La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ermanno Puricelli - Pratiche valutative Pratiche valutative e Riforma Ermanno Puricelli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ermanno Puricelli - Pratiche valutative Pratiche valutative e Riforma Ermanno Puricelli."— Transcript della presentazione:

1 Ermanno Puricelli - Pratiche valutative Pratiche valutative e Riforma Ermanno Puricelli

2 Ermanno Puricelli - Pratiche valutative Un quadro del problema Opzioni pedagogiche per i piani di studio Pratiche valutative Epistemologia Metodica

3 Ermanno Puricelli - Pratiche valutative Opzione pedagogica dei Programmi Opzione pedagogica dei Programmi Finalità didattica: promuovere lacquisizione dei saperi e saper fare disciplinari, mediante lelaborazione di piani di studi disciplinari progressivi, sistematici e rigorosi. Funzioni valutative: controllare e valutare il processo di acculturazione dellalunno, ossia il livello di acquisizione di conoscenze e abilità disciplinari. Centralità del contenuto culturale Discipline come sistema di riferimento Tendenza omologante: tempi, strumenti, metodi, ecc.

4 Ermanno Puricelli - Pratiche valutative Opzione pedagogica delle Indicazioni Opzione pedagogica delle Indicazioni Finalità didattica: favorire la trasformazione delle capacità proprie di ciascun alunno nelle sue competenze di vita, attraverso la valorizzazione dei saperi disciplinari e nel rispetto dei suoi bisogni, caratteristiche e tempi Funzioni valutative: il controllo e la valutazione del processo di personalizzazione, ossia di crescita e maturazione delle competenze della persona, mediante lacquisizione dei saperi culturali. Centralità della persona che apprende Mappa antropologica come sistema di coordinate Tendenza personalizzante.

5 Ermanno Puricelli - Pratiche valutative Loggetto Valutazione delle conoscenze e abilità: epistemologia/1 Le conoscenze e abilità sono formazioni socio - culturali che vengono: a)codificate dagli esperti di settore secondo modalità di ricerca e validazione condivisi; b)conservate in base alle modalità e tecniche di cui una cultura dispone: dapprima in forma orale, poi in forma scritta, alfabetica e non; c) trasmesse culturalmente mediante istituzioni funzionalmente create a questo scopo; d)Sono qualcosa di esterno alla persona: gli preesiste e gli sopravvive.

6 Ermanno Puricelli - Pratiche valutative Valutazione progressiva: accertare e valutare, in modo accurato, fine a che punto ogni alunno ha assimilato ed è in grado di richiamare e riprodurre correttamente, determinate conoscenze e abilità, appartenenti ad un certo ambito disciplinare. Valutazione complessiva: accertare e valutare quanto ha assimilato lenciclopedia dei saperi nel suo complesso, ossia è diventato colto, oppure qualche particolare settore rispetto al quale si è specializzato. Funzioni Valutazione delle conoscenze e abilità: epistemologia/2

7 Ermanno Puricelli - Pratiche valutative Per accertare e valutare, in modo accurato, il possesso di conoscenze e abilità occorre attenersi al principio dell oggettività e misurabilità scientifica. Conseguenze: - stereotipizzazione del sapere e saper fare; - riduzione delle condotte a prestazioni; - riduzione dellaccertamento / valutazione a procedura Il principio epistemologico (anni 70) Valutazione delle conoscenze e abilità: epistemologia/3

8 Ermanno Puricelli - Pratiche valutative Ipostatizzazione del modello di sapere: per esempio, le cause della prima guerra mondiale sono 6 Strutturazione di una prova: proposta di quesiti che mi consentano di accertare la conoscenza delle 6 cause Predisposizione del metro: punteggio massimo a chi conosce le 6 cause, e così via a scalare. Correzione della prova e assegnazione del punteggio: assegnazione del punteggio massimo a chi dimostra di conoscere le 6 cause, ecc. Esempio di applicazione del principio Valutazione delle conoscenze e abilità: epistemologia/4

9 Ermanno Puricelli - Pratiche valutative a) Raccolta/acquisizione dei dati. b) Registrazione e documentazione dei dati. c) Analisi e trattamento dei dati raccolti. d) Valutazione ed attribuzione di un giudizio. e) Comunicazione e certificazione. Fasi e strumenti Valutazione delle conoscenze e abilità: metodica

10 Ermanno Puricelli - Pratiche valutative Loggetto Valutazione delle competenze: epistemologia/1 Le competenze sono un: un saper fare personalizzato f(P), basato su conoscenze e abilità acquisite culturalmente (c, a), applicata ad un compito unitario (cu) in situazione (!sit). a)saper fare non è qualcosa di interiore ma un rapporto tra persona e mondo; b)personalizzato non è riducibile ad abilità codificate; c)basato su c/a non è mai un fatto innato, spontaneo e naturale d)applicato a compito unitario non può manifestarsi se lalunno non è posto di fronte ad un compito che richieda lesercizio di una competenza; e)in situazione, ossia sulla competenza incidono un complesso di fattori accidentali, sia dal lato della persona sia dal lato delle circostanze oggettive.

11 Ermanno Puricelli - Pratiche valutative Loggetto Valutazione delle competenze: epistemologia/2 Le competenze non sono una formazione socio culturale ma un modo di essere della persona Essere competente significa: Saper fronteggiare, con perizia, in modo regolare e personale dei compiti unitari in situazione di vita, professionali, ecc., valorizzando in modo funzionale le conoscenze, le abilità e lesperienza a di cui si dispone.

12 Ermanno Puricelli - Pratiche valutative La competenza come unicum Valutazione delle competenze: epistemologia/3 Lirripetibilità: ogni condotta, atto o gesto portatore di competenza, non può essere replicato né dalla persona stessa né da altri, altrimenti non sarebbe una competenza, ma unabilità (astrazione dalla persona e dalla situazione). Lirriducibilità: la competenza, nel suo essere qui-ora- così, non è assoggettabile ad operazioni di astrazione, generalizzazione, oggettivazione, misurazione, definizione ecc.), che ne farebbero un caso, un tipo, una media, un nome, un nome.

13 Ermanno Puricelli - Pratiche valutative Un esempio Valutazione delle competenze: epistemologia/4 Saper scrivere: nomina una competenza o una abilità? Nomina i fondamentali comuni a tutti coloro che sanno scrivere -> si può predicare sia di Manzoni o di Calvino; -> non dice la differenza personale e situazionale, cioè la competenza Nomina un settore o ambito di competenza

14 Ermanno Puricelli - Pratiche valutative Differenza radicale di oggetto Valutazione delle competenze: epistemologia/5 Conoscenze e abilità sono oggetti culturali esterni alla persona, tanto che le preesistono e le sopravvivono; perciò possono costituire un metro per misurare il sapere e il saper fare della persona. Competenze sono modi di essere della persona, che non le preesistono e le sopravvivono; perciò non esiste un metro esterno per misurare le competenze.

15 Ermanno Puricelli - Pratiche valutative Valutazione progressiva: accertare e valutare, in modo accurato, fine a che punto e come ogni alunno ha manifestato il suo essere competente rispetto ad un compito unitario in situazione, in un determinato ambito di esperienza o competenza. Valutazione complessiva: accertare e valutare fino a che punto e come ogni alunno ha manifestato il suo essere nei diversi ambiti di competenza previsti dal PECUP; e se vi sono tratti comuni e tipici nel suo essere competente. Funzioni Valutazione delle competenze epistemologia/6

16 Ermanno Puricelli - Pratiche valutative In assenza di un modello esterno (se non analogico costituito dalla competenza esperta) della condotta competente di un alunno, è esclusa lapplicazione del canone della oggettività e misurabilità scientifica. Il principio epistemologico Valutazione delle competenze: epistemologia/7 Per accertare e valutare, in modo accurato, lessere competente di un alunno, manifestato rispetto ad un compito unitario in situazione, devo: Ricorrere alla epistemologia dellesemplarità Saggiare le qualità dellesempio utilizzando degli indici di competenza

17 Ermanno Puricelli - Pratiche valutative - 1) elementi di personalizzazione: mobilitazione delle capacità cognitive, creative, affettive, relazionali, motorie, ecc.; - 2) presenza di conoscenze delle diverse discipline e della convivenza civile: qualità e quantità, capacità di riattivarle in funzione del compito, ecc. )3) presenza di abilità (idem). 4) relazione al compito unitario: capacità di comprendere e fronteggiare nel suo complesso il compito, coerenza, organizzazione, pertinenza del gesto, strategie tipiche per portarlo a compimento, ecc.; - 5) riferimento alla situazione concreta: adattamento della strategia di approccio alle particolarità e agli imprevisti della situazione soggettiva e oggettiva in cui ci si trova ad operare, contenimento dellemotività, serietà, determinazione, fiducia in sé, comprensione dellevoluzione della situazione, ecc.. Gli indici di competenza Valutazione delle competenze: epistemologia/8

18 Ermanno Puricelli - Pratiche valutative Nellambito esperienziale della comunicazione interpersonale allinterno di un gruppo, lalunno ha manifestato una condotta caratterizzata: - 1) da contributi personali e creativi, dalla capacità di suscitare linteresse e lattenzione degli altri, le argomentazioni elaborate sono convincenti…ecc. (personalizzazione); - 2) dal possesso di un bagaglio lessicale ricco, da un registro adeguato allargomento, dalla conoscenze e dal rispetto delle regole comunicative nel contesto dato…questa valutazione è confermata da prove specifiche, ecc. (conoscenze e abilità) 3) dalla volontà di tener fermo al tema della conversazione, senza distrarsi, ascoltando gli altri, ecc.. (relazione al compito unitario); - 4) comprendendo quando è il momento di intervenire e quando tacere…, non si lascia trasportare dallemotività, …ecc.( riferimento alla situazione) Un esempio analitico Valutazione delle competenze epistemologia/9

19 Ermanno Puricelli - Pratiche valutative Un esempio sintetico Valutazione delle competenze epistemologia/10 Ambito di esperienza Descrizione compito a)Person.b)Conos. c)Abilitàd)Compito unitario f) Sit. ……Suff. Buono Suff.DistintoNon suff.


Scaricare ppt "Ermanno Puricelli - Pratiche valutative Pratiche valutative e Riforma Ermanno Puricelli."

Presentazioni simili


Annunci Google