La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL CONTRIBUTO DEL Servizio Sistema Informativo Statistico ALL’OSSERVATORIO REGIONALE PER LE POLITICHE SOCIALI Le indagini di interesse sociale Regione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL CONTRIBUTO DEL Servizio Sistema Informativo Statistico ALL’OSSERVATORIO REGIONALE PER LE POLITICHE SOCIALI Le indagini di interesse sociale Regione."— Transcript della presentazione:

1 IL CONTRIBUTO DEL Servizio Sistema Informativo Statistico ALL’OSSERVATORIO REGIONALE PER LE POLITICHE SOCIALI Le indagini di interesse sociale Regione Marche Servizio Sistema Informativo Statistico

2 Compiti del SIS all’interno del Tavolo tecnico ; … un rappresentante del Servizio Sistema Informativo Statistico, con il compito di assicurare i necessari raccordi con il sistema statistico regionale e nazionale e con competenze specifiche in tema di metodologia statistica; in particolare provvede, tenuto conto delle normative in materia di privacy e di segreto statistico, a mettere a disposizione dell’OPS i dati statistici relativi ai flussi di competenza del sistema statistico regionale di interesse per le politiche sociali; inoltre provvede alla definizione e attuazione di modalità di integrazione e completamento di tali flussi in funzione delle esigenze informative socio-sanitarie dell’OPS Protocollo d’intesa DATI DI CONTESTO SOCIO-DEMOGRAFICO (fonti: enti SISTAN e altri) DATI DERIVANTI DA INDAGINI SISTAN DIRETTAMENTE SEGUITE DAL SIS

3 Le indagini Rilevazione statistica sui presidi Rilevazione statistica sui presidi residenziali socio-assistenziali Indagine sulla spesa sociale Indagine sulla spesa sociale dei Comuni singoli e associati RILEVAZIONI DI INTERESSE PUBBLICO PREVISTE NEL PROGRAMMA STATISTICO NAZIONALE svolte dal SIS in qualità di ORGANO INTERMEDIO DI RILEVAZIONE DEL SISTAN DAL2000 DAL2003

4 Compiti dell’organo intermedio di rilevazione RILEVAZIONE SU CAMPO REGISTRAZIONE DEI DATI CONTROLLI SUL FILE DEI DATI    CONTROLLO E REVISIONE MANUALE   VALIDAZIONE A LIVELLO NAZIONALE DATI UFFICIALI     

5 Opportunità derivanti della gestione diretta dell’indagine Integrare la modulistica di rilevazione in base alle esigenze informative regionali PIU’ informazioni Curare la fase di rilevazione su campo in modo da ottenere un tasso di risposta pari o prossimo al 100% che permette di ottenere dati significativi a livello COMUNALE MAGGIOR dettaglio territoriale Intese e accordi finalizzati a garantire la rispondenza dell’indagine alle esigenze nazionali e regionali e la confrontabilità dei dati

6 Le indagini Rilevazione statistica sui presidi Rilevazione statistica sui presidi residenziali socio-assistenziali Indagine sulla spesa sociale Indagine sulla spesa sociale dei Comuni singoli e associati RILEVAZIONI DI INTERESSE PUBBLICO PREVISTE NEL PROGRAMMA STATISTICO NAZIONALE svolte dal SIS in qualità di ORGANO INTERMEDIO DI RILEVAZIONE DEL SISTAN DAL2000 DAL2003

7 La rilevazione sui presidi residenziali socio assistenziali  Le coordinate tecniche dell’indagine  Le informazioni raccolte

8 Denominazione indagine INDAGINE SUI PRESIDI RESIDENZIALI SOCIO-ASSISTENZIALI La rilevazione sui presidi residenziali socio assistenziali Le coordinate tecniche Codice nel Programma Statistico Nazionale IST – PSN approvato con DPCM del 27/12/2001 Titolare dell’indagine ISTAT Organo intermedio di rilevazione SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO STATISTICO in qualità di Ufficio di Statistica del Sistema Statistico Nazionale Anno di riferimento dell’indagine (sperimentale) Anno di riferimento dei dati raccolti

9 La rilevazione sui presidi residenziali socio assistenziali Le coordinate tecniche Periodicità dell’indagine ANNUALE Universo di riferimento La rilevazione è estesa ai presidi residenziali socio-assistenziali di tutta la regione. Si definisce presidio un centro di accoglienza che offre servizi residenziali di tipo prevalentemente assistenziale, a favore di minori, adulti o anziani con limitata autonomia personale. Sono esclusi gli alberghi e le pensioni, i collegi di istruzione, le altre strutture prevalentemente scolastiche e le strutture esclusivamente sanitarie. Copertura dell’indagine TOTALE

10 La rilevazione sui presidi residenziali socio assistenziali Le coordinate tecniche Lista delle unità di rilevazione L’indirizzario dei presidi, fornito nel 1999 dal Servizio Servizi Sociali, è aggiornato annualmente in base ai risultati dell’indagine e alle segnalazioni del Servizio Servizi Sociali, dell’Agenzia Sanitaria Regionale e degli Osservatori Provinciali. Strumento di rilevazione QUESTIONARIO NAZIONALE – ISTAT PRS.1 QUESTIONARIO AGGIUNTIVO – REGIONE MARCHE redatto in collaborazione con l’Osservatorio Regionale per le Politiche Sociali Unità di rilevazione PRESIDIO Le unità alle quali è somministrato il questionario sono le unità locali dei presidi. Dall’edizione 2003 le unità di rilevazione, nelle Marche, sono le unità funzionali dei presidi.

11 La rilevazione sui presidi residenziali socio assistenziali Le coordinate tecniche Tecnica di rilevazione Indagine postale con questionario autocompilato FASE DI SOMMINISTRAZIONE Il questionario è: spedito per posta al responsabile del presidio dal SIS autocompilato dal responsabile del presidio riconsegnato per posta   

12 La rilevazione sui presidi residenziali socio assistenziali Le coordinate tecniche FASE DI RECUPERO DELLE MANCATE RISPOSTE TOTALI Il ritorno per via postale solitamente NON E’ ESAUSTIVO. Per ottenere un tasso di risposta pari o prossimo al 100% si effettuano: sollecito postale sollecito telefonico ritiro del questionario a cura di rilevatori regionali Azioni di sensibilizzazione (vs le strutture) alla compilazione e restituzione svolte da parte degli AMBITI e concordate con il SIS.      Dal 2003

13 La rilevazione sui presidi residenziali socio assistenziali  Le coordinate tecniche dell’indagine  Le informazioni raccolte

14 La rilevazione sui presidi residenziali socio assistenziali Le informazioni raccolte Modello ufficiale ISTAT SEZIONE 1: caratteristiche strutturali SEZIONE 2: personale SEZIONE 3: ospiti SEZIONE 4: aspetti economici Modello integrativo Marche Approfondimenti +

15 La rilevazione sui presidi residenziali socio assistenziali Le informazioni raccolte Sezione 1 Informazioni generali sul presidio  informazioni identificative denominazione, indirizzo, recapiti, codice fiscale e partita iva del titolare, tipologia  informazioni relative alla gestione natura giuridica del titolare e del gestore, codice fiscale e partita iva del gestore, titolo di utilizzo degli immobili, superficie degli immobili  informazioni sull’organizzazione tipo utenza accolta, posti letto, accordi di collaborazione con altri soggetti, apertura CLASSIFICAZIONE DELLE STRUTTURE RESIDENZIALI definita dall’Osservatorio per le Politiche Sociali e raccordata con la classificazione nazionale Sezione 2 Dati sul personale  operatori del presidio per professione esercitata e genere Sono evidenziati i volontari e il personale a carico del SSN

16 La rilevazione sui presidi residenziali socio assistenziali Le informazioni raccolte Sezione 3 Dati sugli ospiti  minori, adulti e anziani per tipo di bisogno assistenziale e genere  ospiti per fascia d’età e genere Sono evidenziati i disabili e gli stranieri  ospiti per tipologia di pagamento  dati di flusso (accoglienze, dimissioni, decessi)  provenienza e destinazione dei minori e degli anziani Sezione 4 Dati economici  entrate e distribuzione percentuale delle stesse per provenienza  uscite  amministrazioni pubbliche che contribuiscono alla copertura dei costi di gestione

17 Le indagini Rilevazione statistica sui presidi Rilevazione statistica sui presidi residenziali socio-assistenziali Indagine sulla spesa sociale Indagine sulla spesa sociale dei Comuni singoli e associati RILEVAZIONI DI INTERESSE PUBBLICO PREVISTE NEL PROGRAMMA STATISTICO NAZIONALE svolte dal SIS in qualità di ORGANO INTERMEDIO DI RILEVAZIONE DEL SISTAN DAL2000 DAL2003

18 L’indagine sulla spesa sociale dei Comuni singoli e associati  Le coordinate tecniche dell’indagine  Le informazioni raccolte  L’avvio dell’indagine in forma sperimentale: l’indagine pilota

19 Denominazione indagine INDAGINE SULLA SPESA SOCIALE DEI COMUNI SINGOLI E ASSOCIATI L’indagine pilota sulla spesa sociale dei Comuni singoli e associati Le coordinate tecniche Codice nel Programma Statistico Nazionale IST – PSN approvato con DPCM del 19/06/2003 Titolare dell’indagine ISTAT Organo intermedio di rilevazione SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO STATISTICO in qualità di Ufficio di Statistica del Sistema Statistico Nazionale Anno di riferimento dell’indagine 2003 indagine pilota2004 Anno di riferimento dei dati raccolti

20 Periodicità ANNUALE L’indagine sulla spesa sociale dei Comuni singoli e associati Le coordinate tecniche Copertura TOTALE Universo di riferimento I Comuni e le associazioni di Comuni che gestiscono direttamente o indirettamente servizi e interventi sociali Unità di rilevazione COMUNI Tecnica di rilevazione Indagine postale con questionario autocompilato

21 L’indagine sulla spesa sociale dei Comuni singoli e associati  Le coordinate tecniche dell’indagine  Le informazioni raccolte  L’avvio dell’indagine in forma sperimentale: l’indagine pilota

22 Le informazioni raccolte L’indagine sulla spesa sociale dei Comuni singoli e associati AREE DI INTERVENTOForme di erogazione FAMIGLIA Interventi e servizi Trasferimenti in denaro Strutture INFANZIA, ADOLESCENZA, GIOVANI Interventi e servizi Trasferimenti in denaro Strutture DIPENDENZE Interventi e servizi Trasferimenti in denaro Strutture DISABILITA’ Interventi e servizi Trasferimenti in denaro Strutture ANZIANI Interventi e servizi Trasferimenti in denaro Strutture SALUTE MENTALE Interventi e servizi Trasferimenti in denaro Strutture DISAGIO ADULTI Interventi e servizi Trasferimenti in denaro Strutture IMMIGRATI Interventi e servizi Trasferimenti in denaro Strutture MULTIUTENZA Interventi e servizi Trasferimenti in denaro Strutture Utenti / PrestazioniSpesaPresenza servizio/intervento CLASSIFICAZIONE DELLE AREE DI INTERVENTO E DEI SERVIZI definite dall’Osservatorio per le Politiche Sociali e raccordate con le classificazioni nazionali

23 L’indagine sulla spesa sociale dei Comuni singoli e associati  Le coordinate tecniche dell’indagine  Le informazioni raccolte  L’avvio dell’indagine in forma sperimentale: l’indagine pilota

24 L’indagine pilota L’indagine pilota è in tutto e per tutto una esecuzione dell’indagine su scala molto ridotta finalizzata a: verificare e la validare gli strumenti che saranno utilizzati nella indagine a regime (classificazioni, questionario) individuare e definire tutti i processi che si attivano sul campo e monitorare le singole fasi di lavoro verificare che l’insieme delle soluzioni prescelte (tecnica di indagine, strumenti di indagine, risorse, tempi) sia adeguato in una situazione reale e che l’interazione fra esse non provochi problemi.

25 L’indagine pilota Periodo di svolgimento ottobre – dicembre 2003 Campione di unità di rilevazione il campione di Comuni è definito dall’ISTAT ed eventualmente ampliato in funzione delle esigenze conoscitive regionali Obiettivi  valutare la rispondenza della classificazione dei servizi  valutare la rispondenza del questionario/le difficoltà di compilazione  definire le caratteristiche più opportune della tecnica di rilevazione MESSA A PUNTO DEGLI STRUMENTI E DELLA TECNICA DI INDAGINE AVVIO DELL’ INDAGINE A REGIME NEL CORSO DEL 2004


Scaricare ppt "IL CONTRIBUTO DEL Servizio Sistema Informativo Statistico ALL’OSSERVATORIO REGIONALE PER LE POLITICHE SOCIALI Le indagini di interesse sociale Regione."

Presentazioni simili


Annunci Google