La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Assicurazione vita e mercato del risparmio gestito Lezione 12 Teoria dell’utilità attesa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Assicurazione vita e mercato del risparmio gestito Lezione 12 Teoria dell’utilità attesa."— Transcript della presentazione:

1 Assicurazione vita e mercato del risparmio gestito Lezione 12 Teoria dell’utilità attesa

2 Scelte d’investimento e utilità attesa Alla base delle tecniche di allocazione del portafoglio c’è un sistema di regole che consente di ordinare titoli e le loro combinazioni Questo sistema di regole è alla base di quella che è nota come teoria dell’utilità attesa. Secondo questa teoria la scelta tra alternative rischiose può essere rappresentata confrontando i valori attesi di una funzione, detta funzione di utilità. Se A e B sono due alternative rischiose la teoria dell’utilità attesa consente di affermare che A  B  E[U(A)] < E[U(B)] dove il simbolo  indica la preferenza di B rispetto ad A e la funzione U(.) rappresenta la funzione di utilità.

3 Scelta tra alternative rischiose Utilità attesa: scelta tra lotterie A e B, A < B (B è preferito ad A) se E(u(A)) < E(u(B)) La funzione u(.) è crescente e concava nel caso dell’avversione al rischio. La regola di scelta è determinata da assiomi. Particolare importanza ha l’assioma di independenza: A < B   A +(1-  )C <  B +(1-  )C

4 Probabilità equivalente Assumiamo una lotteria che dà valore W H e W L. La probabilità di W H è p. Un investitore è avverso al rischio se pU(W H ) + (1 – p) U(W L ) < U(pW H + (1 – p)W L ) Si consideri un cambio di probabilità da p a q qU(W H ) + (1 – q) U(W L ) = U(pW H + (1 – p)W L )

5 Equivalente certo Assumiamo una lotteria che dà valore W H e W L. La probabilità di W H è p. Un investitore è avverso al rischio se pU(W H ) + (1 – p) U(W L ) < U(pW H + (1 – p)W L ) L’equivalente certo W CE è tale che pU(W H ) + (1 – p) U(W L ) = U(W CE ) L’avversione al rischio implica W CE < E(W)

6 Utilità attesa e avversione al rischio Consideriamo una lotteria W, con valore medio E(W). Un individuo è detto neutrale al rischio se è indifferente a percepire sicuramente una somma pari a E(W) o la lotteria W. Quindi E[U(W)] = U(E(W)) Uni individuo è avverso al rischio se preferisce la somma pari a E(W) alla lotteria W, per cui E[U(W)] < U(E(W)) Un risultato matematico (disuguaglianza di Jensen) consente di affermare che nel caso di avversione al rischio la funzione di utilità è concava, mentre nel caso di neutralità a rischio è lineare. Per misurare il grado di avversione al rischio cerchiamo di determinare un valore π tale che E[U(W)] = U(E(W) – π ) Con un’espansione di Taylor possiamo verificare che π = ½ (– U ’’ /U ’ )Var(W) dove U’ e U’’ rappresentano la derivata prima e seconda della funzione di utilità.

7 Misure di avversione al rischio Il termine – U ’’ /U ’ misura la concavit à della funzione ed è noto come misura di avversione al rischio assoluta (ARA) di Arrow-Pratt Altre definizioni misurano l ’ avversione al rischio in proporzione alla ricchezza, definendo relative risk aversion RRA = W*ARA Le diverse funzioni di utilit à si differenziano per il diverso comportamento dell ’ avversione al rischio, assoluta o relativa, al variare della ricchezza. In particolare ricordiamo –La funzione di utilit à quadratica ( è facile da usare, ma ha la caratteristica irrealistica di un ’ avversione al rischio crescente con la ricchezza) –La funzione esponenziale, o CARA (constant absolute risk aversion) –La power utility, o CRRA (constant relative risk aversion) –La funzione di utilit à logaritmica (un caso limite di CRRA) –HARA (hyperbolic absolute risk-aversion): il caso pi ù generale che ingloba i casi precedenti con particolari specificazioni dei parametri)

8 Funzioni di utilità Quadratica CARA CRRA –Logaritmica HARA U(W) = W – b W 2 U (W) =a – exp (– b W) U(W) = [W  – 1 ]/  U(W) = ln(W)

9 Funzioni di utilità Funzioni di utilit à differenti differiscono nel modo in cui l ’ avversione al rischio cambia con la ricchezza –Utilit à quadratica (facile da usare, con due problemi: preferenze non monotone, titoli rischiosi sono beni inferiori) –Utilit à esponenziale o CARA (constant absolute risk aversion) –Power utility, o CRRA (constant relative risk aversion) Neutralit à al rischio e utilit à logaritmica come casi speciali –HARA (hyperbolic absolute risk-aversion): (caso pi ù generale, tolleranza al rischio lineare nella ricchezza)

10 Prospect theory Kahneman e Tversky hanno proposto un nuovo approccio alla teoria dell’utilità I principi fondamentali sono –Esistenza di un “reference point” che discrimina tra guadagni e perdite –Deformazione delle probabilità, differente per guadagni e perdite –Avversione alle perdite (le perdite sono pesate più dei guadagni)

11 Reference point Uno può cambiare la propria attitudine al rischio a seconda che la perdita sia sotto (perdita) o sopra (guadagni) un “reference point”. Qual è il “reference point”? –Per guadagni di borsa può essere ritorno zero (cash), o un tasso risk-free return, o un benchmark. –Per una lotteria generale, può essere il reddito medio o i guadagni passati (“house money”)

12 La funzione di utilità La “Prospect theory” propone la seguente funzione di utilità U(r) + w + (p) (U(W H ) – U(r)) – w – (1 – p)(U(r)–U(W H )) con –r il “reference point” –w + (p) e w – (1 – p) deformazione di probabilità – “loss aversion”

13 Deformazione di probabilità Tversky e Kahneman proposero la seguente forma funzionale per la deformazione di probabilità

14 Expected utility: no loss aversion

15 Expected utility: loss aversion

16 Rischio e incertezza Knight, un economista degli anni 20, in una polemica con Keynes, distingueva rischio e incertezza. Rischio è quando si conoscono le probabilità di successo. Incertezza è quando non si conoscono queste probabilità (incertezza in senso di Knight) Come si comportano gli individui davanti all’incertezza? Il paradosso di Ellsberg riguarda la scelta tra lotterie ambigue e non ambigue. E’ il ruolo della informazione nella scelta

17 Paradosso di Ellsberg B < Z?...

18 … 0.5Z + 0.5A < 0.5B + 0.5A?

19 Financial puzzles Home bias: –Gli investitori detengono una quota spoporzionatamente alta del loro portafoglio in titoli domestici IPO underpricing –Azioni alla prima quotazione danno un rendimento medio molto più elevato del mercato Seasoned securities –Titoli poco scambiati hanno un rendimento più elevato degli altri Fondi chiusi: la somma del valore di mercato dell’attivo dei fondi è tipicamente minore del valore complessivo delle quote dei fondi. Lo stesso non avviene per i fondi aperti.


Scaricare ppt "Assicurazione vita e mercato del risparmio gestito Lezione 12 Teoria dell’utilità attesa."

Presentazioni simili


Annunci Google