La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 LA GESTIONE DEI RIFIUTI IN ITALIA Aggiornamento sugli ultimi sviluppi normativi nazionali ed europei maggio 2005.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 LA GESTIONE DEI RIFIUTI IN ITALIA Aggiornamento sugli ultimi sviluppi normativi nazionali ed europei maggio 2005."— Transcript della presentazione:

1 1 LA GESTIONE DEI RIFIUTI IN ITALIA Aggiornamento sugli ultimi sviluppi normativi nazionali ed europei maggio 2005

2 2 RIFIUTI SPECIALI problematiche e normativa

3 3 DISCARICHE 16 luglio 2005 entra in vigore il DM 13/03 e la Decisione 2003/33/CE : - caratterizzazione dei rifiuti a carico del produttore; - nuovo test eluizione (norma UNI 10802) e nuovi limiti per il conferimento dei rifiuti in discarica; - deroghe e problematica DOC; - necessità sottocategorie per discariche rifiuti non pericolosi. In definizione nuovo Decreto di revisione DM 13/3/03

4 4 DISCARICHE : Deroghe D.M 13/3/03 Non prevede esclusione parametri dalle deroghe (art. 6) Condizioni : no rischi per l’ambiente analisi caso per caso se il fondo presenta elevate concentrazioni di metalli Max limite x 3 Decisione 2003/33 Esclusione da deroghe : DOC per tutte le discariche BTEX, PCB, olio minerale per le discariche di inerti TOC, perdita ignizione per le discariche di pericolosi Max limite x 3

5 5

6 6 INCENERIMENTO Approvato il D.Lgs. di recepimento della direttiva 2000/76/CE sull’incenerimento e coincenerimento dei rifiuti -unico provvedimento per incenerimento rifiuti NP e P; -revisione e riduzione dei limiti tabellari per le emissioni aria e acqua; - procedura semplificata – per coincenerimento - superata da AIA (per impianti non AIA per il rinnovo necessario relazione art.33, c. 3 Ronchi e garanzie finanziarie); - studio impatto ambientale entro 60 gg (entrata in vigore decreto) per gli impianti incenerimento esistenti (ex comunicazione) 28/12/2005 termine adeguamento!

7 7 RECUPERO ENERGETICO D.Lgs. 79/99  2% energia da fonti rinnovabili dal 2001 DM 11/11/99  Certificati verdi D.Lgs. 387/03  Recepita direttiva 2001/77/CE sulle fonti energetiche rinnovabili Art ammette al beneficio delle fonti rinnovabili anche la parte non biodegradabile dei rifiuti industriali ed urbani - da definire il decreto che individua gli ulteriori rifiuti (oltre a CDR definito da 5/2/98 e UNI 9001) ammessi a beneficiare del regime giuridico delle fonti rinnovabili.

8 8 BONIFICHE: Legge delega 308/04 “… il Governo e' delegato ad adottare entro……. decreti legislativi di riordino, coordinamento e integrazione delle disposizioni legislative nei seguenti settori […]: a) gestione dei rifiuti e bonifica dei siti contaminati …” “… prevedere che gli obiettivi di qualità ambientale dei suoli, dei sottosuoli e delle acque sotterranee dei siti inquinati, che devono essere conseguiti con la bonifica, vengano definiti attraverso la valutazione dei rischi sanitari e ambientali connessi agli usi previsti dei siti stessi, tenendo conto dell'approccio tabellare…”; “… favorire la conclusione di accordi di programma tra i soggetti privati e le amministrazioni interessate per la gestione degli interventi di bonifica e messa in sicurezza.. “;

9 9 BONIFICHE: i siti contaminati siti potenzialmente contaminati in Europa occidentale i siti potenzialmente contaminati in Italia (dato APAT 2003) All’ estensione ed intensità del fenomeno si aggiungono difficoltà specifiche di natura: –Giuridica –Giuridica: i responsabili dell’inquinamento non sono sempre identificabili e/o solvibili –Tecnico-organizzativa –Tecnico-organizzativa: necessità di adottare specifiche tecnologie per le situazioni di emergenza, aumentare i programmi di caratterizzazione e monitoraggio, provvedere alla bonifica e allo smaltimento dei rifiuti –Finanziaria –Finanziaria: impegno economico rilevante

10 10 Fonte: APAT - Annuario dati ambientali 2003

11 11 ACQUE DM 367/2003 Regolamento concernente la fissazione di standard di qualità nell’ambiente acquatico per le sostanze pericolose Direttiva 27 maggio 2004 Allegato B si riferisce unicamente agli scarichi contenenti sostanze pericolose e quindi integra (non sostituisce) il punto 1,2 dell’allegato V del D.Lgs. 152/1999, che tratta invece tutti gli scarichi industriali.

12 12 RESPONSABILITÀ AMBIENTALE Direttiva 2004/35/CE “ Responsabilità ambientale in materia di prevenzione e riparazione del danno ambientale ”. DAL 30 APRILE attribuisce la responsabilità e gli oneri economici per la prevenzione e la riparazione del danno agli operatori economici interessati -dal 2013 sistema obbligatorio di garanzia finanziaria

13 13 DALL’EUROPA: 1.REVISIONE DIRETTIVA QUADRO RIFIUTI (91/156/EEC) - definizione rifiuto - definizione operazioni D/R - definizione SRF (RDF) 2. REVISIONE REGOLAMENTO SU TRASPORTO TRANSFRONTALIERO (CEE) 259/93: 30 giugno del 2003  COM(2003) TRATTAMENTO BIOLOGICO DEI RIFIUTI - strategia tematica sulla protezione del suolo prevista per metà 2005, unitamente a direttiva quadro sul suolo. - necessità di integrare la stessa con direttiva sul trattamento biologico dei rifiuti biodegradabili

14 14 OBIETTIVI 16/07/ /07/2005 entrano i vigore i criteri di accettazione (nuovi limiti, denominazioni e test cessione) 18/08/ /08/2005 obbligo recepimento direttiva P&PW 28/12/ /12/2005 applicazione limiti per impianti esistenti (autorizzato prima del 28/12/2002) 16/07/ /07/2006 NO in discarica x pneumatici usati come materiale di ingegneria e quelli fuori uso triturati 01/01/ /01/2007 vietato smaltire in discarica rifiuti con PCI> kJ/kg 27/03/ /03/2008 RU biodegradabili in discarica <173 kg/anno/ab 31/12/ /12/ % rifiuti di imb. recuperati o inceneriti con rec.E (55-80% imb.) 16/07/ /07/2009 termine ultimo per l’ultimazione del lavori di adeguamento delle discariche anno 2010 anno 2010 riduzione/eliminazione metalli pesanti e sost. pericolose da imballaggi anno 2010 anno % di produzione di energia elettrica da rinnovabili 27/03/ /03/2011 RU biodegradabili discarica <115 kg/anno/ab 27/03/ /03/2018 RU biodegradabili in discarica <81 kg/anno/ab


Scaricare ppt "1 LA GESTIONE DEI RIFIUTI IN ITALIA Aggiornamento sugli ultimi sviluppi normativi nazionali ed europei maggio 2005."

Presentazioni simili


Annunci Google