La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Funzioni principali: VAP = Lega lacido sialico HA1 566 aa Virus aviari: HA226 gln SA 2,6Gal SA 2,3Gal Virus umani: HA226 leu.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Funzioni principali: VAP = Lega lacido sialico HA1 566 aa Virus aviari: HA226 gln SA 2,6Gal SA 2,3Gal Virus umani: HA226 leu."— Transcript della presentazione:

1 Funzioni principali: VAP = Lega lacido sialico HA1 566 aa Virus aviari: HA226 gln SA 2,6Gal SA 2,3Gal Virus umani: HA226 leu

2 Virus umano Virus aviario Virus ricombinante Antigenic Shift

3 Riassortimento (virus a genoma segmentato) scambio di segmenti tra virus che infettano la stessa cellula

4 Origine dei nuovi virus influenzali la maggior parte dei ceppi pandemici deriva dalle regioni dellestremo oriente

5

6 E SOSTENUTA DA TUTTI I SOTTOTIPI (H1-H15) COMPRESI H5 E H7 QUANDO COLPISCE UN ALLEVAMENTO AVICO LO (SOPRATTUTTO DI TACCHINI) CAUSA IN GENERE LA MORTALITÀ DELLA TOTALITÀ DEI SOGGETTI I DOMESTICI HANNO UNA FORMA INAPPARENTE, SPESSO NON DIAGNOSTICABILE CLINICAMENTE HA UN ALTO POTERE INFETTIVO, PATOGENO, E DI TRASMISSIBILITA I SELVATICI NON MANIFESTANO LA FORMA CLINICA MA REPLICANO LAGENTE E LO ELIMINANO (FECI) È DETERMINATA ESCLUSIVAMENTE DAI SOTTOTIPI H5 E H7 COLPISCE VOLATILI SELVATICI E DOMESTICI Virus ad alta patogenicità HPAI Virus a bassa patogenicità LPAI

7 antigene di superficie del virus dell Epatite B (HbSAg) Prodotto in lievito (S. cerevisiae) -spontaneamente si assembla in particelle simili al virus Vaccino contro HBV a subunità

8 Incidenza di HBV prima e dopo vaccinazione In generale, i vaccini a subunità sono costosi, difficili da produrre e scarsamente immunogeni Ma sono molto sicuri e possono essere prodotti per virus non coltivabili

9 L1 L2 il virione il genoma

10 I PAPILLOMAVIRUS : classificazione HPV CUTANEI TIPO LESIONI TIPO RISCHIO LESIONI 1 VERRUCHE PLANTARI 2 VERRUCHE COMUNI 3 VERRUCHE PIATTE 5 VERRUCHE BENIGNE 8 VERRUCHE BENIGNE 6 B VERRUCHE GENITALI 11 B VERRUCHE GENITALI 34, 40, 42 B VERRUCHE ANO- GENITALI 72, 73 B PAPILLOMI ORALI 16 A TUMORI ANO-GENITALI 18 A TUMORI ANO-GENITALI 31 A TUMORI ANO-GENITALI 33 A TUMORI ANO-GENITALI HPV MUCOSALI

11 Incidenza infezione Si stima una incidenza mondiale di 300 Milioni di donne Linfezione da HPV è la più diffusa tra le malattie sessualmente trasmesse Si stima una incidenza mondiale di 300 Milioni di donne Linfezione da HPV è la più diffusa tra le malattie sessualmente trasmesse

12 da: Clifford GM et al, (J Br Cancer, 2003) PREVALENZA DEI TIPI DI HPV NEL CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA

13 alterazioni nel genoma della cellula ospite HPV E CANCRO

14 STRATEGIE PER LA PREVENZIONE DELLINFEZIONE Vaccini profilattici Antivirali Vaccini profilattici Antivirali

15 L1 Protein and VLPS L1

16 vaccini profilattici basato su HPV VLPs sono attualmente disponibili HPV16 VLPs

17 Insuccessi dei vaccini HIV RSV (virus Respiratorio sinciziale) –causa di ospedalizzazione pediatrica (<3 mesi) –allinizio degli anni 60 veniva testato un vaccino inattivato –non proteggente –inoltre aggravava la risposta clinica durante le successive infezioni con RSV - più alta % di ospedalizzazione e di decessi –Ancora oggi non esiste il vaccino contro RSV –la terapia è basata sullimmunizzazione passiva

18 Vaccini virali in uso Malattia o virus Tipo di vaccino Indicazioni Somministrazione Epatite A inattivatoviaggiatori e 0, 1 e 6 m. gruppi a rischio Polioinattivato vaccinazione 2, 4 e 12 m. e dei neonati 4-6 aa. Polioattenuato vaccinazione. 2, 4 e 6-18 m. Febbre gialla attenuatoviaggiatori1 dose ogni 10 anni Rosolia attenuato vaccinazione. 1 e 6-12 aa. Encefalite giapponese inattiavato viaggiatori 0, 7 e 30 gg. Influenza sub-unità anziani e 1 dose/stagione gruppi a rischio Parotite attenuatovaccinazionecome per Rosolia infantile Morbillo attenuato vaccinazionecome per Rosolia infantile Rabbia inattiavatoesposizione 0, 3. 7, 14 e 30 gg. Epatite B sub-unitàvaccinazione e 0, 1, 6 e 12 m. dei neonati e rischio di esposizione Adenovirus attenuato militari. 1 dose Varicella attenuatovaccinazione m. Vaiolovirus vaccinolavoratori a rischio. 1 dose

19 Vaccini a DNA DNA plasmidico contenente il gene virale somministrato via iniezione o gene-gun il DNA entra nelle cellule e si esprime lespressione della proteina virale induce immunità The van Gogh experiment - a rabbit was injected with a DNA vaccine in the ear and the ear cut off at various time post injection. Antibodies were produced even if the ear was cut off after a few minutes. The DNA is rapidly moving to other sites. I VACCINI Del FUTURo……….

20 Vettori virali virus animali possono essere ingegnerizzati per esprimere una o più proteine di virus diversi - es. vaccino animale contro la rabbia vantaggi: I livelli di espressione della proteina terapeutica possono essere elevati possono essere controllati dal sito di inserzione nel genoma del virus VSV

21 Vaccini edibili espressione di proteine virali in prodotti edibili lingestione induce anticorpi e conferisce immunità al patogeno. approccio sperimentale fattibile ( Dr. Arntzen della Cornell University USA ha prodotto una banana che sintetizza HBsAg - vaccino contro HBV)

22 VLPs di HPV prodotte in PATATA


Scaricare ppt "Funzioni principali: VAP = Lega lacido sialico HA1 566 aa Virus aviari: HA226 gln SA 2,6Gal SA 2,3Gal Virus umani: HA226 leu."

Presentazioni simili


Annunci Google