La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lefficienza energetica e lo Sviluppo Sostenibile Consip, 13 e 16 maggio 2008 Lidia Capparelli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lefficienza energetica e lo Sviluppo Sostenibile Consip, 13 e 16 maggio 2008 Lidia Capparelli."— Transcript della presentazione:

1 Lefficienza energetica e lo Sviluppo Sostenibile Consip, 13 e 16 maggio 2008 Lidia Capparelli

2 1 La Commissione Europea definisce il GPP come: Che cosa è il Green Public Procurement Lapproccio in base al quale le Amministrazioni Pubbliche integrano i criteri ambientali in tutte le fasi del processo di acquisto, incoraggiando la diffusione di tecnologie ambientali e lo sviluppo di prodotti validi sotto il profilo ambientale, attraverso la ricerca e la scelta dei risultati e delle soluzioni che hanno il minore impatto possibile sullambiente, lungo lintero ciclo di vita.

3 2 Dal Green Procurement al Sustainable Procurement

4 3 Il concetto di sostenibilità

5 4 Il concetto di ciclo di vita

6 5 Lesempio delle lampadine

7 6 Etichette volontarie di Tipo I Blauer Engel: attivata in Germania nel 1978 White Swan: attiva dal 1989 in Danimarca, Svezia, Finlandia e Islanda Green Seal: rilasciata dallomonima organizzazione senza scopo di lucro degli Stati Uniti. Umweltzeichen: etichetta austriaca attiva dal 1991 NF Environnement: attiva dal 1992 in Francia Milieukeur: attiva dal 1992 nei Paesi Bassi Ecolabel attivo dal 1992 in tutta Europa

8 7 Art. 2: Principi – Codice dei Contratti Pubblici Laffidamento e lesecuzione di opere e lavori pubblici, servizi e forniture, deve garantire la qualità delle prestazioni e svolgersi nel rispetto dei principi di economicità, efficacia, tempestività e correttezza; laffidamento deve altresì rispettare i principi di libera concorrenza, parità di trattamento, non discriminazione, trasparenza, proporzionalità, nonché quello di pubblicità. Il principio di economicità può essere subordinato, entro i limiti in cui sia espressamente consentito dalle norme vigenti e dal presente codice, ai criteri, previsti dal bando, ispirati a esigenze sociali, nonché alla tutela della salute e dellambiente e alla promozione dello sviluppo sostenibile.

9 8 Un esempio di introduzione dei criteri in ambito IT

10 9 Sostenibilità Ambientale Sostenibilità Economica GPP Sostenibilità Sociale Accrescimento delle competenze potenziando la responsabilità e la capacità di ottimizzare le scelte di acquisto da un punto di vista sia economico che finanziario. Razionalizzazione della spesa pubblica (tenendo in considerazione sia il prezzo che i costi indiretti connessi. allutilizzo e allo smaltimento); Diffusione e integrazione di una politica ambientale sia nel mercato dellofferta che della domanda che tenga conto di: Emissioni di gas climalteranti; Produzione di rifiuti; Produzione di sostanze pericolose. Diffusione di modelli di consumo e di acquisto sostenibili Il GPP come strumento della Politica Integrata di Prodotto Il GPP è uno degli strumenti operativi più importanti nellambito della strategia europea Politica Integrata di Prodotti (IPP), che ha lo scopo di rafforzare ed orientare le politiche ambientali riguardanti i prodotti e servizi per promuovere lo sviluppo di un mercato più ecologico, incentrandosi sul sistema prodotto/servizio con un approccio basato sullanalisi del ciclo di vita. In conformità con lIPP, le strategie pubbliche di acquisto dovrebbero essere basate sui tre pilastri della sostenibilità: Ambientale; Economica; Sociale. Definizione, obiettivi e contesto del GPP Il GPP si basa sul concetto del Sustainable Sourcing dal punto di vista ambientale, economico e sociale = Approfondimenti

11 10 1.Efficienza e risparmio nelluso delle risorse in particolare dellenergia da fonti fossili attraverso laumento dellefficienza energetica ed attraverso lutilizzo delle fonti rinnovabili. 2.Riduzione delluso di sostanze pericolose fissare criteri minimi e indicazioni metodologiche volte allofferta di apparecchiature con ciclo di vita caratterizzato dallassenza o dalle minori quantità possibili di tali sostanze 3.Riduzione quantitativa dei rifiuti prodotti Adozione di prodotti facilmente riutilizzabili, disassemblabili e riciclabili con ridotto volume di imballaggi, allungamento del ciclo di vita GPP: il ruolo della centrale Nazionale di Committenza 4.Consip contribuisce alla definizione e al monitoraggio del Piano Attuativo Nazionale 5. Consip recepisce ed integra le direttive in materia ambientale disposte dal Ministero dellAmbiente Utilizzo di certificazioni energetiche riconosciute quali requisiti di gara (es. EnergyStar) Analisi, mediante metodo LCA, dei risparmi derivanti dalla dematerializzazione del processo di acquisto. Politica attuativa di Consip della strategia GPP Collaborazioni con il Ministero dellAmbiente A fronte di una spesa affrontata pari a ca. 35 Mld, gli ambiti di acquisto che contengono o inglobano aspetti di Green Procurement sono corrispondenti a circa il 50% Introduzione in Convenzioni del divieto di utilizzo di sostanze pericolose in quantitativi eccedenti le soglie di legge (Direttiva RoHS) Riconoscimento di punti premiali per caratteristiche di riciclabilità di beni ed imballaggi Esempi di attuazione = Approfondimenti

12 11 Le gare IT Consip richiedono come requisiti di base tutti i i requisiti ambientali definiti ex lege, al fine di non escludere potenziali fornitori dalla partecipazione delle gare Il rispetto di alcuni requisiti ambientali più stringenti costituisce un elemento premiante dellofferta di un potenziale fornitore, permettendogli di ottenere un punteggio tecnico superiore Consip presta grande attenzione allevoluzione del settore, in modo da cogliere i cambiamenti e le evoluzioni tecnologiche che dovessero consentire alla PP.AA. di approvvigionarsi di beni più performanti sul piano energetico ed ambientale Consip è responsabile dellindividuazione dei requisiti ambientali, al di là dei requisiti legali obbligatori, da inserire nella gare per ogni categoria merceologica, così come richiesto nel PAN GPP; la definizione di tali requisiti sarà presente già in fase di definizione delle strategie di gara Definizione dei requisiti ambientali ed il ruolo di Consip

13 12 Obiettivi Ambientali in ambito IT Possibili impatti a seconda delle opzioni di dismissione: Disposal: nessun recupero del rifiuto Riutilizzo: ripristino totale o parziale delle funzionalità Riciclaggio: impiego del rifiuto inertizzato come materiale in altri processi Recupero energetico: utilizzo del rifiuto come carburante Possibili impatti: Emissioni in atmosfera Scarichi idrici Produzione di rifiuti Rumore Polveri Vibrazioni Radiazioni Possibili impatti: Selezione di materiali difficilmente riciclabili Realizzazione di prodotti non disassemblabili Progettazione di prodotti ad elevato consumo di energia Estrazione e trasporto delle materie prime Scelta delle tecnologie produttive ProduzionePre-produzioneDistribuzioneConsumoSmaltimento Possibili impatti: Impatti legati al trasporto delle merci (prodotti intermedi e prodotti finiti) Attività della distribuzione commerciale legati alle politiche di distribuzione Impatti ambientali prodotti dagli imballaggi Possibili impatti: Depauperamento di risorse Consumo di risorse per il funzionamento Inquinamento idrico o atmosferico (es: Spray con CFC) Produzione di rifiuti Aumento dellefficienza energetica Riduzione dei costi Riduzione degli impatti ambientali Progettazione Riduzione/eliminazione delluso di sostanze pericolose Ottimizzazione dei trasporti e degli imballaggi Produzione Riuso riciclo e scomponibilità riciclo dei consumabili Fine Vita Gestione del corretto utilizzo dellenergia Utilizzo di energia da fonti rinnovabili USO

14 13 Dalla strategia allattuazione Efficienza e risparmio nelluso delle risorse, in particolare dellenergia Riduzione delluso di sostanze pericolose Riduzione quantitativa dei rifiuti prodotti E richiesto il possesso delletichetta Energy Star o equivalente nell'ultima versione approvata. Il possesso di versioni successive ma non ancora consolidate costituisce una caratteristica migliorativa E vietato di utilizzo di sostanze pericolose in quantitativi eccedenti le soglie di legge in conformità alla Direttiva RoHS Assegnazione di punteggi premiali per valori di sostanze pericolose sensibilmente inferiori alle soglie di legge Le Convenzioni IT presentano dei requisiti base stringenti in materia ambientale. Sono inoltre previsti punteggi premiali dedicati a caratteristiche Green, con il fine di promuovere lefficienza energetica, la riduzione di consumi e rifiuti prodotti. E richiesta la conformità delle apparecchiature alla Direttiva RAEE E richiesta lestensione della garanzia fino a 3 anni e la disponibilità di parti di ricambio fino a 5 anni dalla data di consegna Assegnazione di punteggi premiali per riciclabilità per almeno il 90% dei materiali plastici e metallici = Approfondimenti

15 14 Un esempio di individuazione di criteri IT Il metodo seguito Ladozione di un metodo di lavoro consolidato consente lindividuazione di criteri oggettivi da applicare quali requisiti in tutte le convenzioni IT in modo indipendente dalla merceologia trattata Selezione delle norme Analisi eco- etichette Individuazione caratteristiche sostenibilità ambientale Selezione criteri di sostenibilità ambientale Analisi di mercato Individuazione criteri per ciascuna merceologia = Approfondimenti

16 15 Esempio PC desktop

17 16 Analisi di mercato Fotocopiatrici – esempio di matrice dei requisiti La conduzione di analisi di mercato consente a Consip la migliore selezione dei requisiti ambientali (minimi di partecipazione e premiali)

18 17 Le Convenzioni realizzate e in realizzazione 1/2 CategoriaNome ConvenzioneStato Dataattivazio ne Arredi e complementi di arredoARREDI DIDATTICI E PER UFFICIO 2ATTIVA26/10/2006 Veicoli, carburanti e lubrificantiAUTOVEICOLI IN NOLEGGIO 5ATTIVA12/12/2006 Veicoli, carburanti e lubrificantiAUTOVEICOLI IN NOLEGGIO 6ATTIVA16/10/2007 Beni e servizi per gli immobiliBIODIESEL DA RISCALDAMENTO 3ATTIVA06/11/2006 Cancelleria, macchine per ufficio e materiale di consumo CARTA IN RISME 3ATTIVA01/12/2006 Telecomunicazioni, elettronica e servizi accessori CENTRALI TELEFONICHE 3ATTIVA20/07/2006 Alimenti, ristorazione e buoni pastoDERRATE ALIMENTARI 2ATTIVA27/03/2006 Cancelleria, macchine per ufficio e materiale di consumo FOTOCOPIATRICI 12 (FASCIA ALTA-NOLEGGIO)ATTIVA18/12/2007 Alimenti, ristorazione e buoni pastoPRODOTTI ORTOFRUTTICOLI FRESCHIATTIVA21/12/2006 Beni e servizi per gli immobiliSERVIZIO INTEGRATO ENERGIAATTIVA15/10/2007 Beni e servizi al territorioSERVIZIO LUCEATTIVA04/08/2006 Cancelleria, macchine per ufficio e materiale di consumo STAMPANTI 7ATTIVA14/01/2008 Beni e servizi per le personeVESTIARIO - CALZATURE DA LAVOROATTIVA04/04/2006 Beni e servizi per le personeVESTIARIO - DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE E ACCESSORI ATTIVA21/04/2006 Beni e servizi per le personeVESTIARIO - INDUMENTI E ACCESSORI DA LAVORO GENERICIATTIVA20/02/2007 Telecomunicazioni, elettronica e servizi accessori VIDEOCOMUNICAZIONE_2ATTIVA13/06/2006

19 18 Le Convenzioni realizzate e in realizzazione 2/2 CategoriaNome ConvenzioneStato Arredi e complementi di arredoARREDI PER UFFICIO 3IN ATTIVAZIONE Cancelleria, macchine per ufficio e materiale di consumo FOTOCOPIATRICI 13 (MULTIFUNZIONI-ACQUISTO)IN ATTIVAZIONE Cancelleria, macchine per ufficio e materiale di consumo FOTOCOPIATRICI 14 (FASCIA MEDIA-NOLEGGIO)IN ATTIVAZIONE Hardware e softwareSERVER ENTRY/MIDRANGE 4IN ATTIVAZIONE Arredi e complementi di arredoARREDI DIDATTICI 3IN ATTIVAZIONE Arredi e complementi di arredoARREDI PER UFFICIO 3IN ATTIVAZIONE Arredi e complementi di arredoARREDI SCOLASTICI 3IN ATTIVAZIONE Telecomunicazioni, elettronica e servizi accessoriCENTRALI TELEFONICHE 4IN ATTIVAZIONE Alimenti, ristorazione e buoni pastoDERRATE ALIMENTARI 3IN ATTIVAZIONE Hardware e softwarePC PORTATILI 7IN ATTIVAZIONE Beni e servizi per gli immobiliFACILITY MANAGEMENT (II EDIZIONE)IN ATTIVAZIONE

20 19 Vasta gamma di prodotti riciclati sostanzialmente conformi al D.M. 8 maggio 2003 n. 203 Possibilità, per i Fornitori abilitati, di indicare le certificazioni ambientali Arredo e complementi di arredo Vasta gamma di prodotti riciclati sostanzialmente conformi al D.M. 8 maggio 2003 n Es. carta in risme, quaderni, blocchi notes, cartucce e toner, penne monouso, pennarelli in fibra Possibilità di ricerca/scelta tra articoli che rispondono a criteri di compatibilità ambientale e a basso impatto ambientale Possibilità, per i fornitori abilitati, di indicare le certificazioni ambientali (es. Ecolabel, EMAS, ISO 14001) Materiale elettrico Vasta gamma di prodotti a basso consumo energetico Es. lampadine fluorescenti compatte per gli interni Es. lampade a miglior efficienza energetica per gli esterni Cancelleria ad uso ufficio e didattico Il Mercato Elettronico e le iniziative nellambito del GPP Iniziativa verde Componenti verdi delliniziativa Legenda Ainfo e Office Possibilità di richiedere prodotti come P.C. portatili e desktop in possesso di etichette ecologiche basate sullanalisi del ciclo di vita. Possibilità di richiedere stampanti e fotocopiatori in possesso di etichette ecologiche ISO Tipo I, basate sullanalisi del ciclo di vita

21 20 Vasta gamma di contenitori per la raccolta differenziata Possibilità, per i Fornitori abilitati, di indicare le caratteristiche ambientali Beni strumentali raccolta differenziata Il settore della mobilità affrontato a 360° con unampia offerta di mezzi alimentati con diversi vettori e una ampia possibilità di scegliere i mezzi di trasporto sostenibili adatti alle esigenze dellente Fonti rinnovabili Fotovoltaico, Solare termico, Geotermico, Minieolico ecc. Mobilità sostenibile Il Mercato Elettronico e le iniziative nellambito del GPP Iniziativa verde Componenti verdi delliniziativa Legenda

22 21 Conclusioni Il GPP è un sistema complesso ed integrato con la totalità dei processi di approvvigionamento dellente La definizione di una strategia di approccio non può prescindere dalla conoscenza delle esigenze dellente Limplementazione del sistema deve essere accompagnato da strumenti di Change Management Il GPP è uno strumento di razionalizzazione della spesa La cosa giusta….


Scaricare ppt "Lefficienza energetica e lo Sviluppo Sostenibile Consip, 13 e 16 maggio 2008 Lidia Capparelli."

Presentazioni simili


Annunci Google