La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L EASING FINANZIARIO Corso di ragioneria generale ed applicata Prof. Paolo Congiu A.A. 2010 - 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L EASING FINANZIARIO Corso di ragioneria generale ed applicata Prof. Paolo Congiu A.A. 2010 - 2011."— Transcript della presentazione:

1 L EASING FINANZIARIO Corso di ragioneria generale ed applicata Prof. Paolo Congiu A.A

2 LEASING Con il contratto di leasing un’azienda concede ad un’altra un bene strumentale verso il corrispettivo di un certo numero di canoni periodici. Finanziario Leasing Operativo

3 L EASING OPERATIVO ( AFFINE AL CONTRATTO DI NOLEGGIO ) Azienda produttrice Utilizzatore (locatore) (conduttore ) locazione

4 L EASING FINANZIARIO Società di leasing (locatore) Fornitore dei beni Utilizzatore (conduttore) vendita leasing

5 L EASING FINANZIARIO Leasing finanziario = operazione di finanziamento La proprietà del bene resta alla società di leasing. Alla scadenza del contratto, l’utilizzatore può: restituire il bene rinnovare il contratto acquistare il bene al valore di riscatto convenuto all’atto della stipula del leasing.

6 L EASING FINANZIARIO Il pagamento dei canoni avviene, di norma, con: un maxicanone iniziale una serie di canoni periodici (ad es. mensili) L’impostazione contabile italiana fa riferimento al titolo giuridico, per cui: la società di leasing contabilizza il bene nell’ attivo dello stato patrimoniale e lo ammortizza; l’utilizzatore rileva tra i costi i canoni di leasing e registra il bene nell’attivo dello S.P. solo se lo riscatta.

7 SCRITTURE CONTABILI ( DEL CONDUTTORE ) Il 1/10/2008 si stipula un contratto di leasing per un automezzo con IVA detraibile. Maxicanone = € canoni mensili da € l’uno. Nei conti d’ordine (sistema degli impegni): 1/10/08 Beni in leasing a Cedenti beni in leasing

8 SCRITTURE CONTABILI ( DEL CONDUTTORE ) Rilevazione maxicanone: 1/10/08 Diversi a Fornitori Canoni di leasing Iva a credito7.200

9 SCRITTURE CONTABILI ( DEL CONDUTTORE ) Rilevazione di ciascun canone periodico:../../08 Diversi a Fornitori4.800 Canoni di leasing4.000 Iva a credito800

10 SCRITTURE CONTABILI ( DEL CONDUTTORE ) All’atto dei pagamenti, si effettua lo storno parziale dei conti d’ordine: per l’importo pagato (al netto di IVA) 1/10/08 Cedenti beni in leasing a Beni in leasing ………..

11 SCRITTURE CONTABILI ( DEL CONDUTTORE ) Al 31/12/2008 si avrà: Canoni di leasing Cedenti beni in leasing Beni in leasing

12 SCRITTURE CONTABILI ( DEL CONDUTTORE ) Nel 2008 l’azienda ha pagato canoni per € , ma ha utilizzato il bene per soli 3 mesi su 30 previsti. Occorre rideterminare il canone di competenza: Canone di competenza: ( ) = mesi = 5.200

13 SCRITTURE CONTABILI ( DEL CONDUTTORE ) Ossia per ogni mese di utilizzazione l’azienda potrà rilevare come costo di competenza solo € Canoni pagati nel 2008 = Quota di competenza 2008 = (5.200 x 3 mesi) Costo anticipato =

14 SCRITTURE CONTABILI ( DEL CONDUTTORE ) Nel 2009 verranno girati a costo i risconti attivi iniziali e rilevati i pagamenti dei 12 canoni mensili da € l’uno. 31/12/08 Risconti attivi a Canoni di leasing /01/09 Canoni di leasing a Risconti attivi

15 SCRITTURE CONTABILI ( DEL CONDUTTORE )../../09 Diversi a Fornitori4.800 Canoni di leasing4.000 Iva a credito800

16 SCRITTURE CONTABILI ( DEL CONDUTTORE ) Al 31/12/2009, nei conti interessati, si avrà: Canoni di leasing Cedenti beni in leasing Beni in leasing Risconti attivi

17 SCRITTURE CONTABILI ( DEL CONDUTTORE ) Nel corso del 2009, l’azienda ha utilizzato il bene per 12 mesi ma ha rilevato canoni per il giro dei risconti attivi iniziali (32.400). Canoni rilevati nel 2009 = Quota di competenza 2009 = (5.200 x 12 mesi) Costo anticipato =

18 SCRITTURE CONTABILI ( DEL CONDUTTORE ) Nel 2010 verranno girati a costo i risconti attivi iniziali e rilevati i pagamenti dei 12 canoni mensili da € l’uno 31/12/09 Risconti attivi a Canoni di leasing /01/10 Canoni di leasing a Risconti attivi

19 SCRITTURE CONTABILI ( DEL CONDUTTORE )../../10 Diversi a Fornitori4.800 Canoni di leasing4.000 Iva a credito800

20 SCRITTURE CONTABILI ( DEL CONDUTTORE ) Al 31/12/2009, nei conti interessati, si avrà: Canoni di leasing Cedenti beni in leasing Beni in leasing Risconti attivi

21 SCRITTURE CONTABILI ( DEL CONDUTTORE ) Nel corso del 2010, l’azienda ha utilizzato il bene per 12 mesi ma ha rilevato canoni per il giro dei risconti attivi iniziali (18.000). Canoni rilevati nel 2010 = Quota di competenza 2010 = (5.200 x 12 mesi) Costo anticipato = 3.600

22 SCRITTURE CONTABILI ( DEL CONDUTTORE ) Nel 2011, infine, verranno girati a costo i risconti attivi iniziali e rilevati i pagamenti degli ultimi 3 canoni mensili da € l’uno. 31/12/10 Risconti attivi a Canoni di leasing /01/11 Canoni di leasing a Risconti attivi 3.600

23 SCRITTURE CONTABILI ( DEL CONDUTTORE )../../11 Diversi a Fornitori4.800 Canoni di leasing4.000 Iva a credito800

24 SCRITTURE CONTABILI ( DEL CONDUTTORE ) Al termine del contratto, nei conti interessati, si avrà: Canoni di leasing Cedenti beni in leasing Beni in leasing Risconti attivi 3.600

25 SCRITTURE CONTABILI ( DEL CONDUTTORE ) L’importo rilevato nel conto “Canoni di leasing” nell’ultimo anno, corrisponde, come si vede, al canone “ricalcolato” (€ 5.200) x 3 mesi. Canoni rilevati nel 2011 = Quota di competenza 2011 = (5.200 x 3 mesi)

26 SCRITTURE CONTABILI ( DEL CONDUTTORE ) Se al termine del contratto l’azienda acquista in proprietà il bene, rileverà:../../11 Diversi a Fornitori2.400 Automezzi2.000 Iva a credito400

27 LEASING – METODO FINANZIARIO privilegia la sostanza sulla forma viene applicato dal 2005 dalle società tenute alla redazione del bilancio secondo i principi internazionali STATO PATRIMONIALE Bene in leasing (al costo) tra le immobilizzazioni materiali Debito verso la società di leasing

28 LEASING – METODO FINANZIARIO CONTO ECONOMICO Ammortamento del costo del bene Interessi passivi sui canoni

29 LEASING – METODO FINANZIARIO CON RIFERIMENTO ALL’ESEMPIO PRECEDENTE Valore dell’automezzo: /10/08 Automezzi in leasing a Debiti vs. società di leasing

30 LEASING – METODO FINANZIARIO Rilevazione maxicanone: 1/10/08 Diversi a Banca c/c Debiti vs. società di leasing Interessi passivi4.000 Iva a credito7.200

31 LEASING – METODO FINANZIARIO Rilevazione di ciascun canone periodico: Diversi a Banca c/c4.800 Debiti vs. società di leasing Interessi passivi400 Iva a credito800

32 LEASING – METODO FINANZIARIO Ammortamento del bene (ad es. al 20%): x 20% = /12/08 Amm.to automezzi in leasing a F.do amm.to automezzi in leasing

33 LEASING – METODO FINANZIARIO * = – – x 3 mesi. STATO PATRIMONIALE Automezzi in leasing ( meno ) Debito verso la società di leasing *

34 LEASING – METODO FINANZIARIO * = x 3 mesi. CONTO ECONOMICO Ammortamento automezzi in leasing Interessi passivi su leasing* 5.200

35 LEASING – METODO FINANZIARIO NOTA INTEGRATIVA Prospetto di cui all’art. 2427, n° 22 cod. civ. (obbligatorio per le aziende che applicano il tradizionale metodo “patrimoniale”) Valore attuale delle rate di canone non scadute …….. Onere finanziario effettivo…….. Ammortamenti e rettifiche di valore dell’esercizio …….. Costo sostenuto dalla società concedente…….. Fondo ammortamento……. Valore di bilancio (ammontare complessivo dei beni in leasing se fossero stati considerati immobilizzazioni) …….

36 LEASING – METODO FINANZIARIO N.B. se l’azienda ha in corso più contratti di leasing, dovrà effettuare separatamente i calcoli per ogni contratto ma è sufficiente un unico prospetto riepilogativo.


Scaricare ppt "L EASING FINANZIARIO Corso di ragioneria generale ed applicata Prof. Paolo Congiu A.A. 2010 - 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google