La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1. 2 Scommettere sulla carità Dal Concilio Vat. II alla “Evangelii gaudium” Dal Concilio Vat. II alla “Evangelii gaudium”, Il magistero ha ripetutamente.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1. 2 Scommettere sulla carità Dal Concilio Vat. II alla “Evangelii gaudium” Dal Concilio Vat. II alla “Evangelii gaudium”, Il magistero ha ripetutamente."— Transcript della presentazione:

1 1

2 2 Scommettere sulla carità Dal Concilio Vat. II alla “Evangelii gaudium” Dal Concilio Vat. II alla “Evangelii gaudium”, Il magistero ha ripetutamente evidenziato l’aspetto centrale della carità, come attenzione a chi è in difficoltà, nell’impegno pastorale. “Innanzitutto, bisogna decidere di ripartire dagli «ultimi», che sono il segno drammatico della crisi attuale…“Innanzitutto, bisogna decidere di ripartire dagli «ultimi», che sono il segno drammatico della crisi attuale… Con gli «ultimi» e con gli emarginati, potremo tutti recuperare un genere diverso di vita. Demoliremo gli idoli che ci siamo creati… Riscopriremo i valori del bene comune” (CEI, La Chiesa italiana e le prospettive del paese, italiana e le prospettive del paese, nn. 5 e ). nn. 5 e ).

3 3 Ribadita la centralità della carità nella Chiesa “La caritàè un ambito chequalifica in modo decisivo la vita cristiana, lo stile pastoralee la programmazione pastorale…” (NMI n. 49)“La carità è un ambito che qualifica in modo decisivo la vita cristiana, lo stile pastorale e la programmazione pastorale…” (NMI n. 49) “Se siamo ripartiti davvero dalla contemplazione diCristo, dovremmo saperlo scorgere soprattutto nel volto di coloro con i quali egli ha voluto identificarsi:«Ho avuto fame…” (Cf. Mt 25, 31ss)“Se siamo ripartiti davvero dalla contemplazione di Cristo, dovremmo saperlo scorgere soprattutto nel volto di coloro con i quali egli ha voluto identificarsi: «Ho avuto fame…” (Cf. Mt 25, 31ss) “Questa pagina non è un semplice invito alla carità: è unapagina cristologica… Su questa paginanon meno che sul versante dell’ortodossiala Chiesa misura la sua fedeltà di sposa di Cristo” (NMI n. 49). “Questa pagina non è un semplice invito alla carità: è una pagina cristologica… Su questa pagina non meno che sul versante dell’ortodossia, la Chiesa misura la sua fedeltà di sposa di Cristo” (NMI n. 49). La carità non è per la Chiesa una specie di attività di assistenza sociale che si potrebbe anche lasciare ad altri, ma appartiene alla sua natura, è espressione irrinunciabile della sua stessa essenza” (DCE, n. 25).La carità non è per la Chiesa una specie di attività di assistenza sociale che si potrebbe anche lasciare ad altri, ma appartiene alla sua natura, è espressione irrinunciabile della sua stessa essenza” (DCE, n. 25).

4 4 E’ l’ora di una nuova fantasia della carità E’ l’ora di una nuova fantasia della carità, che si dispieghi non tanto e non solo nell’efficacia dei soccorsi prestati, ma nella capacità di farsi vicini, solidali con chi soffre, così che il gesto di aiuto sia sentito non come obolo umiliante, ma come fraterna condivisione” (NMI, n. 50).E’ l’ora di una nuova fantasia della carità, che si dispieghi non tanto e non solo nell’efficacia dei soccorsi prestati, ma nella capacità di farsi vicini, solidali con chi soffre, così che il gesto di aiuto sia sentito non come obolo umiliante, ma come fraterna condivisione” (NMI, n. 50).

5 5 Fare della Chiesa casa e scuola di comunione All’inizio di questo nuovo millennio, per attuare la nuova evangelizzazione, il Papa ed i Vescovi ci hanno richiamato ad un obiettivo primario:All’inizio di questo nuovo millennio, per attuare la nuova evangelizzazione, il Papa ed i Vescovi ci hanno richiamato ad un obiettivo primario: “Fare della Chiesa la casa e la scuola della comunione: ecco la grande sfidache ci sta davantinel millennio che inizia, se vogliamo essere fedeli al disegno di Dio e rispondere anche alle attese profonde del mondo” (NMI n. 43). “Fare della Chiesa la casa e la scuola della comunione: ecco la grande sfida che ci sta davanti nel millennio che inizia, se vogliamo essere fedeli al disegno di Dio e rispondere anche alle attese profonde del mondo” (NMI n. 43). “La Chiesa non può trascurare il servizio della carità così come non può trascurare i Sacramenti e la Parola (DCE, n ).“La Chiesa non può trascurare il servizio della carità così come non può trascurare i Sacramenti e la Parola (DCE, n ).


Scaricare ppt "1. 2 Scommettere sulla carità Dal Concilio Vat. II alla “Evangelii gaudium” Dal Concilio Vat. II alla “Evangelii gaudium”, Il magistero ha ripetutamente."

Presentazioni simili


Annunci Google