La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Leconomia sociale nelle reti e progetti promossi dalle Regioni italiane Milano, 5 novembre 2011 Rita Porru Leconomia sociale nelle reti e progetti promossi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Leconomia sociale nelle reti e progetti promossi dalle Regioni italiane Milano, 5 novembre 2011 Rita Porru Leconomia sociale nelle reti e progetti promossi."— Transcript della presentazione:

1 Leconomia sociale nelle reti e progetti promossi dalle Regioni italiane Milano, 5 novembre 2011 Rita Porru Leconomia sociale nelle reti e progetti promossi dalle Regioni italiane Milano, 5 novembre 2011 Rita Porru

2 Origini delle reti e progetti A partire dalla fine della Programmazione FSE Le Regioni fanno rete tra loro (progetti interregionali) principalmente per: per migliorare lefficacia e lefficienza di policy, di strumenti e dispositivi, dei sistemi formativi e del lavoro … per migliorare lefficacia e lefficienza di policy, di strumenti e dispositivi, dei sistemi formativi e del lavoro … Per cooperare su particolari tematiche/aree di intervento o settori che comportano necessariamente un livello sovraregionale di intervento Per cooperare su particolari tematiche/aree di intervento o settori che comportano necessariamente un livello sovraregionale di intervento

3 Programmazione Economia sociale Programmazione Progetto interregionale Fare rete per linclusione sociale- Lo strumento della Sovvenzione Globale (SG) Piccoli sussidi (12 Regioni italiane) Finalità: Scambio/confronto di esperienze di SG Analisi e valutazione dello strumento (è utile in termini di gestione amministrativa? Qual è il valore aggiunto delle SG per le iniziative di inserimento/reinserimento di gruppi svantaggiati?

4 Risultati Elementi di innovazione rispetto alle strategie di inclusione: Crescita culturale e dellimprenditorialità delle organizzazioni non profit Integrazione e collaborazione e cogestione tra attori del III settore e Amministrazioni pubbliche Partecipazione beneficiari intermedi e finali Sviluppo locale attraverso leconomia sociale

5 Esempio di una esperienza: Regione Toscana Promozione imprese e lavoro autonomo Promozione imprese e lavoro autonomo Concentrazione interventi sui più svantaggiati Concentrazione interventi sui più svantaggiati Creazione di servizi integrati per lo sviluppo dellimprenditorialità sociale Creazione di servizi integrati per lo sviluppo dellimprenditorialità sociale Lesperienza SG in Toscana prosegue anche nellattuale programmazione

6 Programmazione Economia sociale Programmazione Rete ESFCoNet (collegata alle reti Empowerment and social inclusion, EARLALL, e Youth employement) Oltre il Confine (collegato alla Rete SaviAV) Interventi per il miglioramento dei servizi per linclusione socio-lavorative dei soggetti in esecuzione penale (collegata a Rete ExOCoop) Rete per la diffusione della Responsabilità sociale dellimpresa (RSI)

7 ESFCoNet Segretariato: Provincia Autonoma di Trento Presidenza attuale: Ministero del Lavoro e delleconomia della Finlandia Finalità Creare una rete sui temi, la missione, la strategia e i campi di intervento FSE per promuovere e rafforzare la coesione economica e sociale Promuovere lo scambio di buone pratiche tra AdG FSE ed operatori sulle aree di interesse comune individuate

8 Gruppi di lavoro (Programma 2012) Inclusione sociale e nuove povertà Inclusione sociale e nuove povertà In relazione alle priorità EU2020 e con il supporto della Rete Empowerment and social inclusion In relazione alle priorità EU2020 e con il supporto della Rete Empowerment and social inclusion Attenzione al ruolo della società civile Attenzione al ruolo della società civile Coordinatore- Fiandre (Belgio) Giovani tra istruzione e lavoro, tra merito e competenze Giovani tra istruzione e lavoro, tra merito e competenze Peer Review anche in collegamento con la rete EARLALL e Youth employement Peer Review anche in collegamento con la rete EARLALL e Youth employement Attenzione alla creazione di posti di lavoro per le persone svantaggiati e disabili nelleconomia sociale e sviluppo delleconomia sociale Attenzione alla creazione di posti di lavoro per le persone svantaggiati e disabili nelleconomia sociale e sviluppo delleconomia sociale Coordinatore- Regione Toscana

9 Oltre il Confine Accordo di Cooperazione interistituzionale e transnazionale Italia-Romania Accordo di Cooperazione interistituzionale e transnazionale Italia-Romania Partner: AdG FSE Ministero del lavoro italiano e rumeno 11 Regioni italiane e DPO Visite di studio scambi di esperienze e buone prassi tra AdG e operatori, seminari con esperti sul tema dellinclusione nel mercato del lavoro delle persone vittime di tratta attraverso iniziative di economia sociale (non profit)- Comunità di pratiche tra operatori – Visite di studio scambi di esperienze e buone prassi tra AdG e operatori, seminari con esperti sul tema dellinclusione nel mercato del lavoro delle persone vittime di tratta attraverso iniziative di economia sociale (non profit)- Comunità di pratiche tra operatori – Collegamento alla Rete SaviAV Collegamento alla Rete SaviAV

10 Interventi per il miglioramento dei servizi per linclusione sociolavorativa dei soggetti in esecuzione penale Partner: 14 AdG FSE Regioni italiane- DAP del Ministero di Giustizia Finalità Accompagnare le istituzioni (pubbliche e private, profit e non profit) in un percorso di programmazione integrata e partecipata coniugando istanze economiche con il sociale in unottica di sviluppo sostenibile Configurare un sistema di servizi territorialmente omogenei ed efficaci per linclusione lavorativa dei detenuti

11 Azioni -nei territori Realizzazione di interventi integrati e socialmente responsabili di imprese, cooperative sociali e agenzie territoriali -interregionali e interistituzionali Ricognizione interventi e analisi Monitoraggio e valutazione degli interventi Comunicazione e diffusione Visite di studio e scambi di esperienze

12 Rete per la diffusione della RSI In fase di avvio Finalità Aumentare la diffusione della RSI tra le imprese Aumentare la diffusione della RSI tra le imprese Scambio e apprendimento reciproco tra Pubbliche Amministrazioni Scambio e apprendimento reciproco tra Pubbliche Amministrazioni Sviluppare prodotti comuni (griglie valutative per imprese, bandi comuni…) Sviluppare prodotti comuni (griglie valutative per imprese, bandi comuni…) Azioni Scambio di esperienze e buone pratiche attraverso incontri tematici e visite di studio Scambio di esperienze e buone pratiche attraverso incontri tematici e visite di studio Individuare facilitazioni amministrative per la partecipazione a bandi per imprese e PPAA socialmente responsabili Individuare facilitazioni amministrative per la partecipazione a bandi per imprese e PPAA socialmente responsabili Promozione e valorizzazione di esperienze (anche attraverso listituzione di un premio nazionale) Promozione e valorizzazione di esperienze (anche attraverso listituzione di un premio nazionale)

13 per informazioni: Grazie per lattenzione!


Scaricare ppt "Leconomia sociale nelle reti e progetti promossi dalle Regioni italiane Milano, 5 novembre 2011 Rita Porru Leconomia sociale nelle reti e progetti promossi."

Presentazioni simili


Annunci Google