La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli Studi di Pavia Corso di Laurea Triennale in Comunicazione interculturale e multimediale Tesi di: Matteo Ghidoni Relatore: Prof. Giampaolo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli Studi di Pavia Corso di Laurea Triennale in Comunicazione interculturale e multimediale Tesi di: Matteo Ghidoni Relatore: Prof. Giampaolo."— Transcript della presentazione:

1

2 Università degli Studi di Pavia Corso di Laurea Triennale in Comunicazione interculturale e multimediale Tesi di: Matteo Ghidoni Relatore: Prof. Giampaolo Azzoni Chip sound: 8 bit music e Low fidelity 8 bit music e Low fidelity

3 Chip music E’ chiamata chip music, 8 bit pop o micromusic E’ il nuovo fenomeno che sembra destinato a rivoluzionare il mondo della discografia ed i rapporti di subordinazione su cui è basato

4 Chip music Melodie semplici realizzate attraverso mezzi tecnologici considerati sorpassati, come microprocessori a 8 bit provenienti da vecchie console Un nuovo genere musicale in rapida diffusione, sull’onda di una nuova filosofia di pensiero

5 Low fidelity Lo Fi o bassa fedeltà nata in opposizione alla dilagante hi fidelity Il termine high fidelity è utilizzato per indicare una riproduzione del suono di qualità superiore alla media Garantisce un’alta qualità di ascolto ma impone necessariamente una maggiore qualità delle apparecchiature di riproduzione.

6 Low fidelity Low Fidelity significa: Musica di scarsa qualità tecnica, a basso prezzo di realizzazione, diffusa gratuitamente

7 Low fidelity Diffusa: in rete distribuzione autonoma scambio di brani (www.micromusic.net)

8 Low fidelity Questa nuova tipologia di produzione/fruizione ha causato la nascita di una vera e propria comunità virtuale: “The 8 bit People” “Low tech music for High tech people”

9 La storia La storia della chip music inizia a Stoccolma nel Johan Kotlinski, studente di ingegneria del Royal Institute of technology, progetta e crea una cartuccia chiamata LITTLE SOUND DJ.

10 Little Sound Dj E‘capace di trasformare un Gameboy in un sintetizzatore musicale a 8 bit

11 Little Sound Dj Permette di sfruttare tutte le possibilità musicali di un Gameboy attraverso un’ interfaccia grafica semplice

12 Nanoloop Negli stessi anni Oliver Witchow, ingegnere tedesco, inventa Nanoloop Prodotto analogo e concorrente a LSDJ, con interfaccia più semplice, che utilizza la console di casa Nintendo

13 Migliaia di appassionati, dai quattro angoli del pianeta, hanno cominciato a diffondere i propri brani “fatti col Gameboy” Per la prima volta dei musicisti sfruttano le caratteristiche di orizzontalità e simultaneità del web In rete

14 Ogni musicista possiede un web site personale da cui sono scaricabili, spesso gratuitamente, diversi brani Nascono etichette virtuali indipendenti che offrono gratuitamente interi album

15 Rivoluzione Vengono rivoluzionati metodi di fruizione e dinamiche di diffusione musicali L’approccio è diretto e scavalca la normale trafila produzione-distribuzione-mercato

16 Il Punk dell’era digitale Il chip sound è sporco, sgraziato e prodotto con mezzi semplici. Nato in contrapposizione alla cultura musicale consolidata, come sintomo del disagio giovanile, ha forti analogie con il Punk degli anni ‘70

17 La critica Viene criticata l’imposizione dall’alto di un mondo di omologhi, troppo perfetto per essere vissuto serenamente

18 Approccio differenziato al Chip sound Riproduzione nostalgica dei suoni e delle atmosfere dei vecchi videogame Sperimentazioni musicali in cui convivono sonorità Lo Fi e sonorità moderne

19 Principali esponenti Johan Kotlinski Johan Kotlinski Nato a Fidonet, in Svezia, nel1974 Dal 1993 crea musica con il suo Amiga Pseudonimo: Role Model Dal 1993 crea musica con il suo Amiga

20 Principali esponenti Johan Kotlinski Johan Kotlinski Nel 1998 il primo disco: - “Wiping out” Nel 2000 inventa Little Sound Dj

21 Principali esponenti Johan Kotlinski Johan Kotlinski Appassionato di house Padre indiscusso del genere Chip

22 Principali esponenti Mark DeNardo Portoricano Mescola il suono di una chitarra acustica con un Gameboy

23 Principali esponenti Mark DeNardo Polistrumentista Reso celebre dal brano “Fighted Geometry”

24 Principali esponenti Jeremia Johnson Pseudonimo: Nullsleep Ingegnere informatico Columbia University

25 Principali esponenti Nullsleep Creatore di videogiochi lo-fi come kung fu hack Autore dei New York Romscapes

26 Principali esponenti New York Romscapes Per la prima volta in mostra Istantanee della città reinterpretata da un patito dei vecchi videogame

27 Conclusoni Mark DeNardo, il futuro della chip music: Qualche artista tenterà di incorporare il suono dei chiptunes con sonorità differenti dando vita a nuovi generi musicali Altri tenteranno di convertire le nuove, più potenti, console in generatori di suoni (da esempio Gamepark32 e PSP SEQ per Playstation)

28 Conclusoni Mark DeNardo, il futuro della chip music: Altri, come lui, compongono colonne sonore per videogiochi degli anni ’80 rivisitati in chiave moderna ( utilizzando esclusivamente Little Sound Djwww.pixeljam.com/gammabros In generale la Chip music non sembra destinata a continuare la sua evoluzione come uno specifico genere, ma come influenza in numerosi generi

29 Conclusoni Personali La chip music sembra destinata ad entrare a far parte della cultura musicale popolare del futuro Verrà assorbita dallo stesso grande mercato discografico in opposizione al quale è nata, analogamente a quanto è gia stato per generi come Punk e Blues

30 A Maura e Rino


Scaricare ppt "Università degli Studi di Pavia Corso di Laurea Triennale in Comunicazione interculturale e multimediale Tesi di: Matteo Ghidoni Relatore: Prof. Giampaolo."

Presentazioni simili


Annunci Google