La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Breakfast Club Italia Busto Arsizio, 8 novembre 2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Breakfast Club Italia Busto Arsizio, 8 novembre 2013."— Transcript della presentazione:

1 Il Breakfast Club Italia Busto Arsizio, 8 novembre 2013

2 Nasce nel 2012 per approfondire il tema della prima colazione, della sana alimentazione e dei corretti stili di vita. È una piattaforma di dialogo per gli stakeholder e le Istituzioni Comitato di Presidenza: Prof. Giuseppe Rotilio e il Prof. Gian Vincenzo Zuccotti È formato da professionalità diverse: 34 soci tra medici, psicologi, sociologi, associazioni consumatori e altro. La multidisciplinarietà delle competenze è il suo punto di forza Un unicum nel panorama italiano ed europeo Il Breakfast Club Italia

3 Pubblica un Documento Annuale su un tema specifico legato alla prima colazione. È un testo a più mani, i Capitoli sono scritti dai Soci del Gruppo di lavoro, ogni anno diversi I Documento Annuale BCI (2012), una panoramica sull’importanza della prima colazione: La prima colazione: un’introduzione alla sua specificità Stampato in versione cartacea ed on line in Italiano e in Inglese sul sito e presentato al II Convegno Annuale del Club, con i commenti delle Istituzioniwww.breakfastclubitalia.it Cosa fa il BCI

4 Il Documento BCI 2012 La prima colazione: un’introduzione alla sua specificità Primo di una serie di Documenti del Club che analizzeranno le diverse sfaccettature della prima colazione Il primo è un’introduzione, ampia e articolata, a tutti gli aspetti del primo pasto della giornata Specificità della prima colazione: cosa intendiamo Capitoli diversi, frutto delle molteplici competenze dei Soci, che analizzano, da più punti di vista, la prima colazione, le sue criticità, e propongono alcuni spunti per superarle

5 Il Documento BCI 2012 Un’invenzione della modernità Massimo Montanari, Professore di Storia dell’alimentazione - Università degli Studi di Bologna La prima colazione è un pasto moderno, la sua diffusione risale al XVIII secolo I modelli di prima colazione variano nel tempo, nelle culture e nello spazio Non si sono consolidati criteri precisi su come consumare questo pasto, che nella mentalità comune non è considerato neppure obbligatorio Prevalenza del salato sul dolce soprattutto negli ambienti sociali popolari Proposta Ricerca e approfondimento sulle origini storiche della prima colazione e sui mutamenti linguistici

6 Il Documento BCI 2012 La ritualità antropologica del primo pasto del giorno Elisa Manna, Responsabile delle Politiche culturali – Censis La prima colazione a casa è un’occasione importante per ritrovare la centralità e l’unità della famiglia I sociologi la considerano una “terra di mezzo”, una fase di passaggio tra la notte e il giorno In passato il tipo di alimenti consumati per la prima colazione erano un simbolo del proprio status sociale Oggi la prima colazione è meno condizionata dalle tradizioni culturali locali e più legata alla qualità nutrizionale degli alimenti, e non è più scontato che il cibo fatto in casa sia migliore di quello industriale

7 Il Documento BCI 2012 Il ruolo della prima colazione nei bambini e negli adolescenti Dario Dilillo, Responsabile Ambulatorio Gastroenterologia - Clinica Pediatrica Ospedale Luigi Sacco Giuseppe Mele, Presidente - Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) Gian Vincenzo Zuccotti, Direttore - Clinica Pediatrica Ospedale Luigi Sacco La prima colazione è la prima fonte di energia per affrontare le attività fisiche e cognitive della giornata, pertanto deve essere adeguata dal punto di vista nutrizionale Nei bambini e negli adolescenti la prima colazione costituisce uno strumento importante nella prevenzione delle malattie cronico-degenerative, in particolare del sovrappeso-obesità È importante acquisire l’abitudine ad assumere la prima colazione fin dalle prime epoche di vita, per questo è fondamentale il contesto familiare e il modello dei genitori In Italia un modello di prima colazione adeguato è rappresentato dall’associazione di latte/yogurt + pane/biscotti/fette biscottate/cereali pronti + frutta/ spremuta

8 Il Documento BCI 2012 Il primo pasto della giornata, la prima colazione per gli adulti italiani: uomini, donne, gestanti, anziani Giuseppe Rovera, Presidente - Associazione Italiana Specialisti Scienza dell’Alimentazione (ANSISA) Paolo Marconi, Referente nazionale “Progetto Educazione Alimentare a Scuola” - ANSISA Lucia Fransos, Consigliere - ANSISA La prima colazione costituisce un pasto giornaliero importante nelle diverse categorie di popolazione adulta Il latte e gli alimenti ad elevato contenuto di carboidrati complessi sono indicati per la prima colazione In Italia la popolazione adulta non ha l’abitudine di fare la prima colazione, e spesso adduce quale motivazione la mancanza di tempo prima di recarsi a lavoro Gli anziani, a causa dell’alterazione del ritmo fame/sazietà, non fanno una prima colazione adeguata Proposta Appare necessario avviare ricerche scientifiche su campioni ampi di popolazione adulta per verificare la correlazione tra mancata prima colazione e influenza negativa su performance cognitive

9 Il Documento BCI 2012 La prima colazione e la ristorazione collettiva Giovanna Cecchetto, Presidente - Associazione Nazionale Italiana Dietisti Italiani (ANDID) Esiste una correlazione tra prima colazione e ristorazione collettiva anche quando il servizio non comprende la distribuzione di questo pasto, poiché l’aver fatto la prima colazione influisce sui livelli di appetito e di consumo dei pasti successivi della giornata Vi sono delle difficoltà nell’organizzare la prima colazione a scuola, quali ad esempio le esigenze di economicità del servizio, il dover conciliare gli orari di questo pasto con quelli dell’insegnamento, le problematiche organizzativo - logistiche I modelli di prima colazione offerti dalla ristorazione commerciale sono il più delle volte inadeguati a livello nutrizionale Proposta La ristorazione collettiva dovrebbe offrire modelli di prima colazione più vari e bilanciati dal punto di vista nutrizionale

10 Il Documento BCI 2012 Sapere non equivale a sapere cambiare: le abitudini legate alla prima colazione in una prospettiva bio-psico-sociale Fabio Lucidi, Dipartimento di Psicologia dei Processi di Sviluppo e Socializzazione - Università La Sapienza di Roma La prima colazione influisce sul benessere psicologico nell’età evolutiva: o Aiuta a limitare il sovrappeso, causa di malessere psico-sociale o Garantisce prestazioni cognitive ottimali o Migliora l’umore dei bambini Le campagne di informazione e sensibilizzazione alla prima colazione raramente sono efficaci Proposte Bisognerebbe indagare su quali siano le difficoltà nel fare la prima colazione, e predisporre interventi, di tipo sociale, ma anche normativo, per superarle

11 Il Documento BCI 2012 Comunicare la prima colazione: il ruolo della pubblicità nella promozione di sani comportamenti alimentari Mario Morcellini, Preside del Dipartimento Comunicazione e Ricerca sociale - Università La Sapienza di Roma Laura Minestroni, Ricercatrice del Dipartimento Comunicazione e Ricerca Sociale - Università La Sapienza di Roma È possibile parlare di buona pubblicità, che diffonda modelli e sani stili di vita? La pubblicità dei prodotti per la prima colazione è canonizzata, propone un “equilibrio semantico” tra la componente emotiva della convivialità del pasto e dell’importanza della famiglia riunita, e le caratteristiche concrete dell’alimento, il gusto, gli ingredienti, etc Proposta La comunicazione commerciale, inclusa quella dei prodotti per la prima colazione, deve essere in grado di comunicare al consumatore consapevole, al di là degli stereotipi, informazioni corrette e promuovere stili di vita sani

12 Il Documento BCI 2012 L’importanza di educare alla prima colazione Gianfranco De Lorenzo, Presidente - Associazione Nazionale Pedagogisti Italiani (ANPE) Loredana Catalani, Tesoriere - ANPE La sana alimentazione è uno strumento imprescindibile per il benessere e la salute generale, ed è per questo che è importante che i bambini, fin dall’infanzia, siano educati a mangiare correttamente, sia dai genitori, che dagli insegnanti, e da tutte le altre figure educative che ruotano attorno a loro L’abitudine alla prima colazione costituisce il primo tassello dell’educazione alimentare, ma è importante anche quale momento di incontro e riunione tra genitori e figli Proposta E grazie alla figura del pedagogista che attraverso metodologie di intervento e attraverso attività di orientamento scolastico può guidare l’insegnante nel percorso giornaliero di formazione educativa e facilitare l’interazione tra bambino e cibo

13 Il Documento BCI 2012 Il ruolo dei genitori nell’educare alla prima colazione Antonio Affinita, Direttore Generale - Movimento Italiano Genitori (MOIGE) La prima colazione è la prima occasione quotidiana di riunione della famiglia A chi sostiene che è difficile mangiare al mattino, o che sia complicato organizzare questo pasto in casa, si possono suggerire alcuni accorgimenti, quali ad esempio alzarsi prima la mattina o preparare il necessario la sera, quando si va a dormire La scuola può supportare la famiglia nell’educare i bambini alla prima colazione e alla sana alimentazione, ma non può sostituirla È necessario ritrovare l’importanza della famiglia, quale base dell’educazione dei più giovani, inclusa quella alimentare Proposta Bisognerebbe sostenere e potenziare le attività di educazione alimentare nelle scuole, in modo che, tramite i bambini, tutta la famiglia sia informata sull’importanza della prima colazione e della sana alimentazione

14 Il Documento BCI 2012 Un quadro introduttivo ai temi della prima colazione: più che una sana abitudine Giorgio Donegani, Presidente Food Education Italy (FEI) La prima colazione riveste un ruolo importante nella giornata alimentare, perché fornisce l’energia necessaria per le attività del mattino Un profilo di riferimento per una sana prima colazione comprende latte (o derivati, quali lo yogurt) carboidrati complessi, e, in proporzione minore, vitamine e zuccheri semplici Sono diverse le motivazioni utilizzate da chi non fa la prima colazione, quali la mancanza di tempo e di appetito al risveglio, il dover mangiare spesso da soli e quindi la mancanza di convivialità, la scarsa attenzione per la varietà degli alimenti che di solito si consumano al mattino Proposta Con alcuni accorgimenti pratici è possibile superare gli elementi che inducono al “rifiuto della prima colazione”, quali ad esempio anticipare il risveglio per ovviare alla mancanza di tempo e di appetito e variare la composizione di questo pasto per risolvere il problema della monotonia degli alimenti

15 Il Documento BCI 2012 Il Contributo del packaging alla prima colazione Marco Sachet, Direttore - Istituto Italiano Imballaggio Gli imballaggi alimentari assolvono alla funzione di conservare le caratteristiche degli alimenti “nel tempo e nello spazio”, evitando gli sprechi di prodotto Rispetto al passato, è in aumento la richiesta di cibo in monoporzioni; questa tendenza è una scelta solo in apparenza incoerente alla contemporanea richiesta di sostenibilità, perché le monoporzioni aiutano ad evitare sprechi di cibo Proposte Bisogna sensibilizzare il consumatore sull’importanza degli imballaggi alimentari, evidenziando gli aspetti positivi per l’ambiente. È necessario promuovere la revisione critica degli imballaggi per renderli più leggeri, meno voluminosi, più recuperabili, senza inficiarne le funzioni di protezione e conservazione del prodotto. È importante attivare campagne di informazione per i consumatori sugli imballaggi, pre-condizione fondamentale per la buona riuscita della raccolta differenziata dei rifiuti

16 Conclusioni del Documento BCI 2012 Alcune delle proposte del Documento BCI 2012 Studi storici sull’origine della prima colazione e le sue modificazioni nei luoghi e nel tempo Studi epidemiologici che forniscano un quadro attuale del consumo della prima colazione in Italia, per poi seguirne l’evoluzione nel tempo Nuove forme di comunicazione al consumatore, che diffondano informazioni corrette, al di là degli stereotipi, e promuovano sani stili di vita Interventi formativi, costruiti sulle più recenti evidenze scientifiche in Psicologia, per modificare gli stili di vita e promuovere sane abitudini alimentari ed attività motoria Il Comitato di Presidenza ed i Soci Autori

17

18 del BCI hanno anche parlato la stampa nazionale e straniera (Quotidiano Sanità, Marieclaire, SAÚDE) e vari siti di informazione on line e blog Le pubblicazioni

19 Breakfast Club Italia

20

21

22 L’argomento è tratto dalle Conclusioni Documento BCI 2012 e dal dibattito post Convegno tra sostenitori dell’educazione alimentare e chi crede che educare non basti Propone una serie di soluzioni (realizzabili) per superare gli ostacoli alla prima colazione “Prima colazione? Non riesco proprio a farla, o a farla bene! Proposte psico-sociali, comportamentali, pedagogiche e nutrizionali su come favorire la pratica di un’adeguata prima colazione” Il Documento BCI 2013

23 Sarà presentato al III Convegno Annuale del Club nel febbraio 2014 Hanno già aderito per commentare il Documento: o Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca o Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali o Ministero dello Sviluppo Economico o Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura Ambasciata USA in Italia - Area salute, referenti progetto Let’s Move di Michelle Obama Il Documento BCI 2013

24 È una realtà diffusa: On line con Su Comunica ad una mailing list di più di contatti, con una newsletter mensile sui temi più vari legati alla prima colazione Breakfast Club Italia


Scaricare ppt "Il Breakfast Club Italia Busto Arsizio, 8 novembre 2013."

Presentazioni simili


Annunci Google