La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

APPRENDIMENTO INSEGNAMENTO VALUTAZIONE VERSO LE COMPETENZE: QUALI SFIDE PER LA SCUOLA? COMPETENZA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "APPRENDIMENTO INSEGNAMENTO VALUTAZIONE VERSO LE COMPETENZE: QUALI SFIDE PER LA SCUOLA? COMPETENZA."— Transcript della presentazione:

1 APPRENDIMENTO INSEGNAMENTO VALUTAZIONE VERSO LE COMPETENZE: QUALI SFIDE PER LA SCUOLA? COMPETENZA

2 Maria abita a due chilometri di distanza dalla scuola, Martina a cinque. Quanto abitano lontane Maria e Martina luna dallaltra? Casa di Maria Casa di Martina scuola distanza minima (5-2) distanza massima (5+2) 5 km 2 km QUALI SFIDE PER LA SCUOLA?

3 Un carpentiere ha 32 metri di tavole. Quali di questi UN ESEMPIO: IL PROBLEMA DEL CARPENTIERE QUALI SFIDE PER LA SCUOLA?

4 Allievo competente Conosce il concetto di somma e di perimetro, sa effettuare somme Legge il problema come Trasformare le figure irregolari in figure note Trasforma le figure irregolari in figure note Se la trasformazione non porta ad una soluzione, cerca trasformazioni alternative UN ESEMPIO: IL PROBLEMA DEL CARPENTIERE QUALI SFIDE PER LA SCUOLA? Allievo diligente Risorse Conosce il concetto di somma e di perimetro, sa effettuare somme Strutture di interpreta- zione Si chiede Quando abbiamo trattato queste figure a scuola? Strutture di azione Cerca, senza successo, di applicare una formula risolutiva nota Strutture di auto- regolazione Rinuncia a risolvere il problema (Non lo abbiamo trattato a scuola)

5 UN MODELLO DI PROBLEM SOLVING MATEMATICO (Schoenfeld) 4 condizioni 4 condizioni per avere successo nella soluzione di problemi: Risorse cognitive (conoscenze e procedure) Euristiche (regole per procedere in situazioni difficili) Controllo (capacità di planning, monitoraggio, valutazione) Belief system (concezione della disciplina, contesto psicologico) LA COMPETENZA COME PAROLA CHIAVE

6 COGNIZIONE METACOGNIZIONE MOTIVAZIONEATTRIBUZIONE conoscenze dichiarative conoscenze procedurali conoscenze strategiche impegno riconoscimento di senso consapevolezza regolazione concetto di sé autostima capacità di far fronte ad un compito, o un insieme di compiti, riuscendo a mettere in moto ed a orchestrare le proprie risorse interne, cognitive, affettive e volitive, e a utilizzare quelle esterne disponibili in modo coerente e fecondo. [Pellerey, 2004] LA COMPETENZA COME PAROLA CHIAVE

7 UN CAMBIAMENTO DI PARADIGMA CONOSCENZE/ABILITA MONDO DELLESSERE RAZIONALITA TEORETICA (rigore logico) RAZIONALITA PRATICA (pertinenza) MONDO DELLAVERE COMPETENZE sapere statico approccio analitico valore astratto logica disciplinare sapere dinamico approccio olistico valore situato logica trasversale

8 CHE COSA SI APPRENDE? COME SI APPRENDE? LICEBERG DELLA COMPETENZA LA COMPETENZA COME PAROLA CHIAVE

9 SAPERE SCOLASTICO vs SAPERE REALE la scuola richiede prestazioni individuali, mentre il lavoro mentale allesterno è spesso condiviso socialmente; SFIDE PER LINSEGNAMENTO la scuola richiede un pensiero privo di supporti, mentre fuori ci si avvale di strumenti cognitivi o artefatti; la scuola coltiva il pensiero simbolico, nel senso che lavora su simboli, mentre fuori della scuola la mente è sempre direttamente alle prese con oggetti e situazioni; a scuola si insegnano capacità e conoscenze generali, mentre nelle attività esterne dominano competenze specifiche, legate alla situazione. [Resnick, 1995] COME GESTIRE LE DISCONTINUITA?

10 SFIDE PER LINSEGNAMENTO organizzato attorno allorarioorganizzato attorno ai risultati attesi guidato dal libro di testosostenuto da una varietà di strumenti centrato sullinsegnamento di elementi separati centrato sulluso del sapere nei contesti di vita organizzato intorno a contenutiorganizzato intorno a problemi fondato sul lavoro individualefondato sul lavoro collaborativo rigido e uniformeflessibile e personalizzato aperto a molte forme di valutazione (auto, peer, autentica, …) linsegnante come unico giudice lo studente come riproduttore della conoscenza lo studente come produttore della conoscenza

11 Dopo aver trattato in classe prima il tema Il ciclo dellacqua in varie discipline ed aver sperimentato nel biennio diverse modalità di comunicazione di contenuti appresi (relazione orale/ cartelloni/ slides, ecc) si richiede di progettare una presentazione dellargomento in occasione dellincontro di accoglienza degli alunni di quinta elementare. Il progetto deve indicare : una ipotesi del tempo necessario sia alla realizzazione della presentazione sia alla comunicazione della stessa ( informazione questultima necessaria per la convocazione delle classi); il modo/ i modi prescelti per rendere efficace e chiara la comunicazione; le informazioni selezionate che si ritiene di trasmettere; i materiali e gli strumenti necessari alla realizzazione del progetto. In seconda battuta si richiede a ciascun alunno di portare il necessario per realizzare il progetto di presentazione e lo si fa realizzare. FOCUS FORMATIVO - AUTONOMIA PERSONALE Elaborazione compiti autentici (fine scuola media) SFIDE PER LA VALUTAZIONE

12 FOCUS FORMATIVO - LEGGERE E COMPRENDERE UN TESTO Elaborazione compiti autentici (colloquio orale Esame di Stato) Devi affrontare lesame orale di terza media e dimostrare il tuo livello di competenza interdisciplinare, la tua capacità di organizzare conoscenze e abilità diverse. Leggi con attenzione larticolo di quotidiano allegato, sottolinealo e costruisci una mappa concettuale che parta dallarticolo letto e lo colleghi con approfondimenti ripresi dal lavoro svolto durante lanno. La mappa ti servirà come traccia per la tua esposizione durante il colloquio desame. Buon lavoro e… cerca di stupire gli ascoltatori, mettendo in evidenza anche il tuo punto di vista sulla tematica in questione!

13 Consegna: costruire un itinerario della Roma repubblicana e imperiale da seguire in un viaggio di istruzione di due giorni a Roma. Fasi del lavoro 1.Suddivisione in gruppi: la classe viene divisa in 6 gruppi di 4 alunni ciascuno. 2.Gli alunni dovranno studiare ed illustrare i diversi aspetti della storia romana attraverso la presentazione di un monumento simbolo. Gruppi A – B – C- : letà repubblicana A : aspetto politico – Foro di Cesare – B : aspetto militare – Mura repubblicane- C : aspetto culturale – Templi e teatri – Gruppi D – E - F - : letà imperiale D : aspetto politico- Palazzo imperiale; Castro pretorio E : aspetto militare – Colonna traiana e Arco di trionfo F : aspetto culturale- Colosseo e Foro traiano I gruppi dovranno svolgere il lavoro preparatorio di reperimento di testi, fotografie e filmati che illustrino laspetto a loro assegnato; il risultato atteso consiste in una guida ai monumenti da illustrare alla classe, svolgendo il ruolo di cicerone in occasione del viaggio di istruzione. SFIDE PER LA VALUTAZIONE FOCUS FORMATIVO - COMPRENDERE IL CAMBIAMENTO E LA DIVERSITA DEI TEMPI STORICI (I anno scuola superiore)

14 QUALI SFIDE PER LINSEGNAMENTO E PER LA VALUTAZIONE? CONSIDERARE I SAPERI COME RISORSE DA MOBILITARE INTEGRARE PROCESSI E PRODOTTI DELLAPPRENDIMENTO CONDIVIDERE PROGETTI FORMATIVI CON I PROPRI ALLIEVI CONVINCERE GLI ALLIEVI A CAMBIARE MESTIERE PRATICARE UNA VALUTAZIONE PER LAPPRENDIMENTO ANDARE VERSO UNA MINORE CHIUSURA DISCIPLINARE Se si cambiano solo i programmi che figurano nei documenti, senza scalfire quelli che sono nelle teste, lapproccio per competenze non ha nessun futuro (P. Perrenoud, Costruire competenze a partire dalla scuola, Roma Anicia 2003) LA NATURA DELLINSEGNAMENTO

15 APPRENDIMENTO INSEGNAMENTO VALUTAZIONE COMPETENZA VERSO LE COMPETENZE QUALI SFIDE PER LA SCUOLA?


Scaricare ppt "APPRENDIMENTO INSEGNAMENTO VALUTAZIONE VERSO LE COMPETENZE: QUALI SFIDE PER LA SCUOLA? COMPETENZA."

Presentazioni simili


Annunci Google