La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Dipartimento di Prevenzione Programma di promozione dellattività motoria Il piano regionale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Dipartimento di Prevenzione Programma di promozione dellattività motoria Il piano regionale."— Transcript della presentazione:

1 1 AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Dipartimento di Prevenzione Programma di promozione dellattività motoria Il piano regionale

2 2 Il nuovo ruolo delle regioni In Italia, fin dagli anni 80 sono stati condotti tentativi per ottenere di: Abrogare i provvedimenti sicuramente inefficaci (es. libretti sanitari) Consolidare le pratiche sicuramente efficaci (es. vaccinazioni) Implementare pratiche innovative efficaci (traumi da traffico, incidenti domestici, pat. oncologiche, tabagismo, sedentarietà)

3 3 Il nuovo ruolo delle regioni Lattuale fase di devolution affida alle Regioni loccasione di reimpostare le strategie preventive esercitando la loro autonomia in modo coordinato secondo linee di indirizzo elaborate e discusse con le società scientifiche e con lIstituto Superiore di Sanità.

4 4 La regione Veneto PIANO TRIENNALE DEI SERVIZI DI IGIENE E SANITA PUBBLICA

5 5 23 schede tematiche 20 SCHEDE SPECIFICHE Area tematica 1: Epidem. e profilassi delle malattie infettive Area tematica 2: Prevenzione delle malattie non infettive Area tematica 3 : Igiene urbana ed edilizia Area tematica 4 : Medicina legale e necroscopica Area tematica 5 : Tutela della salute nelle attività fisiche e/o sportive – Lotta alla sedentarietà 3 SCHEDE TRASVERSALI Il rapporto con lutente e con lutenza organizzata. Il sistema informativo SISP La formazione

6 6 Scheda tematica 5.1 Tutela della salute nelle attività fisiche e/o sportive - lotta alla sedentarietà Centro di riferimento: Dipartimento di prevenzione dellULSS 20 Target dellintervento: popolazione generale popolazioni più ristrette giovani ultrasessantacinquenni soggetti affetti da patologie cronico-degenerative diabetici operatori sanitari

7

8 8 Scheda tematica 5.1 Obiettivi promozione della salute nellambito delles. fisico monitoraggio della prevalenza di soggetti che praticano regolarmente attività fisica aumento del 10% dei giovani del 10% degli anziani del 15% dei diabetici che praticano regolarmente attività fisica almeno una volta la settimana

9 9 Scheda tematica 5.1 Obiettivi coinvolgimento in percorsi di attività motoria di almeno il 10% dei residenti delle case di riposo potenziamento della collaborazione con: utenti e loro associazioni, medici di medicina generale, specialisti, centri anti-diabetici e istituzioni esterne. La scheda rivolge anche una particolare attenzione alla rilevazione del gradimento e degli aspetti di qualità percepita.

10 10 Attività svolte Costituzione di un gruppo di referenti di ulss Rilevazione dati su iniziative già in corso Corso di formazione per medici referenti Corsi di formazione per insegnanti di educazione fisica

11 11 Attività svolte Finanziamento/supporto di attività pilota (12 ulss): attività fisica per anziani e diabetici gruppi di cammino e formazione walking leaders collaborazione su att. motoria per piani di zona formazione al counseling sugli stili di vita Promozione delluso delle scale

12 12 Attività svolte Costruzione di reti locali coinvolgenti dipartimenti di prevenzione pazienti (anziani, diabetici) medici di medicina generale volontariato politici e amministratori centri antidiabetici insegnanti di educazione fisica

13 13 Promozione delluso delle scale Lavoro di gruppo mediante mailing list Realizzazione di materiali per promuovere luso delle scale (dépliant, locandina) Abbellimento delle scale (musica, disegni, estratti del giornale del giorno ecc)

14 14 Attività previste per il 2006 Corso di formazione per insegnanti di educazione fisica di Rovigo Finanziamento/supporto di attività pilota Promozione del cammino Progetti per anziani istituzionalizzati Progetti sui bambini Collaborazione con i comuni su att. motoria e determinanti ambientali

15 15 Attività previste per il 2006 Concorso per il miglior Pedibus della regione Analisi del rischio di incidenti in corso di attività motoria Campagna di marketing sociale Catalogo delle attività per la promozione dellattività motoria Creazione di un comitato di redazione regionale per il sito web

16 16 Sito web del Dipartimento di Prevenzione di Verona Pagina sullattività motoria: Piano triennale SISP Testo della scheda 5.1, elenco referenti, stato di avanzamento delle attività Archivio bibliografico Evidenze di efficacia Alcuni progetti (ginnastica per diabetici, protocollo cani) Documenti vari (OMS dieta e a.f., OMS trasporti, I giovani e lo sport nel Veneto) Links consigliati


Scaricare ppt "1 AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Dipartimento di Prevenzione Programma di promozione dellattività motoria Il piano regionale."

Presentazioni simili


Annunci Google