La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

21 novembre 2003 Rossella Caffo La Presidenza italiana e la Carta di Parma.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "21 novembre 2003 Rossella Caffo La Presidenza italiana e la Carta di Parma."— Transcript della presentazione:

1 21 novembre 2003 Rossella Caffo La Presidenza italiana e la Carta di Parma

2 21 novembre 2003 Rossella Caffo Priorità La Carta di Parma rappresenta la realizzazione della prima priorità espressa nel corso dellultima riunione dei rappresentanti Nazionali per la digitalizzazione (NRG) a Corfù: consolidare la posizione del gruppo ed ottenere un riconoscimento politico ai più alti livelli, attraverso ladozione delle proprie pubblicazioni e raccomandazioni

3 21 novembre 2003 Rossella Caffo La Carta di Parma La Carta di Parma riprende e sostiene i Principi di Lund che ne sono il fondamento

4 21 novembre 2003 Rossella Caffo Premessa Considerata la necessità di: armonizzare strategie politiche e istituzionali; linee guida ed esempi di buone pratiche per migliorare la qualità e ridurre i costi; promuovere standard a sostegno dellinteroperabilità dei sistemi; della creazione di un punto di vista comune per coordinare le politiche nazionali europee nel campo della digitalizzazione; coinvolgere i paesi di nuova accessione.

5 21 novembre 2003 Rossella Caffo Background Azioni fondamentali per il successo della Carta: eEurope 2002 – Accessibilità dei siti web pubblici e dei loro contenuti; eEurope 2005 mira a incentivare servizi sicuri, applicazioni e contenuti disponibili su una infrastruttura a larga banda; Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio del 22 maggio 2001 sullarmonizzazione di alcuni aspetti del diritto dautore e diritti connessi nella società dellinformazione (2001/29/CE); Invito per ad adottare entro la fine del 2001 le linee guida della Web Accessibility Initiative (WAI, iniziativa per laccessibilità del web), prodotte dal World Wide Web Consortium (W3C); Risoluzione del Consiglio del 21 Gennaio 2002 su cultura e società della conoscenza (2002/C 32/01) per la cooperazione e lo scambio di informazioni e buone pratiche in Europa; per laccessibilità dei contenuti e la qualità dei siti web culturali; Risoluzione del Consiglio del 21 Gennaio 2002 sul ruolo della cultura nello sviluppo della Unione Europea (2002/C 32/02) rimarca il ruolo strategico della cultura; Risoluzione del Consiglio Preserving Tomorrows memory – Preserving Digital Content for future generations del 25 giugno 2002 (2002/C/162/02); 2003 Anno dei Disabili: la UE ha dato risalto anche allaccessibilità dei siti web e loro contenuti;

6 21 novembre 2003 Rossella Caffo Considerate le premesse enunciate, il Gruppo dei Rappresentanti Nazionali si impegna nella realizzazione degli obiettivi così come descritto nei successivi articoli

7 21 novembre 2003 Rossella Caffo Articolo 1 – Uso intelligente delle nuove tecnologie Il NRG sostiene le istituzioni culturali europee nel loro lavoro finalizzato alla più ampia diffusione della cultura e della conoscenza attraverso un uso appropriato delle nuove tecnologie, con particolare riferimento a Internet e al Web.

8 21 novembre 2003 Rossella Caffo Articolo 2 - Accessibilità Il NRG riconosce laccessibilità come nodo fondamentale per tutti i cittadini indipendentemente dalla loro età e livello di competenza tecnica. Priorità viene data agli utenti disabili. Pertanto i requisiti dellaccessibilità nei suoi differenti aspetti sono integrati in tutte le linee guida e le raccomandazioni promosse dal Gruppo. Tali requisiti vengono sviluppati nel contesto degli standard internazionali per laccessibilità, come per esempio le raccomandazioni prodotte dal consorzio World Wide Web e da altri organismi operanti nel settore.

9 21 novembre 2003 Rossella Caffo Articolo 3 – Qualità Il NRG rivolge particolare attenzione alladozione di elevati standard di qualità nelle applicazioni web culturali e scientifiche. Diffonde e promuove i risultati conseguiti attraverso Minerva e sostiene eventi e iniziative di formazione finalizzati alla sensibilizzazione del pubblico.

10 21 novembre 2003 Rossella Caffo Articolo 4 – Diritti di proprietà intellettuale e diritto alla riservatezza Il NRG riconosce limportanza di contemperare il diritto di accesso al patrimonio culturale e scientifico con lesigenza di rispettare i diritti di proprietà intellettuale e il diritto alla riservatezza degli individui. A tal fine, incoraggia ladozione di ogni strumento legale e tecnologico disponibile per incrementare laccessibilità e superare le barriere legislative e normative. Incoraggia il dialogo fra i differenti settori culturali e scientifici, gli esperti dei diritti di proprietà intellettuale, le imprese che applicano sistemi di Digital Rights Management e le imprese produttrici di contenuti.

11 21 novembre 2003 Rossella Caffo Articolo 5 – Interoperabilità e standard Il NRG si impegna a garantire che tutti i cittadini possano reperire con facilità i contenuti corrispondenti alle loro esigenze. Per tale ragione, incoraggia ladozione di linee guida tecniche e standard aperti per consentire la costruzione di servizi ad accesso remoto (e- services) che promuovano una visione integrata e complessiva del patrimonio culturale e scientifico europeo.

12 21 novembre 2003 Rossella Caffo Articolo 6 – Inventari e multilinguismo Il NRG riconosce che la conoscenza dei depositi esistenti e delle risorse disponibili è prerequisito necessario alla realizzazione di servizi per tutti i cittadini europei. Tali servizi mirano a mettere a disposizione risorse digitali di interesse culturale e scientifico. Complementare alla conoscenza dei depositi e delle risorse digitali, è fondamentale la definizione di una infrastruttura tecnica sostenibile, coordinata a livello europeo, per la scoperta e laccesso alle risorse in un contesto completamente multilingue. Il NRG è impegnato a contribuire allattuazione di queste priorità.

13 21 novembre 2003 Rossella Caffo Articolo 7 – Benchmarking Il NRG riconosce limportante valore delle attività di benchmarking, con particolare riguardo ai seguenti obiettivi: incrementare la conoscenza reciproca; monitorare i progressi e lemersione di ostacoli, attraverso lanalisi di quanto accade negli altri Paesi; favorire la partecipazione delle istituzioni culturali, incentivandole a presentare se stesse e le proprie politiche, programmi e progetti A tale scopo il NRG promuove campagne di raccolta dati in ciascun Paese partecipante e incoraggia la pubblicazione di rapporti regolari sui risultati e sullanalisi dei dati raccolti. Attraverso Minerva, gli strumenti per rispondere ai questionari per il benchmarking sono disponibili on-line insieme a statistiche in tempo reale relative ai questionari compilati.

14 21 novembre 2003 Rossella Caffo Articolo 8 – Cooperazione ai livelli nazionale, europeo e internazionale Vengono ricercati e stabiliti rapporti di collaborazione con istituzioni e organizzazioni nazionali, europee e internazionali che si occupano della conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale e scientifico. In particolare, il NRG si impegna ad assicurare che: le istituzioni nazionali nominino esperti che partecipino stabilmente ai gruppi di lavoro esistenti; gli Stati Membri considerino il NRG e la rete MINERVA come un punto di riferimento, in una prospettiva di crescita e rinnovamento continuo. Il NRG lavora per rafforzare la cooperazione fra programmi nazionali ed europei, con lobiettivo di ottimizzare luso delle risorse finanziarie, di condividere le buone pratiche e di promuovere nuove iniziative comuni. In particolare, il NRG richiede alla Commissione Europea: di mantenere il supporto al NRG e a Minerva fintanto che le esigenze espresse in questa Carta non siano state soddisfatte, di riferirsi alle attività del NRG nella formulazione e attuazione dei suoi programmi di supporto alla cultura europea.

15 21 novembre 2003 Rossella Caffo Articolo 9 – Allargamento Il NRG, supportato dalla rete MINERVA, è una comunità aperta. In particolare, a causa di specifici accordi internazionali conclusi dallUnione Europea, sarà data priorità allestensione ai seguenti Paesi: Stati di nuova accessione (NAS), Russia, Israele e Paesi del Mediterraneo, Stati Uniti e Canada. Saranno inoltre istituiti rapporti con i seguenti settori, attraverso la sottoscrizione di appositi Accordi di cooperazione (Cooperation Agreements) con il settore privato commerciale e industriale, in particolare con il settore dei programmi per elaboratore, dei media e dei contenuti nonché con le organizzazioni per la protezione dei Diritti di proprietà intellettuale; con il settore del turismo; con il settore educativo; con il settore accademico e della ricerca.

16 21 novembre 2003 Rossella Caffo Articolo 10 – Costuire il futuro insieme: in prima linea verso la società della conoscenza Gli emergenti portali culturali on-line rappresentano un elemento di grande importanza nello sviluppo di una società dellinformazione inclusiva. Occorre che questi portali vengano progettati sulle solide fondamenta offerte da siti web culturali di buona qualità, interoperabili, sviluppati per incontrare le reali esigenze dei cittadini europei. Il NRG svolgerà un ruolo guida/centrale in questo processo, incoraggiando e sostenendo iniziative mirate a: promuovere la collaborazione fra servizi nazionali e regionali; incoraggiare ladozione di modelli di successo in altri Paesi e regioni; sviluppare servizi on-line (e-services) per la cultura che soddisfino esigenze di studio, del turismo e dei cittadini, nonché delle imprese del settore culturale e creativo; avviare portali culturali e scientifici transeuropei basati su sistemi distribuiti.

17 21 novembre 2003 Rossella Caffo La Presidenza Italiana: gli eventi Firenze, ottobre Futuro delle memorie digitali e patrimonio culturale Risultati: Agenda di Firenze, un piano a breve termine che definisce una serie azioni per gli Stati Membri Napoli, ottobre Territorial information systems for the conservation, preservation and management of cultural heritage

18 21 novembre 2003 Rossella Caffo La Presidenza Italiana: gli eventi Roma, 29 ottobre Workshop Digitalizzazione: cosa fare e come farla Presentazione al pubblico del manuale sulle buone pratiche di digitalizzazione edito da MINERVA Roma, 30 ottobre Riunione delle reti culturali europee Obiettivo: promuovere la collaborazione reciproca e creare unarea comune per la ricerca Risultato: lAgenda di Roma, un piano a breve termine di collaborazione e una serie di azioni comuni da compiere

19 21 novembre 2003 Rossella Caffo La Presidenza Italiana: gli eventi Parma, 19 novembre 5a riunione formale del Gruppo dei Rappresentanti Nazionali Partecipano i nuovi rappresentanti dei NAS, Israele e Russia Parma, novembre Conferenza internazionale Qualità del web per la cultura Presentazione della Carta di Parma e del manuale per la qualità dei siti web culturali

20 21 novembre 2003 Rossella Caffo La Presidenza Italiana: i risultati Azioni delle presidenze, degli NRG, MINERVA e la Commissione Europea: i dieci Principi per la qualità per i siti web culturali; Manuale per la Qualità dei siti web culturali; Manuale sulle buone pratiche di digitalizzazione

21 21 novembre 2003 Rossella Caffo La Presidenza Italiana: i risultati la Base dati di MINERVA è uno strumento in via di sviluppo volto a garantire la disponibilità in linea di una serie di informazioni per i cittadini

22 21 novembre 2003 Rossella Caffo Lestensione della rete: Il progetto MINERVAplus partirà nel gennaio 2004 La Presidenza Italiana ha chiesto ai rappresentanti NAS presso il CAC di nominare i loro rappresentanti e lazione è andata a buon fine La Presidenza Italiana: i risultati

23 21 novembre 2003 Rossella Caffo La Presidenza Irlandese La Presidenza italiana desidera ringraziare il NRG per la collaborazione, in particolar modo i rappresentanti di Irlanda e Olanda il cui lavoro comune ha contribuito e contribuisce al successo delle iniziative della presente e delle future presidenze

24 21 novembre 2003 Rossella Caffo Grazie. Rossella Caffo


Scaricare ppt "21 novembre 2003 Rossella Caffo La Presidenza italiana e la Carta di Parma."

Presentazioni simili


Annunci Google