplina al termine del percorso quinquennale Utilizzare i linguaggi settoriali delle lingue straniere previste dai percorsi di studio per interagire in diversi ambiti e contesti di studio e di lavoro. Primo biennio Monte ore previsto: Competenze specifiche da raggiungere nel biennio (rif. Obbligo di istruzione) Utilizzare una lingua straniera per i principali scopi comunicativi e operativi Livello B1 soglia del QCER – Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue: “È in grado di comprendere i punti essenziali di messaggi chiari in lingua standard su argomenti familiari che affronta normalmente al lavoro, a scuola, nel tempo libero, ecc. Sa cavarsela in molte situazioni che si possono presentare viaggiando in una regione dove si parla la lingua in questione. Sa produrre testi semplici e coerenti su argomenti che gli siano familiari o siano di suo interesse. È in grado di descrivere esperienze e avvenimenti, sogni, speranze, ambizioni, di esporre brevemente ragioni e dare spiegazioni su opinioni e progetti.”

63 AbilitàConoscenze Comprendere i punti essenziali di messaggi e annunci semplici e chiari su argomenti di interesse personale, quotidiano, sociale o professionale. Utilizzare appropriate strategie di comprensione di semplici testi scritti e orali. Utilizzare un repertorio lessicale di base funzionale ad esprimere bisogni concreti della vita quotidiana. Ricercare informazioni all’interno di testi di breve estensione di interesse personale, quotidiano e sociale. Descrivere in maniera semplice esperienze ed eventi relativi all’ambito personale e sociale. Utilizzare in modo adeguato le strutture grammaticali. Interagire in conversazioni brevi e semplici su temi di interesse personale, quotidiano e sociale. Scrivere brevi testi di interesse personale, quotidiano, sociale e su su tematiche coerenti con i percorsi di studio. Capire e riflettere sulla struttura della lingua utilizzata in testi comunicativi nella forma scritta, orale e multimediale. Riflettere sulla dimensione interculturale della lingua. Strategie di comprensione di testi comunicativi semplici. Lessico di base di argomenti di vita quotidiana, personale e sociale. Uso del dizionario bilingue. Corretta pronuncia di un repertorio di parole e frasi di uso comune. Sistema fonologico, accentazione delle parole e intonazione Semplici modalità di scrittura: messaggi brevi, lettera informale s, sms. Aspetti grammaticali e comunicativi di base della lingua. Ortografia e punteggiatura. Aspetti socio-culturali della lingua e dei paesi di cui si studia la lingua.

64 Secondo biennio Monte ore previsto Competenze specifiche da raggiungere nel biennio Utilizzare, padroneggiare una lingua straniera per scopi comunicativi, utilizzando anche i linguaggi settoriali previsti dai percorsi di studio per interagire in diversi ambiti e contesti di studio e di lavoro - Livello B2 padronanza del QCER – Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue: Comprendere le idee fondamentali di testi complessi su argomenti sia concreti sia astratti, comprese le discussioni tecniche nel proprio settore di specializzazione. È in grado di interagire in modo abbastanza corretto con un parlante nativo con relativa scioltezza e spontaneità, tanto che l’interazione con un parlante nativo si sviluppa senza eccessiva fatica e tensione. Sa produrre testi chiari e articolati su un’ampia gamma di argomenti e esprimere un’opinione su un argomento d’attualità, esponendo i pro e i contro delle diverse opzioni, sa esporre alcuni argomenti di interesse personale, quotidiano, sociale e professionale.

65 AbilitàConoscenze Riconoscere le principali tipologie testuali, compresa quella tecnico-scientifica, in base alle costanti che le caratterizzano con un certo grado di autonomia. Utilizzare appropriate strategie di comprensione di testi complessi scritti, orali e multimediali con un certo grado di autonomia. Comprendere in modo globale e analitico testi scritti relativi a questioni di attualità o al proprio settore di indirizzo con un certo grado di autonomia. Comprendere semplici discorsi su argomenti noti di studio e di lavoro cogliendone le idee principali con un certo grado di autonomia. Sostenere una conversazione con un parlante nativo con relativa sicurezza e autonomia utilizzando strategie compensative in caso di difficoltà. Esprimere con qualche imprecisione lessicale e grammaticale le proprie opinioni, intenzioni e argomentazioni nella forma scritta e orale con un certo grado di autonomia. Descriver in forma scritta e orale processi e situazioni di interesse personale, di studio e di lavoro in modo chiaro e semplice utilizzando un lessico relativamente appropriato. Scrivere testi su argomenti relativi al proprio settore di indirizzo con un certo grado di autonomia. Riflettere sulla dimensione interculturale della lingua. Trasporre in lingua italiana testi scritti relativi all’ambito scientifico-tecnologico. Principali tipologie testuali, compresa quella tecnico-scientifica, in base alle costanti che le caratterizzano. Strategie di comprensione di testi comunicativi scritti, orali multimediali relativi al settore di indirizzo. Modalità di organizzazione di testi comunicativi non complessi, di carattere generale e tecnico-scientifico. Uso del dizionario bilingue anche di settore. Strategie compensative nell’interazione orale. Strategie di produzione di testi comunicativi scritti e orali relativi al settore di indirizzo anche con l’ausilio di strumenti multimediali. Conoscenza del lessico di interesse generale e di settore. Modalità di sintesi di testi non complessi di carattere generale e tecnico-scientifico. Strutture morfosintattiche adeguate al contesto d’uso e che consentono coerenza e coesione al discorso. Aspetti socio-culturali della lingua.

66 Quinto anno Monte ore previsto : 99 ore annue Competenze specifiche da raggiungere al termine del quinto anno Utilizzare Padroneggiare una lingua straniera per scopi comunicativi, utilizzando anche i linguaggi settoriali previsti dai percorsi di studio per interagire in diversi ambiti e contesti di studio e di lavoro – Livello B2 padronanza del QCER – Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue: “È in grado di comprendere le idee fondamentali di testi complessi su argomenti sia concreti sia astratti, comprese le discussioni tecniche nel proprio settore di specializzazione. È in grado di interagire con relativa scioltezza e spontaneità, tanto che l’interazione con un parlante nativo si sviluppa senza eccessiva fatica e tensione utilizzando la lingua straniera come lingua veicolare. Sa produrre testi chiari e articolati su un’ampia gamma di alcuni argomenti e esprimere un’opinione su un argomento d’attualità, esponendo i pro e i contro delle diverse opzioni.”

67 AbilitàConoscenze Scegliere appropriate strategie di comprensione di testi complessi scritti, orali e multimediali. Riconoscere le principali tipologie testuali, compresa quella tecnico-scientifica, in base alle costanti che le caratterizzano. Comprendere discorsi di una certa estensione su argomenti noti di studio e di lavoro cogliendone le idee principali. Comprendere con un certo grado di autonomia testi scritti di interesse generale e relativi al proprio settore di indirizzo. Sostenere una efficace conversazione con un parlante nativo. Esprimere in modo chiaro e articolato le proprie opinioni, intenzioni e argomentazioni nella forma scritta e orale. Descrivere processi e situazioni di interesse personale, di studio e di lavoro con chiarezza logica e lessico appropriato. Scrivere relazioni, sintesi, completare tabelle, modulistica e schemi grafici su argomenti relativi al proprio settore di indirizzo. Riflettere sulla dimensione interculturale della lingua. Trasporre in lingua italiana testi scritti relativi al proprio ambito settoriale. Principali tipologie testuali, compresa quella tecnico- scientifica, in base alle costanti che le caratterizzano. Modalità di organizzazione di testi comunicativi articolati, di carattere generale e tecnico-scientifico. Ampio lessico di settore e/o indirizzo. Uso del dizionario bilingue anche di settore. Strategie di comprensione di testi comunicativi articolati scritti, orali e digitali relativi all’indirizzo. Strategie di produzione di testi comunicativi articolati, scritti e orali anche con l’ausilio di strumenti multimediali e relativi all’ indirizzo. Strategie compensative nell’interazione orale. Modalità di sintesi di testi non complessi, di carattere generale e tecnico-scientifico. Strutture morfosintattiche adeguate al contesto d’uso e che consentono coerenza e coesione al discorso. Aspetti socio-culturali della lingua. Aspetti essenziali della dimensione culturale e linguistica della traduzione di testi specifici relativi al proprio indirizzo.

68 ISTITUTO TECNICO Settore Tecnologico COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO PROGRAMMAZIONE 1^ ANNO SECONDO BIENNIO Apprendimento attivo della microlingua attinente il settore di specializzazione attraverso lo studio di tematiche inerenti alcune discipline di indirizzo come le costruzioni, la topografia, l'urbanistica e la tecnologia delle costruzioni allo scopo di favorire collegamenti interdisciplinari. Analisi di diverse tipologie di testi scritti per consentire un corretto approccio al testo specifico (giornali specialistici, riviste, documentazione tecnica) e l'acquisizione di una precisa terminologia. Ecology and the Environment (the ecosystem, human ecology and the ecosystem, ecological crises, forms of pollution) Building Materials Natural and man-made materials, sustainable materials) Bio-architecture (Eco-materials, eco-design, green building, sustainable design, alternative energy sources) A short history of architecture (From prehistoric architecture to Gothic cathedrals) Development of language competences (destination B2)

69 Design and planning (mapping, surveying instruments, Gps, Autocad, drawings and reports). Building and the Building Site (Foundations, walls, floors, stairs, roofs, restoring and renovating, on the building site) Building public works (Engineering, bridges, roads, schools, dams, opera houses, airports, gardens and parks, tunnels). A short history of architecture (British castles, half-timbered houses, Tudor and Georgian architecture, Gothic revival and neoclassicism). Development of Language competences (destination B2) 2^ ANNO – SECONDO BIENNIO

70 Urbanisation (Urban growth, urban land-use patterns, the economic life of a building, town planning, master plan). Building Installations (House systems: plumbing, drainage, heating systems, solar heating, energy saving). Working in construction (professionals, operatives, building and quantity surveyors, civil engineers, education, how to find a job). Masters of Architecture (the modern movement, the post modern movement, contemporary tends). Developing language competences (destination B2) 5^ ANNO

71 COMPETENZE LINGUE STRANIERE I.S.I.S.S. “CASIMIRI” Primo biennio Monte ore previsto Competenze specifiche da raggiungere nel biennio (rif. Obbligo di Istruzione) Utilizzare una lingua straniera per i principali scopi comunicativi e operativi Livello B1 soglia del CEFR – Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue: “È in grado di comprendere i punti essenziali di messaggi chiari in lingua standard su argomenti familiari che affronta normalmente al lavoro, a scuola, nel tempo libero, ecc. Sa cavarsela in molte situazioni che si possono presentare viaggiando in una regione dove si parla la lingua in questione. Sa produrre testi semplici e coerenti su argomenti che gli siano familiari o siano di suo interesse. È in grado di descrivere esperienze e avvenimenti, sogni, speranze, ambizioni, di esporre brevemente ragioni e dare spiegazioni su opinioni e progetti.” LIVELLO BASE (Area di voto: 6-7) Abilità 1) Comprendere i punti essenziali di messaggi e annunci semplici e chiari su argomenti di interesse personale, quotidiano, sociale e professionale nella forma scritta,orale e multimediale. 2) Utilizzare appropriate strategie di comprensione di semplici testi scritti e orali. 3) Utilizzare un repertorio lessicale di base, funzionale ad esprimere bisogni concreti della vita quotidiana. 4) Utilizzare in modo adeguato le strutture grammaticali. 5) Interagire in conversazioni brevi e semplici su temi di interesse personale, quotidiano e sociale. 6) Scrivere brevi testi di interesse personale, quotidiano e sociale. 7) Usare il dizionario bilingue. Conoscenze 1)Strategie di comprensione di testi comunicativi semplici. 2) Lessico di base su argomenti di vita quotidiana, personale e sociale. 1)Corretta pronuncia di un repertorio base di parole e frasi di uso comune. 2)Strategie di composizione: messaggi brevi, lettera personale, s, sms, appunti riguardanti bisogni immediati. 5) Aspetti grammaticali e comunicativi di base della lingua. 6) Ortografia e punteggiatura adeguata. 7) Aspetti socio-culturali della lingua e dei paesi di cui si studia la lingua.

72 LIVELLO INTERMEDIO (Area di voto: 7-8) Abilità 1) Comprendere i punti essenziali di messaggi e annunci chiari su argomenti di interesse personale, quotidiano, sociale e professionale. 2) Utilizzare appropriate strategie di comprensione di testi scritti e orali lineari. 3) Utilizzare un discreto repertorio lessicale funzionale ad esprimere bisogni concreti della vita quotidiana e professionale. 4) Utilizzare autonomamente le strutture grammaticali. 5) Interagire in modo chiaro e immediato su temi di interesse personale, quotidiano e sociale. 6) Scrivere correttamente semplici testi su tematiche coerenti con i percorsi di studio. 7) Descrivere in maniera chiara e corretta esperienze ed eventi relativi all’ambito personale, sociale e a fatti di attualità. 8) Riflettere sulla struttura della lingua utilizzata in testi comunicativi nella forma scritta, orale e multimediale. 9) Usare il dizionario bilingue e monolingue. Conoscenze 1) Strategie di comprensione di testi comunicativi brevi ma articolati. 2) Lessico discreto su argomenti di vita quotidiana, personale e sociale. 3) Corretta pronuncia di un discreto repertorio di parole e funzioni comunicative di uso comune. 4) Strategie di composizione: testi inerenti al proprio vissuto, rielaborazione personale, chiara e corretta di appunti. 5) Aspetti grammaticali e comunicativi. 6) Ortografia e punteggiatura buona. 7) Aspetti socio-culturali della lingua e consapevolezza delle diversità dei paesi di cui si studia la lingua.

73 LIVELLO AVANZATO (Area di voto: 9-10) Abilità 1)Comprendere messaggi e annunci chiari su argomenti di interesse personale, quotidiano, sociale e professionale. 2) Utilizzare appropriate strategie di comprensione di testi scritti e orali. 3) Utilizzare un buon repertorio lessicale funzionale ad esprimere bisogni concreti della vita quotidiana e professionale. 4) Utilizzare in modo accurato e appropriato le strutture grammaticali. 5) Interagire in conversazioni su temi di interesse personale, quotidiano e sociale. 6) Scrivere testi di interesse personale, quotidiano, sociale e professionale con coerenza e correttezza formale. 7) Descrivere in modo autonomo con correttezza formale esperienze ed eventi relativi all’ambito personale, sociale e professionale. 8) Capire e riflettere autonomamente sulla struttura della lingua utilizzata in testi comunicativi nella forma scritta, orale e multimediale. Riuscire a produrre semplici testi individuando e collegando i punti essenziali di letture di interesse personale, quotidiano, sociale e inerenti l'attualità. 10) Riflettere sulla dimensione interculturale della lingua. 11) Usare il dizionario bilingue e monolingue. Conoscenze 1) Strategie di comprensione di testi comunicativi relativi all'ambito quotidiano e professionale. 2) Lessico ampio su argomenti di vita quotidiana, personale,sociale e professionale. 3) Corretta pronuncia di un buon repertorio di parole e frasi di uso comune. 4) Strategie di composizione: testi lineari, coerenti e formalmente corretti su argomenti noti e di interesse personale. 5) Aspetti grammaticali e comunicativi più complessi. 6) Ortografia e punteggiatura corretta. 7) Aspetti socio-culturali della lingua e dei paesi di cui si studia la lingua con raffronti e comparazioni.


Scaricare ppt "CURRICULUM DI ISTITUTO DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 Dirigente Scolastico FRANCESCA CENCETTI."

Presentazioni simili


Annunci Google