La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

C e n t r o S e r v i z i C o n d i v i s i L’acquisto della “terapia dialitica” Il giusto rapporto tra qualità/prezzo: come raggiungerlo? Giorgio Ros.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "C e n t r o S e r v i z i C o n d i v i s i L’acquisto della “terapia dialitica” Il giusto rapporto tra qualità/prezzo: come raggiungerlo? Giorgio Ros."— Transcript della presentazione:

1 C e n t r o S e r v i z i C o n d i v i s i L’acquisto della “terapia dialitica” Il giusto rapporto tra qualità/prezzo: come raggiungerlo? Giorgio Ros Amministratore Unico Centro Servizi Condivisi Le nuove sfide organizzative e gestionali in ambito nefrologico - Udine, 3-4 febbraio 2005

2 C e n t r o S e r v i z i C o n d i v i s i 1.L’evoluzione delle procedure di acquisto in FVG 2.L’equilibrio nel processo decisionale 3.I processi di acquisto  le fasi  i soggetti  le tecniche 4.Sintesi e conclusioni

3 C e n t r o S e r v i z i C o n d i v i s i 1.1 L’evoluzione delle procedure di acquisto in FVG la centralizzazione delle attività di supporto alla funzione sanitaria

4 C e n t r o S e r v i z i C o n d i v i s i “Costi generali” comprendono rimborsi, assegni, contributi e altri servizi, godimento di beni di terzi, costi generali, oneri diversi di gestione “Prestazioni e convenzioni” comprendono i costi per le prestazioni in regime di ricovero e ambulatoriale, la spesa farmaceutica convenzionata, per la medicina di base e le altre convenzioni. Composizione voci di costo oggetto di potenziale intervento CSC (25 % dei costi del S.S.R.) Composizione voci di costo sul totale dei costi del S.S.R. 1.2 L’evoluzione delle procedure di acquisto in FVG il comparto approvvigionamenti

5 C e n t r o S e r v i z i C o n d i v i s i 1.3 L’evoluzione delle procedure di acquisto in FVG i beni e servizi acquistati dal CSC ANNOVALORE € GARE% (*) (*) % del valore dei beni/servizi messi a gara dal CSC rispetto al totale dei costi del S.S.R. oggetto di potenziale intervento del CSC

6 C e n t r o S e r v i z i C o n d i v i s i 2.1 L’equilibrio nel processo decisionale per ogni scelta di acquisto vanno contemperati 3 “interessi” Principio di legalità Consenso “politico” Principio di economicità

7 C e n t r o S e r v i z i C o n d i v i s i 1. Principio di legalità il rispetto formale e sostanziale delle norme (trasparenza, par condicio, concorrenza)

8 C e n t r o S e r v i z i C o n d i v i s i 2. Consenso “politico” Il decisore pubblico L’utilizzatore I pazienti e le loro organizzazioni

9 C e n t r o S e r v i z i C o n d i v i s i 3. Principio di economicità costo/beneficio risorse impiegate – costi evitati costo/efficacia risorse impiegate - tempo di vita guadagnato costo/utilità risorse impiegate - tempo e qualità di vita guadagnato

10 C e n t r o S e r v i z i C o n d i v i s i 2.2 L’equilibrio nel processo decisionale L’esperienza ci contente di rilevare: A.il solo rispetto della legalità senza consenso non è attuabile B.legalità più consenso, ma senza economicità non è sostenibile nel tempo C.l’economicità senza consenso determina processi formali per lo più inefficaci

11 C e n t r o S e r v i z i C o n d i v i s i Le tre componenti devono necessariamente essere presenti e contemperate tra loro, attraverso un processo condiviso nel metodo e ”negoziato” nei contenuti con tutti i soggetti portatori di interessi

12 C e n t r o S e r v i z i C o n d i v i s i 3. I processi di acquisto Ambito del processo Gestione ed emissione ordini Definizione e trasmissione dei fabbisogni Stipula e gestione contratto Definizione capitolato tecnico Gestione amm.va. gara e pubblicazio ne e dei risultati Controllo fornitura Raccolta e consolidamen to dei fabbisogni Definizione delle strategia e forme di acquisto Indizione e pubblicaz. gara AZIENDA

13 C e n t r o S e r v i z i C o n d i v i s i Definizione e trasmissione dei fabbisogni Definizione capitolato tecnico Raccolta e consolidamen to dei fabbisogni Definizione delle strategia e forme di acquisto Negoziazione –Regione/Azienda –Azienda/utilizzatore –Utilizzatore/paziente Negoziazione - Provveditore (CSC)/utilizzatori Valutazione provveditore CSC Negoziazione -Provveditore CSC/ commissione tecnica(utilizzatori) I soggetti Le fasi Programmazione aziendale Programmazione centri di responsabilità Definizione fabbisogno Quali-quantitativo (valutazione economicità) Raccolta e consolidame nto dei fabbisogni Impatto mercato e analisi strumento più idoneo (gara, marketplace, trattativa,ecc) Definizione capitolato tecnico

14 C e n t r o S e r v i z i C o n d i v i s i Gestione ed emissione ordini Stipula e gestione contratto Gestione amm.va. gara e pubblicazione dei risultati Controllo fornitura Indizione e pubblicaz gara I soggetti Le fasi Procedura definita da norma Procedura definita da norma, integrata da eventuale valutazione tecnica offerta Procedura definita da norma e organizzazione aziendale Procedura definita da norma Valutazione quali/quantitativa Provveditore (CSC) Provveditore CSC assistito da valutazione tecnica (utilizzatori) Provveditore azienda su richiesta dell’utilizzatore Provveditore azienda e utilizzatore

15 C e n t r o S e r v i z i C o n d i v i s i 3. I processi di acquisto Le tecniche L’acquisto global service - esternalizzazione - project financing…  prezzo più basso  offerta economicamente più vantaggiosa definizione fabbisogno (fasi 1 e 2) definizione “peso” qualità/prezzo (fase 4) definizione “soglia” minima di accesso (fase 4) definizione lotti (fase 4) pesatura qualità e prezzo (fase 4)

16 C e n t r o S e r v i z i C o n d i v i s i La “pesatura“ è il risultato di un processo negoziale che dovrebbe avere a base un “fabbisogno” definito almeno come soglia minima di qualità. La graduazione del peso sopra la soglia, incrocia i tre elementi di base: il vincolo giuridico, il grado di rinuncia a parte del consenso, il grado di rinuncia a parte dell’economicità.

17 C e n t r o S e r v i z i C o n d i v i s i 4. Sintesi e conclusioni OPPORTUNITA’ -Il vincolo giuridico è rilevante solo “dopo” la decisione dello strumento scelto -Le tecniche di misurazione rendono più obiettiva la scelta -La negoziazione ai vari livelli costituisce momento informativo e formativo degli interlocutori CRITICITA’ -Poco usati strumenti di misurazione del costo/efficacia e del costo/utilità -Insufficiente rapporto conoscitivo del provveditore con il “mercato” -La ricerca del consenso “svilisce” gli strumenti di misurazione -Insufficiente programmazione e conseguente incertezza del rapporto attività/risorse

18 C e n t r o S e r v i z i C o n d i v i s i Va comunque tenuto presente che la scelta di acquisire un bene non è il risultato di una “regola giuridica”, né di tecnica economica. Essa è il frutto di un processo di negoziazione tra più soggetti portatori di interessi diversi. Un metodo condiviso e l’uso obiettivo di strumenti tecnico-economici è il primo passo per ricercare assieme la soluzione più equilibrata.


Scaricare ppt "C e n t r o S e r v i z i C o n d i v i s i L’acquisto della “terapia dialitica” Il giusto rapporto tra qualità/prezzo: come raggiungerlo? Giorgio Ros."

Presentazioni simili


Annunci Google