La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Service NUOVI SCALDABAGNI BIASI A POMPA DI CALORE SCALDAQUA P Scaldaqua PM per l’utilizzo in combinazione con la caldaia o con pannelli solari, o altra.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Service NUOVI SCALDABAGNI BIASI A POMPA DI CALORE SCALDAQUA P Scaldaqua PM per l’utilizzo in combinazione con la caldaia o con pannelli solari, o altra."— Transcript della presentazione:

1 Service NUOVI SCALDABAGNI BIASI A POMPA DI CALORE SCALDAQUA P Scaldaqua PM per l’utilizzo in combinazione con la caldaia o con pannelli solari, o altra fonte rinnovabile. Scaldaqua PD con doppio serpentino in modo da avere contemporaneamente tre fonti energetiche (pompa di calore, caldaia tradizionale,solare o altra fonte rinnovabile).

2 Service GAMMA SCALDAQUA A POMPA DI CALORE SCALDAQUAPDSCALDAQUAPD SCALDAQUAPMSCALDAQUAPM

3 Service CARATTERISTICHE VERSIONI CAMERA APERTA CARATTERISTICHE PRINCIPALI Ventilatore modulante Valvola termostatica elettronica Serbatoio in acciaio con vetrificazione a doppio strato Anodo di magnesio anticorrosione per assicurare la durata del serbatoio Condensatore avvolto esternamente al boiler, esente da incrostazioni e contaminazione gas-acqua Isolamento termico in poliuretano espanso (PU) ad alto spessore Coperchio superiore in plastica isolato acusticamente Compressore ad alta efficienza con refrigerante R134a Resistenza elettrica disponibile nell’unita come back-up (con termostato integrato con sicurezza a 90°C), che assicura acqua calda a temperatura costante anche in condizioni invernali estreme Contatto ON-OFF per avviare l’unità da un interruttore esterno Ciclo di disinfezione (anti ligionella) settimanale Possibilità di gestire il ricircolo di acqua calda sanitaria o l’integrazione solare (presenza di una sonda di temperatura dedicata, ingresso flussostato e comando per una pompa esterna) Centralina di controllo che gestisce il solare Temperatura minima 10 °C

4 Service DIMENSIONI

5 Service

6 Service INTERFACCIA UTENTE PREMENDO PER 2” IL TASTO L’UNITA’ SI ACCENDE/SPEGNE; TASTI MULTI-FUNZIONE: SET TEMPERATURA,SET PARAMETRI, SET OROLOGIO E TIMER IMPOSTAZIONI OROLOGIOE TIMER; ABILITAZIONE/DISABILITAZIONE RESISTENZA AUSILIARIA

7 Service ICONE LCD L’ACQUA CALDA SANITARIA HA RAGGIUNTO IL SET IMPOSTATO; VENTILAZIONE ATTIVA FUNZIONE RISCALDAMENTO ELETTRICO ATTIVO; FUNZIONE DEFROSTING ATTIVA. FUNZIONE AUTOMATICA NON MODIFICABILE FUNZIONE RISCALDAMENTO BOLLITORE ATTIVA

8 Service ICONE LCD BLOCCO TASTI ATTIVO; ZONA SINISTRA DEL DISPLAY: T.SET IMPOSTATO; NUMERO DEL PARAMETRO ; CODICE DI ERRORE. ZONDA DESTRA DEL DISPLAY: TEMPERATURA INFERIORE DEL SERBATOIO; VALORE DEL PARAMETRO

9 Service ICONE LCD VISUALIZZA L’ORA O IL TIMER; TIMER “ON” (ATTIVO); TIMER “OFF” (DISATTIVO); INDICA LA PRESENZA DI UN MALFUNZIONAMENTO

10 Service CONTROLLO E SETTAGGIO DEI PARAMETRI

11 Service INSTALLAZIONE IMPIANTO SOLARE – PD e PM

12 Service 1 2 3

13 Service COLLEGAMENTO IMPIANTO SOLARE: INSTALLARE IDRAULICAMENTE LA POMPA E IL FLUSSOSTATO (SI VEDA SCHEMA IDRAULICO); COLLEGARE ELETTRICAMENTE LA POMPA E IL FLUSSOSTATO COME DA SCHEMA ELETTRICO (VEDI PUNTI 1 e 2). T6COLLEGARE LA SONDA OPZIONALE “T6” (VEDI PUNTO 3) COME RIPORTATO SULLO SCHEMA IDRAULICO; P14=2MODIFICARE IL PARAMETRO P14=2 (VALORE DI DEFAULT=0); E’ CONSIGLIABILE INSTALLARE ALL’USCITA DELL’ACQUA CALDA UNA VALVOLA DI SICUREZZA TERMICA (85°C) LA POMPA SOLARE SI ATTIVA SE SONO SODDISFATTE CONTEMPORANEAMENTE LE SEGUENTI CONDIZIONI: L’UNITA’ E’ ACCESA; T6 (TEMP. MANDATA SOLARE) >T2 (TEMP. INF. BOLLITORE) + P17 (VALORE DEFAULT = 5°C) ; T2 (TEMP. INF. BOLLITORE) < 78°C LA POMPA SOLARE SI SPEGNE SE E’ SODDISFATTE ALMENO UNA DELLE SEGUENTI CONDIZIONI: L’UNITA’ E’ SPENTA; T6 (TEMP. MANDATA SOLARE) 83°C

14 Service INSTALLAZIONE FONTE CALORE AUSILIARIA (CALDAIA)

15 Service

16 Service COLLEGAMENTO FONTE CALORE AUSILIARIA (SOLO SU MODELLI PD) : SOLUZIONE 1: SCOLLEGARE LA RESISTENZA ELETTRICA E IL SUO TERMOSTATO E UTILIZZARE L’ALIMENTAZIONE DEL RISCALDATORE PER DARE UN CONSENSO ATTRAVERSO UN RELE’ ESTERNO. SOLUZIONE 2: UTILIZZARE UN SELETTORE ESTERNO, COLLEGATO ELETTRICAMENTE TRA IL RISCALDATORE E LA PCB, PER SCEGLIERE SE UTILIZZARE IL RISCALDATORE ELETTRICO O LA TERZA FONTE (VEDI SCHEMA ELETTRICO). LA FONTE DI CALORE VIENE ATTIVATA SE: CONDIZIONE 1: PDC ACCESA E NON ATTIVA: 1.ON: SE TS1 (P1)>60°C E T2 >60°C; OFF: SE T2>TS1+1°C; 2.ON: SE T. ambiente 44°C; OFF: SE T. ambiente > -8°C o < 42°C; 3.ON: QUANDO E’ SCATTATA UNA PROTEZIONE DI ALTA E BASSA PRESIONE GAS PER N°3 VOLTE IN 30min; OFF: QUANDO VIENE VISUALIZZATO IL RELATIVO CODICE DI ERRORE DI PROTEZIONE PRESSIONE GAS; 4.ON: QUANDO L’UNITA’ ENTRA IN SBRINAMENTO (SOLO SE P20=1 VALORE DI DEFAULT); OFF: QUANDO L’UNITA’ ESCE DALLO SBRINAMENTO O DALLA DISINFEZIONE

17 Service INSTALLAZIONE FONTE CALORE AUSILIARIA (CALDAIA) LA FONTE DI CALORE VIENE ATTIVATA SE: CONDIZIONE 2: PDC ACCESA E E’ ATTIVA: 1.ON: SE IL TEMPO DI FUNZIONAMENTO DEL COMPRESSORE SUPERA IL TEMPO DI RITARDO DELLA RESISTENZA (P3) E IL VALORE DI T3 TS1+1°C; CONDIZIONE 3: PDC IN STANDBY (UNITA’ SPENTA MA ALIMENTATA): 1.ON: SE E’ ATTIVA E FINCHE’ T3> TS2 ; OFF: SE E’ NON ATTIVA O FINCHE’ T3> TS2 ; 2.ON: SE T2 10°C O L’UNITA’ VIENE ACCESA;

18 Service CODICI DI ERRORE


Scaricare ppt "Service NUOVI SCALDABAGNI BIASI A POMPA DI CALORE SCALDAQUA P Scaldaqua PM per l’utilizzo in combinazione con la caldaia o con pannelli solari, o altra."

Presentazioni simili


Annunci Google