La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I L Q UADRO COMUNE EUROPEO DI RIFERIMENTO PER LE LINGUE A PPRENDIMENTO I NSEGNAMENTO V ALUTAZIONE C ONSIGLIO D E UROPA 1 Daniela Bertocchi e Franca Quartapelle.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I L Q UADRO COMUNE EUROPEO DI RIFERIMENTO PER LE LINGUE A PPRENDIMENTO I NSEGNAMENTO V ALUTAZIONE C ONSIGLIO D E UROPA 1 Daniela Bertocchi e Franca Quartapelle."— Transcript della presentazione:

1 I L Q UADRO COMUNE EUROPEO DI RIFERIMENTO PER LE LINGUE A PPRENDIMENTO I NSEGNAMENTO V ALUTAZIONE C ONSIGLIO D E UROPA 1 Daniela Bertocchi e Franca Quartapelle - Milano, 3 aprile 2008

2 G LI INTERROGATIVI DI BASE DEL Q UADRO Che cosa facciamo precisamente quando parliamo con qualcuno e quando scriviamo? Che cosa ci mette in condizione di agire in quel modo? Quante e quali cose dobbiamo imparare quando cerchiamo di usare una nuova lingua? Come definiamo i nostri obiettivi e registriamo i progressi nel percorso che ci porta dalla completa ignoranza alleffettiva padronanza di una lingua straniera? Come si realizza lapprendimento di una lingua? In che modo possiamo agevolare lapprendimento di una lingua, il nostro e quello di altri? 2 Daniela Bertocchi e Franca Quartapelle - Milano, 3 aprile 2008

3 I DESTINATARI DEL Q UADRO 3 Daniela Bertocchi e Franca Quartapelle - Milano, 3 aprile 2008

4 C ONTENUTI DEL Q UADRO 1. Scopi, obiettivi, funzioni 2. Lapproccio (uso linguistico) 3. I livelli comuni di riferimento 4. Luso della lingua (scale) 5. Le competenze (scale) 6. Apprendimento e insegnamento 7. I compiti 8. Il curricolo (diversificazione linguistica) 9. La valutazione 4 Daniela Bertocchi e Franca Quartapelle - Milano, 3 aprile 2008

5 L USO LINGUISTICO competenzegenerali linguistico-comunicative contesti condizionivincoli attività linguistiche processi linguistici testitemidomini strategie compiti Luso della lingua, incluso il suo apprendimento, comprende le azioni compiute da persone che, in quanto individui e attori sociali, sviluppano una gamma di competenze, sia generali sia, nello specifico, linguistico-comunicative. Gli individui utilizzano le proprie competenze in contesti e condizioni differenti e con vincoli diversi per realizzare delle attività linguistiche. Queste implicano i processi linguistici di produrre e/o ricevere testi su determinati temi in domini specifici, con lattivazione delle strategie che sembrano essere più adatte a portare a buon fine i compiti previsti. Il controllo che gli interlocutori esercitano su queste azioni li porta a rafforzare e a modificare le proprie competenze. 5 Daniela Bertocchi e Franca Quartapelle - Milano, 3 aprile 2008

6 SCHEMA DELLA COMUNICAZIONE (uso e apprendimento linguistico) COORDINATE SPAZIO-TEMPORALI SFERA DAZIONE O ( DOMAIN ) COMPITO/TASKCOMPITO/TASK COMPITO/TASKCOMPITO/TASK MITTENTE ATTIVITA LINGUISTICO COMUNICATIVA MESSAGGIO / TESTO RICEVENT E CANALE / RUMORE CONTENUTO/ TEMA CODICE Daniela Bertocchi e Franca Quartapelle - Milano, 3 aprile

7 L A COMPETENZA PLURILINGUE E PLURICULTURALE imperfetta in evoluzione disequilibrata parziale non è somma di competenze monolingue 7 Daniela Bertocchi e Franca Quartapelle - Milano, 3 aprile 2008

8 ATTIVITÀ LINGUISTICHE PREVISTE DAL QCER Daniela Bertocchi e Franca Quartapelle - Milano, 3 aprile ricezione produzione interazione mediazione orale scritto

9 I 6 LIVELLI COMUNI DI RIFERIMENTO DELLE COMPETENZE LINGUISTICO - COMUNICATIVE Livello elementareA1 Contatto A2 Sopravvivenza Livello intermedioB1 Soglia B2 Progresso Livello avanzatoC1 Efficacia C2 Padronanza Daniela Bertocchi e Franca Quartapelle - Milano, 3 aprile

10 S OPRAVVIVENZA A2 D ESCRITTORE DI ATTIVITÀ LINGUISTICO - COMUNICATIVE Descrizione contenuta nella scala generale Riesce a comprendere frasi isolate ed espressioni di uso frequente relative ad ambiti di immediata rilevanza (ad es. informazioni di base sulla persona e sulla famiglia, acquisti, geografia locale, lavoro). Riesce a comunicare in attività semplici e di routine che richiedono solo uno scambio di informazioni semplice e diretto su argomenti familiari e abituali. Riesce a descrivere in termini semplici aspetti del proprio vissuto e del proprio ambiente ed elementi che si riferiscono a bisogni immediati. 10 Daniela Bertocchi e Franca Quartapelle - Milano, 3 aprile 2008

11 S OPRAVVIVENZA A2 D ESCRITTORE DI ATTIVITÀ LINGUISTICO - COMUNICATIVE ( DALLA GRIGLIA DI AUTOVALUTAZIONE ) Interazione orale Riesco a comunicare in compiti semplici e di routine che richiedano solo uno scambio semplice e diretto di informazioni su argomenti e attività consuete. Partecipo a brevi conversazioni, anche se di solito non capisco abbastanza per riuscire a sostenere la conversazione. 11 Daniela Bertocchi e Franca Quartapelle - Milano, 3 aprile 2008


Scaricare ppt "I L Q UADRO COMUNE EUROPEO DI RIFERIMENTO PER LE LINGUE A PPRENDIMENTO I NSEGNAMENTO V ALUTAZIONE C ONSIGLIO D E UROPA 1 Daniela Bertocchi e Franca Quartapelle."

Presentazioni simili


Annunci Google