La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MONETE MUNZEN MONEDAS MONEY PIECES MOEDAS CHE COS’E’ LA MONETA? La moneta è innanzitutto ciò che ci serve per acquistare le cose di cui abbiamo bisogno.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MONETE MUNZEN MONEDAS MONEY PIECES MOEDAS CHE COS’E’ LA MONETA? La moneta è innanzitutto ciò che ci serve per acquistare le cose di cui abbiamo bisogno."— Transcript della presentazione:

1

2 MONETE MUNZEN MONEDAS MONEY PIECES MOEDAS

3 CHE COS’E’ LA MONETA? La moneta è innanzitutto ciò che ci serve per acquistare le cose di cui abbiamo bisogno e per retribuire il lavoro. La quantità di scambi economici che oggi caratterizza il mondo sarebbe impensabile in assenza di uno strumento per pagare pratico ed efficiente come la moneta. La sua funzione più evidente è dunque quella di mezzo di pagamento.

4 LA STORIA DELLE MONETE Per migliaia di anni il commercio è avvenuto tramite baratto, cioè lo scambio di una merce con l’altra. Antiche civiltà come i Sumeri,i Babilonesi,gli Assiri,gli Egizi esercitarono per secoli intensi scambi commerciali anche prima della diffusione delle monete. Ciascuno di questi popoli produceva in abbondanza alcune merci che scambiavano con altre provenienti da altri popoli e da regioni lontane.

5

6 I PAESI E L’EURO I paesi che usano l’Euro €: Finlandia,Estonia,Lettonia,Lituania,Grecia,Cipro,Mal ta,Portogallo,Spagna,Irlanda,Francia,Germania, Belgio, Austria,Lussemburgo,Italia,Slovacchia,Slovenia e Paesi Bassi. Anche se non fanno parte dell’Unione Europea altri 6 paesi utilizzano l’euro : la città del Vaticano,la Repubblica di San Marino il principato di Monaco,il principato di Andorra,la Repubblica del Kosovo e il Montenegro.

7 CHE COS’E’ L’UE? L'Unione europea (UE) è un partenariato economico e politico, unico nel suo genere, tra 28 paesi che coprono buona parte del continente. La costruzione europea è nata sulle rovine della II Guerra mondiale con l'obiettivo di promuovere innanzitutto la cooperazione economica tra i paesi, partendo dal principio che il commercio produce un'interdipendenza che riduce i rischi di conflitti. Nel 1958 è stata così creata la Comunità economica europea (CEE), che ha intensificato la cooperazione economica tra sei paesi: Belgio, Germania, Francia, Italia, Lussemburgo e Paesi Bassi. Da allora, è stato creato un grande mercato unico, che continua a svilupparsi per realizzare appieno le sue potenzialità. Quella che era nata come un'unione puramente economica è diventata col tempo un'organizzazione attiva in tutta una serie di settori, che vanno dagli aiuti allo sviluppo alla politica ambientale. Per riflettere questo cambiamento, nel 1993 il nome CEE è stato sostituito da Unione europea (UE). L'Unione europea si fonda sul principio dello stato di diritto: tutti i suoi poteri riposano cioè sui trattati europei, sottoscritti volontariamente e democraticamente dai paesi membri. Questi accordi vincolanti fissano anche gli obiettivi dell'UE nei suoi numerosi settori di attività. Fattore di pace, stabilità e prosperità da mezzo secolo, l'UE ha contribuito ad innalzare il tenore di vita e introdotto una moneta unica europea, l'euro. Grazie all'abolizione dei controlli alle frontiere tra i paesi membri, le persone possono ora circolare liberamente in quasi tutto il continente. È diventato inoltre molto più facile vivere e lavorare in un altro paese dell'UE. Il mercato unico o interno, che permette la libera circolazione di beni, servizi, capitali e persone, è il principale motore economico dell'UE. Uno dei suoi obiettivi fondamentali è sviluppare questa immensa risorsa per consentire ai cittadini europei di beneficiarne pienamente. Uno dei principali obiettivi dell'UE è la protezione dei diritti umani, sia al suo interno che nel resto del mondo. Dignità umana, libertà, democrazia, uguaglianza, stato di diritto e rispetto dei diritti umani sono i valori fondamentali dell'UE. Dalla firma del trattato di Lisbona, nel 2009, la carta dei diritti fondamentali sancisce tutti questi diritti insieme. Le istituzioni dell'UE hanno l'obbligo giuridico di difenderli, e altrettanto sono tenuti a fare i paesi membri quando applicano la legislazione europea.

8 LA STORIA… L’Unione europea viene posta in essere allo scopo di mettere fine alle guerre frequenti e sanguinose tra paesi vicini, culminate nella seconda guerra mondiale. Negli anni Cinquanta la Comunità europea del carbone e dell’acciaio comincia ad unire i paesi europei sul piano economico e politico al fine di garantire una pace duratura. I sei membri fondatori sono il Belgio, la Francia, la Germania, l’Italia, il Lussemburgo e i Paesi Bassi. Gli anni Cinquanta sono caratterizzati dalla guerra fredda tra Est ed Ovest. Sempre nel 1957, il trattato di Roma istituisce la Comunità economica europea (CEE), o ‘Mercato comune’. Con l’adesione della Danimarca, dell’Irlanda e del Regno Unito il 1° gennaio 1973, il numero degli Stati membri dell’Unione europea sale a nove. La politica regionale comunitaria comincia a destinare ingenti somme al finanziamento di nuovi posti di lavoro e di infrastrutture nelle aree più povere. Il Parlamento europeo accresce la propria influenza nelle attività dell’UE e, nel 1979, viene eletto per la prima volta a suffragio universale. Nel 1981 la Grecia diventa il decimo Stato membro dell’UE, mentre il Portogallo e la Spagna aderiscono all’UE nel Sempre nel 1986 viene firmato l’Atto unico europeo, che pone le basi per un ampio programma di sei anni finalizzato a risolvere i problemi che ancora ostacolano la fluidità degli scambi tra gli Stati membri dell’UE e crea così il ‘Mercato unico’. Si produce un grande sconvolgimento politico quando, il 9 novembre 1989, viene abbattuto il muro di Berlino e, per la prima volta dopo 28 anni, si aprono le frontiere tra Germania Est e Germania Ovest, che saranno presto riunificate in un solo paese. Oggi l’UE conta 28 stati che cooperano tutti insieme per il benessere comune.

9 L’EUROPA E’… L’Europa è unita, Un’unione ben custodita Piena di lingue e religioni Dove si prendono molte decisioni. L’Europa è un prato colorato Mari,monti,colline Fanno un confine L’Europa è un continente Pieno di gente Con stati carini Formati da grandi e piccini. L’Europa è amica, Con una storia Molto antica!!! G.CHIRICO

10 L’EURO

11 I disegni sulle banconote mantengono le tradizioni e le radici comuni di tutti i paesi dell’UE. Questi disegni sono stati realizzati da Robert Kalina,del-la banca centrale austriaca,vincitore di un apposito concorso bandito dall’UE nel Il simbolo dell’Euro è €.Le figure delle banconote sono ispirate agli stili architettonici espressi nei secoli dell’arte europea (classico, romanico, gotico, rinascimentale,barocco e rococò, architettura del ferro e del vetro e moderno del XX secolo)

12 LE CARATTERISTICHE DI SICUREZZA Come riconoscere una banconota vera e una falsa … Potrai percepire al tatto gli elementi in rilievo Potrai vedere in trasparenza la filigrana che riproduce la figura stampata in chiaro sul recto della banconota nonché il valore e il filo di sicurezza. Sul recto potrai vedere l’immagine cangiante dell’ologramma. Sulle banconote da 5,10 e 20 euro l’ologramma è una striscia verticale, vicino al margine destro. Sulle banconote da 50,100,200 e 500 euro l’ologramma è un bollo con la cifra del suo valore.

13 LA BCE La Banca centrale europea (BCE, con sede a Francoforte, in Germania) gestisce l'euro, la moneta unica dell'UE, e garantisce la stabilità dei prezzi nell'UE. La BCE contribuisce anche a definire e attuare la politica economica e monetaria dell'UE. La Banca centrale europea (BCE) è una delle istituzioni dell'UE. I suoi obiettivi principali sono: mantenere la stabilità dei prezzi (tenendo sotto controllo l'inflazione) specialmente nei paesi dell'area dell'euro mantenere stabile il sistema finanziario, assicurandosi che i mercati finanziari e le istituzioni siano controllati in modo appropriato. La Banca lavora in collaborazione con le banche centrali dei 28 paesi dell'UE. Insieme costituiscono il Sistema europeo delle banche centrali (SEBC). Ne deriva così una cooperazione tra le banche centrali dell'area dell'euro, detta anche eurozona, ovvero i 19 paesi dell'UE che hanno adottato la moneta unica. La cooperazione all'interno di questo gruppo di banche è chiamata Eurosistema.

14 L’EDIFICIO

15 I COMPITI DELLA BCE Rientra tra i compiti della BCE: fissare i tassi d'interesse di riferimento per l'area dell'euro e controllare la massa monetaria gestire le riserve in valuta estera dell'area dell'euro e comprare o vendere valute quando si presenta la necessità di mantenere in equilibrio i tassi di cambio accertarsi che le istituzioni e i mercati finanziari siano adeguatamente controllati dalle autorità nazionali, e che i sistemi di pagamento funzionino correttamente autorizzare le banche centrali dei paesi dell'area dell'euro a emettere banconote in euro monitorare le tendenze dei prezzi valutando il rischio che ne deriva per la stabilità dei prezzi nell'area dell'euro.

16 IL CONTO CORRENTE Il conto corrente bancario ha una grande diffusione perché serve per la gestione del denaro. Funziona come un salvadanaio ma consente di attingere facilmente ai propri risparmi per provvedere alle spese correnti. IL CONTO CORRENTE E’ REGOLATO DA UN CONTRATTO TRA LA BANCA E IL CLIENTE

17 L’ASSEGNO BANCARIO L’assegno bancario è uno strumento di pagamento con il quale il cliente ordina alla propria banca di pagare una somma di denaro a un altro soggetto prelevandola dal suo conto corrente.

18 IL BONIFICO E L’ADDEBITO SEPA Il bonifico SEPA è uno degli strumenti più diffusi per effettuare pagamenti o trasferire denaro a distanza. Con il bonifico SEPA si ordina alla banca di trasferire una certa somma di denaro dal proprio conto a quello di un’altra persona. SEPA = sigla di single euro payments area. L’area unica dei pagamenti in EURO elimina le differenze di trattamento tra pagamenti al dettaglio nazionali ed europei. Gli strumenti di pagamento SEPA seguono le stesse regole in Europa. L’Addebito diretto SEPA è un servizio di pagamento che consente di effettuare pagamenti periodici, come le bollette della luce,gas,acqua,in via automatica.

19 LA CARTA DI CREDITO La carta di credito è una tessera elettronica che la banca può fornire a un proprio cliente titolare di un conto corrente di cui ha particolare fiducia.Essa consente infatti di fare acquisti in Italia e all’estero con somma.

20 L’EVOLUZIONE PIU’ RECENTE Moltissime persone ormai usano internet e i nuovi strumenti telematici di pagamento ci consentono di comprare e di vendere on-line. La moneta ha perso i suoi connotati fisici per circolare veloce sulla rete,ma la ricerca si sta spingendo oltre. Il futuro della moneta ci riserverà ancora molte sorprese …

21

22 LAVORO REALIZZATO DA … CHIRICO GABRIELE LIA BEATRICE MANNU DANILO MORELLO GIUSEPPE ROMEO ALESSANDRA 2^A


Scaricare ppt "MONETE MUNZEN MONEDAS MONEY PIECES MOEDAS CHE COS’E’ LA MONETA? La moneta è innanzitutto ciò che ci serve per acquistare le cose di cui abbiamo bisogno."

Presentazioni simili


Annunci Google