La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Franco Bochicchio e Francesca Grassi © CO.IN.FO - Franco Bochicchio e Francesca Grassi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Franco Bochicchio e Francesca Grassi © CO.IN.FO - Franco Bochicchio e Francesca Grassi."— Transcript della presentazione:

1 Franco Bochicchio e Francesca Grassi © CO.IN.FO - Franco Bochicchio e Francesca Grassi

2 LE RAGIONI DELLA DELEGA Il processo di delega ha acquisito un valore strategico in ragione dei cambiamenti rapidi e profondi che hanno coinvolto le organizzazioni: LAPPIATTIMENTO/SNELLIMENTO DELLE STRUTTURE LINCREMENTO DELLA RICHIESTA DI AUTONOMIA IL DECENTRAMENTO DELLE FUNZIONI LA DIFFUSIONE DELLE RESPONSABILITÀ FORMATIVE IL RINNOVAMENTO DEI MODELLI DI LEADERSHIP

3 Franco Bochicchio e Francesca Grassi © CO.IN.FO - Franco Bochicchio e Francesca Grassi DEFINIZIONI DI DELEGA (Lowy e Finestone, 1986) …una STRATEGIA che consente di abbassare il livello organizzativo al quale vengono prese le decisioni. …un FENOMENO relazionale che coinvolge diversi attori ai diversi livelli dellorganizzazione. …un PROCESSO che si articola in diverse fasi e momenti, di tipo manageriale, perché fondamentale per lo sviluppo e la gestione delle risorse affidate.

4 Franco Bochicchio e Francesca Grassi © CO.IN.FO - Franco Bochicchio e Francesca Grassi LA DELEGA IN ORGANIZZAZIONE ATTIVITÀ DI LAVORO ATTIVITÀ DI RELAZIONE ATTIVITÀ DI GESTIONE E SVILUPPO è

5 Franco Bochicchio e Francesca Grassi © CO.IN.FO - Franco Bochicchio e Francesca Grassi LA DELEGA NON È … UN MODO PER SCARICARE GRANE AI COLLABORATORI IMPROVVISATA IMPROVVISATA CASUALE CASUALE LEGATA A FASI DI SOVRACCARICO DI LAVORO E PERTANTO NON È …

6 Franco Bochicchio e Francesca Grassi © CO.IN.FO - Franco Bochicchio e Francesca Grassi LA DELEGA È … UN STRUMENTO DI RAZIONALIZZAZIONE ORGANIZZATIVA ED È IN PIÙ ORIENTATO ALLO SVILUPPO PROFESSIONALE ED ALLA MOTIVAZIONE DEI COLLABORATORI SVINCOLATA DALLEMERGENZA SVINCOLATA DALLEMERGENZA LEGATA ALLA (capacità di) SCELTA DEL MOMENTO GIUSTO E DELLA PERSONA GIUSTA LEGATA ALLA (capacità di) SCELTA DEL MOMENTO GIUSTO E DELLA PERSONA GIUSTA E PERTANTO È …

7 Franco Bochicchio e Francesca Grassi © CO.IN.FO - Franco Bochicchio e Francesca Grassi GLI EQUILIBRI DELLA DELEGA DELEGA ESAME abbandonare, lasciare soli CONTROLLO soffiare sul collo ABDICAZIONE veditela tu ACCENTRAMENTO faccio tutto io

8 Franco Bochicchio e Francesca Grassi © CO.IN.FO - Franco Bochicchio e Francesca Grassi GLI EQUILIBRI DELLA DELEGA DELEGAABDICAZIONE veditela tu ACCENTRAMENTO faccio tutto io Ai collaboratori è consentito di operare con bassa autonomia, secondo schemi rigidi e con elevato monitoraggio durante lo svolgimento del compito Ai collaboratori è richiesto di operare con elevata autonomia, senza sostegno o feedback, con una totale presa in carico della responsabilità finale Entrambe queste forme estreme di comportamento risultano ALTAMENTE FRUSTRANTI per i collaboratori, ed è improbabile che contribuiscano allefficacia organizzativa

9 Franco Bochicchio e Francesca Grassi © CO.IN.FO - Franco Bochicchio e Francesca Grassi GLI EQUILIBRI DELLA DELEGA DELEGA è lasciar andare senza perdere di vista ESAME abbandonare, lasciare soli CONTROLLO soffiare sul collo Continua…

10 Franco Bochicchio e Francesca Grassi © CO.IN.FO - Franco Bochicchio e Francesca Grassi GLI EQUILIBRI DELLA DELEGA Se la DELEGA è equilibrata. ESAME e CONTROLLO si bilanciano. Più specificatamente il capo: ESAMINA, ma verifica di volta volta che i collaboratori non perdano di vista gli obiettivi CONTROLLA, ma non inibisce liniziativa dei collaboratori e non pretende che siano suoi cloni

11 Franco Bochicchio e Francesca Grassi © CO.IN.FO - Franco Bochicchio e Francesca Grassi LE FASI DEL PROCESSO DI DELEGA VALUTAZIONE COMUNICAZIONE SOSTEGNO

12 Franco Bochicchio e Francesca Grassi © CO.IN.FO - Franco Bochicchio e Francesca Grassi DELEGA – DA FARE PRIMA definire i risultati attesi, sia in termini di standard qualitativi sia in termini di tempi/scadenze individuare le risorse utilizzabili dare tutte le informazioni necessarie concordare le modalità e la frequenza dei feedback specificare i confini delle reciproche responsabilità formalizzare la delega rispetto agli altri attori organizzativi verificare e condividere le esigenze formative

13 Franco Bochicchio e Francesca Grassi © CO.IN.FO - Franco Bochicchio e Francesca Grassi DELEGA – DA NON FARE credere di poter fare tutto da soli caricare sempre gli stessi collaboratori dare troppi consigli circa il metodo parlare di se stessi, porsi come esempio lasciare i tempi imprecisati assegnare compiti impegnativi senza adeguate risorse dimenticarsi di pianificare adeguatamente le attività

14 Franco Bochicchio e Francesca Grassi © CO.IN.FO - Franco Bochicchio e Francesca Grassi LA VALUTAZIONE LA 1° FASE DEL PROCESSO DI DELEGA CONSISTE DISTRIBUZIONE DEI COMPITI TRA I COLLABORATORI NELLA DISTRIBUZIONE DEI COMPITI TRA I COLLABORATORI. Quali compiti debbono essere svolti prioritariamente? Quali compiti debbono essere svolti prioritariamente? Quali compiti possono essere delegati? Quali compiti possono essere delegati? Quali sono i collaboratori più adatti a svolgere ciascuno di questi compiti? Quali sono i collaboratori più adatti a svolgere ciascuno di questi compiti? I collaboratori sono ugualmente affidabili? I collaboratori sono ugualmente affidabili? Qual è il carico di lavoro che ha attualmente ciascun collaboratore? Qual è il carico di lavoro che ha attualmente ciascun collaboratore? Esistono problemi di comunicazione tra capo e collaboratori che potrebbero originare incomprensioni? Esistono problemi di comunicazione tra capo e collaboratori che potrebbero originare incomprensioni?

15 Franco Bochicchio e Francesca Grassi © CO.IN.FO - Franco Bochicchio e Francesca Grassi LA 2° FASE DEL PROCESSO DI DELEGA CONSISTE DISCUSSIONE FACCIA-A-FACCIA CON I COLLABORATORI. IN UNA DISCUSSIONE FACCIA-A-FACCIA CON I COLLABORATORI. Dove e quando dovrà avvenire il colloquio di delega? Dove e quando dovrà avvenire il colloquio di delega? Quale compito si vuole delegare? Quale compito si vuole delegare? Come può essere descritto? Come può essere descritto? Quali risorse si devono mettere a disposizione dei collaboratori? Quali risorse si devono mettere a disposizione dei collaboratori? Ci sono informazioni cruciali che devono essere preliminarmente fornite ai collaboratori? Ci sono informazioni cruciali che devono essere preliminarmente fornite ai collaboratori? Qual è la storia relazionale pregressa con ciascun collaboratore? Qual è la storia relazionale pregressa con ciascun collaboratore? LA COMUNICAZIONE

16 Franco Bochicchio e Francesca Grassi © CO.IN.FO - Franco Bochicchio e Francesca Grassi LE PREOCCUPAZIONI DEL COLLABORATORE Cosa significa? Ce la farò? Perché io? Cosa pretenderà? Cosa mi dà in cambio? Cosa vuole scaricare? Perché non lo fa lui? Mi vuole fregare? Se sbaglio verrò punito? Mi darà le risorse necessarie? Non voglio espormi! Ho già troppo da fare! DUBBIO/RIFIUTO

17 Franco Bochicchio e Francesca Grassi © CO.IN.FO - Franco Bochicchio e Francesca Grassi LE SPERANZE DEL COLLABORATORE Mi lusinga Sono preparato Voglio crescere È una sfida Posso mettermi in luce ACCETTAZIONE

18 Franco Bochicchio e Francesca Grassi © CO.IN.FO - Franco Bochicchio e Francesca Grassi LA 3° FASE DEL PROCESSO DI DELEGA CONSISTE CONTINUA DISPONIBILITÀ DA PARTE DEL CAPO NEL FORNIRE INFORMAZIONI, RISORSE E INCORAGGIAMENTI NELLA CONTINUA DISPONIBILITÀ DA PARTE DEL CAPO NEL FORNIRE INFORMAZIONI, RISORSE E INCORAGGIAMENTI. I collaboratori possiedono le risorse e lautorità necessarie per eseguire il compito? I collaboratori possiedono le risorse e lautorità necessarie per eseguire il compito? Quando è opportuno programmare incontri di verifica? Quando è opportuno programmare incontri di verifica? Come viene monitorato il progresso verso la meta? Come viene monitorato il progresso verso la meta? Qual è il tipo di sostegno di cui ha maggiormente bisogno ciascun collaboratore? Qual è il tipo di sostegno di cui ha maggiormente bisogno ciascun collaboratore? Come rendersi continuamente disponibili senza apparire invadenti? Come rendersi continuamente disponibili senza apparire invadenti? Come fornire un feedback conclusivo? Come fornire un feedback conclusivo? IL SOSTEGNO

19 Franco Bochicchio e Francesca Grassi © CO.IN.FO - Franco Bochicchio e Francesca Grassi LA RESPONSABILITÀ NELLA DELEGA La delega coinvolge una duplice responsabilità circa ladeguata esecuzione del compito IL DELEGATO IL DELEGANTE è responsabile rispetto al superiore è responsabile rispetto allorganizzazione


Scaricare ppt "Franco Bochicchio e Francesca Grassi © CO.IN.FO - Franco Bochicchio e Francesca Grassi."

Presentazioni simili


Annunci Google