La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Anna Maria FAVORINI Il Contratto Educativo e Didattico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Anna Maria FAVORINI Il Contratto Educativo e Didattico."— Transcript della presentazione:

1 Anna Maria FAVORINI Il Contratto Educativo e Didattico

2 Regole per un buon contratto educativo Leffettiva possibilità di stipulare un contratto La volontà della/delle persone La possibilità di definire una méta raggiungibile ed etica Lautorevolezza (non lautoritarismo) La flessibilità

3 Consenso reciproco Entrambe le parti concordano i termini del contratto Si giunge alla stipula dellaccordo attraverso la costruzione di signifi cati condivisi tra le parti

4 Il contratto nelle età della vita

5 adattamento Insieme degli accomodamenti che consentono allindividuo di adeguarsi alle condizioni e alle esigenze dellambiente Insieme dei processi di evoluzione psichica e di trasformazione che conduce lindividuo a inserirsi efficacemente nel suo ambiente Capacità di modificare atteggiamenti e comportamenti Equilibrio fra assimilazione e accomodamento cioè equilibrio degli scambi il soggetto e gli oggetti (Piaget) Indice di acquisizione di un processo secondario in cui è presente il riconoscimento della realtà (Freudiana)

6 disadattamento Manifestazione della difficoltà del soggetto a trovare equilibrio fra le proprie esigenze e/o aspettative e quelle ambientali (per inadeguatezza del soggetto o per impermeabilità dellambiente) Non adeguata corrispondenza con una realtà esterna (verso loggetto) ma anche non integrazione interna. Prevalere del principio del piacere sul principio di realtà [attivazione delle istanze delles: tutto o niente, facile frustrabilità]

7 Affinché il contratto non avvenga tra sordi che non si capiscono occorre " vedere " una pluralità di gradini contrattuali

8 Gradini contrattuali 1. Come accettare e riconoscere il punto in cui ci si trova 2. Come riconoscersi diversi dalla situazione in cui ci si trova 3. Come riconoscersi soggetti di contrattazione nonostante la situazione in cui ci si trova 4. Come aiutare a capire che cosa si può volere di signifi cativo e di gratifi cante nella situazione in cui ci si trova e con le energie residue che si pensa di avere 5. Come scegliere liniziativa accompagnata dal sentimento di speranza al posto della passività e della dipendenza accompagnata dal senso di incapacità

9 Le scale dei non… Non so cosa voglio Non so di poter volere Non voglio nemmeno parlare Quello che so è che voglio essere lasciato in pace (incapacità, impotenza, inutilità)

10 Il contratto costruisce la persona capace di sentire e di volere, dunque, in grado di concordare qualcosa di utile per sé e per il proprio sviluppo

11 La vita in "diretta" - Benefici La vita è già presente senza rinvii Capacità di contrattare nuove risposte Riscoperta di nuovi contratti Riscoperta di nuove risorse

12 Contratti educativi Opportunità di: Individuare Leggere Assimilare Interiorizzare Il problema Il contesto Gli eventi Le conseguenze

13 PROSPETTIVA CONTRATTUALE SIAMO IN GRADO DI APPRENDERE IL PROGETTO DIDATTICO CI COINVOLGE TUTTI E CIASCUNO DI NOI CON IL PROPRIO RUOLO LA VALUTAZIONE E UNA RISORSA DI TUTTI LA COMUNICAZIONE VA COSTRUITA INSIEME

14 CONDIVISIONE DEGLI OBIETTIVI CONDIVISIONE DELLE METODOLOGIE CONDIVISIONE DEI PIANI DI LAVORO IL CONTRATTO EDUCATIVO CONDIVISIONE DI VALORI CAMPO DELLAPPRENDIMENTO


Scaricare ppt "Anna Maria FAVORINI Il Contratto Educativo e Didattico."

Presentazioni simili


Annunci Google