La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Un percorso dintegrazione possibile tra ospedale e territorio Alessandro Battistella.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Un percorso dintegrazione possibile tra ospedale e territorio Alessandro Battistella."— Transcript della presentazione:

1 Un percorso dintegrazione possibile tra ospedale e territorio Alessandro Battistella

2 STRUTTURE DI SUPPORTO Previsione di un ufficio di Servizio Sociale allinterno dellospedale Istituzione di una commissione permanente per lintegrazione ospedale-territorio con potere decisionale. Lufficio di Mediazione Culturale

3 Possibili integrazioni delle Unità Operative ospedaliere con i servizi pubblici e privati del territorio LU.O. di Neuropsichiatria Infantile in rete con i neuropsichiatri infantili dei distretti, con lattività dei servizi del territorio, con i pediatri di base; LU.O. di Neuropsichiatria Infantile in rete con i neuropsichiatri infantili dei distretti, con lattività dei servizi del territorio, con i pediatri di base; Le U.O. di Medicina Generale e dUrgenza in relazione con il Dipartimento delle Dipendenze, Dipartimento di Salute Mentale e Dipartimento per le Dipendenze. Le U.O. di Medicina Generale e dUrgenza in relazione con il Dipartimento delle Dipendenze, Dipartimento di Salute Mentale e Dipartimento per le Dipendenze.

4 Centro Antidiabetico collaborazione con i distretti anche per compagne di informazione Centro Antidiabetico collaborazione con i distretti anche per compagne di informazione Servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica in rete con i Servizi dei distretti, con le case di riposo dellULSS e collaborazione con scuole Servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica in rete con i Servizi dei distretti, con le case di riposo dellULSS e collaborazione con scuole Possibili integrazioni delle Unità Operative ospedaliere con i servizi pubblici e privati del territorio

5 U.O. di Pediatria in relazione con assistenti sociali di Comuni e Asl, con privato sociale, con la Caritas, con il mondo della scuola (lezioni ed esami in ospedale) U.O. di Pediatria in relazione con assistenti sociali di Comuni e Asl, con privato sociale, con la Caritas, con il mondo della scuola (lezioni ed esami in ospedale) Patologia Neonatale, Neuropsichiatria Infantile in relazione con servizi sociali, Caritas e associazionismo; Patologia Neonatale, Neuropsichiatria Infantile in relazione con servizi sociali, Caritas e associazionismo; Centro Antidiabetico in relazione con lAssociazioni dei pazienti diabetici. Centro Antidiabetico in relazione con lAssociazioni dei pazienti diabetici.

6 Possibili integrazioni delle Unità Operative ospedaliere con i servizi pubblici e privati del territorio Nefrologia in relazione con Associazioni di pazienti Emodializzati con lAssociazione Donatori Midollo Osseo (ADMO) e con lAssociazione Italiana Donatori Organi (AIDO); Nefrologia in relazione con Associazioni di pazienti Emodializzati con lAssociazione Donatori Midollo Osseo (ADMO) e con lAssociazione Italiana Donatori Organi (AIDO); Centro Trasfusionale in relazione con lAssociazione Volontari Italiani Sangue (AVIS). Centro Trasfusionale in relazione con lAssociazione Volontari Italiani Sangue (AVIS). U.O. di Oncologia collaborazione con associazioni pazienti e Lega per la Lotta Contro i Tumori; U.O. di Oncologia collaborazione con associazioni pazienti e Lega per la Lotta Contro i Tumori;

7 Possibili integrazioni delle Unità Operative ospedaliere con i servizi pubblici e privati del territorio U.O. Malattie Infettive collaborazione con associazioni di pazienti e con assistenti sociali per percorsi di reinserimento sociale e abitativo dopo il ricovero; U.O. Malattie Infettive collaborazione con associazioni di pazienti e con assistenti sociali per percorsi di reinserimento sociale e abitativo dopo il ricovero; U.O. di Neurologia collaborazione con associazioni dei pazienti (Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM), Associazione Italiana Contro lEpilessia (AICE), Associazione Italiana Parkinsoniani (AIP), Unione Italiana per la Lotta alla Distrofia Muscolare (UILDM). U.O. di Neurologia collaborazione con associazioni dei pazienti (Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM), Associazione Italiana Contro lEpilessia (AICE), Associazione Italiana Parkinsoniani (AIP), Unione Italiana per la Lotta alla Distrofia Muscolare (UILDM).

8 LE DIFFICOLTA canali di comunicazione tra ospedale e territorio difficoltosi difficoltà di comunicazione anche allinterno dellospedale tra U.O. e ufficio di servizio sociale dellospedale, Le soluzioni alternative al ritorno a casa e/o di sostegno da parte dei servizi ai pazienti hanno costi e tempi di attuazione diversi a seconda degli Enti coinvolti. Assenza di una struttura intermedia tra l ospedale e la casa della persona ricoverata, adulta o anziana

9 UVMD ALLINTERNO DELLOSPEDALE Possibile una prima ipotesi di progetto concordata con tutti i soggetti (persona/utente e/o famiglia, operatori socio- sanitari) prima che la persona rientri nel territorio; Possibile una prima ipotesi di progetto concordata con tutti i soggetti (persona/utente e/o famiglia, operatori socio- sanitari) prima che la persona rientri nel territorio; possibilità per gli operatori sia dellospedale che del territorio di concordare un progetto, tenendo presente i vincoli e le risorse di tutti i soggetti coinvolti; possibilità per gli operatori sia dellospedale che del territorio di concordare un progetto, tenendo presente i vincoli e le risorse di tutti i soggetti coinvolti; più efficace coordinamento delle risorse che fanno capo allassociazionismo presenti sia in ospedale sia nel territorio. più efficace coordinamento delle risorse che fanno capo allassociazionismo presenti sia in ospedale sia nel territorio.


Scaricare ppt "Un percorso dintegrazione possibile tra ospedale e territorio Alessandro Battistella."

Presentazioni simili


Annunci Google