La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LEZIONE 9 DELLA SCUOLA DEL SABATO METAFORE DELLA SALVEZZA PER SABATO 29 NOVEMBRE 2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LEZIONE 9 DELLA SCUOLA DEL SABATO METAFORE DELLA SALVEZZA PER SABATO 29 NOVEMBRE 2008."— Transcript della presentazione:

1 LEZIONE 9 DELLA SCUOLA DEL SABATO METAFORE DELLA SALVEZZA PER SABATO 29 NOVEMBRE 2008

2 Se un tuo fratello diventa povero e vende una parte della sua proprietà, colui che ha il diritto di riscatto, il suo parente più stretto, verrà e riscatterà ciò che il suo fratello ha venduto. Levitico 25: 25 Quando un israelita diventava povero poteva vendere parte delleredità (la terra) oppure lui stesso poteva vendersi come schiavo, ma non per sempre. Lui doveva redimersi appena possibile pagando il prezzo del suo riscatto; se non era nelle condizioni, doveva farlo un parente stretto, e nel caso questo non voleva o non poteva, nellanno del giubileo, tanto il servo quanto la sua eredità tornavano liberi.

3 Il Redentore doveva essere un parente stretto, ossia, un parente di sangue Nel nostro caso, Chi ci può redimere? Tutti i nostri parenti stretti sono schiavi del peccato come noi, Poiché tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio" (Romani 3: 23).

4 Il parente stretto doveva redimere quando luomo povero non riusciva a farlo Il debito poteva essere saldato rinunciando alla propria vita. Poi viene Cristo e paga il prezzo della nostra redenzione, rendendo la vita disponibile a tutti quelli che credono in lui. Perché, mentre eravamo ancora senza forza, Cristo a suo tempo è morto per gli empi. Romani 5: 6

5 Il parente doveva essere in grado di redimere Poteva Cristo redimere? Era in grado di pagare il prezzo? Lopera del Calvario è eloquente: "Cristo ha sofferto una volta per i peccati, il giusto per glingiusti, per condurci a Dio. 1 Pietro 3: 18 Con ununica offerta, egli ha reso perfetti per sempre coloro che sono santificati." Ebrei 10: 14 La vita immacolata di Cristo, offerta in sacrificio per i nostri peccati, ha soddisfatto ogni esigenza della giustizia divina.

6 Il parente doveva pagare totalmente il prezzo del riscatto Cristo, attraverso la croce, ha pagato tutto il nostro debito e cancellato ogni nostro peccato. Cristo doveva farsi carico dellira di Dio che, secondo giustizia, si sarebbe dovuta abbattere sulluomo. Egli divenne rifugio per gli esseri umani che, sebbene colpevoli di crimini che meritavano lira di Dio, grazie alla fede in Cristo hanno potuto rifugiarsi in lui e mettersi al sicuro. Era nel centro della sua morte che luomo trovava la vita se decideva di accettarla. Review and Herald, 24 febbraio Non vi è alcuna condanna per coloro che sono in Cristo Gesù" Romani 8:1

7 La riconciliazione è il ripristino della relazione pacifica tra individui o gruppi un tempo nemici. Dio ha preso liniziativa di riconciliare a sé i peccatori. Egli continua ad amarci nonostante la nostra malvagità. S Si è servito di un intermediario, che ha reso possibile questa riconciliazione. L Loggetto della mediazione siamo noi e il mondo.

8 Una volta riconciliati con Dio, noi diventiamo dei mediatori davanti agli uomini del ministero della riconciliazione. Ora tutte le cose sono da Dio, che ci ha riconciliati a sé per mezzo di Gesù Cristo e ha dato a noi il ministero della riconciliazione, poiché Dio ha riconciliato a sé il mondo in Cristo, non imputando agli uomini i loro falli, ed ha posto in noi la parola della riconciliazione.Ora tutte le cose sono da Dio, che ci ha riconciliati a sé per mezzo di Gesù Cristo e ha dato a noi il ministero della riconciliazione, poiché Dio ha riconciliato a sé il mondo in Cristo, non imputando agli uomini i loro falli, ed ha posto in noi la parola della riconciliazione. 2 Cor. 5:18,19

9 La giustizia di Dio mediante la fede in Gesù Cristo verso tutti e sopra tutti coloro che credono, perché non cè distinzione, poiché tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio, ma sono gratuitamente giustificati per la sua grazia, mediante la redenzione che è in Cristo Gesù. Romani 3: La giustificazione è un termine legale che fa riferimento allassoluzione di qualcuno accusato di un crimine, ma giudicato innocente dalla corte.

10 Un sacrificio provvisto da Dio. Unatto di sostituzione. Cristo caricò i nostri peccati sul legno della croce ed è morto al posto nostro. Il sacrificio di Cristo è propiziatorio: veniamo risparmiati dallira di Dio e il suo amore ci raggiunge nella salvezza. Condannando il peccato in Cristo, Dio ha dimostrato di essere giusto nel giustificare quelli che credono in lui.. Egli è la propiziazione per i nostri peccati; e non solo per i nostri, ma anche per quelli di tutto il mondo. Egli è la propiziazione per i nostri peccati; e non solo per i nostri, ma anche per quelli di tutto il mondo. 1ª Giovanni 2: 2

11 Presentando Gesù quale rappresentante del Padre, noi potremo dissipare le ombre gettate sul nostro cammino da Satana per impedirci di vedere la misericordia e lamore indescrivibile di Dio, manifestatosi in Gesù Cristo. Guardate alla croce del Calvario. È una prova permanente dellamore senza confini e della pietà smisurata del Padre celeste Ellen White 1SM, p. 156

12

13


Scaricare ppt "LEZIONE 9 DELLA SCUOLA DEL SABATO METAFORE DELLA SALVEZZA PER SABATO 29 NOVEMBRE 2008."

Presentazioni simili


Annunci Google