La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

M.GiocondaTepedino Salerno EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE1 EDUCAZIONE ALLIMMAGINE Che cosa è limmagine? Le origini. Teoria dellimmagine Limmagine nella Storia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "M.GiocondaTepedino Salerno EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE1 EDUCAZIONE ALLIMMAGINE Che cosa è limmagine? Le origini. Teoria dellimmagine Limmagine nella Storia."— Transcript della presentazione:

1

2 M.GiocondaTepedino Salerno EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE1 EDUCAZIONE ALLIMMAGINE Che cosa è limmagine? Le origini. Teoria dellimmagine Limmagine nella Storia Immagine e metodologia didattica

3 M.GiocondaTepedino Salerno EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE2 Che cosa è limmagine? Immagine bidimensionale Immagine tridimensionale Immagine come segno Immagine come copia del reale

4 M.GiocondaTepedino Salerno EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE3 PARTE PRIMA Le origini Nascita del grafismo: lo scarabocchio Lo scarabocchio è la prima forma di comunicazione. Esplora laspetto istintivo ed affettivo Contiene due componenti tipiche:il gesto e la traccia.

5 M.GiocondaTepedino Salerno EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE4 EVOLUZIONE DEL GRAFISMO Livello motorio (fin verso i dodici mesi) I tracciati sul foglio sono -omolaterali -centrifughi Livello percettivo(dai 20 ai 36 mesi) Prima fase di adattamento del gesto manuale allo spazio grafico a disposizione Seconda fase di controllo del gesto e del tracciato Livello della rappresentazione (dai 30 ai 48 mesi) vengono gradualmente inseriti i parametri: forma- proporzione-numero-spazio grafico Inizio primi tentativi di grafismo strutturale. Inizio differenzazione tra forme non figurative (scrittura)e oggetti figurati (base del disegno).

6 M.GiocondaTepedino Salerno EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE5 ELEMENTI DA OSSERVARE: Impugnatura-pressione Occupazione dello spazio -tutto foglio o occupazione parziale Punto di partenza del foglio:centro-periferia-destra sinistra- sinistra- destra Il tratto:regolare-irregolare Pressione:gesto marcato-gesto leggero Forma: il cerchio (desiderio di comunicazione) angolo (tensione-resistenza) Tratti puntiformi (sollecitazione –paura dellabbandono) Linee spezzate: (rabbia- perdita delloggetto damore) Gomitolo - trauma-paura di uscire

7 M.GiocondaTepedino Salerno EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE6 DALLO SCARABOCCHIO AL DISEGNO (dai 3ai 4 anni) Nascita di forme e figure Le forme come conseguenza dello scarabocchio libero ed esplo= razione dello spazio libero. Le figure come perfezionamento delle forme e del senso estetico. La figura umana- La casa- Lalbero- Elisa 3 anni

8 M.GiocondaTepedino Salerno EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE7 Maria Chiara 4 anni Cristian 4 anni

9 M.GiocondaTepedino Salerno EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE8 Evoluzione del disegno 3 anni uomo girino 4 anni Testa-occhi-tronco-braccia-gambe 5 anni + bocca-naso-braccia attaccate al corpo-piedi-abito colorato 6 anni +capelli-tronco lungo-braccia a due tratti- gambe a due tratti – pantalone o gonna-scarpe 7 anni + colori realistici del volto-contorno a matita-dita 8 anni +occhi evoluti-tronco delineato-collo-braccia proporzionate- gambe proporzionate- posizione corretta delle braccia 9 anni +bocca evoluta-collo delineato-sesso riconoscibile-cintura

10 M.GiocondaTepedino Salerno EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE9 1 Dimensione piccola. Sta a significare un basso livello di autostima.Il bimbo tende a svalutarsi; è quindi un segnale di timidezza. 2 Dimensione grande. Occupa più di mezza altezza di un foglio normale; esprime sicurezza e fiducia in sé,estroversione,esuberanza,anche invadenza. 3 Testa grande. Forte bisogno di scambio,sia in senso nutritivo che di comuni= cazione 4 Testa piccola.Può essere segnale di esperienza difficili vissute nei periodi della prima nutrizione e dello svezzamento,ma anche scarso appetito. 5 Collo lungo.Esprime la necessità di esplorare per crearsi un mondo di sogni e gratificazioni. Facile tendenza a staccarsi dalla realtà. 6 Braccia lunghe. Necessità di incontrare e abbracciare-affettività esuberante e conciliante 7 Braccia corte. Paura di incontrare laltro. Timidezza che frena lo slancio verso il mondo 8 Mani grandi: Significato ambivalente: toccare,accarezzare,picchiare. 9 Gambe lunghe. Bisogno di fermezza e sicurezza o desiderio di cescere. 10 Gambe corte. Robustezza e sicurezza.

11 M.GiocondaTepedino Salerno EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE10 Francesca 8 anni Vittorio 5 anni Alfonso 10 anni

12 M.GiocondaTepedino Salerno EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE11


Scaricare ppt "M.GiocondaTepedino Salerno EDUCAZIONE ALL'IMMAGINE1 EDUCAZIONE ALLIMMAGINE Che cosa è limmagine? Le origini. Teoria dellimmagine Limmagine nella Storia."

Presentazioni simili


Annunci Google