La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Come può una grande azienda ad aiutare l’università a internazionalizzarsi? * E viceversa! Pietro Perlo Centro Ricerche Fiat * Titolo assegnato dagli organizzatori.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Come può una grande azienda ad aiutare l’università a internazionalizzarsi? * E viceversa! Pietro Perlo Centro Ricerche Fiat * Titolo assegnato dagli organizzatori."— Transcript della presentazione:

1 Come può una grande azienda ad aiutare l’università a internazionalizzarsi? * E viceversa! Pietro Perlo Centro Ricerche Fiat * Titolo assegnato dagli organizzatori del convegno

2  La strategia ha un obiettivo principale: fare in modo che la ricerca pubblica-privata e le azioni industriali che seguono siano vincenti in un contesto internazionale competitivo,  Ogni organizzazione ha bisogno di dotarsi di una strategia per allineare le attività quotidiane con gli obiettivi di lungo termine,  Una strategia è null’altro che un insieme di azioni che consentono ad una organizzazione di ottenere risultati programmati e… non programmati (in un sistema organizzato la ricerca “fuori dal coro” trova più spazio ed è valorizzata meglio).  La strategia ha un obiettivo principale: fare in modo che la ricerca pubblica-privata e le azioni industriali che seguono siano vincenti in un contesto internazionale competitivo,  Ogni organizzazione ha bisogno di dotarsi di una strategia per allineare le attività quotidiane con gli obiettivi di lungo termine,  Una strategia è null’altro che un insieme di azioni che consentono ad una organizzazione di ottenere risultati programmati e… non programmati (in un sistema organizzato la ricerca “fuori dal coro” trova più spazio ed è valorizzata meglio). Grandi aziende e università necessitano una strategia condivisa per lo sviluppo di grandi obiettivi e del personale necessario per ottenerli

3 Due contesti concettuali Obiettivi Scientifici-Tecnici di …prodotti…di mercato Per la prima volta nelle piattaforme tecnologiche, e più in generale, con le varie iniziative correlate, nel 7 o programma quadro le grandi aziende e le grandi istituzioni di ricerca pubblica hanno fatto uno sforzo significativo per definire “roadmap-strategie”per l’implementazione di visioni di medio e lungo termine. Obiettivi di una strategia di sviluppo delle persone (ricercatori) Anche in questo caso sono significative le iniziative (Borse Curie..Networks RTN)…riguardanti quasi esclusivamente il contesto accademico. (rimangono da coordinare le azioni delle ETP e quelle dello sviluppo dei ricercatori)

4 Il quadro generale di una strategia sui ricercatori comprende quattro elementi Opportunità di business & condizioni ambientali Specifiche Elementi chiave Dove e quando ci servono quanti ricercatori? Quali misure prendere per essere competittivi globalmente..ricerca businees? Quali sono le competenze che ci differenziano e sono critiche per il successo di ricerca e business? Come possiamo ottenere una leadership di eccellenza? Come identifichiamo e sviluppiamo I talenti? Come promuovere una cultura delle alte prestazioni? Come ottimizziamo lo sviluppo del costo dei ricercatori per ottenere competitviità ? Come procedere con incentivi materiali e immateriali per motivare e assicurare che sia implementata la strategia generale? Quesiti chiave Pianificare la quantità Competenze Una cultura di prestazioni elevate Compensazione e benefits

5 R&D: Scala dei tempi tra persone e sviluppo prodotti Ieri (1997)Oggi (2007)Domani (2017)Dopodomani (2027) Studenti che hanno iniziato il primo semeste in una università tecnica Nel 1997 …. Studenti che hanno iniziato nel 2007 probabilmente svilupperanno Prodotti nel 2030s Persone nella R&D hanno iniziato gli studi negli anni 90 …. Studenti che inizieranno nel In 2017 …. Nuovi Prodotti nel 2017 Sono sviluppati da persone „ingaggiate“ attorno al 2007 …. Le tecnologie dei nuovi prodotti del 2030 saranno sviluppati dallo staff „educato“ attorno al 2007 Studenti R&D Prodotti

6 Controllo odierno: limitato alle relazioni università e R&D industriale Ieri (1997)Oggi (2007)Domani (2017)Dopodomani (2027) Studenti che hanno iniziato il primo semeste in una Università tenica Nel 1997 …. Studenti che hanno iniziato nel 2007 Probabilmente svilupperanno prodotti nel 2030s Persone nella R&D hanno iniziato gli studi negli anni 90 …. Studenti che inizieranno nel In 2017 …. Nuovi Prodotti nel 2017 Sviluppati da persone „ingaggiate“ Attorno al 2007 …. Le tecnologie dei nuovi prodotti del 2030 saranno sviluppate dallo staff „educato“ attorno al 2007 Studenti R&D Prodotti controllo

7 Loop di controllo come servirebbe: una visione di almeno 20 anni Ieri (1997)Oggi (2007)Domani (2017)Dopodomani (2027) Studenti che hanno iniziato il primo semeste in una Università tenica Nel 1997 …. Studenti che hanno iniziato nel 2007 Probabilmente svilupperanno prodotti nel 2030s Persone nella R&D hanno iniziato gli studi negli anni 90 …. Studenti che inizieranno nel In 2017 …. Nuovi Prodotti nel 2017 Sviluppati da persone „ingaggiate“ Attorno al 2007 …. Le tecnologie die nuovi prodotit del 2030 saranno Sviluppati dallo staff „educato“ Attorno al 2007 Studenti R&D Prodotti …. Nuovi Prodotti nel 2017 sviluppati da persone „ingaggiate“ attorno al 2007 …. Le tecnologie dei nuovi prodotti del 2030 saranno sviluppati dallo staff „educato“ attorno al 2007 ~20 anni controllo

8 Gruppi di lavoro per lo sviluppo dei sistemi complessi (tutti…)  Con la complessità crescente dei sistemi la creazione dei team di lavoro diventa sempre più importante,  L’abilità di lavorare in un gruppo multidisciplinare è essenziale per i nuovi ricercatorI.  A “broad & deep” knowledge of related technologies is the basis for common communication and efficient product development. Ribadito oramai in tutte le salse… ma…

9 Long term strategy (competencies) Requirements for Smart Systems Integration Engineering today and tomorrow. Features of Smart Systems  Knowledge-based  Self-learning  Networked  Context aware  Adaptive to particular situations  Predictive  Preventive  Complexity reducing (cognitive)  Self-configurable  Solution oriented  Decision supportive  Automated  Multi-functional  Energy autonomous …not all hold true for every Smart System Needed Skills  Multidiscipliniarity Combining different disciplines such as mechanics, electronics, biology, chemistry, fluidics, thermodynamics, informatics, mathematics, materials etc.  Multitude of technologies Micro, nano, bio, info, cogno as well as fabrication and system design. An extremely wide base of knowledge is needed to design any Smart System. At the same time, focused and in-depth understanding of each discipline is required.

10 Esempio dell‘andamento del numero di corsi in un Politecnico.... Dipartimento di meccanica (Germania) Luft u. Raumfahrt Verfahrenstechnik Werkstoff- und Verarbeitungw. Kraftfahrtechnik, Förderwesen Konstruktion Thermodynamik u. Fluidmechanik Konstruktion Werkstoffe und Verarbeitung Produktionstechnik Verfahrenstechnik Maschinentechnik Luft- und Raumfahrttechnik Energietechnik Geschichte der Technik Automatisierungstechnik Feingerätebau und Mikrotechnik Produktentwicklung Werkstoffe und Verarbeitung Werkstoffkunde u. Werkstoffverarbeitung Umformtechnik u Gießereiwesen Produktionstechnik u. Ergonomie Montagesystemtechnik u Betriebs- wissenschaften Werkzeugmaschinen u. Fertigungstechnik Verfahrenstechnik Fluidverfahrenstechnik Apparate und Anlagenbau Maschinen- und Fahrzeugtechnik Maschinenelemente Luft u. Raumfahrttechnik Hydraulische Maschinen u. Anlagen 85/86 95/96 05/06 Il numero dei corsi è andato via via aumentando in tutte le università tecniche europee…. ma automazione

11 …un esempio di annuncio per nuovi posti di lavoro nel campo dell’automazione (1985 Siemens) Often there is a time lag in between requirements of the industry and offerings of the universities. Directroy of classes 1985/86 Technical University Munich It is in your hands, where your journey begins with us. It is your decision, where it will take you. Your introduction to us: Automation … Automazione

12 Pictures of the Future, Megatrends  QuickLab.. DNA ARRAY needed technologies, disciplines  Process technologies  Biology  Chemistry  Physics  Medicine  …  Crash, HMI  MST Engineer  Electronics  Polymer  Optics  …  Psychologist TrafficSign Recognition Traffic Jam Assist Video Radar

13 Emergenza Nazionale ed Europea nel settore degli accumulatori suggerimenti R&D: nei prossimi anni verrà data grande enfasi nei programmi EU Batterie … SSI Supercapacitori … SSI Supercapacitori del tipo nanotube enhanced “Superbatterie” SSI Celle solari del tipo flessibile.. “CHEMISTRY ON FILM..20%”.. SSI Celle solari ad alta efficienza multispettro ….SSI Nanocompositi strutturali su base polimero metallo….alternativi all’uso di Aluminio Sviluppo di leghe magnetiche per la costruzione di magneti permanenti e di materiali magnetici dolci compositi polimero-metallo

14 Suggerimenti per Azioni The SSI education needs to  strongly encourage multidisciplinary education Expert level knowledge in few technology field, Broad but less specialized knowledge in all smart systems relevant technologies.  become experienced in interdisciplinary teamwork (e.g. thesis) The industry needs to support universities in setting up future education by  giving universities a proper access to industries´ strategic planning.  involving universities is Smart Systems publicaly funded programs  taking a share in teaching at universities


Scaricare ppt "Come può una grande azienda ad aiutare l’università a internazionalizzarsi? * E viceversa! Pietro Perlo Centro Ricerche Fiat * Titolo assegnato dagli organizzatori."

Presentazioni simili


Annunci Google