La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Microbiologia E’ la branca della biologia che studia funzioni e struttura dei microrganismi viventi : batteri, virus,funghi, lieviti, alghe,protozoi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Microbiologia E’ la branca della biologia che studia funzioni e struttura dei microrganismi viventi : batteri, virus,funghi, lieviti, alghe,protozoi."— Transcript della presentazione:

1 Microbiologia E’ la branca della biologia che studia funzioni e struttura dei microrganismi viventi : batteri, virus,funghi, lieviti, alghe,protozoi

2 Suddivisione in regni : Procarioti : batteri Procarioti : batteri Eucarioti : funghi, alghe, virus Eucarioti : funghi, alghe, virus

3 Storia della microbiologia 1665 Robert Hooke con un microscopio rudimentale vide la struttura cellulare delle piante 1665 Robert Hooke con un microscopio rudimentale vide la struttura cellulare delle piante 1668 Anton van Leeuwenhoek vide per la prima volta i microbi 1668 Anton van Leeuwenhoek vide per la prima volta i microbi 1847 Louis Pasteur dimostrò l’incapacità dei microrganismi a riprodursi spontaneamente in ambiente sterile 1847 Louis Pasteur dimostrò l’incapacità dei microrganismi a riprodursi spontaneamente in ambiente sterile

4 E ancora… Louis Pasteur comprese il ruolo dei microrganismi nelle malattie: Louis Pasteur comprese il ruolo dei microrganismi nelle malattie: Studiò carbonchio, colera, difterite, tubercolosi, rabbia Studiò carbonchio, colera, difterite, tubercolosi, rabbia Scoperta del vaccino antirabbico Scoperta del vaccino antirabbico 1888 fu fondato a Parigi l’ Istituto Pasteur oggi centro di ricerca in biologia, genetica molecolare e malattie infettive 1888 fu fondato a Parigi l’ Istituto Pasteur oggi centro di ricerca in biologia, genetica molecolare e malattie infettive

5 Poi… 1876 Ferdinand Cohn studiò il ciclo vitale del batterio 1876 Ferdinand Cohn studiò il ciclo vitale del batterio 1881 Robert Koch studiò i terreni di coltura batterici e identificò il bacillo della malattia tubercolare e il vibrione del colera 1881 Robert Koch studiò i terreni di coltura batterici e identificò il bacillo della malattia tubercolare e il vibrione del colera 1884 Hans Christian Gram mette a punto il metodo della colorazione di Gram 1884 Hans Christian Gram mette a punto il metodo della colorazione di Gram

6 Dai primi ‘900… Paul Ehrlich elabora il concetto di tossicità selettiva : nascono gli agenti chemioterapici Paul Ehrlich elabora il concetto di tossicità selettiva : nascono gli agenti chemioterapici 1911 Francis Rous scopre il primo virus oncogeno 1911 Francis Rous scopre il primo virus oncogeno 1929 Alexander Fleming scopre la penicillina 1929 Alexander Fleming scopre la penicillina

7 Verso i giorni moderni… 1946 Edward Tatum e Joshua Lederberg descrivono la coniugazione batterica 1946 Edward Tatum e Joshua Lederberg descrivono la coniugazione batterica 1969 Howard Temin,David Baltimore e Renato Dulbecco scoprono i retrovirus e la trascrittasi inversa 1969 Howard Temin,David Baltimore e Renato Dulbecco scoprono i retrovirus e la trascrittasi inversa 1981 Stanley Prusiner isola il prione 1981 Stanley Prusiner isola il prione 1981 Luc Montagnier descrive il virus HIV 1981 Luc Montagnier descrive il virus HIV 1995 Craig Venter e Hamilton Smith completano il sequenziamento del genoma batterico 1995 Craig Venter e Hamilton Smith completano il sequenziamento del genoma batterico

8 Virus : composizione e struttura Virione : è la particella virale che si libera dalla cellula al termine della moltiplicazione virale Virione : è la particella virale che si libera dalla cellula al termine della moltiplicazione virale Capside : è il contenitore proteico del virione Capside : è il contenitore proteico del virione Nucleo-capside : virione + capside Nucleo-capside : virione + capside

9 Alcuni virus possiedono all’esterno del nucleo-capside, un inviluppo lipoproteico detto pericapside o peplos formato da un frammento di membrana cellulare modificata attraverso cui il virus gemma e si libera nello spazio extracellulare

10 Genoma virale Deossiribovirus a DNA (molecola bicatenaria a struttura circolare) Deossiribovirus a DNA (molecola bicatenaria a struttura circolare) Ribovirus ad RNA (molecola lineare monocatenaria) Ribovirus ad RNA (molecola lineare monocatenaria)

11 Deossiribovirus Poxviridae Poxviridae Herpesviridae Herpesviridae Adenoviridae Adenoviridae Papovaviridae Papovaviridae Hepadnaviridae Hepadnaviridae Parvoviridae Parvoviridae

12

13 Ribovirus Paramyxoviridae Paramyxoviridae Orthomyxoviridae Orthomyxoviridae Rhabdoviridae Rhabdoviridae Filoviridae Filoviridae Arenaviridae Arenaviridae Bunyaviridae Bunyaviridae Reoviridae Reoviridae Retroviridae Retroviridae Coronaviridae Coronaviridae Togaviridae Togaviridae Flaviviridae Flaviviridae Caliciviridae Caliciviridae Picornaviridae Picornaviridae

14

15 Herpesviridae Virione rotondeggiante + peplos + capside icosaedrico Virione rotondeggiante + peplos + capside icosaedrico Genoma bicatenario e lineare Genoma bicatenario e lineare

16 Herpesvirus di interesse medico Herpes Simplex 1 e 2 Herpes Simplex 1 e 2 Varicella Zoster Varicella Zoster Citomegalovirus Citomegalovirus Epstein-Barr Epstein-Barr Human Herpes Virus 6 – 7 Human Herpes Virus 6 – 7 Superata la fase acuta di infezione, gli Herpes Virus instaurano un’ infezione latente che dura per tutta la vita.

17 Virioni dell’Herpes Simplex

18 Papovaviridae Sono privi di involucro pericapsidico Sono privi di involucro pericapsidico DNA bicatenario e circolare DNA bicatenario e circolare Ne esistono circa 70 tipi,responsabili di condilomi, papillomi, verruche, correlati anche a carcinomi. Ne esistono circa 70 tipi,responsabili di condilomi, papillomi, verruche, correlati anche a carcinomi.

19 Papovavirus al microscopio elettronico

20 Hepadnaviridae Responsabili dell’ epatite Responsabili dell’ epatite Il virione (particella di Dane) è racchiuso da un involucro lipidico contenente gli antigeni di superficie HBsAg Il virione (particella di Dane) è racchiuso da un involucro lipidico contenente gli antigeni di superficie HBsAg Nel nucleocapside sono presenti gli antigeni del > HBcAg Nel nucleocapside sono presenti gli antigeni del > HBcAg Dna circolare bicatenario Dna circolare bicatenario

21 e ancora… Particolare tropismo per gli epatociti Particolare tropismo per gli epatociti Meccanismo di replicazione complesso : intermedio replicativo ad RNA e successiva trascrizione inversa in DNA Meccanismo di replicazione complesso : intermedio replicativo ad RNA e successiva trascrizione inversa in DNA

22 Paramyxoviridae Il virione è formato da un peplos contenente il nucleocapside. Il virione è formato da un peplos contenente il nucleocapside. RNA monocatenario e lineare RNA monocatenario e lineare

23 Paramyxoviridae : si dividono in Paramyxovirinae Paramyxovirinae Pneumovirinae Pneumovirinae

24 Paramyxovirinae Paramyxovirus (virus della parotie, virus parainfluenzali, Morbillovirus) Paramyxovirus (virus della parotie, virus parainfluenzali, Morbillovirus) Con proprietà emoagglutinanti Con proprietà emoagglutinanti

25 Pneumovirinae Virus respiratorio sinciziale Virus respiratorio sinciziale Assenza di proprietà emoagglutinanti e neuroaminidasiche Assenza di proprietà emoagglutinanti e neuroaminidasiche

26 Orthomyxoviridae Virione rotondeggiante formato da un peplos che racchiude un capside elicoidale Virione rotondeggiante formato da un peplos che racchiude un capside elicoidale Genoma formato da 7-8 segmenti di RNA monocatenario Genoma formato da 7-8 segmenti di RNA monocatenario Comprendono i generi Influenzavirus A,B,C Comprendono i generi Influenzavirus A,B,C

27

28 Coronaviridae Virione rotondeggiante con peplos contenente peplomeri di forma “bastoncellare” a formare una corona che racchiude il capside Virione rotondeggiante con peplos contenente peplomeri di forma “bastoncellare” a formare una corona che racchiude il capside RNA monocatenario RNA monocatenario Associati ad infezioni delle vie respiratorie (raffreddore, faringite, polmonite) Associati ad infezioni delle vie respiratorie (raffreddore, faringite, polmonite)

29 Coronavirus: bronchite infettiva aviaria

30 Moltiplicazione virale 1. Attacco del virione alla superficie cellulare 2. Penetrazione del virus all’ interno della cellula 3. Esposizione dell’ acido nucleico virale 4. Sintesi delle macromolecole virus specifiche 5. Liberazione della progenie virale

31 Penetrazione dell’ acido nucleico di un batteriofago nella cellula batterica


Scaricare ppt "Microbiologia E’ la branca della biologia che studia funzioni e struttura dei microrganismi viventi : batteri, virus,funghi, lieviti, alghe,protozoi."

Presentazioni simili


Annunci Google