La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le immobilizzazioni finanziarie e i principi contabili internazionali Nuova definizione di immobilizzazioni finanziarie secondo gli iAS e impatto sulle.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le immobilizzazioni finanziarie e i principi contabili internazionali Nuova definizione di immobilizzazioni finanziarie secondo gli iAS e impatto sulle."— Transcript della presentazione:

1 Le immobilizzazioni finanziarie e i principi contabili internazionali Nuova definizione di immobilizzazioni finanziarie secondo gli iAS e impatto sulle norme fiscali Valutazione dei titoli: problematiche fiscali relative alla valutazione al fair value Concetto di mercato attivo Costi di transazione Acquisto di azioni e obbligazioni proprie MONTECARLO 25 NOVEMBRE 2006 Avv. Giuseppe Corasaniti Studio Uckmar

2 La classificazione degli strumenti finanziari -Strumenti detenuti per negoziazione (HFT) o oggetto di valutazione al fair value, acquisiti principalmente con lo scopo di generare un reddito dalle fluttuazioni di breve termine nei prezzi o negli spread. Criterio di valutazione: fair value con imputazione a Conto Economico

3 Criterio valutativo -fair value: il corrispettivo al quale unattività può essere scambiata, o una passività estinta, in una libera transazione fra parti consapevoli e indipendenti

4 La classificazione degli strumenti finanziari - Investimenti detenuti fino a scadenza (HTM), con pagamenti fissi o determinabili e vita residua determinata che limpresa ha leffettiva intenzione ed è in grado di detenere fino alla scadenza Criterio di valutazione: costo/costo ammortizzato

5 Criterio valutativo - costo ammortizzato: il valore a cui lattività o la passività finanziaria è stata misurata al momento della rilevazione iniziale al netto dei rimborsi di capitale, aumentato o diminuito dallammortamento complessivo utilizzando il criterio dellinteresse effettivo su qualsiasi differenza tra il valore iniziale e quello a scadenza, e dedotta qualsiasi riduzione di valore o di irrecuperabilità

6 La classificazione degli strumenti finanziari -Crediti e debiti non detenuti per negoziazione o disponibili per la vendita (LR), originati dallimpresa tramite la fornitura di denaro, beni o servizi direttamente ad un debitore, che non siano originati con lintento di essere venduti immediatamente o nel breve termine. Criterio di valutazione: costo/costo ammortizzato

7 La classificazione degli strumenti finanziari - Strumenti finanziari disponibili per la vendita (AFS), attività che non siano: crediti o finanziamenti originati dallimpresa, investimenti detenuti alla scadenza; attività finanziarie detenute per la negoziazione. Criterio di valutazione: fair value (con imputazione a patrimonio netto)

8 La classificazione delle partecipazioni Partecipazioni in società: - controllate; - collegate; -soggette a controllo congiunto (joint ventures) Criterio di valutazione: costo o in conformità con lo IAS 39

9 Principi ispiratori del d. lgs. 28 febbraio 2005, n. 38 La relazione al d. lgs. n. 38/2005 afferma: la considerazione della circostanza che alcuni contribuenti IRES applicheranno (obbligatoriamente o in via facoltativa) i principi contabili internazionali ha indotto a mantenere immutati i meccanismi di determinazione della base imponibile, fondati sul principio di derivazione dal risultato del conto economico, apportando alla normativa solo quelle modifiche strettamente indispensabili a consentire lapplicazione ai soggetti che utilizzeranno i principi internazionali, salvaguardando, nei limiti del possibile, la neutralità dellimposizione rispetto ai diversi criteri di redazione del bilancio

10 Definizione fiscale di immobilizzazione finanziaria (art. 11, comma 2, d.lgs. n. 38/2005) Il Tuir differenzia il regime impositivo degli strumenti finanziari sulla base della classificazione costituita dalle immobilizzazioni e dallattivo circolante. I principi contabili internazionali rilevano le predette classificazioni in ragione della finalità di detenzione e non della natura degli strumenti finanziari

11 Definizione fiscale di immobilizzazione finanziaria (art. 11, comma 2, d.lgs. n. 38/2005) Lart. 11, comma 2 d.lgs. n. 38/2005, prevede che ai fini dellapplicazione delle disposizioni del Tuir, per le società che applicano gli IAS si considerano immobilizzazioni finanziarie: - le partecipazioni di controllo e di collegamento; - gli strumenti finanziari detenuti fino alla scadenza e quelli disponibili per la vendita.

12 Definizione fiscale di immobilizzazione finanziaria (art. 11, comma 2, d.lgs. n. 38/2005) Tale precisazione rileva non solo ai fini dellapplicazione dellart. 110, TUIR, recante le norme generali sulle valutazioni, ma anche ai fini dellapplicazione della participation exemption, disciplinata dallart. 87 TUIR.

13 La definizione di immobilizzazioni finanziarie per i soggetti IAS (ABI) La bipartizione attivo circolante/immobilizzazioni dei PCN Il superamento della tradizionale bipartizione da parte degli IAS Art d.lgs.38/05: si considerano immobilizzazioni finanziarie le partecipazioni di controllo e di collegamento, nonché gli strumenti finanziari detenuti fino a scadenza e quelli disponibili per la vendita

14 La definizione di immobilizzazioni finanziarie per i soggetti IAS Controllo –Presunzione (relativa) se possesso diretto o indiretto di più del 50% dei diritti di voto Collegamento –Presunzione se possesso diretto o indiretto del 20% dei diritti di voto

15 La definizione di immobilizzazioni finanziarie per i soggetti IAS Quid se una partecipazione di controllo o collegamento è acquistata per essere rivenduta a breve termine? Iscrizione in Held for sale –Ai fini fiscali può considerarsi come immobilizzazione finanziaria?

16 La definizione di immobilizzazioni finanziarie per i soggetti IAS Strumenti finanziari detenuti sino a scadenza (Held to maturity) - si tratta di strumenti (non derivati) con pagamenti fissi o determinabili e con scadenza fissa che lente ha intenzione e capacità di mantenere fino alla scadenza, tranne quelli: - che sono designati come Fair value through profit or loss - che sono designati come Available for sale - che sono classificati come Finanziamenti e Crediti (Loans&Receivables) (attività finanziarie non derivate con pagamenti fissi o determinabili non quotate in un mercato attivo)

17 La definizione di immobilizzazioni finanziarie per i soggetti IAS Non possono essere inclusi tra gli HTM: –Gli strumenti di capitale, perché non hanno scadenza predefinita –Debiti irredimibili –Quote di OICR quando hanno durata indefinita

18 La definizione di immobilizzazioni finanziarie per i soggetti IAS Available for sale > categoria residuale Si tratta infatti degli strumenti non classificabili come –L&R –FVTPL –HTM

19 La definizione di immobilizzazioni finanziarie per i soggetti IAS FVTPL > si tratta di –Strumenti detenuti per la negoziazione (HFT) E cioè quando detenuti per la rivendita a breve Oppure quando detenuti per ritrarre un profitto nel breve periodo –Derivati (tranne che di copertura) –Altre attività designate come tali

20 La definizione di immobilizzazioni finanziarie per i soggetti IAS e il tuir (ABI) Quid per le categorie non incluse nellart (fair value option e loans&receivables)? Interpretazione estensiva > lelencazione dellart non è tassativa Questo garantisce la neutralità fiscale tra soggetti IAS/non IAS

21 La rilevanza fiscale dei componenti imputati a patrimonio Art. 83 TUIR il reddito di impresa è determinatoapportando allutile o alla perdita desercizio risultante dal conto economico, …, aumentato o diminuito dei componenti che per effetto dei principi contabili internazionali sono imputati direttamente a patrimonio, le variazioni in aumento o in diminuzione conseguenti allapplicazione dei criteri stabiliti nelle successive disposizioni della presente sezione Conferma del principio di derivazione dal bilancio del reddito imponibile

22 La rilevanza fiscale dei componenti imputati a patrimonio Art. 109 (4) TUIR si considerano imputati a conto economico i componenti imputati direttamente a patrimonio per effetto dei principi contabili internazionali. Per la deducibilità fiscale dei componenti negativi di reddito non è necessaria limputazione a conto economico

23 Valutazione fiscale delle azioni e degli strumenti finanziari similari alle azioni - immobilizzazioni (art. 110, comma 1, lett. d) TUIR) Irrilevanza fiscale delle valutazioni Lart. 110, comma 1, lett. d), TUIR prevede il regime di neutralità fiscale delle valutazioni (svalutazioni e rivalutazioni) delle azioni, dato che: - il costo delle azioni, delle quote e degli strumenti finanziari, assimilati alle azioni non è comprensivo dei maggiori o minori valori iscritti, i quali non concorrono alla formazione del reddito, né alla determinazione del valore fiscalmente riconosciuto delle rimanenze di tali azioni, quote e strumenti.

24 Valutazione fiscale delle azioni e degli strumenti finanziari similari alle azioni - trading (art. 94, comma 4, art. 110, comma 1, lett. d) TUIR) Irrilevanza fiscale delle valutazioni

25 Valutazione fiscale delle obbligazioni - trading (art. 94,TUIR) Le obbligazioni, che non costituiscono immobilizzazioni finanziarie, di cui allart. 85, primo comma, lett. e), TUIR, esistenti al termine dellesercizio sono valutati applicando le disposizioni di cui allart. 92 TUIR in tema di valutazione delle rimanenze, salvo sia diversamente stabilito nellart. 94 TUIR.

26 Valutazione fiscale delle obbligazioni - trading Rilevanza delle svalutazioni (art. 94, comma 4, TUIR) Lart. 94, comma 4, TUIR, prevede il riconoscimento fiscale del valore minimo per i titoli obbligazionari non costituenti immobilizzazioni finanziarie,determinato come segue: - per i titoli negoziati in mercati regolamentati, in base ai prezzi rilevati nellultimo giorno dellultimo mese dellesercizio ovvero in base alla media aritmetica dei prezzi rilevati nellultimo mese;

27 Valutazione fiscale delle obbligazioni - trading Rilevanza delle svalutazioni (art. 94, comma 4, TUIR) - per gli altri titoli, in base al valore normale dei titoli aventi analoghe caratteristiche negoziati in mercati regolamentati italiani o esteri e, in mancanza, in base ad altri elementi determinabili in modo obiettivo.

28 Valutazione fiscale delle obbligazioni - trading rilevanza delle rivalutazioni Art. 110, comma 1, lett. c), tuir

29 Valutazione fiscale delle obbligazioni - trading e IAS Le disposizioni citate si applicano ai titoli obbligazionari di negoziazione (HFT) e ai titoli obbligazionari non quotati iscritti tra i crediti e finanziamenti (LR)

30 Valutazione fiscale delle obbligazioni - immobilizzazioni (art. 101, comma 2, TUIR, art. 110, comma 1, lett. c) TUIR) Oltre al rinvio alle disposizioni dellart. 94 TUIR, lart, 101, comma 2, TUIR, prevede per i titoli obbligazionari, costituenti immobilizzazioni finanziarie, che le minusvalenze sono deducibili in misura non eccedente la differenza tra il valore fiscalmente riconosciuto e quello determinato in base alla media aritmetica dei prezzi rilevati nellultimo semestre.

31 Valutazione fiscale delle obbligazioni - immobilizzazioni (art. 110, comma 1, lett. c) TUIR) Il d. lgs. n. 38/2005 ha integrato lart. 110, comma 1, lett. c) TUIR, che prevede per le obbligazioni e titoli similari, iscritti tra le immobilizzazioni finanziarie, lirrilevanza fiscale delle plusvalenze iscritte, salvo che si tratti di riprese di precedenti svalutazioni dedotte.

32 Valutazione fiscale delle obbligazioni - immobilizzazioni e IAS Tali disposizioni si applicano ai titoli obbligazionari disponibili per la vendita (HFS) e ai titoli obbligazionari detenuti sino alla scadenza (HTM)

33 I costi e ricavi di transazione Si tratta delle componenti di carattere economico direttamente attribuibili allacquisizione, emissione o dismissione di unattività o passività finanziaria Art , lett. b) tuir: sono inclusi nel costo gli oneri accessori di diretta imputazione Quid per ricavi? Per lABI anchessi vanno inclusi nella valutazione dello strumento finanziario, nonostante la lettera della legge non si esprima sul punto. Con riguardo ai ricavi, applicabilità dellart. 109, comma 2, lett. b), tuir

34 Il concetto di mercato attivo Si tratta dei mercati in cui si effettuano con regolarità rilevazioni dei prezzi rappresentativi di normali e regolari transazioni Divergenza rispetto al concetto di mercato regolamentato ai fini tuir (per es. art. 94.4) Rischio di doppio binario ai fini IAS/fiscali Auspicabile un intervento legislativo sul punto (circ. ABI)

35 Obbligazioni proprie Ai fini IAS (32) le operazioni di riacquisto e di rivendita di obbligazioni proprie sono equiparate allestinzione o alla nuova emissione di tali strumenti Conseguenze del riacquisto: –Annullamento del valore delle obbligazioni dal passivo dello stato patrimoniale –Rilevazione nel conto economico del differenziale tra il presso di acquisto e il valore di bilancio

36 …segue Conseguenze della rivendita –Applicazione delle disposizioni per la rilevazione e valutazione previste per il portafoglio di destinazione Quanto alla fiscalità vale il principio di derivazione, per cui il trattamento fiscale segue quello contabile

37 Azioni proprie Relativamente alle azioni proprie, le stesse operazioni appena descritte non comportano la rilevazione nel conto economico di alcun utile o perdita: –i corrispettivi pagati e/o incassati, infatti, transitano direttamente nel patrimonio netto, determinando la sola variazione di questultimo –in bilancio lammontare di azioni riacquistate e detenute deve essere indicato in una riserva separata di patrimonio

38 Gli IAS e la determinazione della base imponibile IRAP Rinvio ad apposito regolamento (ancora da emanare) Medio tempore: calcolo in base agli schemi di bilancio non IAS (art. 12, comma 1, d.lgs. 38/05) Modifica dellart. 11bis decreto IRAP ad opera dellart. 12, comma 2, d.lgs. 38/05 > per dare rilevanza IRAP alle imputazioni a patrimonio in base agli IAS di elementi che prima andavano a conto economico Lincidente del correttivo IRES che elimina lintegrazione dellart. 11bis: auspicio di un intervento chiarificatore(ABI)

39 LIRAP e il principio di correlazione -Problema per i titoli appartenenti al comparto trading prima dellintroduzione degli IAS e che sono immobilizzazioni finanziarie ai fini fiscali (per es.,available for sale) -Le successive variazioni di valore di tali titoli, di norma irrilevanti ai fini IRAP, possono essere considerate rilevanti in base al principio di correlazione, giacché in passato hanno originato componenti positivi o negativi rilevanti in quanto titoli di trading? -Se così fosse però vi sarebbero gravi problemi applicativi, derivanti dallimpossibilità di ricondurre le componenti rilevate ai fini IRAP in precedenza agli specifici titoli che adesso sono considerati come immobilizzazioni finanziarie in base al d.lgs. 38/05


Scaricare ppt "Le immobilizzazioni finanziarie e i principi contabili internazionali Nuova definizione di immobilizzazioni finanziarie secondo gli iAS e impatto sulle."

Presentazioni simili


Annunci Google