La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

P RESENTAZIONE DEL C ORSO : “” Modulo 1 – Modulo 1 – Concetti di base di informatica - Hardware e software Modulo 2 – Modulo 2 – Reti informatiche (Internet,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "P RESENTAZIONE DEL C ORSO : “” Modulo 1 – Modulo 1 – Concetti di base di informatica - Hardware e software Modulo 2 – Modulo 2 – Reti informatiche (Internet,"— Transcript della presentazione:

1 P RESENTAZIONE DEL C ORSO : “” Modulo 1 – Modulo 1 – Concetti di base di informatica - Hardware e software Modulo 2 – Modulo 2 – Reti informatiche (Internet, posta elettronica, motori di ricerca, cloud computing, blogs, forums, ecc…) Modulo 3 – Modulo 3 – Piattaforma cloud di google – Accesso e funzioni Modulo 4 – Modulo 4 – Piattaforma cloud di google – Videoscrittura Modulo 5 – Modulo 5 – Piattaforma cloud di google – Fogli elettronici Modulo 6 - Modulo 6 - Piattaforma cloud di google – Presentazioni Modulo 7 - Modulo 7 - Piattaforma cloud di google – Creazione di un blog

2 MODULO 1 “CONCETTI DI BASE DELLA TECNOLOGIA DELL'INFORMAZIONE”

3 Informazione e comunicazione

4 La nostra società è detta, Società dell’informazione, perché moltissime attività si basano sulla trasmissione o sulla comunicazione di informazioni. La trasmissione di informazioni richiede due interlocutori: Chi trasmette Chi trasmette Chi riceve Chi riceve COMUNICAZIONE = TRASMISSIONE DELLE INFORMAZIONI BIDIREZIONALE Esempio: i mass media sono unidirezionali, il telefono è bidirezionale. Gli interlocutori in una comunicazione, seguono un insieme di regole accettate da entrambi o PROTOCOLLO in modo tale che la comunicazione non sia ambigua.

5 INFORMATICA e IT INFORMATICA = INFORmazione + autoMATICA È la scienza del trattamento automatico delle informazioni mediante il computer. IT = INFORMATION TECNOLOGY Tecnologia dell’informazione, cioè l’industria legata al computer.

6 Le cifre binarie sono i numeri 0 e 1, sono chiamate BIT (dall'inglese BInary digiT) Una sequenza di 8 cifre binarie viene chiamato BYTE (dall'inglese BinarY ocTEt) e rappresenta l’unità di misura fondamentale per descrivere: Le dimensioni dei file memorizzati nel computer La capacità dei supporti di memorizzazione. La rappresentazione digitale dei dati

7 La rappresentazione digitale dei dati - Unità di misura Byte (B) = 8 bit Kilobyte(kB)= byte Megabyte(MB)= byte Gigabyte(GB)= byte Tera byte(TB) = Gigabyte Petabyte(PB)= 1024 Terabyte Exabyte(EB)= 1024 Petabyte Zettabyte(ZB)= 1024 Exabyte Yottabyte(YB)= 1024 Zettabyte Es. Un carattere occupa un byte della memoria.

8 La rappresentazione digitale dei dati - Unità di misura Byte (B) = 8 bit Kilobyte(kB)= byte2^10 B Megabyte(MB)= 1024 Kbyte2^20 B Gigabyte(GB)= 1024 Megabyte2^30 B Tera byte(TB) = Gigabyte2^40 B Petabyte(PB)= 1024 Terabyte2^50 B Es. Un carattere occupa un byte della memoria.

9 Esempio pratico Capienza 650 Mb = 0,63 GB Capienza 4488 = MB = 4,3 GBCapienza = MB = 15,25 GB FILM DIVX da 1,5 Gb = 1700 Mb OK

10 HARDWARE

11 Il computer è un dispositivo che: 1. Riceve dati dall’esterno (input cioè “in ingresso”) 2. Li memorizza e li elabora 3. Comunica i risultati dell’elaborazione (output cioè “in uscita”) Elaborare un’informazione significa trasformarla in un’altra informazione. Il computer è un sistema per l’elaborazione delle informazioni che funziona grazie alla combinazione di due entità HARDWARE + SOFTWARE HARDWARE INPUT ELABORAZIONEOUTPUT

12 HARDWARE Le parti fisiche di un computer (componenti elettronici, schede) : la CPU (Central Processing Unit) o Unità centrale, la memoria interna (RAM, ROM) Le unità periferiche di input e output, le periferiche di comunicazione e le memorie di massa

13 Cos’è un computer? Un po’ di storia L’idea di utilizzare dispositivi meccanici per fare calcoli risale al ‘600 (Pascal, Leibniz) Nell’ottocento vengono realizzati i primi dispositivi meccanici ‘a programma’ (telai Jacquard, pianole, macchina di Babbage) Nel 1896 Hollerith fonda la “Tabulating Machine Company” (poi IBM) che produce sistemi meccanografici a schede Negli anni 30 vengono realizzate le prima macchine elettromeccaniche di grandi dimensioni (Zuse in Germania, Mark 1 ad Harvard) Nel ‘46 entra in servizio l’ENIAC: elaboratore a valvole termoioniche Negli anni 50 vengono realizzate le prime macchine a programma memorizzato (ENIAC, IAS Princeton)

14 Lo sviluppo teorico Parallelamente allo sviluppo tecnologico delle macchine, matematici e logici mostrano come sia possibile risolvere importanti classi di problemi per via numerica È del 1936 l’articolo: A. M. Turing: “On computable numbers, with an application to the entscheidungsproblem“, che mostra come sia concepibile una macchina universale (detta appunto macchina di Turing) in grado di calcolare tutto ciò che è calcolabile La teoria dell’informazione mostra come fenomeni continui possano essere descritti in modo preciso in forma discreta (attraverso il campionamento e la quantizzazione) La teoria mostra anche che esistono problemi non risolvibili per via algoritmica (non decidibili) e problemi ardui (NP-completi) non risolvibili in pratica per la mancanza di algoritmi efficienti

15 La macchina di von Neumann Il primo documento che descrive una macchina elettronica nella cui memoria vengono registrati dati e programma è: John von Neumann: First Draft of a Report on the EDVAC, Moore School of Electrical Engineering, University of Pennsylvania, June 30, 1945 L’architettura dei moderni processori è molto simile a quella descritta nel documento, sono quindi dette macchine di von Neumann

16 La macchina di john von Neumann (Budapest, 28 dicembre 1903 – Washington, 8 febbraio 1957),

17 Perché si parla di hardware e di software? L’origine dei due termini risale agli albori dell’informatica, intorno al I primi calcolatori elettronici erano contenuti in enormi scatoloni metallici (hardware = roba rigida, ferramenta), mentre i comandi viaggiavano lungo fili e cavetti facilmente maneggevoli (da cui software = roba morbida, flessibile).

18 Tipi di Computer - Supercomputer Diversi tipi di computer, che si differenziano per costo, prestazioni, tipo di utenza: Sono dei computer potentissimi e costosissimi (possono arrivare a costare anche molti milioni di Euro) che vengono usati in ambienti con necessità di calcolo avanzato. sono utilizzati per applicazioni di tipo tecnico/scientifico, come previsioni del tempo, automobile design, o creazione di effetti speciali nei film o a scopi spaziali.

19 Tipi di Computer - MAINFRAME Sono i grandi sistemi di elaborazione aziendali, ai quali viene affidato il compito di gestire il sistema informativo e le grandi banche dati di un'azienda; sono caratterizzati dalla grande dimensione, dall'elevata capacità di calcolo e da costi elevati. Vengono utilizzati per business functions centralizzate (gestione di grandi magazzini, gestione di paghe e pensioni) e necessitano di personale specializzato per il loro funzionamento.

20 Tipi di Computer - Minicomputer sono caratterizzati da prestazioni e costi più contenuti rispetto ai mainframe. Vengono usati nelle piccole aziende e necessitano per il loro funzionamento di personale con una minore specializzazione.

21 Tipi di Computer Personal Computer (PC): –Computer da tavolo (Desktop-Minitower- Tower) –Portatile (Laptop) –Network computer (NetPC) –Palmare o PDA (Personal digital assistant): Pocket pc, Iphone, Android)

22 Esempi

23 PC multimediale Computer predisposto per la gestione delle informazioni utilizzando più modalità di comunicazione: testo, grafica, audio e video È dotato di dispositivi per applicazioni multimediali:  Scheda audio, altoparlanti, microfono  Lettore di CD e/o DVD

24 L’architettura di un Personal Computer (PC) L’ architettura di un PC è l’organizzazione di hardware e software che permette al computer di svolgere le sue funzioni. DISPOSITIVO DI INPUT MEMORIA RAM DISPOSITIVO DI OUTPUT CPU SW Dati e comandi in ingresso Dati in uscita

25 Le componenti di un computer Microprocessore (CPU) Memoria centrale (RAM e ROM) Memorie di massa Periferiche (Unità di input/output)

26 Microprocessore (CPU) MICROPROCESSORE o Unità Centrale di Elaborazione (CPU - Central Processing Unit) Componente principale di un computer Controlla e coordina le diverse parti del computer Si occupa della gestione della memoria Effettua operazioni aritmetiche e logiche Gestisce e controlla il flusso dei dati (interno ed esterno) Esegue le istruzioni dei programmi

27 Microprocessore (CPU) Il Microprocessore è costituito da due parti: L’Unità Aritmetico Logica (ALU = Arithmetic Logic Unit) preposta all’esecuzione delle operazioni aritmetiche e di trasferimento da applicare sui dati in base alle istruzioni dei programmi in uso; L’Unità di Controllo (CU = Control Unit) che coordina tutte le attività dei dispositivi collegati all’elaboratore e ne controlla la corretta funzionalità. La potenza elaborativa di un PC si calcola in base al numero delle operazioni che la ALU effettua in una unità di tempo ed è espressa in MIPS (Milioni di istruzioni elementari al secondo)

28 Microprocessore (CPU) Prestazioni: –Velocità (clock): viene misurata in multipli dell’hertz (MHz, GHz) –Dimensioni della cache –Modelli: Pentium, Pentium-Celeron, Athlon, ecc. Produttori: INTEL, AMD, ecc.

29 Memoria centrale o principale Capacità: si misura in multipli del byte: MB, GB, TB Tempo di accesso Tipi (base): –RAM –ROM

30 RAM – Random Access Memory Letteralmente “memoria ad accesso casuale” (non sequenziale) Consente la lettura e la scrittura dei dati Perde le informazioni quando si spegne il computer (memoria volatile) È detta anche memoria principale o di sistema Elevata velocità di accesso ai dati È relativamente costosa

31 RAM – Random Access Memory La RAM può essere di vari formati: SIMM DIMM (SDRAM) DDR (Double Data Rate) RAMBUS

32 ROM – Read Only Memory Letteralmente “ memoria di sola lettura ” Consente solo la lettura dei dati (i dati sono memorizzati prima dell’installazione), ma mantiene le informazioni anche quando si spegne il computer Contiene principalmente il software che si occupa dell’avviamento (bootstrap) del computer: BIOS (Basic Input/Output System) Ha tempi di accesso maggiori della RAM.

33 Esempi di memoria RAM

34 Memoria di Massa È detta anche memoria esterna, ausiliaria o secondaria Mantiene le informazioni anche a computer spento Dispositivo in grado di memorizzare e portare esternamente al computer dati e programmi Può essere ad accesso casuale (dischi) o sequenziale (nastri) È assai meno costosa della memoria principale

35 Le memorie di massa Hard Disk Interno: normalmente di dimensioni di 3,5 pollici e capienza da 500 GB a 2 TB ; viene montato internamente al PC: -è costituito da dischi rotanti rivestiti di materiale magnetico e da testine di lettura/scrittura -contiene le applicazioni ‘installate’ nel computer, in particolare il sistema operativo

36 CD-ROM (Compact Disc Read-Only Memory): simile ad un CD audio, ma può contenere dati e/o programmi; elevata capacità (650 MB), economico e affidabile; è un supporto di sola lettura CD-R (Compact Disc Recordable), un CD-ROM che può essere scritto da un dispositivo simile ad un lettore (masterizzatore) CD-RW (Compact Disc Re-Writable), simile al CD-R, ma può essere riscritto più volte DVD e DVD-RAM : dischi ottici analoghi ai CD-ROM classici, ma con maggiore capacità (4,7 GB e oltre) Le memorie di massa

37 Pen Drive USB: attualmente hanno una capienza che va tra 1 GB e 32 GB Hard Disk portatile USB: hanno dimensioni di 2,5 o 3,5 pollici e capienza che va da 500 GB fino a 2 Nastro magnetico (tape), streamer: nastro magnetico digitale di elevata capacità, ha un ottimo rapporto capacità/costo; utilizzato per copie di sicurezza (backup), molto lento perché ad accesso sequenziale. Le memorie di massa

38 Esempi di Memorie di MASSA HARD DISK INTERNO CD/DVD WRITER PEN DRIVE HARD DISK ESTERNO Nastro Magnetico

39 Unità periferiche - Dispositivi di I/O Rendono possibile l’interazione tra il computer e l’uomo, in generale con il mondo esterno Dispositivi di ingresso (input) Dispositivi di uscita (output) Dispositivi di ingresso/uscita (input/output)

40 Dispositivi di Ingresso (input) Tastiera (inserimento caratteri) Mouse, trackball, touchpad, penna luminosa, joystick (puntamento, selezione e inserimento) Scanner (acquisizione immagini, OCR) Microfono, macchina fotografica digitale, telecamera, ecc

41 Tastiera La tastiera serve per immettere dati, testi e comandi al computer. TASTI FUNZIONE TASTI ALFANUMERICITASTIERINA

42 Il mouse E’ un dispositivo di puntamento che, scorrendo, segnala al computer gli spostamenti del puntatore sul monitor. I mouse possono essere: - A sfera - Cordless - Ottici TASTO DESTRO TASTO SINISTRO SCROLLING

43 Esempi

44 Dispositivi di Uscita (output) Monitor o unità di visualizzazione: visualizza i risultati delle elaborazioni tramite caratteri e/o immagini Stampante: produce documenti di testo e/o grafici Plotter: produce grafici e/o disegni Altoparlanti, sintetizzatori vocali

45 Monitor Il monitor utilizza la modalità grafica per visualizzare le immagini: Ogni singolo punto sul video viene chiamato PIXEL (Picture Element) Ogni punto è in grado di rappresentare un’unità grafica elementare La risoluzione del monitor si esprime in pixel orizzontali x pixel verticali (640x480, 800x600, 1024x768, etc.) La risoluzione dipende dalla scheda video installata sul computer

46 Monitor CRT Monitor LCD Esempi

47 TERMINALE Dispositivo (di input/output) per l’accesso alle informazioni di un computer remoto che effettua l’elaborazione dei dati Normalmente il terminale è costituito da una tastiera, un monitor, una stampante Ad uno stesso computer possono essere collegati diversi terminali

48 TERMINALE Intelligente (smart)  È dotato di una propria capacità di elaborazione  È in grado di eseguire in proprio alcune operazioni in modo indipendente dal computer principale Stupido (dumb)  Non ha capacità di elaborazioni proprie  Si limita ad accedere all’unità centrale di elaborazione di un’altra macchina

49 Scheda madre (mother board) Scheda (o piastra) principale del computer che contiene: la CPU e altri dispositivi elettronici di controllo (chip set); la memoria principale (RAM e ROM); le linee interne di interconnessione (bus); i connettori di espansione (slot) per le schede aggiuntive e quelli per la connessione delle periferiche.

50 CONNETTORI PER SCHEDE DI ESPANSIONE PORTE DI ESPANSIONE CPU DISSIPATORE DI CALORE MEMORIA RAM CONNETTORE SCHEDA VIDEO AGP COLLEGAMENTO AL DISCO RIGIDO

51 Stampanti Le stampanti oggi più diffuse sono: A getto d’inchiostro (inkjet); Laser; Ad aghi; A sublimazione (Trasferimento termico con carta sensibile al calore); Multifunzione e plotter.

52 Esempi Stampante a getto d’inchiostro Stampante laser

53 Esempi Stampante ad aghiStampante multifunzione: fax, scanner, stampante PLOTTER

54 Riassumendo… Dispositivi di INPUT (o Immissione) Dispositivi di PROCESSING (o Elaborazione) Dispositivi di output TastieraCPUMonitor MouseRAMStampante TrackballROMAltoparlanti ScannerProiettore Joystick e joypad Fotocamera digitale

55 Prestazioni di un Computer Velocità della CPU (frequenza del clock) Quantità e qualità della RAM Dimensione e prestazioni (velocità di accesso) del disco fisso Velocità del canale interno di comunicazione (BUS) Quantità di slot di espansione (PCI, AGP…) RAM e tecnologia della scheda video Espandibilità complessiva del sistema

56 SOFTWARE

57 SOFTWARE L’ architettura di un PC è l’organizzazione di hardware e software che permette al computer di svolgere le sue funzioni. Programmi e dati che indicano al computer come svolgere un determinato compito Programma: sequenza di istruzioni, scritte secondo un determinato linguaggio, con le quali si fa eseguire ad un computer il compito prefissato

58 SOFTWARE software = istruzioni + dati È l’insieme delle istruzioni e dei dati, memorizzati in formato elettronico, che permettono al computer di eseguire una particolare elaborazione. Esistono due tipi di programmi per il computer: Software di base Software applicativo

59 Tipi di SOFTWARE Software di base: necessario al funzionamento del computer: –Sistema operativo: esempio windows, linux, macosx ecc… –Software di rete: per la gestione di una rete telematica e per comunicare attraverso di essa –(Driver): permettono al s.o. di riconoscere e far funzionare i singoli componenti o le periferiche Software applicativo: fa svolgere al computer compiti specifici, per esempio, scrivere lettere, fare la contabilità, enciclopedie multimediali ecc…

60 SISTEMA OPERATIVO Software di sistema che gestisce e controlla le risorse hardware e le attività del computer Gestisce l’interfaccia di comunicazione tra le risorse hardware e l’utente che usa il computer

61 SISTEMA OPERATIVO Principali funzioni: gestire e controllare le risorse e le attività del computer controllare il flusso dei dati tra l’unità centrale e le periferiche fornire un’interfaccia utente: –a linea di comando (testo) –grafica (GUI)

62 GUI (Graphical User Interface) Interfaccia utente grafica di un sistema operativo Definisce gli elementi grafici usati per interagire con il computer Comprende: –finestre della scrivania virtuale e delle applicazioni –icone, aspetto del puntatore –menu a tendina

63 GUI (Graphical User Interface) Vantaggi: L’interazione con il computer è più semplice I programmi e i file vengono gestiti in modo più semplice e razionale Le istruzioni complesse sono generalmente più semplici da eseguire, perché basate su elementi grafici

64 SISTEMA OPERATIVO - Esempi MS-DOS MS-Windows: 95, NT, 98, 2000, XP, Vista, Windows Seven Unix: Linux, BSD, SCO, Solaris, ecc. MacOS, BeOS

65 Software applicativo Il software applicativo è costituito da programmi che si aggiungono al sistema operativo per dare al computer la capacità di svolgere attività specifiche. Alcuni esempi: Elaborazione testi o word processor Foglio elettronico DatabaseProgrammazioneContabilità Paghe e stipendi Navigazione e posta elettronica

66 Software multimediale Presentazioni Didattica (Computer Based Training - CBT) Pubblicità Intrattenimento (Videogiochi, ecc) Punti di informazione (musei, fiere) Editoria elettronica o desktop publishing

67 I linguaggi di programmazione Un programma è formato da una serie di istruzioni che permettono al computer di eseguire un compito. Le istruzioni sono trasmesse al computer in un codice speciale detto linguaggio-macchina. I programmatori o sviluppatori del software usano i linguaggi di programmazione. Esempi: Visual Basic, Visual C++, Fortran, Pascal,etc.

68 Sviluppo del software La realizzazione di una nuova applicazione software avviene attraverso le seguenti fasi: Si identifica l’obiettivo Si progetta l’applicazione definendo il diagramma di flusso dei dati da elaborare e l’interfaccia utente Si sviluppa il software scrivendo il codice-sorgente Si esegue il testing Si correggono i malfunzionamenti (bug) Si distribuisce il software Revisione e manutenzione

69 Millenium Bug (Y2K) Problema sorto nei sistemi informatici, tra la fine del 1999 e l’inizio del 2000 a causa dell’uso di 2 sole cifre per indicare l’anno. Molti sistemi potevano presentare problemi di corretto funzionamento nel passaggio all’anno 2000.

70 LE RETI INFORMATICHE

71 Una RETE è un sistema di collegamento tra due o più computer che rende possibile lo scambio di informazioni e la condivisione delle risorse. Vantaggi: Informazione distribuita tra più utenti Collaborazione tra più utenti nello stesso tempo Condivisione di risorse HW (es. stampante) Condivisione di applicazioni (es. word processor) RETI INFORMATICHE

72 RETI INFORMATICHE - Caratteristiche Estensione: LAN, WAN, MAN Velocità del flusso dei dati (Larghezza di banda): bps (bit per secondo) Organizzazione: client-server, peer-to- peer Protocolli (Metodi di comunicazione): TCP/IP, HTTP, FTP, SMTP, POP3, ecc. TCP/IP, HTTP, FTP, SMTP, POP3, ecc.

73 RETI INFORMATICHE - Estensioni LAN (Local Area Network)-Rete locale: Collega computer disposti in uno stesso edificio e stessa organizzazione (es. aule di una scuola) WAN (Wide Area Network)-Rete geografica: Collega un numero elevato di computer in diversi edifici dislocati su vaste zone di territorio (es. Internet) MAN (Metropolitan Area Network)-Rete metropolitana: Collega computer disposti in diversi edifici di una stesso territorio (quartieri, città)

74 La rete telefonica PSTN (Public Switched Telephone Network) : la tradizionale rete pubblica commutata ISDN (Integrated Services Digital Network) : comunicazione digitale attraverso linee telefoniche; due linee (per voce o dati) capaci di trasferire dati ciascuna alla velocità di 64Kbps (insieme 128Kbps) ADSL (Asymmetric Digital Subscriber Line) : linea digitale ad alta velocità che utilizza la tradizionale rete pubblica

75 Nuove tecnologie di trasmissione DSL Cavo a Fibra Ottica SatelliteWAPGPRSUMTS

76 Nuove tecnologie di trasmissione DSL (Digital Subscriber Line) : linea digitale ad alta velocità che utilizza la tradizionale rete pubblica (ADSL, HDSL, CDSL); Fibra ottica : consente di far viaggiare enormi quantità di dati (Internet, TV, telefono, etc.) senza dover predisporre impianti differenti; Satellite: si sfruttano i satelliti geostazionari europei e intercontinentali, rendendo disponibili due tipi di connessioni: 1.Quella che consente la sola ricezione dei dati, mentre l’invio è ottenuto ancora via modem o Terminal Adaptor 2.Quella che consente di ricevere ed inviare dai attraverso il satellite

77 Nuove tecnologie di trasmissione (WIRELESS) WAP: protocollo che permette di scambiare dati tra telefoni portatili GSM ed Internet (informazioni solo testuali, accesso lento e comunicazione instabile); GPRS (General Packet Radio Service): standard di comunicazione cellulare, creato per aumentare la capacità delle reti GSM, sfruttando la tecnologia a commutazione di pacchetto; UMTS (Universal Mobile Telephone System): è uno standard di comunicazione dati che integra infrastrutture di comunicazioni cellulari, satellitari e via cavo (audio e video di alta qualità, telefonate e videoconferenze, Internet e servizi personalizzati).

78 INTERNET - Cosa è Da un punto di vista fisico: La più ampia interconnessione di reti telematiche (INTERconnected NETworks), che dà la possibilità di comunicare a computer sparsi in tutto il mondo Dal punto di vista dei servizi: Sistema a diffusione mondiale che offre una pluralità di servizi (posta elettronica, ricerca e reperimento di notizie, gruppi di discussione, chat, e-commerce e altro ancora).

79 INTERNET - Il collegamento Modem e linea telefonica (analogico: PSTN; digitale: ISDN, ADSL) Contratto con Provider Internet (ISP) Software per la connessione in rete (TCP/IP) Software per la navigazione (browser), per la gestione della posta elettronica, ecc.

80 INTERNET - Hardware MODEM (MODdulatore-DEModulatore): Dispositivo di interconnessione tra computer e rete telefonica per la trasmissione dati Converte i segnali digitali provenienti dal computer in segnali analogici e trasforma i segnali analogici della linea in segnali digitali (modem analogico)

81 Esempi Modem ISDN Modem ADSL Modem 56k

82 INTERNET - Principali servizi WWW (World Wide Web) Servizio di organizzazione delle informazioni in forma multimediale Posta elettronica ( ) Trasmissione di messaggi tramite computer utilizzando connessioni di rete

83 POSTA ELETTRONICA VANTAGGI –Consegna rapida in qualsiasi parte del mondo –Sistema economico di comunicazione –Consente di creare delle liste di distribuzione (mailing list) SVANTAGGI –Un allegato ad un messaggio di posta elettronica può contenere virus –Messaggi pubblicitari non richiesti (SPAM)

84 INTERNET - Principali servizi MAILING LIST Parliamone tra amici GRUPPI DI DISCUSSIONE Conferenze telematiche in differita Netiquette: “etichetta” della rete o regole di buon comportamento TELNET Accesso diretto a computer remoti

85 INTERNET - Principali servizi Chat (Icq, Irc, ecc.) Conferenze telematiche in diretta FTP (File Transfert Protocol) Trasferimento di file e-commerce Il cybermercato (fare acquisti in rete)

86 MOTORE DI RICERCA Programma in grado di indicizzare automaticamente le informazioni disponibili in rete e renderle disponibili per le ricerche degli utenti Esempi: Google, Yahoo, Altavista, Lycos, Infoseek, Virgilio, Arianna, ecc.

87 IL COMPUTER NELLA VITA SOCIALE

88 Il computer aiuta l’uomo in CASA Scrittura di lettere con il software di elaborazione testi Invio di messaggi di posta elettronica a conoscenti e amici Gestione budget familiare Uso di database per raccolte foto, CD,etc. Cercare informazioni su Internet

89 Il computer aiuta il LAVORO dell’uomo Elabora dati in modo estremamente veloce e con elevata precisione Esegue compiti ripetitivi senza stancarsi È in grado di archiviare grandi quantità di dati e di recuperali rapidamente È assai efficiente nello scambio delle informazioni

90 Nelle attività produttive della nostra società le applicazioni del computer sono numerosissime: CAD (Computer Aided Design) CAM (Computer Aided Manufacturing) PDM (Product Data Management) Macchinari a controllo numerico Robot Sistemi di supporto alle decisioni: EIS (Executive Information Systems) Commercio elettronico MIS (Management Information Systems) Il computer e le sue applicazioni nell’industria

91 Il computer aiuta l’uomo a SCUOLA Presentazioni Uso di programmi di elaborazione testi e foglio di calcolo per la didattica Cercare informazioni su Internet per ricerche e approfondimenti Database per l’anagrafica di studenti e del personale Orari di lezione Simulare esperimenti scientifici

92 BIBLIOTECA: consultazione archivio, prestito BANCOMAT: prelievo, elenco movimenti, saldo PAGAMENTI: POS, Telepass, Viacard, Carta di credito PUNTI DI INFORMAZIONE: fiere, mostre, aeroporti, stazione treni Il computer nelle attività di tutti i giorni

93 COMMERCIO ELETTRONICO (e-commerce) Vendita di beni o servizi effettuata mediante sistemi telematici, in particolare tramite siti Internet specializzati. Acquistare e vendere prodotti e servizi utilizzando Internet o altre reti.

94 B2B (Business to Business) Transazione commerciale tra imprese B2C (Business to Customer) Transazione commerciale tra commercianti e clienti privati COMMERCIO ELETTRONICO (e-commerce)

95 New Economy Nuova forma di economia resa possibile dall’uso delle tecnologie informatiche e telematiche e soprattutto dallo sviluppo di Internet come canale di vendita dei prodotti e di pubblicità. Rende possibile una più ampia globalizzazione del mercato e una consistente riduzione degli investimenti per l’avviamento e la conduzione di nuove imprese.

96 CBT - Computer Based Training Formazione assistita dal computer Formazione a distanza (FAD) E-Learning: formazione che utilizza le risorse di Internet per attuare un’interazione (diretta o indiretta) tra docente e allievo Learning Management System (LMS) insieme di strumenti utilizzati per la didattica e la formazione completo di strumenti per la verifica dei risultati

97 VANTAGGI –Non richiedono la presenza fisica dell’insegnante –Possono essere seguiti a casa, al lavoro senza vincoli d’orario e di luogo SVANTAGGI –Limitate possibilità di interazione con il docente –Mancanza di un ambiente di lavoro e conseguente difficoltà nel mantenere le motivazioni di studio CBT - Computer Based Training

98 Autostrade dell’Informazione Reti digitali di grandi dimensioni e ad alta velocità Infrastruttura di base per lo scambio delle comunicazioni su cui si basano Internet e altre reti di grandi dimensioni. Struttura portante delle comunicazioni digitali di supporto alla “New economy”.

99 Computer, ergonomia e salute ERGONOMIA: Studia le condizioni del lavoro umano a contatto con le macchine per la realizzazione di mezzi e ambienti che tutelino il lavoratore e valorizzino capacità e attitudini

100 Computer e ergonomia Le regole ergonomiche per il lavoro al computer: Posizionamento corretto di schermo, mouse e tastiera Corretta illuminazione per evitare affaticamento visivo Sedie regolabili, soprattutto in altezza, con un buon sostegno per schiena e braccia Spazio sufficiente di movimento per ginocchia e caviglie

101 Computer e salute Le regole per difendere la nostra salute: Mantenere un’adeguata distanza dallo schermo Pause nella permanenza davanti allo schermo Finestre con tendine regolabili per evitare riflessi e riverberi sullo schermo Attenzione a: Impianto elettrico a norma non sovraccaricare prese e cavi

102 Computer e salute - Rischi Affaticamento visivo (astenotipia) Mal di schiena Emicrania Repetitive Strain Injury (RSI) Stanchezza

103 SICUREZZA E PROTEZIONE DEI DATI

104 I dati conservati nel nostro computer sono preziosi ed è bene imparare a proteggerli: Controllo dell’accesso fisico Fare uso di sistemi operativi che garantiscano la sicurezza Fare uso di password per l’accesso al computer e cambiarle periodicamente Evitare inutili condivisioni alle risorse Criptare dati riservati

105 Pianificare ed effettuare il backup con la dovuta regolarità Dotare il proprio sistema di software antivirus e tenerlo aggiornato Fare uso di proxy/firewall nel collegamento a Internet Usare un gruppo di continuità (UPS) SICUREZZA E PROTEZIONE DEI DATI

106 BACKUP Copia di riserva, cioè una copia dei dati (file) su una memoria di massa per poterli recuperare in caso di perdite di dati dovuti a : guasti del sistema fisico cadute o sbalzi di tensione Danni al sistema operativo Cancellazione accidentale Intrusione illegale

107 BACKUP - Quando farlo Grande e media azienda –Diverse volte al giorno –Uso di sistemi fault-tolerant Piccola azienda o ufficio –Su base giornaliera, settimanale o secondo l’importanza dei dati trattati

108 BACKUP - Come farlo Grande e media azienda –Sistemi fault-tolerant –Nastri magnetici, dischi ottici Piccola azienda o ufficio –Dischi Zip, CD-R, nastri magnetici (streamer), HD estraibili

109 Password La password o parola d’ordine, serve per riservare l’accesso ai dati alle persone autorizzate. Regole per la scelta della psw: Deve essere lunga almeno 8 caratteri alfanumerici Deve essere facile da ricordare Evitare psw banali (ad es. proprio nome) Psw maiuscole o minuscole

110 Crittografia La crittografia è una tecnica che viene usata per cifrare o crittografare i dati, per impedire che vengano intercettati da persone esperte nell’uso dei sistemi informatici, come ad esempio gli hackers e i crackers. Esempi: il commercio elettronico, l’home banking, i messaggi di posta elettronica.

111 VIRUS INFORMATICO Un virus è un p rogramma “parassita” in grado di danneggiare dati e applicazioni di un computer. Può essere contenuto all'interno di un programma 'portatore' dall'apparenza innocua. Può essere allegato ad un messaggio di posta elettronica.

112 VIRUS INFORMATICO – Come funziona I virus sono migliaia, ma tutti funzionano con alcune caratteristiche comuni: Un motore di riproduzione Un meccanismo di attivazione (data o evento) Una fase distruttiva

113 VIRUS INFORMATICO - Effetti Danneggiamento di file e/o cancellazione di dati Alterazione del modo di lavorare del sistema operativo Impossibilità di eseguire alcuni programmi Comparsa di scritte sullo schermo Può auto-replicarsi per infettare altri sistemi

114 VIRUS INFORMATICO - Mezzi di infezione Messaggi di posta elettronica contenenti allegati Memorie di massa (dischetti, CD-ROM, etc) Download di file da internet o altri sistemi in rete

115 VIRUS INFORMATICO - Misure di Difesa Adeguate precauzioni, in particolar modo con gli allegati ai messaggi di posta elettronica Non eseguire programmi se non si è sicuri della provenienza Utilizzare sempre software originale Disattivare l’esecuzione automatica delle macro Fare uso di antivirus, aggiornati periodicamente (almeno una volta al mese)

116 PRIVACY Legge , n. 675 sulla salvaguardia dei dati personali –Garantire i diritti dei soggetti dei dati –Imporre obblighi ai detentori di dati –Tutela giuridica e riservatezza nella stesura e conservazione dei documenti –Protezione dei dati personali da utilizzi non autorizzati e definizione dell’ambito di riservatezza

117 Copyright Letteralmente “Diritto di copia” Legge n.518 del 1992: equiparazione alle opere di ingegno di carattere creativo (Diritto d’autore) Implicazioni legali nel copiare, condividere e prestare software Copiare senza autorizzazione è reato penale (reclusione da 6 mesi a 3 anni e pena pecuniaria fino a €15.493) Consentita la copia di sicurezza (art.64 ter, secondo comma)

118 Copyright – Licenze d’uso del software Licenza d'uso: autorizzazione all’utilizzo Freeware: l’autore ne consente l’uso senza richiedere un compenso; copia consentita GNU, GPL: speciali licenze che consentono la duplicazione e/o la modifica del software purché sia fatta senza scopo di lucro (software free, open source) Shareware: possono essere duplicati, ma l’uso senza il pagamento di un corrispettivo è consentito solo per un periodo di tempo limitato


Scaricare ppt "P RESENTAZIONE DEL C ORSO : “” Modulo 1 – Modulo 1 – Concetti di base di informatica - Hardware e software Modulo 2 – Modulo 2 – Reti informatiche (Internet,"

Presentazioni simili


Annunci Google