La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1/18 Ambiente sicuro Scuola-casa-lavoro Federica Rossi e Fabrizio Sposito PERCORSO FORMATIVO PER STUDENTI DELLE SCUOLE MEDIE SUPERIORI DELLA PROVINCIA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1/18 Ambiente sicuro Scuola-casa-lavoro Federica Rossi e Fabrizio Sposito PERCORSO FORMATIVO PER STUDENTI DELLE SCUOLE MEDIE SUPERIORI DELLA PROVINCIA."— Transcript della presentazione:

1

2 1/18 Ambiente sicuro Scuola-casa-lavoro Federica Rossi e Fabrizio Sposito PERCORSO FORMATIVO PER STUDENTI DELLE SCUOLE MEDIE SUPERIORI DELLA PROVINCIA DI COMO ANNO 2009/2010 Materiale didattico ad uso dei partecipanti

3 2/18 Ambiente sicuro Scuola-casa-lavoro Federica Rossi e Fabrizio Sposito PERCORSO FORMATIVO PER STUDENTI DELLE SCUOLE MEDIE SUPERIORI DELLA PROVINCIA DI COMO ANNO 2009/2010 Materiale didattico ad uso dei partecipanti

4 3/18 L’impegno dell’INAIL nella prevenzione INFORMAZIONE FORMAZIONE COMUNICAZIONE RICERCA FINANZIAMENTO Federica Rossi e Fabrizio Sposito

5 4/18 FORMAZIONE: Organizza corsi e seminari su argomenti specialistici INFORMAZIONE: Tramite la Banca Dati e i Flussi Informativi offre dati sugli infortuni e le malattie professionali. Fornisce informazioni statistiche per l’elaborazioni dei sistemi di gestione della sicurezza. Federica Rossi e Fabrizio Sposito

6 5/18 COMUNICAZIONE: Promuove campagne pubblicitarie sui mass media in materia di sicurezza e prevenzione RICERCA :Attua studi volti a individuare i nuovi rischi e gli strumenti di prevenzione FINANZIAMENTI: Finanzia progetti alle scuole e alle piccole e medie imprese per l’adeguamento dei sistemi di sicurezza. Finanzia abbattimento barriere architettoniche. Federica Rossi e Fabrizio Sposito

7 6/18 Molti giovani sono vittime di infortuni che potrebbero essere evitati grazie a una chiara informazione sulla pericolosità di alcuni atteggiamenti assunti nell’ambiente scolastico che si manifestano anche al di fuori. Occorre: 1)Segnaletica 2)Piano di sicurezza 3)Consapevolezza dei rischi La cultura della sicurezza è patrimonio delle nuove generazioni Federica Rossi e Fabrizio Sposito

8 7/18 Sono le normative di riferimento che hanno introdotto e rafforzato in Italia le direttive europee in materia di sicurezza sul lavoro, prevenzione infortuni e malattie professionali DECRETO LEGISLATIVO 626/94 DECRETO LEGISLATIVO 81/2008 DECRETO LEGISLATIVO 626/94 DECRETO LEGISLATIVO 81/2008 Federica Rossi e Fabrizio Sposito

9 8/18 LE NOVITA’ DEI DECRETI - Istituzione del Servizio di Prevenzione e Protezione -Obbligo di realizzare il documento dei rischi -Applicazione a tutti lavoratori - Coinvolgimento attivo dei lavoratori - Vigilanza sul rispetto della norma demandata all’ASL IL D. Lgs 626/94 - D. Lgs. 81/2008

10 9/18 IL D.Lgs 626/94 - D.Lgs. 81/2008 Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza LAVORATORI Responsabile del servizio di prevenzione e protezione Addetti antincendio Addetti primo soccorso Medico competente Ditte esterne Progettisti e installatori Datore di lavoro Dirigenti e preposti

11 10/18 A CHI SI APPLICA? Ai lavoratori subordinati Ai soci di società Agli studenti addetti a esercitazioni tecnico scientifiche (laboratori) e educazione fisica(palestre) Ai tirocinanti Agli allievi corsi di qualificazione professionale IL D.Lgs 626/94 - D.Lgs. 81/2008 Federica Rossi e Fabrizio Sposito

12 11/18 OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO  Redigere documento di Valutazione dei rischi  Nominare il Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione  Elaborare, per quanto di competenza, le misure di prevenzione e di protezione nonché i sistemi di controllo di tali misure; fornire i DPI;  Proporre i programmi di informazione e formazione dei lavoratori; IL D.Lgs 626/94 – D.Lgs. 81/2008 Federica Rossi e Fabrizio Sposito

13 12/18 OBBLIGHI DEL LAVORATORE -Utilizzare correttamente macchine, utensili e sostanze messe a disposizione -Non manomettere dispositivi di sicurezza -Usare dispositivi di protezione individuale -Sottoporsi a controlli periodici sanitari -Partecipare a programmi di formazione IL D.Lgs 626/94 - D.Lgs. 81/2008 Federica Rossi e Fabrizio Sposito

14 13/18 DIRITTI DEL LAVORATORE -Ricevere formazione ed informazione: sistematica, specifica, pertinente, verificata. -Verificare l’applicazione delle misure di sicurezza in materia di Prevenzione e Protezione tramite RLS. - Ricevere gli adeguati dispositivi di protezione individuale. IL D.Lgs 626/94 - D.Lgs. 81/2008 Federica Rossi e Fabrizio Sposito

15 14/18 LA TUTELA INAIL NELLA SCUOLA… Sono tutelati dall’Inail gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado durante le attività di educazione fisica e durante le esercitazioni di laboratorio (macchinari, videoterminali, sostanze chimiche, etc.) IL D.Lgs 626/94 - D.Lgs. 81/2008 Federica Rossi e Fabrizio Sposito

16 15/18 SE MI FACCIO MALE NELLA SCUOLA, NELLE ATTIVITA’ TUTELATE DALL INAIL… -Devo recarmi al Pronto Soccorso e farmi rilasciare un CERTIFICATO D’INFORTUNIO -Devo consegnare il certificato alla scuola -La scuola deve effettuare la DENUNCIA D’INFORTUNIO all’Inail IL D.Lgs 626/94 - D.Lgs. 81/2008 Federica Rossi e Fabrizio Sposito

17 16/18 LE TIPOLOGIE DI RISCHIO Federica Rossi e Fabrizio Sposito ARCHITETTONICO ERGONOMICO ELETTRICO CHIMICO VIDEOTERMINALE INCENDIO

18 17/18 RISCHIO ARCHITETTONICO Federica Rossi e Fabrizio Sposito -SCALE -CORRIDOI -PAVIMENTI -PORTE E FINESTRE -SUPPELLETTILI -ARREDI E’ importante l’uso corretto e prudente delle strutture e delle suppellettili

19 18/18 RISCHIO ERGONOMICO Federica Rossi e Fabrizio Sposito L’ERGONOMIA STUDIA L’INTERA- ZIONE TRA AMBIENTE – UOMO ATTIVITA’ PER FAR CORRI- SPONDERE IL LAVORO ALLE ABILITA’ E ALLE LIMITAZIONI FISICHE E MENTALI DI UOMINI E DONNE

20 19/18 RISCHIO DEI VIDEO TERMINALI: occhi e colonna vertebrale Federica Rossi e Fabrizio Sposito A chi utilizza i videoterminali… - previsti controlli degli occhi e della vista -controlli alla colonna Vertebrale e arti superiori - spese per accertamenti e dispositivi sono a carico del datore di lavoro E’ prevista una pausa di 15 minuti ogni 120 minuti

21 20/18 RISCHIO ELETTRICO Federica Rossi e Fabrizio Sposito -ELETTROCUZIONE -ESPLOSIONE -INCENDIO In caso di folgorazione occorre: Proteggere prima sé e poi l’infortunato Staccare la spina o l’interruttore generale Staccare il folgorato con un bastone di legno Chiamare soccorsi

22 21/18 RISCHIO CHIMICO Federica Rossi e Fabrizio Sposito -Rischio collegato ad attività dove sono Impiegate sostanze/preparati che per Le loro proprietà o per le condizioni d’impiego vengono considerate pericolose

23 22/18 RISCHIO CHIMICO Federica Rossi e Fabrizio Sposito CLASSIFICAZIONE DELLE SOSTANZE Non pericolose Non pericolose, ma potenzialmente tali Pericolose, ma non classificate Pericolose e classificate

24 23/18 RISCHIO INCENDIO Federica Rossi e Fabrizio Sposito COMBUSTIONE: REAZIONE ESOTERMICA TRA COMBUSTIBILE E COMBURENTE CONDIZIONI NECESSARIE: -CONTATTO combustibile -CONCENTRAZIONE comburente - TEMPERATURA UNA COMBUSTIONE RAPIDA CHE SI SVILUPPA SENZA CONTROLLO NEL TEMPO E NELLO SPAZIO

25 24/18 RISCHIO INCENDIO Federica Rossi e Fabrizio Sposito CAUSE DI MORTE: 65% INALAZIONE GAS TOSSICI 25% ESPOSIZIONE AD ALTE TEMPERATURE 10% CROLLI STRUTTURALI

26 25/18 LA SEGNALETICA Federica Rossi e Fabrizio Sposito


Scaricare ppt "1/18 Ambiente sicuro Scuola-casa-lavoro Federica Rossi e Fabrizio Sposito PERCORSO FORMATIVO PER STUDENTI DELLE SCUOLE MEDIE SUPERIORI DELLA PROVINCIA."

Presentazioni simili


Annunci Google