La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Perugia 11/05/2009 Gli Acquisti verdi della PA: cosa comprare, come comprare. Lidia Capparelli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Perugia 11/05/2009 Gli Acquisti verdi della PA: cosa comprare, come comprare. Lidia Capparelli."— Transcript della presentazione:

1 Perugia 11/05/2009 Gli Acquisti verdi della PA: cosa comprare, come comprare. Lidia Capparelli

2 1 Il D.LGS 163/2006 Art. 2: Principi 1.L’affidamento e l’esecuzione di opere e lavori pubblici, servizi e forniture, deve garantire la qualità delle prestazioni e svolgersi nel rispetto dei principi di economicità, efficacia, tempestività e correttezza; l’affidamento deve altresì rispettare i principi di libera concorrenza, parità di trattamento, non discriminazione, trasparenza, proporzionalità, nonché quello di pubblicità. 2.Il principio di economicità può essere subordinato, entro i limiti in cui sia espressamente consentito dalle norme vigenti e dal presente codice, ai criteri, previsti dal bando, ispirati a esigenze sociali, nonché alla tutela della salute e dell’ambiente e alla promozione dello sviluppo sostenibile.

3 2 Il D.LGS 163/2006 (6) Art 68 : Specifiche tecniche (c.1 e c.3, punto b) Ogniqualvolta sia possibile, le specifiche tecniche devono essere definite in modo da tenere conto dei criteri di accessibilit à per i soggetti disabili, di una progettazione adeguata per tutti gli utenti, della tutela ambientale Le specifiche tecniche sono formulate secondo una delle modalit à seguenti: in termini di prestazioni o di requisiti funzionali, che possono includere caratteristiche ambientali. Devono tuttavia essere sufficientemente precisi da consentire agli offerenti di determinare l'oggetto dell'appalto e alle stazioni appaltanti di aggiudicare l'appalto

4 3 Beni e servizi prioritari individuati dal PAN GPP Arredi Edilizia Gestione dei rifiuti Servizi urbani e al territorio Servizi energetici Prodotti tessili e calzature Cancelleria Ristorazione Servizi di gestione degli edifici Trasporti

5 4 Etichette volontarie di Tipo I Blauer Engel: attivata in Germania nel 1978 White Swan: attiva dal 1989 in Danimarca, Svezia, Finlandia e Islanda Green Seal: rilasciata dall’omonima organizzazione senza scopo di lucro degli Stati Uniti. Umweltzeichen: etichetta austriaca attiva dal 1991 NF Environnement: attiva dal 1992 in Francia Milieukeur: attiva dal 1992 nei Paesi Bassi Ecolabel attivo dal 1992 in tutta Europa

6 5 Le Convenzioni realizzate e in realizzazione 1/2 CategoriaNome ConvenzioneStato Dataattivazio ne Arredi e complementi di arredoARREDI DIDATTICI E PER UFFICIO 2ATTIVA26/10/2006 Veicoli, carburanti e lubrificantiAUTOVEICOLI IN NOLEGGIO 5ATTIVA12/12/2006 Veicoli, carburanti e lubrificantiAUTOVEICOLI IN NOLEGGIO 6ATTIVA16/10/2007 Beni e servizi per gli immobiliBIODIESEL DA RISCALDAMENTO 3ATTIVA06/11/2006 Cancelleria, macchine per ufficio e materiale di consumo CARTA IN RISME 3ATTIVA01/12/2006 Telecomunicazioni, elettronica e servizi accessori CENTRALI TELEFONICHE 3ATTIVA20/07/2006 Alimenti, ristorazione e buoni pastoDERRATE ALIMENTARI 2ATTIVA27/03/2006 Cancelleria, macchine per ufficio e materiale di consumo FOTOCOPIATRICI 12 (FASCIA ALTA-NOLEGGIO)ATTIVA18/12/2007 Alimenti, ristorazione e buoni pastoPRODOTTI ORTOFRUTTICOLI FRESCHIATTIVA21/12/2006 Beni e servizi per gli immobiliSERVIZIO INTEGRATO ENERGIAATTIVA15/10/2007 Beni e servizi al territorioSERVIZIO LUCEATTIVA04/08/2006 Cancelleria, macchine per ufficio e materiale di consumo STAMPANTI 7ATTIVA14/01/2008 Beni e servizi per le personeVESTIARIO - CALZATURE DA LAVOROATTIVA04/04/2006 Beni e servizi per le personeVESTIARIO - DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE E ACCESSORI ATTIVA21/04/2006 Beni e servizi per le personeVESTIARIO - INDUMENTI E ACCESSORI DA LAVORO GENERICIATTIVA20/02/2007 Telecomunicazioni, elettronica e servizi accessori VIDEOCOMUNICAZIONE_2ATTIVA13/06/2006

7 6 Le Convenzioni realizzate e in realizzazione 2/2 CategoriaNome ConvenzioneStato Arredi e complementi di arredoARREDI PER UFFICIO 3IN ATTIVAZIONE Cancelleria, macchine per ufficio e materiale di consumo FOTOCOPIATRICI 13 (MULTIFUNZIONI-ACQUISTO)IN ATTIVAZIONE Cancelleria, macchine per ufficio e materiale di consumo FOTOCOPIATRICI 14 (FASCIA MEDIA-NOLEGGIO)IN ATTIVAZIONE Hardware e softwareSERVER ENTRY/MIDRANGE 4IN ATTIVAZIONE Arredi e complementi di arredoARREDI DIDATTICI 3IN ATTIVAZIONE Arredi e complementi di arredoARREDI PER UFFICIO 3IN ATTIVAZIONE Arredi e complementi di arredoARREDI SCOLASTICI 3IN ATTIVAZIONE Telecomunicazioni, elettronica e servizi accessoriCENTRALI TELEFONICHE 4IN ATTIVAZIONE Alimenti, ristorazione e buoni pastoDERRATE ALIMENTARI 3IN ATTIVAZIONE Hardware e softwarePC PORTATILI 7IN ATTIVAZIONE Beni e servizi per gli immobiliFACILITY MANAGEMENT (II EDIZIONE)IN ATTIVAZIONE

8 7 MEPA – Le iniziative Arredi e complementi di arredo Articoli di segnaletica Cancelleria ad uso ufficio e didattico Materiale igienico sanitario Materiale elettrico e condizionatori Gas naturale Indumenti e accessori Prodotti ed accessori informatici Prodotti ed accessori per l'ufficio Servizi di formazione Servizi di igiene ambientale Servizi di manutenzione impianti elettrici Servizi di manutenzione impianti elevatori Sistemi di apparati e telefonia Strumentario chirurgico e diagnostico di base Strumenti e materiale da laboratorio

9 8 Vasta gamma di “prodotti riciclati” sostanzialmente conformi al D.M. 8 maggio 2003 n. 203 Possibilità, per i Fornitori abilitati, di indicare le certificazioni “ambientali” Arredo e complementi di arredo Vasta gamma di “prodotti riciclati” sostanzialmente conformi al D.M. 8 maggio 2003 n Es. carta in risme, quaderni, blocchi notes, cartucce e toner, penne monouso, pennarelli in fibra Possibilità di ricerca/scelta tra articoli che rispondono a criteri di compatibilità ambientale e a basso impatto ambientale Possibilità, per i fornitori abilitati, di indicare le certificazioni “ambientali” (es. Ecolabel, EMAS, ISO 14001) Materiale elettrico Vasta gamma di prodotti a basso consumo energetico Es. lampadine fluorescenti compatte per gli interni Es. lampade a miglior efficienza energetica per gli esterni Cancelleria ad uso ufficio e didattico Il Mercato Elettronico e le iniziative nell’ambito del GPP Iniziativa verde Componenti verdi dell’iniziativa Legenda Ainfo e Office Possibilità di richiedere prodotti come P.C. portatili e desktop in possesso di etichette ecologiche basate sull’analisi del ciclo di vita. Possibilità di richiedere stampanti e fotocopiatori in possesso di etichette ecologiche ISO Tipo I, basate sull’analisi del ciclo di vita

10 9 Vasta gamma di contenitori per la raccolta differenziata Possibilità, per i Fornitori abilitati, di indicare le caratteristiche ambientali Beni strumentali raccolta differenziata Il settore della mobilità affrontato a 360° con un’ampia offerta di mezzi alimentati con diversi vettori e una ampia possibilità di scegliere i mezzi di trasporto sostenibili adatti alle esigenze dell’ente Fonti rinnovabili Fotovoltaico, Solare termico, Geotermico, Minieolico ecc. Mobilità sostenibile Il Mercato Elettronico e le iniziative nell’ambito del GPP Iniziativa verde Componenti verdi dell’iniziativa Legenda

11 10 La spesa energetica della Pubblica Amministrazione La spesa annuale delle PP.AA. per il soddisfacimento del fabbisogno energetico supera i Mln € e rappresenta un’importante area di intervento delle iniziative di risparmio. Le iniziative Energy si avvalgono principalmente dello strumento della Convenzione e del Mercato Elettronico della PA. Le iniziative Energy si avvalgono principalmente dello strumento della Convenzione e del Mercato Elettronico della PA. * Solo servizio di gestione

12 11 INIZIATIVE ATTIVEINIZIATIVE IN FASE DI STUDIO 8 IN CONVENZIONE Biodiesel da riscaldamento Carburante Extra rete Carburante rete - Buoni acquisto Carburante rete – Fuel Card Energia elettrica Gasolio da riscaldamento Servizio Integrato Energia Servizio Luce 4 IN CONVENZIONE Energy Management Gas Naturale > mc/anno Cogenerazione Solare Termico Iniziative ENERGY Portafoglio iniziative Energy Complessivamente ad oggi l’Area Real Estate/Energy gestisce 11 iniziative attive: 8 Convenzioni e 3 Bandi attivi sul Mercato elettronico della PA. Gas Naturale < mc/anno Apparecchiature di raffreddamento e ventilazione Materiale elettrico 3 SUL MERCATO ELETTRONICO 1 SUL MERCATO ELETTRONICO Fotovoltaico

13 12 Le iniziative Energy hanno come obiettivo un ’ offerta variamente personalizzabile ed integrabile di beni e servizi a supporto del governo del patrimonio della PA. Le iniziative si connotano non solo come veicolo di “ economie di scala ” ma come strumento di innovazione, efficientamento energetico, salvaguardia ambientale ed ammodernamento dei processi della PA e del tessuto imprenditoriale. Servizi Integrati Forniture di beni/servizi Risparmio energetico Combustibili da riscaldamento Carburanti Energia Elettrica e Gas Naturale Servizio Luce INNOVAZIONE STRATEGIA GESTIONE VALORE AGGIUNTO FOCUS Area in fase di studio Portafoglio iniziative Energy Servizio Integrato Energia Energy Management Fonti rinnovabili

14 13 Pianifica Corregge Controlla Esegue Conoscenza impianti Conoscenza tecniche di gestione dell’energia Impiego di risorse APPROCCIO TRADIZIONALE Ottimizzazione spinta dalla PA Ottimizzazione dei consumi energetici Pianifica Corregge Controlla Esegue Determinazione della remunerazione funzione delle prestazioni e non funzione del consumo di energia APPROCCIO EPC Ottimizzazione spinta dal Fornitore Ottimizzazione dei consumi energetici Conoscenza impianti/migliora menti tecnici Acquisizione del Know how PA Fornitore Consip Il Fornitore è incentivato all’ottimizzazione dei consumi per incrementare i propri utili I Contratti a Prestazione (EPC – energy performance contract) Con i servizi integrati è stato introdotto il principio dei contratti a prestazione o Energy performance contracts (EPC) che prevedono la garanzia di un risultato o un livello di confort prestabilito attraverso un servizio integrato di gestione degli impianti e approvvigionamento delle relative commodities. Legenda

15 14 Al fine di incentivare la razionalizzazione energetica e misurare i risultati ottenuti, il Servizio Integrato Energia prevede che il Fornitore realizzi progetti di risparmio energetico, a beneficio delle Pubbliche Amministrazioni aderenti alla Convenzione, i cui risultati siano certificati dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas nell’ambito dei decreti ministeriali del 20/07/2004. Ogni 10 milioni di euro ordinati in convenzione il Fornitore dovrà realizzare interventi di risparmio energetico che producano una riduzione del fabbisogno di energia primaria almeno pari a 5 Tonnellate equivalenti di petrolio (Tep) I risultati raggiunti saranno misurati tramite l’ottenimento da parte del fornitore dei corrispondenti Titoli di Efficienza Energetica, i così detti “Certificati Bianchi”, rilasciati dall’Autorità per l’energia elettrica ed il gas Servizio Integrato Energia

16 15 Complessità del servizio Integrazione dell’offerta. Riduzione dei costi di fornitura Riduzione dei costi di Assistenza e Manutenzione Affrontare la complessità della deregolamentazione del mercato dell’energia Riduzione dei costi di fornitura Riduzione dei costi di Assistenza e Manutenzione Affrontare la complessità della deregolamentazione del mercato dell’energia Allineamento alla legislazione comunitaria/italiana (ad es. in riferimento all’inquinamento luminoso) Incremento del livello di efficienza energetica Allineamento alla legislazione comunitaria/italiana (ad es. in riferimento all’inquinamento luminoso) Incremento del livello di efficienza energetica Ambiente Costi Il Servizio Luce è un contratto a “prestazione” che prevede la gestione integrata dei servizi di Illuminazione Pubblica (servizi a canone, servizi opzionali) oltre alla fornitura di energia elettrica, affidando al fornitore la responsabilità del rispetto della normativa in materia e la realizzazione di interventi per massimizzare l’efficienza energetica. Interventii Opzionali Gestione Integrata Minimizzando la complessità del servizio e ottimizzando i costi di conduzione e fornitura garantisce alti livelli di efficienza energetica nel rispetto dell’ambiente. Servizio Luce

17 16 Servizio Luce Hanno aderito al servizio 145 Comuni con punti luce ed è stato richiesto il Servizio Opzionale di sostituzione di lampade ad Alta Efficienza sul 30% dei Punti Luce 30%

18 17 La strategia GPP nell’ambito delle Convenzioni Consip intende incidere su alcune problematiche ambientali di carattere generale e ritenute particolarmente rilevanti nel nostro contesto e precisamente è stata guidata da tre obiettivi prioritari: 1.Efficienza e risparmio nell’uso delle risorse, in particolare dell’energia – Per raggiungere tale obiettivo, è anzitutto necessario perseguire la riduzione dei consumi di energia da fonti fossili, sia attraverso l’aumento dell’efficienza energetica, sia attraverso l’utilizzo delle fonti rinnovabili. Riduzione dell’uso di sostanze pericolose - Per raggiungere tale obiettivo, è necessario fissare criteri minimi e indicazioni metodologiche volte ad offrire in Convenzione apparecchiature il cui ciclo di vita sia caratterizzato dall’assenza o dalle minori quantità possibili di tali sostanze., l’individuazione di criteri migliorativi. 2.Riduzione quantitativa dei rifiuti prodotti – Per raggiungere tale obiettivo, è necessario impiegare prodotti facilmente riutilizzabili, disassemblabili e riciclabili, contenenti un ridotto volume di imballaggi. La strategia Consip prevede, oltre alla conformità con norme di legge (ad es. Direttiva RAEE) l’individuazione di criteri volti all’allungamento del ciclo di vita, quali ad esempio la disponibilità di parti di ricambio fino a 5 anni dalla data di consegna, la possibilità di avere un periodo più esteso di garanzia, la manutenzione scaduto il periodo di garanzia. Dalla strategia all’attuazione Ove non prevista una normativa definita, Consip contribuisce alla definizione di criteri ambientali di miglioramento

19 18 I risultati ambientali dell’area IT: gli “Acquisti Verdi” Categoria merceologica Convenzioni Attive Anno di attivazione Tipologia Acquisto Cancelleria, macchine per ufficio e materiale di consumo Fotocopiatrici Fotocopiatrici 13 Stampanti 7 Fotocopiatrici Hardware e Software Server PC Desktop 8 PC Portatili 7 Tutte le convenzioni attive in ambito IT si sono sempre qualificate come “Acquisti Verdi” Nel corso del tempo si è avuta un’evoluzione dei requisiti ambientali inseriti nella documentazione di gara Tutte le convenzioni attive in ambito IT si sono sempre qualificate come “Acquisti Verdi” Nel corso del tempo si è avuta un’evoluzione dei requisiti ambientali inseriti nella documentazione di gara

20 19 Evoluzione requisiti ambientali nelle gare Fotocopiatrici Fronte-Retro Automatico Scheda tecnica di sicurezza (emissioni di ozono, polveri, calore, livello di rumore) Contenimento consumi elettrici Energy Star Direttiva ROHS Gestione da Remoto Utilizzo Carta Riciclata Direttiva RAEE Limiti emissioni ozono Eco-etichetta RAL-UZ 122, ed Limiti emissioni polveri Limiti emissioni TVOC A partire dal 2006 si è progressivamente ampliato il numero di requisiti ambientali richiesti Nell’ambito delle convenzioni attivate nel 2008 e in relazione a quelle che saranno attivate nel 2009, si è fatto ricorso all’impiego di requisiti ambientali premianti, che consentono ai fornitori più virtuosi sul piano ecologico di conseguire un punteggio tecnico più elevato A partire dal 2006 si è progressivamente ampliato il numero di requisiti ambientali richiesti Nell’ambito delle convenzioni attivate nel 2008 e in relazione a quelle che saranno attivate nel 2009, si è fatto ricorso all’impiego di requisiti ambientali premianti, che consentono ai fornitori più virtuosi sul piano ecologico di conseguire un punteggio tecnico più elevato Requisito opzionaleRequisito premiante

21 20 Evoluzione requisiti ambientali nelle gare PC Desktop GaraPC Desktop 7PC Desktop 8 Requisiti Ambientali Consumi Minimi: EPA Energy Star Migliorativi: Ecolabel, Blauer Engel, Nordic Swan Minimi: EPA Energy Star 3.0 Migliorativi: EPA Energy Star 4.0 Emission i Acustich e Minimi: LwAd ≤ 4,2 Bels(A); norme UNI EN ISO 9296 e UNI EN ISO 7779 Minimi: LwAd ≤ 4,5 Bels(A) in idle mode; norme UNI EN ISO 9296 e UNI EN ISO 7779 Migliorativi: LwAd ≤ 45 dB(A) in modalità Hard Disk attivo, LwAd ≤ 40 dB(A) in modalità idle e LwAd ≤ 52 dB(A) in modalità lettore ottico attivo Ergono mia (monito r) Minimi: requisiti di ergonomia stabiliti nella Direttiva CEE 90/270; UNI ISO Generali (monito r) Minimi: MPRII, TCO99 ed Energy Star Migliorativi: MPRIII (prEN 50279) TCO ‘03 Minimi: TCO’03 ed Energy Star

22 21 Evoluzione requisiti ambientali nelle gare PC portatili GaraPC portatili 7PC portatili 8 Requisiti Ambient ali Consumi Minimi: EPA Energy Star 3.0 Migliorativi: EPA Energy Star 4.0 e aumento della durata delle batterie, a partire da un valore di soglia diversificato per tipo di notebook Minimi: EPA Energy Star 4.0 Migliorativi: Aumento della durata delle batterie, a partire da un valore di soglia diversificato per tipo di notebook Emissioni Acustiche Migliorativi :LwAd ≤ 45 dB(A) modalità Hard Disk attivo e LwAd ≤ 40 dB(A) in fase di inoperosità Minimi: LwAd ≤ 45 dB(A) modalità Hard Disk attivo e LwAd ≤ 40 dB(A) in fase di inoperosità Migliorativi: LwAd ≤ 40 dB(A) in modalità Hard Disk attivo Ciclo di vita prolungato Minimi: disponibilità di parti di ricambio per 5 anni dalla data di consegna Rifiuti pericolosi Minimi: Rispetto della direttiva ROHS Compatibili tà elettrom. Minimi: Rispetto delle Direttive di Compatibilità Elettromagnetica (89/336 e 92/31 - EMC)

23 22 Innovazione in ambito IT L’innovazione come driver per migliorare l’efficienza energetica Consip attraverso la continua ricerca di criteri ambientali migliorativi utilizzati nelle gare come requisiti minimi o come caratteristiche premianti, spinge i produttori verso la produzione di apparecchiature più ecologiche; ad esempio, risultano oggetto di analisi: Utilizzo del benchmark SPECPower Assessment del ciclo di vita delle apparecchiature Aumento della quantità delle componenti riciclabili Processo di dematerializzazione per la gestione documentale

24 23 Gli indicatori economici ed ambientali nei PC: i risultati dell’analisi del ciclo di vita

25 24 Gli obiettivi Progettazione Aumento dell’efficienza energetica Riduzione dei costi Riduzione degli impatti ambientali Produzione Riduzione/eliminazione dell’uso di sostanze pericolose Diminuzione degli impatti ambientali Ottimizzazione dei trasporti e degli imballaggi USO Gestione del corretto utilizzo dell’energia Gestione delle informazioni sugli impatti ambientali Utilizzo di energia da fonti rinnovabili Fine vita Riuso Riciclo e scomponibilità riciclo dei consumabili

26 25 Consumi elettrici dei PC Esempio di utilizzo di un PC e di consumi elettrici P on >> P sleep P sleep = P off ~ I consumi dipendono in maggior parte dal tempo di IDLE, non dalla fase di uso “attivo”. Per IDLE si intende la macchina non dormiente in cui l’attività è limitata all’installazione dei programmi base (def. Energy Star 4.0)

27 26 Il risparmio energetico La fase di IDLE può essere trasformata in Sleep, Il risparmio energetico derivante è maggiore del consumo elettrico corrente

28 27 Carbon Footprint Metodologia Raccolta dati Valutazione consumi energetici in fase d’uso Valutazione di riduzione dei costi Valutazione di riduzione dell’impronta di carbonio

29 28 Esempio PC desktop

30 29 Carbon Footprint e indicatori economici: risultati Il passaggio da una versione precedente ad una versione successiva dell’etichetta Energy Star cosa comporta in termini di efficienza energetica? Riduzione consumi pari a € Riduzione tonnellate di CO2 Quanto si risparmierebbe eliminando la fase di OFF? Quanto si risparmierebbe riducendo la fase di IDLE in Sleep? Il Draft dell’Energy Star 5.0 cerca di dare risposta a queste domande…..


Scaricare ppt "Perugia 11/05/2009 Gli Acquisti verdi della PA: cosa comprare, come comprare. Lidia Capparelli."

Presentazioni simili


Annunci Google