La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Un pensierino di prefazione: RIFIUTI ZERO É UN PRINCIPIO DI TERZA GENERAZIONE Prima generazione ( soddisfazione immediata)…….. USA E GETTA= IMMONDIZIA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Un pensierino di prefazione: RIFIUTI ZERO É UN PRINCIPIO DI TERZA GENERAZIONE Prima generazione ( soddisfazione immediata)…….. USA E GETTA= IMMONDIZIA."— Transcript della presentazione:

1 Un pensierino di prefazione: RIFIUTI ZERO É UN PRINCIPIO DI TERZA GENERAZIONE Prima generazione ( soddisfazione immediata)…….. USA E GETTA= IMMONDIZIA Seconda generazione ( breve termine)… REIMPIEGO POST-SCARTAMENTO = RICICLAGGIO Terza generazione ( lungo termine)… UN DESIGN SPECIFICO PER RIUTILIZZO/ REIMPIEGO =RIFIUTI ZERO/ SPRECO ZERO

2 Che cosa e RIFIUTI ZERO? RIFIUTI ZERO e una filosofia che ha come obiettivo finale la sostenibilita del pianeta attraverso un uso SENSATO delle RISORSE (umane, materiali, naturali, industriali). Il termine ZERO WASTE che viene tradotto con RIFIUTI ZERO va considerato a piu ampio raggio etico/filosofico nella lingua italiana. PERCHE? Perche il termine waste in inglese ha un accezzione piu ampia rispetto all italiano stesso; WASTE significa anche SPRECO; per estensione quindi bisogna considerare lidioma ZERO WASTE sia come RIFIUTI ZERO sia come: SPRECHI ZERO. Per dirla alla Carrarina : AN S DEV BUTAR VIA NIENT! Buona lettura

3 CHE COSA SONO I RIFIUTI? RIFIUTI SPRECO= Indicatore di Inefficenza RIFIUTI = Risorse travestite LO SCOPO: eliminare lidea stessa di rifiuti/spreco

4

5 ESEMPI DI RIFIUTI/ SPRECHI?: Generali : Rifiuti solidi- immondizia Rifiuti tossici/nocivi/pericolosi Scarichi Spreco di Risorse -Energia, Acqua, Materiali Spreco di risorse umane Fatture erronee Manifattura ( Toyota) 1)Da Sovraproduzione 2)Da Tempi d attesa 3)Da trasporto 4)Nel processo di lavorazione 5)Nel processo di Inventariato 6)Nel Movimento 7)Da Prodotti Difettosi

6 Cosa si intende per Rifiuti/Sprechi Zero? Significa impegnarsi affinche avvenga: 100% Efficienza delle Risorse! Zero spreco di rifiuti solidi tossici e nocivi Zero scarichi- nell Aria, acqua o nel suolo Zero sprechi/rifiuti in fasi di Produzione, Attivitadi gestione ed amministrazione Zero tossici -per ridurre i rischi alla Natura -La presenza di Tossici crea rifiuti nocivi/ pericolosi

7 Obiettivo audace ed idealista Chiaro Obiettivo Finale Ci ricorda della necessita di un futuro sostenibile Facilmente compreso da tutti. Promuove una piu rapida Innovazione Ottimizza l intero sistema

8 Perche eimportante un obiettivo Finale ? > Le strategie incrementali sono molto preziose * Prevenzione dell inquinamento * Produzione piu pulita * Sistemi di gestione ambientali * Eco-Efficienza Meglio di ieri e bene, ma non ce certezza che cio possa necessariamente raggiungere un futuro sostenibile > La strategia rifiuti Zero fornisce un chiaro obiettivo finale cosi come The Natural Step ( vedere link in inglese :

9 RIFIUTI/SPRECHI ZERO- OBBIETTIVI 1.Zero Sprechi di Risorse ( 100% efficienza) - Energia, Materiali, Umane 2.Zero scarichi - Aria, Suolo, rifiuti solidi, rifiuti tossici/pericolosi 3.Zero rifiuti nelle Attivita - Amministrazione, Produzione 4. Zero sprechi nella vita del prodotto - Trasporto, Uso, morte del prodotto stesso 5. Uso zero di Tossici - in Processi ed in Prodotti

10

11 RIFIUTI ZERO E UNA STRATEGIA BEN VALIDA > Facilmente compresa- Coinvolge le persone Fa rispiarmare soldi- economicamente valida Promuove Prevenzione dei rifiuti: prevenzione inquinamento ( P2= Pollution Prevention),riprogettazione, riuso ( reimpiego), riparazione Promuove Recupero Rifiuti: riciclaggio, compostaggio ( per es. Fertilizzante naturale) Incoraggia alla Conservazione di Risorse ed Energie Elimina inquinamento Crea Nuovi Lavori- da 10 discariche ad 1 -I capi gestori di rifiuti diventano Capi del reparto Risorse -Opportunita nelle logistiche di ritorno -Nuovi prodotti dai materiali recuperati

12 Largamente applicabile Attivita Comunita Governi Industrie Case Chi piu ne ha piu ne metta!

13 Rifiuti zero e sostenibilita La Sostenibilita e una visione - Considera le generazioni future -Non ci dice cosa fare The Natural Step -Fornisce un modello mentale condiviso, una definizione -Presenta condizioni in seno al sistema per una societa sostenibile - Crea motivazione Una strategia rifiuti zero Idealistica, allunga al massimo lobiettivo finale ( non un obiettivo a breve termine) Guarda a tutti i processi, prodotti, attivita e servizi Utilizza strumenti di ecologia industriale LCA( LIFE CYCLE ASSSESSMENT) Dfe (Design for Environment, EMS (Environmental Management System ) etcetera

14 RIFIUTI ZERO SOSTIENE LA SOSTENIBILITA Sostenibilita Economica -La riduzione di rifiuti migliora l efficienza ed abbassa I costi -I costi di conformazione ai regolamenti vengono ridotti Sostenibilita ambientale -Riduce la domanda di risorse ed Energia dalla Natura -Riduce sprechi alla natura Sostenibilita Sociale -Piu risorse ed energia diventano disponibili per altri - Chiude il ciclo ( dalla culla alla culla), crea nuovi lavori.

15 Corrobora le Condizioni del Sistema TNS ( THE NATURAL STEP) Riduzione di uso di materiali dalla crosta Lefficenza riduce I prerequisiti, zero accunuli in Natura -Riduzione dell uso di materiali tossici/persistenti prodotti dall uomo -Lo zero concentrarsi sui tossici elimina inquinamento Mantiene l abilita della natura di Fornire Servizi Zero scarichi riduce gli impatti, efficienza significa meno uso Usa le risorse efficacemente e soddisfa I bisogni di base di tutti Il focalizzarsi sulla efficenza e minimo uso permette di piu per tutti Crea lavori ( Aiuta, ma non assicura che tutti I bisogni di base/primari vengono soddisfatti)

16 SOLIDO STRUMENTO PER IMPRESE Puo coinvolgere tutti i dipendenti Individua/identifica tutti I tipi di inefficenze Riduce I costi Incentiva piu rapidi ed enormi miglioramenti, risparmi Guida le progettazioni delle imprese attraverso il ciclo di vita del prodotto Induce alla conservazione di tutte le risorse ed energia Induce ad una riduzione di conformazione ai regolamenti Integrazione nei cicli dell impresa, no in un progetto.

17 Ampia varieta di strumenti di supporto pag 1 di 2 Valutazione del Ciclo di Vita (inglese: LCALife Cycle assessment) Totale Cost accounting (inglese Full Cost Accounting) Green Chemistry ( Chimica verde) Progettazione per l ambiente (ing Design for the environment) -usando materiali benigni, materiali riciclati, durabili, riparabili - componenti riusabili, riciclabili, compostabili Amministrazione del prodotto/ responsabilita allargata del prodottore Product stewardship/Extended Product responsibility. Sistemi di gestione ambientale ( environmrntal management systems) Prevenzione dell inquinameto ( Pollution prevention o P2) Mappatura dei processi e Bilanciameto della Massa (ing.Process Mapping & Mass Balancing) Attrezzature di recupero delle risorse Scambio dei rifiuti Parchi eco-industriali

18 CHI SONO I LEADERS DI RIFIUTI ZERO Governi Canberra ( Australia) 30% delle communita in Nuova Zelanda Stato della Georgia (USA) Imprese/aziende Milliken & Company Interface Inc. Hewlett and Packard Herman Miller Inc. Kimberly Clarke Fetzer Vineyards Epson Nike Xerox Amdhal Dupont

19 Funziona davvero? Hewlett and Packard a Roseville, California ha ridotto I propri rifiuti/ sprechi del 95% e risparmiato 870 mila e 564 dollari nel 1998 Epson a Portland (Oregon)ha ridotto I propri rifiuti nelle discariche a ZERO risparmiando trecentomila dollari Interface Inc. a Atlanta (Georgia) ha risparmiato sopra I 90milioni di dollari attraverso la eliminazione di rifiuti Xerox Corp. a Rochester, NY ha lobbiettivo di prestazione ambientale Fabbrica Libera-da-Rifiuti sino dai primi anni novanta.I criteri comprendono la RIDUZIONE di: - rifiuti - emissioni - Consumo energetico -Incremento del riciclaggio. Il risparmio era di 45 milioni di dollari nel 1998

20 Di cosa si ha bisogno? 1.Design for the environment –Dfe( eco-design) –progetti oculati 2.Amministrazione del prodotto-porta indietro, chiusura del ciclo 3.Il Prodotto come servizio- (Tipo) Il Lease della Interface Evergreen 4.Centri di recupero di Risorse- riuso/ reimpiego e rimanuffatura 5.Strumenti di legislatura ed economici- incentivi 6. Scambio di rifiuti- per concentrarsi sul reimpiego/ riuso 7.Di aumentata Capacita di riciclaggio.esempio: elettronici 8.Mercati stabili- per materiali riciclati 9.Istruzione- rendere conosciute l importanza e le opportunita

21 PER CONCLUDERE… * Rifiuti Zero e la chiave per il futuro dei nostri nipoti - Ferma la degradazione della Natura - Procura vantaggi economici - Piu risorse disponibili per tutti *E fondato su Sistemi, che abbraccia diversi strumenti esistenti -Considera l intera durata della vita - LCA, Dfe, Chimica verde, EMS, P2, etc. *E facilmente Compresa -Attiva I chiari ed idealistici obbiettivi degli individui *Fa rispiarmare soldi e migliora la competitivita - Oggi e cio che conta!

22 Pensierino di commiato… Facciamo cosi tanto per preparare I nostri figli al futuro, ma facciamo abbastanza per preparare il futuro per I nostri bambini? -Larry Chalfan


Scaricare ppt "Un pensierino di prefazione: RIFIUTI ZERO É UN PRINCIPIO DI TERZA GENERAZIONE Prima generazione ( soddisfazione immediata)…….. USA E GETTA= IMMONDIZIA."

Presentazioni simili


Annunci Google